ceruttil


Le mie gite su gulliver

Sciabilità :: ***** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
500m lineari dal parcheggio ed inizia la neve lungo la strada per il colle del Preit, qualche cono di valanga da superare senza problemi e poi via fino in cima, ultimi 50m a piedi. Il versante non prende mai il sole in questa stagione pertanto abbiamo trovato farina compressa da sballo. Dal colle del Preit in giù stradina. Molta gente sul percorso dopo di noi.
5 stelle per la bella neve, naturalmente gita per chi apprezza spostamento (18Km in tutto) e strada iniziale.

In compagnia di Davide e Silvia, ottimi compagni.

Buon Natale a tutti
Sciabilità :: ***** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Ottime condizioni su tutto il percorso, il caldo di oggi non dovrebbe rovinare troppo le condizioni per domani.

Buon Divertimento
Le 5 stelle sono solo x occasioni speciali, direi almeno 4 e mezzo oggi
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Splendida salita per questa via che aggiunge un pizzico di tecnica per raggiungere la panoramica vetta, da cui si dominano tutti i 4.000 circostanti, dal Cervino al Weisshorn, dall'Alphubel al Weissmies; sempre in primo piano la Nadelgrat con gli alpinisti in cresta che la percorrono.

Tecnicamente il ghiacciaio è ancora in condizioni, si stanno iniziando ad aprire i primi ponti/buchi, solo un pizzico di attenzione in salita la notte. La cresta è OK ma a circa 4.100 nel tratto più ripido inizia ad affiorare il ghiaccio vivo, consigliabili un paio di viti da ghiaccio per sicurezza. Se continua a fare molto caldo le condizioni peggioreranno in fretta, non c'è più molta neve che ricopre. Noi dal colletto siamo scesi in doppia ma nessun problema anche disarrampicando.

Tante cordate in giro, molti lungo la normale, abbiamo visto tracciata la via che sale al Taschhorn per questo versante.

Molto accogliente il rifugio (Dom Hutte), come sempre in Svizzera prezzi altissimi (10 Euro/Franchi x 1,5L di H2O).
Un ringraziamento agli amici e compagni Roberto e Claudio, sempre in gran forma

Dal rifugio le differenti vie

Il Dom con la sua cresta

L'alba dalla cresta

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: Si arriva a Pratorotondo con gomme da neve
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Splendida gita nella sempre bellissima Val Maira. Stamane visti i pendii al sole della zona del Auto Vallonasso abbiamo deciso di provarci e siamo stati premiati. Al sole si stava molto bene (se penso al gelo di domenica sulla Marchisa ...) e scendendo verso le 12.30 la neve aveva mollato il giusto e sembrava quasi una primaverile anche se in alto di neve essendocene molta bisogna prestare attenzione e valutare con attenzione l'ora di discesa. Visti i rialzi termici dei prox gg consiglierei di scendere non più fardi delle 12, almeno su pendii con esposizione simile

Si arriva tranquillamente sci ai piedi fino a Pratorotondo, non si toccano pietre e l'innevamento considerando questa stagione avara è decisamente molto buono.

Vista parecchia gente al pomeriggio sulle diverse gite della zona.
Grazie a Marco ed Annalisa per la sempre ottima compagnia.
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
tipo bici :: full-suspended
Bellissimo anello in compagnia dell'amico Tullio.
Partiti dalla prima galleria verso il Col du Lautaret, dopo poco asfalto prendiamo la vecchia strada del Col du Galibier, sterrata, che porta fino alla galleria sotto il colle; un KM di asfalto e siamo al colle. Discesa interamente off-road su single track nel vallone a sx e ricongiungimento su asfalto per iniziare la risalita verso il Col du Cerces. Il resto come da descrizione della gita ma alla fine, grange a quota 1.900, deviazione sull'esposto e spettacolare Chemin du Roy fino al single track finale direttamente all'auto.
42 Km e 2.000 metri di dislivello, praticamente tutti off-road e quasi interamente ciclabili in salita. Ringrazio l'amico Tullio x la compagnia ed il gulliveriano Gapox per le dritte sulle varianti del percorso. Allego traccia GPS, attenzione che contrariamente alla descrizione non si trova mai (tranne alla fine) acqua al di fuori dei BAR!
Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
Splendida gita con l'amico Roberto, con il sole che ci ha accompagnato quasi sempre, solo qualche problema di visibilità in discesa nella parte alta dovuto a brevi momenti di "effetto latte e nausea" a causa di velature che cambiavano le prospettive. Poi con grande intuizione abbiamo deciso di scendere verso il canale, farina compressa in alto, splendida primaverile in basso, senza toccare alcuna pietra, rigagnoli al fondo superati sui diversi ponti di neve. Passando per il canale reputo la gita BS++, soprattutto per la necessità di orientamento e di sciata leggera su alcuni pendii che toccano i 35 gradi. Ritengo che sarebbe stato anche fattibile ieri scendere nel vallone che giunge alla base del primo canale in alto direttamente dalla punta della Roisetta..
Inserita traccia GPS con discesa nel canale, ricordo sempre che le tracce vanno sempre verificate a casa sul software cartografico del proprio GPS e in gita la sicurezza del percorso sul GPS non deve sostituire "il cervello acceso e collegato".
Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
Non posso assolutamente competere con la precisione e qualità delle recensioni dell'amico Stefano (Bubbolotti), pertanto sarò sintetico: UNA FIGATA PAZZESCA!
Domani prevedo assembramento da esodo estivo in zona, causa queste recensioni su Gulliver. Buon anno a tutti
Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti per la via normale del Vaccia senza problemi, molto freddo, dal colle alla punta a piedi o con i coltelli ma il pendio è molto ventato con evidenti lastroni, attenzione. Scesi lungo la dorsale e poi nel bosco molto ripido, ottima farina e discesa super anche se il pendio prende molto sole, valutare bene le condizioni nei prox giorni perché in diversi punti vengono superati i 30 gradi di pendenza. Inserita traccia GPS come riferimento che dovrete valutare di volta in volta a seconda delle condizioni.
COn gli amici Roberto, Guido e Luca del GSA (Gruppo Scialpinismo del CAI Uget di Torino). Sabato e Domenica saremo a ripetere la gita come uscita sociale, attese 50-70 persone, per gli amanti della solitudine ...
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
tipo bici :: full-suspended
Effettuato l'itinerario descritto fino al colle Rocca Brancia; da li seguito l'itinerario descritto dagli amici di Cicloalpinismo.com a dx per il sentiero che porta al passo Bassa Terra Rossa: questo tratto di sentiero, ATTENZIONE, deve essere franato da poco, infatti per 10 metri c'è un passaggio molto esposto, friabile, dove il sentiero non esiste più. Non ci sono particolare problemi per passare a piedi (con la dovuta accortezza) ma per il trasporto della bici è necessaria estrema attenzione; noi eravamo in due ed abbiamo trasportato la bici una per volta dandoci una mano. Da Bassa Terra Rossa discesa su Bersezio molto bella, alcuni tratti a piedi a causa del fondo ghiaioso, ma poca roba. Al rientro da Prinardo presa la mulattiera che sale a Murenz e da lì discesa su GTA a picco du Pontebernardo, ciclabile al 70%.
Non ero mai stato lassù, il vallone al cospetto della Meja è unico, assolutamente comparabile ai paesaggi dolomitici più blasonati. In compagnia del forte Tullio. Inserita traccia GPS del ns giro
Sciabilità :: / ***** stelle
attrezzatura :: scialpinistica
Andrea, ognuno di noi ha le proprie sofferenze nel cuore. c'è chi è più fortunato, ma spesso non se ne accorge, c'è chi riceve dalla vita tante batoste e riesce ad apprezzare una giornata in montagna magari dopo tanto tempo di tristezza e fatica.

Anche quando si pensa di aver toccato il fondo, non c'è mai spazio per un addio, ma solo un arrivederci.

Ciò che oggi ti sembra insormontabile, domani sarà un tassello di esperienza, ricordi, sorrisi e lacrime in più della vita che vale la pena conquistare ed amare ogni giorno.


Se oggi scrivi questo, vuol dire che hai già iniziato a risalire il ripido pendio che porta fuori dal baratro.

Un abbraccio
Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • Rognosa del Sestriere (Punta) da Ponte Terribile per il Versante Sud-Ovest (28/12/18)
    Bodoira (Monte) da Preit (22/12/18)
    Entrelor (Cima di) da Pont Valsavarenche (21/03/18)
    Flassin (Mont) da Parcheggio Flassin (17/12/17)
    Sebolet (Cima) da Sant'Anna (12/11/17)
    Weissmies Cresta SE (21/10/17)
    Visolotto Via Normale della Parete Sud (08/07/17)
    Noeud de la Rayette da Ruz (22/02/17)
    Dormillouse (Cima) da Thures (12/02/17)
    Abisso (Rocca dell') da Limonetto (30/12/16)
    Giordano (Monte) da Preit (18/12/16)
    Beth (Punta del) o Bric di Mezzogiorno da Pattemouche (08/12/16)
    Mischabel (Dom de) Festigrat (30/07/16)
    Auto Vallonasso da Chialvetta (01/01/15)
    Galibier, Cerces, Ponsonnier (Colli) da Monetier les Bains, giro del Grand Galibier (13/09/14)
    Roisetta (Mont, Punta Sud) da Cheneil (06/04/13)
    Chiamossero Est (Monte del) o Ciamoussè da Limonetto, Pendio Nord (27/12/12)
    Vaccia (Monte) da Pietraporzio e la cresta N-NO (12/12/12)
    Rocca Brancia (Passo) da Pietraporzio, giro Colle Salsas Blancias, Rifugio Gardetta, Grange Serre (24/06/12)
    Marchisa (Rocca la) da Sant'Anna (05/05/12)
    Pietraborga (Monte) e Monte San Giorgio da Trana, giro (27/04/12)
    Vertosan (Mont) da Vetan, traversata a Saint Oyen (25/01/12)
    Alpavin (Crete de l') da Saint-Martin-de-Queyrières (27/12/11)
    Buffère (Col de) da Val des Pres, giro per il Col du Granon e Nevache (06/08/11)
    Terra Nera (Monte) da Thures, traversata per la cime Dormillouse e Viradantour e Colletto Clausis (06/03/11)
    Tsa (Mont de la) da Buthier (08/01/11)
    Chiarlea (Punta) da Giordano (29/12/10)
    Leissè o Leysser (Punta) da Vetan (26/12/10)
    Tète Noire (Pointe de la) o de la Mandette dal Col du Lautaret per il versante Sud (18/12/10)
    Combeynot (Pic Ouest du) da Col du Lautaret (13/11/10)
    Péas (Col de) da Cervieres, giro del Pic de Rochebrune (02/10/10)
    Lagginhorn Cresta Sud (22/08/10)
    Rochers Charniers (Pointe des) da Montgenèvre (18/04/10)
    Marchisa (Rocca la) dal Rifugio Melezè, anello Colli Marchisa e Sagneres (10/04/10)
    Vallette (Cima delle) da Frais (13/03/10)
    Vallette (Cima delle) da Frais (13/03/10)
    Bisalta o Besimauda (Monte), q. 2276 a SSO (Bec Rosso) da San Giacomo per lo Sperone Centrale (24/01/10)
    Gardiole (la) da le Villard-Laté (05/01/10)
    Ciotto Mieu o Mien (Monte) da Limonetto (02/01/10)
    Teggiolo (Monte) da San Domenico (05/12/09)
    Sommeiller (Colle) da Bardonecchia (31/10/09)
    Ecrins (Barre des) Via Normale da Pré de Madame Carle (07/09/09)
    Meije (La) - Grand Pic Cresta del Promontoire e traversata delle creste (05/08/09)
    Chaberton (Monte) da Claviere per la Batteria Alta (01/08/09)
    Reou d'Arsine (Pointe de) da Le Casset (08/03/09)
    Sueur (Cima della) da Plampinet (22/02/09)
    Viso Mozzo da Pian della Regina (20/02/09)
    Pierre (Punta de la) da Daillet (08/02/09)
    Salancia (Monte) da Certosa di Montebenedetto (02/01/09)
    Quinzeina o Quinseina (Punta Sud) da Santa Elisabetta per la dorsale S/SO (24/12/08)
    Madonna del Cotolivier (Cappella) da Oulx, traversata a Beaulard (14/12/08)
    Uja (Costiera dell') da Chiapili di Sopra (29/11/08)
    Almiane (Punta di) dal Ponte d'Almiane (14/11/08)
    Rho (Colle della) da Bardonecchia, giro per il Col de la Replanette e Colle di Valle Stretta (06/09/08)
    Costabella del Piz (Testa della) da Pietraporzio (20/04/08)
    Costabella del Piz (Testa della) da Pietraporzio (19/04/08)
    Cassille (Tete de la) da le Pont de l'Alp (07/02/08)
    Bianca (Rocca) da Chianale (27/01/08)
    Sigaro (il) quota 2820 m da Valgrisenche (13/01/08)
    Aigle (Pitre de l') da Traverses (30/12/07)
    Plate Longe (Tète de) da Larche (18/12/07)
    Udine (Punta) Cresta Est (25/08/07)
    Udine (Punta) Cresta Est (25/08/07)
    Arnas (Punta d') o Ouille d'Arbéron da Avèrole (21/05/07)
    Blanc (Truc) e Becca di Giasson da Surier, anello (13/03/07)
    Telliers (Monts) da Bourg Saint Bernard (16/01/07)
    Telliers (Monts) da Bourg Saint Bernard (14/01/07)
    Telliers (Monts) da Bourg Saint Bernard (14/01/07)
    Ventasuso (Monte) dal Colle della Maddalena (17/12/06)
    Ciotto Mieu o Mien (Monte) da Limonetto (18/12/05)
    Cibouit (Croix de) da Monetier Les Bains (07/12/04)
    Traversiere (Becca della) da Surrier (06/06/04)
    Balur (Monte) da Roaschia (11/01/04)
    Aquila (Punta dell') dall'Alpe Colombino (10/01/04)
    Turge de la Suffie da le Laus (03/01/04)
    Palasina (Punta) da Estoul (14/12/03)
    Dormillouse (Cima) da Thures (15/11/03)
    Entrelor (Cima di) da Pont Valsavarenche (30/03/03)