bpovero


Le mie gite su gulliver

Sciabilità :: ***** / ***** stelle
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: buono da Stroppo, con qualche brivido dal vallone di Elva per caduta pietre
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Oggi giornata unica per meteo e neve che ha tenuto bene anche alle 13 quando siamo scesi. Fattibile per un po' di tempo ancora se meteo non impazzisce, in quanto la neve è tanta e tutta ben assestata

partenza

vetta
Sciabilità :: ***** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti da Borgata. Agibile grazie alla neve su pista ancora presente. Solo 200 m di spostamento dalla strada. Partiti ore 9, discesa ore 12 con buona neve portante fino a metà; solo un po' marcia, ma ben sciabile, nella parte bassa verso Borgata, grazie a discreto rigelo. Comunque salita non difficoltosa e buona tenuta su neve non ghiacciata, anche in alto. Giornata ottimale e senza vento.

Borgata partenza/discesa

vetta

discesa su sestriere

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
Neve dura ma non ghiacciata a salire. Primaverile a scendere (11,45). Tutta su dorsale perché neve continua. Grazie a pista sciovia e leggera velatura la neve ha tenuto nonostante 9° alla partenza (9,45). Con sci fino a park auto.
Un grazie sincero ad amici che con passaggi vari mi hanno recuperato moffola di lana.
Sciabilità :: * / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: altro
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Una stella è per far capire che la neve è ormai al limite minimo possibile; la strada quasi tutta senza, in alto spazi ancora sciabili, ma obbligati e limitati.
Da archiviare!!!

Stradina in basso

verso la cima
Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Arrivati in auto al Montgenèvre, scesi brevemente verso la Francia e superata l’ovovia sulla sx parcheggiato nella seguente piazzola a sinistra, 100 m dopo il parcheggio impianti.
Attraversato il piccolo rio a fianco della strada, entrati nel finale della pista sotto la partenza dell’ultimo skilift degli impianti che corre a destra dell’ovovia (salendo). Prima dello skilift preso stradina a destra che porta ad una “valletta” attraversata nel suo fondo da un rio, saliti dentro al bosco su lato opposto fino a raggiungere la pista di fondo. Preso la stradina che sale a sinistra della pista e seguita fino ad una curva dove si trovano pannelli per MTB; imboccato il sentiero sulla sinistra che salendo a fianco del torrente, porta sul fondo della valletta che corre sotto la pista di ski (sulla sua sx), ma che non è fortunatamente visibile, in breve sbucati alla fine della valletta all’attacco di un altro skilift e saliti a fianco di questo alla sua dex senza percorso obbligato per pervenire all’ampio pianoro superiore (Prés du Gondran) vicino ai campi da ski. Da qui puntato all’evidente colle (da cui diparte il versante Sud dello Janus caratterizzato dall’evidente “carrareccia” militare che lo risale) tenendoci ad ampio margine a dx (salendo) della pista di ski. Giunti al colletto risaliti un po' sulla carrareccia ma non al forte per mancanza di neve sulla strada.

Discesa. Fuori dalle piste in alto qualche fazzoletto di neve farinosa per il resto neve dura molto segnata da vari passaggi; dura/ compatta in pista

fianco al torrente salendo

prima del colle
Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: nessuna
quota neve m :: 1200
attrezzatura :: scialpinistica
Gita ancora effettuabile da 1400/1500 in su per i prossimi giorni, permanendo queste temperature. Parte terminale con neve in via di "decomposizione"

situazione parte iniziale

sopra ancora sciabile

in vetta
Sciabilità :: ***** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti ore 10,45. Seguito traccia vecchio skilift,traccia ottima e facile da seguire (grazie a chi ci ha preceduto). Discesa alle 13 in ottima neve polverosa da casotto arrivo vecchio skilift fino a pista battuta, grazie a temperatura che non ha alterato manto nevoso.



Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento dura
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo portante
quota neve m :: 1300
il tempo coperto per quasi tutta la mattinata ha mantenuto la neve durissima ma non difficoltosa in salita. Inizio salita alla 8,45 da partenza seggiovia con neve rigelo e su pista con traccia di battitura dei giorni prima. Neve continua dai 1600 in su; sotto già qualche chiazza di prato. In cima, Redentore, alle 11,15 in mezzo alle nuvole. In discesa il sole, solo in basso, ha reso la neve primaverile nella parte finale. Terminato discesa ore 12. Impianto seggiovia aperto fino alle 13. Da oggi (ven 2/4) fino a lunedì dovrebbe aprire anche lo skilift.
Come già constatato andando a St Grée e Garessio, è impressionante il senso di abbandono e di desolazione che si vive in questi centri sorti nell'epoca d'oro dello sci (o così sembrava!) e ora lì ad arrabattarsi per sopravvivere o cercare di morire senza troppo soffrire; in alcuni casi soffrono le ns tasche per i soldi pubblici investiti nella agognata e non ancora riuscita rinascita (ammesso che di questa se ne senta la mancanza!)
Sciabilità :: ***** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
note su accesso stradale :: catene o 4x4 necessari ultimi tornanti da 800 m
quota neve m :: 800
neve recente su tutto il percorso ma su fondo duro con 20-30 cm di farinosa da metà percorso alla cima; giornata ideale soleggiata (rischio zoccolo sulla parte bassa), fresca e senza vento; salita su dorsale e discesa su lato sinistro ai bordi della pineta con 20-30 cm di neve polverosa (del tipo che lascia fare quello che vuoi), poi su lato destro del vallone con strato di neve comunque farinosa su fondo duro fino in fondo anche su stradina di rientro; percorso ancora fattibile e consigliabile.

vetta e percorso discesa

dorsale salita
Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
note su accesso stradale :: nessuno
quota neve m :: 1000
sfruttato battitura pista (grazie forse a gara skialp del 5/2, ma se così non è, grazie comunque) salendo su stradina che taglia la pista, ben "ossigenato" da quad cingolati carichi di famiglie con figli (forse facevano educazione ambientale); neve invernale anche oltre arrivo seggiovia (nuova ma non in uso, per fortuna)
P.S. ma era proprio necessaria una seggiovia? non è già sufficiente lo scempio esistente? ah, saperla usare la montagna!