barrosismo


Le mie gite su gulliver

Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: Pochi posti a Carbonera, altrimenti al park degli impianti
quota neve m :: 1000
attrezzatura :: scialpinistica
Da Carbonera si supera il parcheggio degli impianti e sulla destra parte una stradina stretta che porta alla partenza del percorso per scialpinisti. Si prende il sentiero 403 che arriva alle piste e poi taglia nel bosco. Tra le piante la traccia è gelata e ripida, una ravanata. Arrivati alla stazione della seggiovia di quota 1500 circa si deve andare oltre le reti a tutta destra e s'incontra la traccia degli scialpinisti. Lasciata la zona degli impianti l'ambiente si fa bellissimo con la mole del gruppo Presolana-Ferrante a torreggiare. In lontananza la sagoma inconfondibile dell'Adamello e il roccioso Pizzo Camino. Superata in traverso una baita si arriva ad un piccolo tratto pianeggiante e si prende a sinistra, a destra si va al Pizzo di Petto. Il tratto sotto al passo di Fontanamora è ripido ma sicuro e ben tracciato. Al passo vado a destra in direzione della cima con tratti i traverso ma mai ripido, non ho usato i coltelli. Cornice pronunciata in cima e croce seminascosta. Panorama grandioso. Il primo tratto fino al passo è su poca neve trasformata, nel canalino sotto al passo crostone e qualche metro di farina. Tutta esperienza scendere su queste nevi difficili. Parte centrale in neve farinosa pesante, parte prima delle piste in neve dura ma sciabilissima. Giornata caldissima con qualche sporadica nuvola che ha creato splendide coreografie colorate. Tanti sciatori in tarda mattinata sulle piste, 4-5 skialp sul Pizzo di Petto, solo io e un ciaspolatore su questa montagna.
Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: Strada innevata e ghiacciata gli ultimi 2 km circa
quota neve m :: 900
attrezzatura :: scialpinistica
Neve dall'auto e tantissima gente in giro. Seguo la strada innevata e poi prendo a sinistra portandomi così sul sentiero estivo. Occorre superare dei ripidi dossi che presentano neve oscena ovvero gelata e smossa dai precedenti passaggi. Metto i rampant per evitare di tribolare. Più in alto la neve migliora con bella farinella. Uscito al sole a quota 1900 circa scopro che la Cima Vallocci è non tracciata e non praticabile per troppa neve.
Si sale bene sui ripidi sotto al colle. Panorama splendido e giornata con solo qualche nuvola sui confini. Discesa verso il passo dei Lupi tracciata. Scendo stando sui ripidi a destra della cima di Val Lunga e poi sto a sinistra per evitare i dossi di cui sopra. Ottima polvere su fondo duro, neve leggera e non ventata: bellissimo. Più a valle finisco in un boschetto di ontanelli ripidissimo: ne esco senza danni solo grazie ad una bella serie di derapate molto poco eleganti ma efficaci. Purtroppo mi ritrovo nel maledetto boschetto del sentiero estivo con nevaccia crostosa e gelata. Arrivo alla stradina attraversando il torrente su vecchie tracce e togliendo gli sci per qualche metro. Strada innevata e scorrevole fino all'auto.
Finalmente scopro la Val Tartano che a torto non avevo mai visitato. Mi riprometto di esplorare altre cime, magari in condizioni migliori dato il mal di gola e la leggera febbre di oggi.
Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: Pochi posti a Fondo
quota neve m :: 1200
attrezzatura :: scialpinistica
Gitona! Dopo aver letto la relazione pubblicata in settimana, mi balena l'idea del Monfandì. Il mio socio Meme ha la stessa idea per cui si va. Un doveroso ringraziamento a chi ha tracciato, col cavolo che avremmo trovato il percorso se non fosse evidente dove andare. Partiti alle 6.30 da Fondo percorriamo, sci in spalla, la mulattiera ghiacciata e innevata fino a Tallorno. Qui si gira a sinistra sulla stradina e poi dopo un tornante appare un evidente sentiero a sinistra che va seguito per altri 100 m circa di dislivello. Sci ai piedi da quota 1370 m, poi subito dopo si deve attraversare un rio su un ponte di ferro largo 60 cm circa. Si sale in ambiente spettacolare fino ad un canale che diventa man mano più ripido salendo. Tolgo sci per scarsa tenuta pelli e salgo a piedi. Purtroppo sotto 10-15 cm di neve leggera c'è ghiaccio, pericolosissimo! Infatti mi blocco tentando si proseguire e scivolo nel canale per 10 m circa. Scampato il pericolo, metto i ramponi e arrivo su senza problemi. Si sale su neve varia su traccia di ciaspole. Sui ripidi della parte superiore la neve è gelata e salgo coi ramponi. L'ultimo tratto prima della parete finale è neve polverosa riportata dal vento. Deposito sci a 150 m sotto la vetta, picca e ramponi e su pendenze di 40-45° si arriva in cima. Panorama strabiliante, aria gelida ma assenza di vento. Un privilegio essere lassù in questa stagione. Discesa del tratto alpinistico tutta a faccia a valle tranne un breve tratto. La discesa dalla cima è possibile e su neve buona, io non l'ho sperimentato, è oltre le mie capacità. Dal deposito sci le prime curve sono su neve un po' crostosa ma leggera, poi infinita alternanza di croste, polvere, trasformata. Primo canale ripido con pendenze importanti su neve trasformata ma ancora durissima. Più si scende è più l'esposizione diventa settentrionale e la neve è polverosa. Nel punto ripido e ghiacciato scendiamo coi ramponi, poi rimetto gli sci fino al ponticello di ferro su bella polvere e qualche crosticina non fastidiosa. Discesa a piedi fino a Tallorno e poi mulattiera infinita fino a Fondo. Ravanata clamorosa come non ne facevo da tempo, posti splendidi e apprezzata compagnia di Meme che ringrazio.
Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: Strade della Val Bedretto innevate. Indispensabili gli pneumatici invernali
quota neve m :: 1000
attrezzatura :: scialpinistica
Partenza con -4°C (e una quantità mai vista di neve) da All'Acqua alle 7.55 e parcheggio già pieno, ho dovuto lasciare l'auto sulla strada. Dal ponte sul Ticino prendo subito a destra seguendo dei local che mi fanno fare una ravanata su tratti ripidi nel bosco rado. Forse conviene stare bassi e salire più avanti. In ogni caso compare un vento inaspettato che crea accumuli e non ci farà godere la parte superiore. Arrivati ai pianori dell'Alpe Olgia e fino al passo S.Giacomo i pendii sono super dolci, quasi in piano. Dal passo si va decisamente a destra, si supera un enorme dosso e appare la cima ancora lontana. Dal traverso di quota 2450 m fino in vetta vento a momenti fortissimo ma per fortuna non freddo. Ha tracciato un signore poco avanti a me, e mentre mi accingevo ad affrontare il canale ripido sono stato superato da due fortissimi svizzeri. Cima raggiunta a piedi con 6-7 m ripidi e leggermente esposti, non ho usato i ramponi. Vento accettabile al deposito sci, tempestoso in vetta dove siamo stati obbligati a stare in ginocchio o sdraiati per fare le foto e godere del panorama. Dopo le peripezie per metter via le pelli affronto la discesa con il vento che turbina continua a cambiare direzione. Lo spin-drift mi azzera la visibilità nel canale, in ogni caso scendo senza grossi patemi. Neve leggera che aveva già formato sastrugi e lastroncini. Mi rilasso alla fine del canale e poi decido di scendere dalla stessa via di salita. Evito la val Rossa (BS, 3.1) per paura dei lastroni in fase di formazione. Neve bella in zona passo S.Giacomo, poi con qualche spinta arrivo al bosco. Affronto dei ripidi con pochissime tracce di discesa e neve in alternanza tra polvere bellissima, crosta portante e tratti gelati. Boschina finale a monte del Ticino meno ventata e discesa più agevole. Bella giornata in una delle capitali scialpinistiche della svizzera, tanta gente in giro ma solo una decina su questo itinerario.
Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Parcheggio a 5 euro nei weekend ai Fondi
quota neve m :: 900
attrezzatura :: scialpinistica
Salito qui dopo il Gardena. Trovo neve meno bella ma sempre ben sciabile. Tratti di bella trasformata, un po' di neve gelata ma si scende bene. Ambiente superlativo e condizioni di sicurezza massime. Vista gente salire al Bagozza. Stradina tutta innevata e velocissima fino all'auto.
Sciabilità :: ***** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: Parcheggio a 5 euro nei weekend ai Fondi
quota neve m :: 900
attrezzatura :: scialpinistica
Inaspettatamente bella. Sci dal parcheggio dei Fondi e lungo avvicinamento su basse pendenze fino al rifugio Bagozza. Salgo verso il Gardena tagliando i tornanti della stradina su traccia ripida e neve trasformata. Il vento qui non ha fatto disastri. Infatti scendo verso il Campioncino su neve davvero bella, polvere su fondo duro. Ambiente stupendo con tanta neve e un bel po' di escursionisti equamente divisi tra ciaspole e sci. Alcune parti del bosco davvero belle ma poi preferisco la sicurezza della facile stradina con un qualche divagazione.
Sciabilità :: ***** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: Strade innevate e ghiacciate a Realp e Andermatt
quota neve m :: 1100
attrezzatura :: scialpinistica
Parcheggio di Realp pieno alle 8.20! Allora lasciamo la macchina in uno spiazzo nei pressi della stazione eccezionalmente aperto per la grande affluenza. Strada per il Furka Pass gattata. La traccia sale tagliando i tornanti della strada, poi dall'hotel Galenstock l'ambiente diventa selvaggio. Si arriva sotto la verticale dello Schafberg, si prosegue dritto con alcuni sali-scendi sul lungo pianoro. Al bivio successivo si deve tenere la sinistra, a destra si va al Galenstock. La traccia arriva al canale finale, mai troppo ripido e in ombra. Deposito sci a 5 metri sotto la vetta, raggiunta senza ausilio di ramponi che però è meglio avere con sé. No vento, no freddo, grandi panorami e giornata super. Neve polverosa eccezionale fino ai pianori a valle della Albert Heim Hutte. Ripellata praticamente obbligatoria (scendere dalla via di salita è poco remunerativo a livello sciistico) fino alla cima dello Schafberg, poi discesa verso Realp facile e rapida grazie alla neve super. Solo brevi tratti di neve più dura. Già presenti centinaia di tracce di discesa, spazi vergini pochi. Almeno 40 persone su questo itinerario, forse altrettante al Galenstock e una miriade in zona Stotzingen. Grande giornata con il ciaspolatore Meme e il cagnone Zeus. Tip top!
Sciabilità :: ***** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: Strada sporca: percorribile con attenzione solo con gomme invernali
quota neve m :: 600
attrezzatura :: scialpinistica
In Valgerola ha nevicato tantissimo! 40-50 cm alla partenza che diventano molti di più salendo. Partenza comoda dalla stradina innevata e poi deviato subito a sinistra. La traccia sale ripida nel bosco con alcuni ravanamenti per rami caduti. Dal bar Bianco ci si tiene sulla destra e con molte inversioni nel rado bosco ci si porta verso la dorsale. A piedi giusto gli ultimi 5 m di dislivello per l'esposizione e per la ripidità. Vetta angusta in queste condizioni, neve a metri: cornici e poco spazio. Panorama fotonico in una giornata spaziale. Bellissima la vista verso il Disgrazia e sul fondovalle valtellinese. Discesa accorta diretta dalla cima, tratto ripido e oggettivamente pericoloso, ma in effetti sembrava sicuro. Belle curve in un gran polverone. Ogni tanto si trova neve durissima che costringe ad un rapido cambio assetto. Più in basso la neve è ventata ma sempre sciabile, nonostante qualche sprofondamento. Sceso di 400 m ripellata d'obbligo fino in cima. Per la seconda discesa passo dalla dorsale di salita e poi mi butto nella boschina in cerca di più sicurezza: errore! C'è troooooppa neve e sprofondo, impossibile curvare, a un certo punto mi cappotto perché ho la neve fino alle spalle...Tratti ventati fino al bar Bianco ma sempre ottimi, poi toboga nel bosco e pratoni ripidi con insidiosi tratti ghiacciati. Stradina velocissima e già pistata per i numerosi passaggi. Circa 50 persone sull'itinerario oggi.
Sciabilità :: ***** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: Gomme invernali indispensabili a Realp e ad Andermatt
quota neve m :: 500
attrezzatura :: scialpinistica
Super tip top! -7 A Realp alle 9. Polverella leggera su tutto il percorso, bella giornata, bei panorami. Ancora molti spazi vergini e numerose varianti possibili per un itinerario super frequentato. Stradina innevata che costeggia la ferrovia, poi evidente deviazione per lo Stotzingen. Traccia con tratti ripidi ma oggi niente coltelli, la neve teneva. La parte alta è molto dolce ma il lungo tratto mediano giustifica il grado BS. Vento in cima e negli ultimi cento metri sotto di essa, ma i canali di discesa erano protetti quindi neve ok. Lunghissimo il pendio ripido intermedio (quello che si vede da Realp) e pieno di tracce dei giorni scorsi, ma la neve era talmente bella che son sceso senza nessun problema. Boschina ripida suuuuuper bella per arrivare alla stradina. Consigliata. Per il breve tratto anticima sciistica-cima consigliati i ramponi, non li avevo, ci ho provato ma data l'esposizione, ho rinunciato. Si passa anche senza, ma: perché rischiare?
Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: Ok, strade pulite
quota neve m :: 600
attrezzatura :: scialpinistica
Sempre una bella gita. Neve ventata dalla cima al canale della Cordella ma sempre ben sciabile. Polvere solo leggermente appesantita nella parte centrale ovvero nel canalone a sinistra delle baite. Dalle baite in giù grazie all'esposizione più Nord neve fredda e leggera. Toboga impegnativo nel bosco poi qualche tratto ripido in mezzo agli alberi ma sempre con neve ottima. Sassi e pietre coperti. Stradina scorrevole fino al pratone a monte delle piste di fondo con crosticina infame. Sciabile (da me) solo perché a pendenza nulla. Tanta gente in giro e panorami grandiosi.
Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • Bussola (Corno) da Estoul, anello per il Colle Palasina e Punta del Lago (20/10/18)
    Adamello (Monte) Via Terzulli dalla Val Miller (05/10/18)
    Bianco (Corno) dalla Val Vogna (29/09/18)
    Cengalo (Pizzo) Via Normale da Bagni del Masino (23/09/18)
    Paramont (Monte) Via Normale da la Joux (15/09/18)
    Benevolo (Rifugio) da Thumel (22/07/18)
    Polluce Versante Ovest (08/07/18)
    Roccia Nera e Gemello del Breithorn da Plateau Rosa (07/07/18)
    Rochefort (Aiguille de) Cresta di Rochefort (01/07/18)
    Gran Paradiso da Pont Valsavarenche per il Rifugio Vittorio Emanuele II (21/06/18)
    Dammastock dall'Hotel Belvedere (16/06/18)
    Grande Aiguille Rousse dal Lago Serrù e il Col d'Oin (10/06/18)
    Ormelune Ovest (Punta) dalla Valgrisenche (02/06/18)
    Valfredda (Punta) dal Ponte d'Almiane (26/05/18)
    Gran Truc da Crò per il versante Nord (18/05/18)
    Tambò (Pizzo) da Montespluga (06/05/18)
    Rebbio (Punta del) o Bortelhorn da Berisal (25/04/18)
    Rutor (Testa del) da Bonne (22/04/18)
    Pfannenstock da Schwarzenbach (14/04/18)
    Sulzfluh da Sankt Antönien (CH), Canalone di camosci (07/04/18)
    Grifone (Punta di) da S.Antonio (02/04/18)
    Carmo di Loano (Monte) da Verzi, anello (01/04/18)
    Chilchalphorn da Hinterrhein (25/03/18)
    Pianchette (Cima) da San Bartolomeo (08/03/18)
    Vigna Vaga (Monte) da Carbonera (16/02/18)
    Lupi (Cima dei) da Tartano (11/02/18)
    Monfandi da Fondo (03/02/18)
    Elgio (Punta d') o Helgenhorn da All'Acqua (28/01/18)
    Gàrdena (Monte) dai Fondi di Schilpario (20/01/18)
    Campioncino (Monte) da Schilpario (20/01/18)
    Chili Bielenhorn da Realp (13/01/18)
    Rosetta (Cima della) da Rasura (29/12/17)
    Stotzigen Firsten da Realp (24/12/17)
    Flassin (Mont) da Parcheggio Flassin (23/12/17)
    Poncione di Val Piana da All'Acqua (03/12/17)
    Glatten da Saliboden (18/11/17)
    Arno (Bivacco) da Pila (11/11/17)
    Limidario (Monte) o Gridone da Mergugno (01/11/17)
    Pedum (Cima) da Fondo li Gabbi (28/10/17)
    Torretta (la) da Mont Blanc (22/10/17)
    Gran Lago da Mont Blanc (22/10/17)
    Piz Platta (15/10/17)
    Straciugo (Pizzo) da Pizzanco (24/09/17)
    Grigia (Testa) da Gressoney la Trinitè (03/09/17)
    Lyskamm Occidentale Via Normale dal Rifugio Quintino Sella (27/08/17)
    Arolley (Cima dell') da Pont Valsavarenche (23/07/17)
    Nadelhorn Via Normale della Cresta NE (16/07/17)
    Rochefort (Aiguille de) Cresta di Rochefort (08/07/17)
    Lagginhorn Via Normale della Cresta Ovest (04/07/17)
    Coudrey (Monte) Gatto-Nando (02/07/17)
    Allalinhorn Via Normale dal Mittelallalin (24/06/17)
    Teggiolo (Monte) da Bugliaga (18/06/17)
    Balma-Arietta (Colle) da Campiglia Soana, anello per il Santuario di San Besso (11/06/17)
    Sea Bianca (Punta) da Pralapia (07/05/17)
    Grigna Meridionale o Grignetta da Piani Resinelli per la Cresta Sinigaglia (30/04/17)
    Galisia (Punta) da Thumel per il Rifugio Benevolo (22/04/17)
    Disgrazia (Monte) dall' Alpe di Preda Rossa (14/04/17)
    Artanavaz (Aiguille d') da Planaval (09/04/17)
    Zapporthorn da S. Bernardino (07/04/17)
    Gelé (Mont) da Ruz (17/03/17)
    Olano (Pizzo di) da Rasura (12/03/17)
    Campioncino (Monte) da Schilpario (10/03/17)
    Bolenga (Cima) da Ponte delle Stue per il Passo Cadin o di Fiemme (25/02/17)
    Gross Leckihorn da Realp (18/02/17)
    Rosetta (Cima della) da Rasura (12/02/17)
    Flassin (Mont) da Parcheggio Flassin (25/01/17)
    Mengol (Cima) Mengol Surprise (07/01/17)
    Blumone (Cornone di) da Bazena per il Passo di Val fredda e il versante Nord (29/12/16)
    Entrelor (Testa di) da Bruil per il vallone di Sort e il Col Gollien (28/12/16)
    Madonnino (Monte) Canali Nord (23/12/16)
    Foppa (Monte) Canale Teobaldo (18/12/16)
    Giasson (Becca di) da Surrier (09/12/16)
    Arp Vieille (Mont) da Bonne (04/12/16)
    Banchetta (Monte) da Sestriere Borgata (27/11/16)
    Flassin (Mont) da Parcheggio Flassin (16/11/16)
    Nana (Bec di) o Falconetta da Mandriou (01/11/16)
    Tornello (Pizzo) da Vilmaggiore (30/10/16)
    Faierone (Monte) da Cinzago, anello creste Est-Sud (16/10/16)
    Blanc Giuir dal Lago di Teleccio (29/09/16)
    Grand Assaly Via Normale da La Joux (11/09/16)
    Parrot (Punta) Via Normale, traversata Ovest-Est (28/08/16)
    Zumstein (Punta) Via Normale da Indren (28/08/16)
    Gnifetti (Punta) - Capanna Regina Margherita Via Normale dal Rifugio Gnifetti (28/08/16)
    Colorado River - Phantom Ranch South Kaibab Trail (16/08/16)
    Breithorn Occidentale e Centrale Traversata da Plateau Rosa (24/07/16)
    Su Gorropu (Canyon) dal Passo Ghenna Silana (16/07/16)
    Granta Parei via Normale da Thumel (09/07/16)
    Bishorn e Pointe Burnaby Via Normale da Zinal (03/07/16)
    Giordani (Punta) Via Normale da Indren (26/06/16)
    Lampedusa (isola) Giro lato Ovest (04/06/16)
    Ramière (Punta) o Bric Froid dalla Valle Argentera (21/05/16)
    Calabre (Punta) da Thumel per il Rifugio Benevolo (17/05/16)
    Fourchon (Mont) da Saint Rhemy (04/05/16)
    Costazza (Bec) dalla strada per Dondena (29/04/16)
    Grevon (Piatta di) da Pila (25/04/16)
    Arno (Bivacco) da Pila (25/04/16)
    Salmurano (Monte) da Pescegallo (03/04/16)
    Torretta (la) da Trovinasse (26/03/16)
    Pierre (Punta de la) da Daillet (23/03/16)
    Leissè o Leysser (Punta) da Vetan (20/03/16)
    Grigna Meridionale o Grignetta Canale Pagani (12/03/16)
    Zuccone dei Campelli Canalone dei Camosci (24/01/16)
    Redorta (Pizzo) per il Canalone NO (via del Canalone) (30/12/15)
    Arbola (Punta d') da Alpe Devero (27/12/15)
    Gran Zebru' Via Normale dal Rifugio Pizzini (22/12/15)
    Ferrè (Pizzo) Via Normale da Montespluga (13/12/15)
    Baitone (Corno) da Ponte di Guat (07/12/15)
    Sasso Canale da S.Bartolomeo (27/11/15)
    Poris (Pizzo) Canale Nord (22/11/15)
    Coca (Pizzo) da Valbondione (14/11/15)
    Breithorn Occidentale e Centrale Traversata da Plateau Rosa (07/11/15)
    Laurasca (Cima della) da Fondo Li Gabbi (11/10/15)
    Lavina (Torre di) da Campiglia Soana per il Canalino E (20/09/15)
    Ruvi (Monte) da Verthuy per il vallone di Valmeriana e il Colletto Giron (06/09/15)
    Ciamarella (Uja di) Via Normale da Pian della Mussa (29/08/15)
    Faroma (Monte) da Porliod e la Cresta NE (26/07/15)
    Castore Via Normale per il Rifugio Quintino Sella (28/06/15)
    Claro (Pizzo di) da Monti di Maruso (06/06/15)
    Granta Parei via Normale da Thumel (02/06/15)
    Sasso (Cima) da Cicogna (24/05/15)
    Recastello (Pizzo) Canale N (22/04/15)
    Grand Sertz o Gran Serra da Valnontey (12/04/15)
    San Fruttuoso (Abbazia di) da Camogli, traversata Portofino - Santa Margherita Ligure (03/04/15)
    Noeud de la Rayette da Ruz (13/03/15)
    Mombarone (Colma di) da San Giacomo (08/03/15)
    Resegone - Punta Cermenati Canale Comera (03/03/15)
    Leone (Pizzo) da Ronco (08/02/15)
    Torriggia (Monte) da Orasso (01/02/15)
    Aralalta (Monte) e Pizzo Baciamorti da Quindicina (25/01/15)
    Laglio (Poncione di) o Colmegnone da Germanello (11/01/15)
    Camino (Pizzo) da Schilpario (06/01/15)
    Arera (Pizzo) da Zambla Alta per il Versante Sud (02/01/15)
    Gino (Pizzo di) da Revolé (29/12/14)
    Bregagno (Monte) da Monti di Breglia, costone del Bregagno (26/12/14)
    Grigna Settentrionale o Grignone Cresta Piancaformia (20/12/14)
    Fontana Fredda (Punta) da Cheneil (07/12/14)
    Bardan (Monte) da Isola (22/11/14)
    Presolana (Pizzo della) Via Normale dal Passo della Presolana (01/11/14)
    Grigna Meridionale o Grignetta Cresta Segantini (25/10/14)
    Diavolo di Tenda (Pizzo del) da Carona (18/10/14)
    Kurz (Punta) Via Normale dalla Diga di Place Moulin (27/09/14)
    Bishorn e Pointe Burnaby Via Normale da Zinal (21/09/14)
    Gnifetti (Punta) - Capanna Regina Margherita Via Normale dal Rifugio Gnifetti (07/09/14)
    Corno Nero o Schwarzhorn Via Normale da Indren (07/09/14)
    Vincent (Piramide) e Balmenhorn via Normale da Indren (06/09/14)
    Garin (Punta) da Gimillan per il vallone di Grauson e i laghi di Lussert (21/08/14)
    Hjörleifshöfði da Vik i Myrdal (13/08/14)
    Kirkjufell Via Normale (05/08/14)
    Gran Paradiso Via Normale del Rifugio Vittorio Emanuele II (27/07/14)
    Emilius (Monte) da Pila per il Rifugio Arbolle (17/07/14)
    Delago (Torre) spigolo SO - via Piaz (06/07/14)
    Gay (Becca di) Via Normale dalla Diga di Teleccio (21/06/14)
    Grigna Meridionale o Grignetta da Pian dei Resinelli, anello Direttissima-Cecilia, Bocchetta dei Venti (18/05/14)
    Leone (Monte) dal Passo del Sempione (17/05/14)
    Cimone della Bagozza da Schilpario (04/05/14)
    Canzo Occidentale e Centrale (Corni di) da Canzo per la Forcella dei Corni (01/05/14)
    Scalino (Pizzo) dalla Diga di Campo Moro (26/04/14)
    Avic (Monte) traversata versante Nord-Est - cresta Ovest da Villa (13/04/14)
    Chateau Blanc da Planaval (29/03/14)
    Noli (Capo) da Varigotti, traversata (16/03/14)
    Chüebodenhorn da All'Acqua (15/03/14)
    Palasina (Punta) da Estoul (23/02/14)
    Bo Valsesiano (Monte) da Rassa (26/01/14)
    Grigna Meridionale o Grignetta Canale Pagani (12/01/14)
    Pizzetto (Il) da Fontane (06/01/14)
    Piz Tri da Loritto (31/12/13)
    Alben (Monte) da Colle di Zambia (14/12/13)
    Tre Signori (Pizzo dei) da Ornica (08/12/13)
    Aralalta (Monte) e Pizzo Baciamorti da Quindicina (08/12/13)
    Chalet de l'Epèe (Rifugio) da Bonne (24/11/13)
    Grigna Settentrionale e Grigna Meridionale da Piani Resinelli, Traversata Alta (11/11/13)
    Monviso Via Normale da Pian del Re (21/09/13)
    Niblè (Monte) Via Normale da Grange della Valle, possibile anello (14/09/13)
    Herbetet (Casolari dell') da Valnontey, anello per Vermiana e Rifugio Vittorio Sella (31/08/13)
    Arcuentu (Monte) dal versante NO (21/08/13)
    Su Gorropu (Canyon) dal Passo Ghenna Silana (15/08/13)
    Ispuligideniè (Cala Mariolu) dal Golgo (12/08/13)
    Goloritze (Cala) dal Golgo (10/08/13)
    Weissmies da Gondo per la Zwischbergental (21/07/13)
    Tresenta (la) da Pont Valsavarenche (13/07/13)
    Gran Lago da Mont Blanc (06/07/13)
    Marguareis (Punta) Canale dei Genovesi (30/06/13)
    Grabiasca (Monte) Canale Nord (23/06/13)
    Legnone (Monte) Canale Ovest (08/06/13)
    Resegone - Punta Cermenati da Morterone per la Cresta Nord (26/05/13)
    Pizzetto (Il) da Fontane (11/05/13)
    Breithorn dal Passo del Sempione (11/05/13)
    Gavin (Bec) da Champdepraz, anello per Alpe Panaz e Vasey (05/05/13)
    Sciguello (Monte) da Sciarborasca, anello (25/04/13)
    Reixa (Monte) e Monte Argentea da Case Soprane, anello (14/04/13)
    Pierre (Pointe de la) da Ozein (01/04/13)
    Montagnaya (Punta di) da Pouillayes (03/03/13)
    Massone (Monte) e Eyehorn da Alpe Loccia, anello (16/02/13)
    Grigna Meridionale o Grignetta Canale Caimi (10/02/13)
    Straolgio (Cimone di) da Fondo Li Gabbi (03/02/13)
    Piana (Cima) o Mont de Panaz da Mont Blanc (26/01/13)
    Meidassa (Monte) da Pian della Regina (05/01/13)
    Bertone Giorgio (Rifugio) da La Saxe (31/12/12)
    Facciabella (Monte) da Mandriou per il Colle di Vascoccia (30/12/12)
    Falinere (Punta) da Cheneil (25/11/12)
    Resegone - Punta Cermenati da Erve, sentiero delle creste (02/11/12)
    Blinnenhorn o Corno Cieco dalla Diga di Morasco (21/10/12)
    Blanche (Tète) da Glacier e il Rifugio Chiarella all'Amianthe (16/09/12)
    Grigna Settentrionale o Grignone dal Passo del Cainallo per la via della Ganda (09/09/12)
    Cinto (Monte) da Haut Asco (22/08/12)
    Anse Georgette da Anse Lazio (13/08/12)
    Morne Trois Freres da Sans Souci (08/08/12)
    Barbeston (Monte) da Veulla per il Colle di Valmeriana (29/07/12)
    Zeda (Monte) da Colle (22/07/12)
    Tersiva (Punta) da Gimillian (12/07/12)
    Bernarda (Testa) da Planpincieux (23/06/12)
    Furggen (Cima del) o Tète de la Forclaz da Cervinia (17/06/12)
    Tre Signori (Pizzo dei) da Pescegallo (10/06/12)
    Fallère (Mont) da Thouraz per il Lago Fallère (03/06/12)
    Zerbion (Monte) da Promiod per la cresta Ovest (26/05/12)
    Pierre (Pointe de la) da Ozein (22/04/12)
    Entrelor (Cima di) da Bruil (01/04/12)
    Petit Tournalin da Cheneil (18/02/12)
    Fetita (Punta) o Falita da Challancin per il Col de Bard (12/02/12)
    Paglietta (Monte) da Prailles (05/02/12)
    Clavalitè (Santuario de la) da Cheneil (14/01/12)
    Grand Tournalin (Cima Sud) e Petit Tournalin da Cheneil (16/10/11)
    Gratton Luciano (Bivacco) da Cretaz (24/07/11)
    Avril (Mont) da Glacier per la Fenetre Durand (10/07/11)
    Glacier (Mont) da Dondena, anello per il Lago Miserin (02/07/11)
    Aran (Becca d') da Cheneil (26/06/11)
    Entrelor (Colle di) da Eaux Rousses, traversata a Rhemes Notre Dame (25/07/10)