barrosismo


Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Grande parcheggio a Estoul
Fatto un giro diverso: salito dal colle Palasina e sceso verso il lago Bringuez. Dal lago sceso verso Estoul evitando quasi del tutto le noiose poderali. Qualche tratto innevato sul 3C ma niente di che, ramponi rimasti nello zaino. Consigliata questa variante anche per la salita, a parer mio molto più bello. Zona dei laghi che obbliga ad avere molta memoria libera nelle schede SD delle macchine fotografiche. Partito insieme ad un gruppo di cacciatori che spero abbiano mancato tutti i colpi che hanno sparato. Ma ubriacarsi in osteria no? Maledetti!
Giudizio Complessivo :: ** / ***** stelle
Troppa gente, troppi maleducati, previsioni errate, nebbie e caldo. Vista sul lago comunque fantastica. Percorso sempre evidentissimo. Bivacco Al Legn senza letti, presenti solo un materassino e un paio di coperte. Stufa funzionante.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Grande parcheggio a 0.15€/h
Sentiero basso chiuso (per nevai residui pericolosi?) ci si deve spostare verso l'alto e prendere la strada. Così facendo si allungano i tempi e di sicuro l'ambiente non è affascinante come col sentiero. In ogni caso posti splendidi. Tantissima gente in giro, soprattutto famiglie con tantissimi bambini. Giusto il tempo di un pic-nic nei pressi del rifugio e le nuvole hanno nascosto il sole. Scendiamo di fretta verso la macchina: un minuto dopo l'arrivo al parcheggio è iniziato un bel acquazzone estivo. Neve assente anche sui ripidi pendii verso il lago Goletta, che però non abbiamo raggiunto.
Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Strada sterrata percorribile con molta attenzione anche da auto basse
Da Castagnabanca seguito il sentiero 'due quadrati rossi' che porta al rifugio Pian delle Bosse posto in posizione clamorosamente panoramica. Da dietro il rifugio seguito il sentiero che porta in cresta. Nella realtà non è altro che una traccia bella ripida che porta sul roccioso costone del Carmo. Senza problemi all'anticima con teleferica e poi con un altro tratto ripido fino alla croce. Bel panorama dalle Apuane al Monte Bianco passando per la Corsica e il Monviso. Scesi verso il giogo di Giustenice con brevi tratti innevati, che non dureranno molto. Birretta meritata al rifugio e poi mesto ritorno verso la pianura. Nessuno in giro al mattino, trovate solo 4 persone in vetta ma rifugio preso d'assalto per il pranzo. Con Eleonora.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Strada molto stretta ma fondo ok. Una decina di posti auto a Mergugno
Gita super panoramica sul lago Maggiore. Sentiero evidentissimo fino alla bocchetta di Valle. Dalla bocchetta in poi in qualche punto la traccia si divide e non è sempre immediato individuare il percorso migliore. Faticosi e ripidi gli ultimi 80 m di dislivello su sfasciumi e terriccio. Al ritorno in discesa non serve risalire al pluviometro, si può scendere con il sentiero poco prima risparmiandosi una risalita di circa 30 m, noi l'abbiamo scoperto tardi... In cima in maglietta ma nei tratti all'ombra la brina ha resistito fino a pomeriggio. Foschia sulle pianure e qualche velatura alta verso i 4000 zona Rosa. Nel complesso gita di alto livello ma molto facile. Con Eleonora
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Comodo parcheggio a Fondo Li Gabbi. Strade a posto
Itinerario in comune con la Cima della Laurasca fino a poco sotto la vetta di quest'ultima. Assenza di neve in tutto il percorso. Gita lunga in ambiente straordinario. Sentieri ben segnati e ben indicati, impossibile sbagliare. Alla bocchetta di Campo il Pedum appare austero e inquietante, apparentemente inespugnabile. Dalla bocchetta si scende per evidente traccia in direzione del Pedum. Arrivati sotto la verticale della montagna inizia una traccia subito ripida, a tratti quasi verticale; tra erba, rododendri, roccette e pietre con fatica si arriva fino a sotto il castello sommitale. Qui con qualche passo facile ma un po' esposto, un canale di sfasciumi e sentierini ripidissimi si arriva in cima. Attenzione se salite in gruppo. Panorama grandioso sull'arco alpino, sui laghi e sui fondovalle tutt'intorno. Ben visibile il fumo di un incendio che ha colpito la zona del Sacro Monte di Varese. Percorso non adatto a principianti e per chi non ha piede fermo, visti gli ultimi 150 m di dislivello. Cielo un po' velato che non ha fatto risaltare a pieno i colori, vento gelido a tratti. Una ventina di persone sulla montagna oggi. Andata in 3 ore e 10, discesa in 2 ore e 50 minuti. Gita davvero consigliata a patto di non avere neve residua, scalare (e scendere) l'ultima parte diventerebbe davvero complicato.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Lungo la strada prima dello sterrato per Dondena
Partiti con molto calma alle 9.30 troviamo il parco Avic in grandissima forma: colori autunnali saturi, cielo limpido e aria pulita. Grane modo per uscire dalle polveri della pianura almeno per qualche ora. Sentieri evidenti e molto facili lungo tutto il percorso, nulla da segnalare. Gran Lago trovato molto basso di livello rispetto a qualche anno fa. Purtroppo ci siamo goduti poco l'arrivo al Gran Lago causa vento gelido fortissimo e pioggia gelata, con sole...Percorso di una bellezza mozzafiato, colori davvero indimenticabili, soprattutto la zona dei laghi nei pressi del rifugio Barbustel.
Con Ele, Anto e Angy.
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Lungo la strada prima dello sterrato per Dondena
Montagna dalle forme aggressive e che dal colle del Lago Bianco appare tutt'altro che semplice. In realtà seguendo gli ometti e con un po' d'attenzione non ci sono difficoltà rilevanti. Solo occhio a qualche punto esposto ma sempre facile. Bello il panorama sui laghi e sulle più alte vette tutt'intorno. Colori autunnali bellissimi. Giornata ventosa con nubi sul Rosa e sul Cervino. 4°C alle 16 al Gran Mont Blanc. Proseguito poi fino al Gran Lago.
Con Angy in una giornata fredda ma dai colori indimenticabili.
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Strada stretta ma ok
Nessuna traccia di neve su tutto il percorso, sentieri facili ed evidenti, nessun tratto esposto. Ambiente vario in continuo cambiamento man mano che si sale. Non ci credo ci sia mai tanta gente da queste parti...Ci sono alcuni tratti ripidi, come il lungo tratto di simil-cresta dall'ultimo colletto alla cima e tratti di puro trasferimento a mezza costa. Panorama un po' limitato dalla nubi che avvolgevano il gruppo del Weissmies, il Monte Leone e il Rosa. Solo il magnifico Piz d'Andolla è stato quasi sempre visibile.
In cima in tre ore precise dalla macchina, di buon passo. Incontrati solo quattro escursionisti nei pressi del rifugio Alpe Laghetto (chiuso, agibile il locale invernale sempre aperto) e avvistati due rapaci uno gigante (aquila, gipeto o grifone?) e uno grande come un gracchio con le ali marrone chiaro che volava avanti e indietro a mille allora sotto la cima, bellissimo. Gita in solitaria
Se è vero che con la neve "copio" le gite nella speranza di trovare la neve migliore (per una skialp/schiappa come me è fondamentale) questa non l'ho copiata da dutur, l'avevo in programma da molto tempo.
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Al ponticello nei pressi degli impianti di Punta Jolanda a sinistra
Assenza di neve su tutto il percorso. 3°C a Gressoney alle 6, prati brinati oltre quota 2000 m. Sentiero subito ripido e redditizio, alba magica sul Rosa e poi splendido ambiente e ottimi panorami per tutto il percorso. Nessun problema fino in cima, i tratti attrezzati sono semplici in assenza di neve/verglas. Per la discesa optiamo per l'anello col sentiero 6: pochi metri prima del bivacco (venendo dalla Testa Grigia) si stacca una traccia ripida che scende tra terriccio e sassi fino al Col Pinter. Da qui traccia più evidente nel vallone fino ad incrociare il sentiero Walser che va seguito fino a Gressoney. Uno dei più bei panorami mai osservati da un 3000. Presente libro di vetta.
Con Meme e il grande Zeus 4WD che impavido sale anche i tratti attrezzati. Osservati camosci, stambecchi (tra cui un cucciolo nei pressi del bivacco), una pernice e un bel po' di escursionisti saliti dalla val d'Ayas.
Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • mostra tutte
  • Bussola (Corno) da Estoul, anello per il Colle Palasina e Punta del Lago (20/10/18)
    Legnone (Monte) dai Roccoli Lorla (13/10/18)
    Benevolo (Rifugio) da Thumel (22/07/18)
    Carmo di Loano (Monte) da Verzi, anello (01/04/18)
    Limidario (Monte) o Gridone da Mergugno (01/11/17)
    Pedum (Cima) da Fondo li Gabbi (28/10/17)
    Torretta (la) da Mont Blanc (22/10/17)
    Gran Lago da Mont Blanc (22/10/17)
    Straciugo (Pizzo) da Pizzanco (24/09/17)
    Grigia (Testa) da Gressoney la Trinitè (03/09/17)
    Arolley (Cima dell') da Pont Valsavarenche (23/07/17)
    Teggiolo (Monte) da Bugliaga (18/06/17)
    Balma-Arietta (Colle) da Campiglia Soana, anello per il Santuario di San Besso (11/06/17)
    Grigna Meridionale o Grignetta da Piani Resinelli per la Cresta Sinigaglia (30/04/17)
    Nana (Bec di) o Falconetta da Mandriou (01/11/16)
    Tornello (Pizzo) da Vilmaggiore (30/10/16)
    Faierone (Monte) da Cinzago, anello creste Est-Sud (16/10/16)
    Colorado River - Phantom Ranch South Kaibab Trail (16/08/16)
    Su Gorropu (Canyon) dal Passo Ghenna Silana (16/07/16)
    Lampedusa (isola) Giro lato Ovest (04/06/16)
    Sasso Canale da San Bartolomeo (27/11/15)
    Laurasca (Cima della) da Fondo Li Gabbi (11/10/15)
    Claro (Pizzo di) da Monti di Maruso (06/06/15)
    Sasso (Cima) da Cicogna (24/05/15)
    San Fruttuoso (Abbazia di) da Camogli, traversata Portofino - Santa Margherita Ligure (03/04/15)
    Laglio (Poncione di) o Colmegnone da Germanello (11/01/15)
    Arera (Pizzo) da Plassa per la Via Normale della Cresta SO (02/01/15)
    Bregagno (Monte) da Monti di Breglia, costone del Bregagno (26/12/14)
    Hjörleifshöfði da Vik i Myrdal (13/08/14)
    Emilius (Monte) da Pila per il Rifugio Arbolle (17/07/14)
    Grigna Meridionale o Grignetta da Pian dei Resinelli, anello Direttissima-Cecilia, Bocchetta dei Venti (18/05/14)
    Canzo (Corno Occidentale e Centrale di) da Canzo per la Forcella dei Corni (01/05/14)
    Noli (Capo) da Varigotti, traversata (16/03/14)
    Alben (Monte) da Colle di Zambia (14/12/13)
    Grigna Settentrionale e Grigna Meridionale da Piani Resinelli, Traversata Alta (11/11/13)
    Herbetet (Casolari dell') da Valnontey, anello per Vermiana e Rifugio Vittorio Sella (31/08/13)
    Arcuentu (Monte) dal versante NO (21/08/13)
    Su Gorropu (Canyon) dal Passo Ghenna Silana (15/08/13)
    Ispuligideniè (Cala Mariolu) dal Golgo (12/08/13)
    Goloritze (Cala) dal Golgo (10/08/13)
    Gran Lago da Mont Blanc (06/07/13)
    Resegone - Punta Cermenati da Morterone per la Cresta Nord (26/05/13)
    Gavin (Bec) da Champdepraz, anello per Alpe Panaz e Vasey (05/05/13)
    Sciguello (Monte) da Sciarborasca, anello (25/04/13)
    Reixa (Monte) e Monte Argentea da Case Soprane, anello (14/04/13)
    Massone (Monte) e Eyehorn da Alpe Loccia, anello (16/02/13)
    Resegone - Punta Cermenati da Erve, sentiero delle creste (02/11/12)
    Blinnenhorn o Corno Cieco dalla Diga di Morasco (21/10/12)
    Blanche (Tète) da Glacier e il Rifugio Chiarella all'Amianthe (16/09/12)
    Grigna Settentrionale o Grignone dal Passo del Cainallo per la via della Ganda (09/09/12)
    Cinto (Monte) da Haut Asco (22/08/12)
    Anse Georgette da Anse Lazio (13/08/12)
    Morne Trois Freres da Sans Souci (08/08/12)
    Barbeston (Monte) da Veulla per il Colle di Valmeriana (29/07/12)
    Zeda (Monte) da Colle (22/07/12)
    Tersiva (Punta) da Gimillian (12/07/12)
    Bernarda (Testa) da Planpincieux (23/06/12)
    Tre Signori (Pizzo dei) da Pescegallo (10/06/12)
    Fallère (Mont) da Thouraz per il Lago Fallère (03/06/12)
    Grand Tournalin (Cima Sud) e Petit Tournalin da Cheneil (16/10/11)
    Gratton Luciano (Bivacco) da Cretaz (24/07/11)
    Avril (Mont) da Glacier per la Fenetre Durand (10/07/11)
    Glacier (Mont) da Dondena, anello per il Lago Miserin (02/07/11)
    Aran (Becca d') da Cheneil (26/06/11)
    Entrelor (Colle di) da Eaux Rousses, traversata a Rhemes Notre Dame (25/07/10)