ceruttil


Le mie gite su gulliver

Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
Non posso assolutamente competere con la precisione e qualità delle recensioni dell'amico Stefano (Bubbolotti), pertanto sarò sintetico: UNA FIGATA PAZZESCA!
Domani prevedo assembramento da esodo estivo in zona, causa queste recensioni su Gulliver. Buon anno a tutti
Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti per la via normale del Vaccia senza problemi, molto freddo, dal colle alla punta a piedi o con i coltelli ma il pendio è molto ventato con evidenti lastroni, attenzione. Scesi lungo la dorsale e poi nel bosco molto ripido, ottima farina e discesa super anche se il pendio prende molto sole, valutare bene le condizioni nei prox giorni perché in diversi punti vengono superati i 30 gradi di pendenza. Inserita traccia GPS come riferimento che dovrete valutare di volta in volta a seconda delle condizioni.
COn gli amici Roberto, Guido e Luca del GSA (Gruppo Scialpinismo del CAI Uget di Torino). Sabato e Domenica saremo a ripetere la gita come uscita sociale, attese 50-70 persone, per gli amanti della solitudine ...
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
tipo bici :: full-suspended
Effettuato l'itinerario descritto fino al colle Rocca Brancia; da li seguito l'itinerario descritto dagli amici di Cicloalpinismo.com a dx per il sentiero che porta al passo Bassa Terra Rossa: questo tratto di sentiero, ATTENZIONE, deve essere franato da poco, infatti per 10 metri c'è un passaggio molto esposto, friabile, dove il sentiero non esiste più. Non ci sono particolare problemi per passare a piedi (con la dovuta accortezza) ma per il trasporto della bici è necessaria estrema attenzione; noi eravamo in due ed abbiamo trasportato la bici una per volta dandoci una mano. Da Bassa Terra Rossa discesa su Bersezio molto bella, alcuni tratti a piedi a causa del fondo ghiaioso, ma poca roba. Al rientro da Prinardo presa la mulattiera che sale a Murenz e da lì discesa su GTA a picco du Pontebernardo, ciclabile al 70%.
Non ero mai stato lassù, il vallone al cospetto della Meja è unico, assolutamente comparabile ai paesaggi dolomitici più blasonati. In compagnia del forte Tullio. Inserita traccia GPS del ns giro
Sciabilità :: / ***** stelle
attrezzatura :: scialpinistica
Andrea, ognuno di noi ha le proprie sofferenze nel cuore. c'è chi è più fortunato, ma spesso non se ne accorge, c'è chi riceve dalla vita tante batoste e riesce ad apprezzare una giornata in montagna magari dopo tanto tempo di tristezza e fatica.

Anche quando si pensa di aver toccato il fondo, non c'è mai spazio per un addio, ma solo un arrivederci.

Ciò che oggi ti sembra insormontabile, domani sarà un tassello di esperienza, ricordi, sorrisi e lacrime in più della vita che vale la pena conquistare ed amare ogni giorno.


Se oggi scrivi questo, vuol dire che hai già iniziato a risalire il ripido pendio che porta fuori dal baratro.

Un abbraccio
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
tipo bici :: full-suspended
Splendido giro con doppia discesa lungo il sentieri dei cinghiali, che si presenta in condizioni perfette, morbido il giusto ed asciutto.

Inserita traccia GPS che si differenzia dalle precedenti per la suddetta discesa.
Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
attrezzatura :: scialpinistica
Ha già descritto molto bene il socio Mike52, inserisco traccia GPS e confermo l'unicità di essere sceso nel letto del torrente, saltando come un grillo tra una marea di neve (qui ce n'è veramente molta).
Seguiteci su
Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
quota neve m :: 1200
attrezzatura :: scialpinistica
Ringrazio gli amici di Gulliver per l'ottima "dritta" e per la comoda traccia trovata. Lo spostamento è importante, quasi 23 Km tra andata e ritorno, ma la neve è molto bella e nessun particolare problema di sicurezza se non i minimi accorgimenti per i primi tratti di discesa. In alto crosta dura (poco) e poi tanta farina per quasi 1.000 m di dislivello fino a quota 1.600, dove la discesa sulla strada (rovinata da fuoristrada di residenti) è ghiacciata.
Con l'amico Tullio ed un salutone ai 3 SkiAlp fortissimi incontrati, che segnalano anche la la Sueur è in condizioni. Inserita tratta GPS.
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
tipo bici :: full-suspended
Oggi il tempo è stato clemente, temperatura ottima per andare in bici, no pioggia, pochissima gente in giro. Partiti da Nevache e lungo sentieri e strade sterrate fino all'attacco del Col du Granon. Da lì itinerario classico, anche se credo che si possa tagliare dal col du Granon in alto fino alla Porte du Cristol e da lì scendere fino al bivio a quota 2.171 da cui si lascia normalmente la strada asfaltata.Arrivati al fondo della discesa dal Col de la Buffere abbiamo preso il sentiero, bellissimo che riporta fino a Nevache. Inserita traccia GPS attenzione che dopo Nevache, in partenza siamo stati alti ma c'è la possibilità di seguire la pista di fondo bassa fino a Plampinet, evitando 100m di dislivello.
In compagnia dell'ottimo Guido, anche lui mitico socio del Gruppo Sci Alpinismo del Cai Uget di Torino
Sciabilità :: ***** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
Mamma mia che spettacolo; per farci del "male" siamo partiti da Bousson, con un dislivello totale di 1.850m. Farina stupenda dalla punta del Terra nera fino a Ruilles, canadese fino alle ginocchia nel bosco ripido. La traversata dalla Dormillouse al Terra Nera occorre farla attualmente stando sempre sul filo di cresta, a costo di sali e scendi, appena si mette piede (sci) sul versante francese, crosta ed assestamenti. Oggi ritengo condizioni sicuri sia alla dormillouse (tantissime persone) che sul Terra Nera. Solo noi 2 a traversare.
Grazie a Robi che ha rinunciato ad una discesa 4.2 x venire con me, credo però che non gli sia affatto dispiaciuto. Una preghiera ai compagni di passione che oggi sono scomparsi nell'incidente nel Biellese e le più sentite condoglianze alle loro famiglie.
Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
Splendida gita con parecchia neve fresca (30-40 cm) fino a quota 2.400, dopodiché ce n'è meno per colpa del vento nei giorni scorsi, ma si arriva senza problemi in vetta con gli sci. Saliti nella nebbia, arrivati in punta alle 12 con un cielo che si apriva. Atteso le 13 per la discesa con un meteo ottimo. Fino a quota 1900 farina ottima, nessun pericolo oggettivo, attenzione sotto la vetta ad alcune pietre nascoste; da 1.900 in giù sta diventando pesante, nei prox giorni potrebbe diventare crosta (3 gradi all'arrivo all'auto in ombra). Sci larghi e spatolati permettono comunque gran divertimento.
Inserita traccia GPS, un ringraziamento ai 3 scialpinisti che prima di noi hanno tracciato, un saluto a Marco, Robi, Tullio, Tommaso e Silvia.
Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • Rognosa del Sestriere (Punta) da Ponte Terribile per il Versante Sud-Ovest (28/12/18)
    Bodoira (Monte) da Preit (22/12/18)
    Entrelor (Cima di) da Pont Valsavarenche (21/03/18)
    Flassin (Mont) da Parcheggio Flassin (17/12/17)
    Sebolet (Cima) da Sant'Anna (12/11/17)
    Weissmies Cresta SE (21/10/17)
    Visolotto Via Normale della Parete Sud (08/07/17)
    Noeud de la Rayette da Ruz (22/02/17)
    Dormillouse (Cima) da Thures (12/02/17)
    Abisso (Rocca dell') da Limonetto (30/12/16)
    Giordano (Monte) da Preit (18/12/16)
    Beth (Punta del) o Bric di Mezzogiorno da Pattemouche (08/12/16)
    Mischabel (Dom de) Festigrat (30/07/16)
    Auto Vallonasso da Chialvetta (01/01/15)
    Galibier, Cerces, Ponsonnier (Colli) da Monetier les Bains, giro del Grand Galibier (13/09/14)
    Roisetta (Mont, Punta Sud) da Cheneil (06/04/13)
    Chiamossero Est (Monte del) o Ciamoussè da Limonetto, Pendio Nord (27/12/12)
    Vaccia (Monte) da Pietraporzio e la cresta N-NO (12/12/12)
    Rocca Brancia (Passo) da Pietraporzio, giro Colle Salsas Blancias, Rifugio Gardetta, Grange Serre (24/06/12)
    Marchisa (Rocca la) da Sant'Anna (05/05/12)
    Pietraborga (Monte) e Monte San Giorgio da Trana, giro (27/04/12)
    Vertosan (Mont) da Vetan, traversata a Saint Oyen (25/01/12)
    Alpavin (Crete de l') da Saint-Martin-de-Queyrières (27/12/11)
    Buffère (Col de) da Val des Pres, giro per il Col du Granon e Nevache (06/08/11)
    Terra Nera (Monte) da Thures, traversata per la cime Dormillouse e Viradantour e Colletto Clausis (06/03/11)
    Tsa (Mont de la) da Buthier (08/01/11)
    Chiarlea (Punta) da Giordano (29/12/10)
    Leissè o Leysser (Punta) da Vetan (26/12/10)
    Tète Noire (Pointe de la) o de la Mandette dal Col du Lautaret per il versante Sud (18/12/10)
    Combeynot (Pic Ouest du) da Col du Lautaret (13/11/10)
    Péas (Col de) da Cervieres, giro del Pic de Rochebrune (02/10/10)
    Lagginhorn Cresta Sud (22/08/10)
    Rochers Charniers (Pointe des) da Montgenèvre (18/04/10)
    Marchisa (Rocca la) dal Rifugio Melezè, anello Colli Marchisa e Sagneres (10/04/10)
    Vallette (Cima delle) da Frais (13/03/10)
    Vallette (Cima delle) da Frais (13/03/10)
    Bisalta o Besimauda (Monte), q. 2276 a SSO (Bec Rosso) da San Giacomo per lo Sperone Centrale (24/01/10)
    Gardiole (la) da le Villard-Laté (05/01/10)
    Ciotto Mieu o Mien (Monte) da Limonetto (02/01/10)
    Teggiolo (Monte) da San Domenico (05/12/09)
    Sommeiller (Colle) da Bardonecchia (31/10/09)
    Ecrins (Barre des) Via Normale da Pré de Madame Carle (07/09/09)
    Meije (La) - Grand Pic Cresta del Promontoire e traversata delle creste (05/08/09)
    Chaberton (Monte) da Claviere per la Batteria Alta (01/08/09)
    Reou d'Arsine (Pointe de) da Le Casset (08/03/09)
    Sueur (Cima della) da Plampinet (22/02/09)
    Viso Mozzo da Pian della Regina (20/02/09)
    Pierre (Punta de la) da Daillet (08/02/09)
    Salancia (Monte) da Certosa di Montebenedetto (02/01/09)
    Quinzeina o Quinseina (Punta Sud) da Santa Elisabetta per la dorsale S/SO (24/12/08)
    Madonna del Cotolivier (Cappella) da Oulx, traversata a Beaulard (14/12/08)
    Uja (Costiera dell') da Chiapili di Sopra (29/11/08)
    Almiane (Punta di) dal Ponte d'Almiane (14/11/08)
    Rho (Colle della) da Bardonecchia, giro per il Col de la Replanette e Colle di Valle Stretta (06/09/08)
    Costabella del Piz (Testa della) da Pietraporzio (20/04/08)
    Costabella del Piz (Testa della) da Pietraporzio (19/04/08)
    Cassille (Tete de la) da le Pont de l'Alp (07/02/08)
    Bianca (Rocca) da Chianale (27/01/08)
    Sigaro (il) quota 2820 m da Valgrisenche (13/01/08)
    Aigle (Pitre de l') da Traverses (30/12/07)
    Plate Longe (Tète de) da Larche (18/12/07)
    Udine (Punta) Cresta Est (25/08/07)
    Udine (Punta) Cresta Est (25/08/07)
    Arnas (Punta d') o Ouille d'Arbéron da Avèrole (21/05/07)
    Blanc (Truc) e Becca di Giasson da Surier, anello (13/03/07)
    Telliers (Monts) da Bourg Saint Bernard (16/01/07)
    Telliers (Monts) da Bourg Saint Bernard (14/01/07)
    Telliers (Monts) da Bourg Saint Bernard (14/01/07)
    Ventasuso (Monte) dal Colle della Maddalena (17/12/06)
    Ciotto Mieu o Mien (Monte) da Limonetto (18/12/05)
    Cibouit (Croix de) da Monetier Les Bains (07/12/04)
    Traversiere (Becca della) da Surrier (06/06/04)
    Balur (Monte) da Roaschia (11/01/04)
    Aquila (Punta dell') dall'Alpe Colombino (10/01/04)
    Turge de la Suffie da le Laus (03/01/04)
    Palasina (Punta) da Estoul (14/12/03)
    Dormillouse (Cima) da Thures (15/11/03)
    Entrelor (Cima di) da Pont Valsavarenche (30/03/03)