barrosismo


Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
note su accesso stradale :: ok
Per una volta nessun ravanamento, sentiero evidente dal parcheggio alla cima. E' stata aggiunta una freccia in metallo con la scritta "Laurasca" al bivio col sentiero per la bocchetta di Campo, nessun dubbio quindi sulla direzione da seguire. I colori dell'autunno risplendono in val Loana rendendo l'atmosfera magica. Mulattiera comoda in salita fino al bivacco Scaredi, un po' fastidiosa in discesa. Dal bivacco leggera discesa per pochi metri e poi su dritto fino in cima seguendo le indicazioni. Assenza di neve su tutto il percorso. Panorama sempre sorprendente con i giganti sfizzeri a dominare la scena. Tanta gente in giro sul percorso e nel pomeriggio parking pieno di merenderos. Attenzione in caso di neve, i pendii da Scaredi in su sono ripidi e potrebbero richiedere molta attenzione. Gigantesche mucche pelose al pascolo sul fondovalle, bellissime! Libro di vetta pieno, ne occorre uno nuovo, a saperlo... Con Eleonora.
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Gitone superbo in una giornata dal meteo perfetto. Siamo saliti con le bici fino alle ultime baite, scelta azzeccata. Nei tratti più ripidi devo confessare di aver spinto la bici camminando...In discesa però si va giù a gratis! Il sentiero sale comodissimo e ben indicato su mulattiera fino al bivio di quota 2760m. Qui un enorme ometto, sulla destra salendo verso il colle Cadrega, indica di abbandonare il sentiero principale. Si sale verso la vetta della Lavina su rocce infide, stabili solo all'apparenza. Da quota 2900m circa il fondo è pessimo e molto faticoso. Una maestosa aquila ci regala la vista del suo volo mentre arranchiamo sugli sfasciumi. Finalmente dentro il canalino, la roccia si mantiene sfasciata e pericolosa, ma almeno sia ha ben chiaro dove occorre passare. Più in alto c'è qualche passo di 2° e tanti punti di 1°, in molti casi l'esposizione non è banale e la roccia non aiuta. Arriviamo in cima stravolti ma contenti della gran ravanata. DIscesa attenta viste le condizioni nostre e del pessimo terreno su cui ci si muove. La mulattiera è morbida col fondo d'erba e si scende alla grande fino alle bici. Con Meme.
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Gitone messo in lista l'anno scorso quando salendo all'Avic il Ruvi ci colpì per imponenza e aspetto severo. Gita panoramica per tutta la sua lunghezza. Prime luci sulla Gran Becca innevata: grande momento! Si attraversano luoghi selvaggi e molto poco frequentati, panorami e ambiente ripagano del grande sforzo necessario per salire in cima. Il bivio dalla poderale al sentiero 1 indicato da una palina è a circa 300m lineari da Cloutraz, non 1 km! Fino a quota 2400m, sotto il colle Giron il percorso è chiaro. Tra pini mughi e massi erratici non mancano grandi pietraie anche a quote di bosco. Circa 200m sotto il colle, i segni gialli in mezzo ai roccioni scompaiono (chi li ha dipinti ha trovato neve?), e non c'è nessun ometto fino al colle. Si sale alla meglio cercando di non lapidarsi e di non scivolare su sfasciumi fini o roccette mai stabili. Al colle veniamo accolti da un ventaccio gelido che ci fa accelerare il passo. Purtroppo il percorso è faticosissimo tra immani roccioni e altri sassi delle dimensioni più svariate. Qualche ometto aiuta la progressione ma si va spesso ad intuito. Giunti ad un grosso ometto in cresta ravaniamo per un bel po' cercando il passaggio migliore. Qui alcuni ometti messi in posizioni fuorvianti ci fanno più volte sbagliare direzione. Alla fine saliamo verso l'alto cercano i passi più facili e così, con fatica ma senza problemi tecnici siamo al diedro di 2°grado da scendere. Presenza di un chiodo. Con attenzione passiamo e poi con un'altra mezz'ora di sfasciumi più o meno infami siamo in vetta. Il panorama grazie alla giornata strepitosa è da cinque stelle. La discesa fino al colle Giron è ancora una volta complicata per evitare scivoloni e lapidazioni. Dal colle a fondovalle è eterna ma molto semplice. Con Meme in una una luuuuunga giornata.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Ci sono numerosi parcheggi al Pian della Mussa: lasciare l'auto all'ultimo nei pressi dei cartelli indicanti Rifugio Gastaldi. Costo 3 euro pagabili in monetine o bancomat. Al momento non ci sono difficoltà tecniche. Ghiacciaio facile, molto sporco di detriti e con crepacci evidenti. La traccia in traverso che sale verso la cresta è ripidissima e di fini sfasciumi alternati a roccette instabili. Occhio a non seguire tracce poco marcate: sono di ungulati e pericolosamente vicine al salto di roccia che c'è sotto. C'è un po' di neve sotto la vetta ma è evitabile per sfasciumi. Ho ravanato alla ricerca della giusta direzione nei pressi della scritta "Ciamarella" sul torrente. Sia in salita che in discesa ho perso tempo. In discesa non c'è stato modo di attraversare il torrente senza un pediluvio e con pericolo, vista la corrente forte. Alla fine sono salito fino ad un grosso nevaio che fa da ponte e ho cambiato sponda. Gran bella gita e ottimo allenamento, poca gente in giro. Mi sono goduto la vetta in silenzio per quasi un'ora, che privilegio e che panorami! Nebbie di calore dalle 12 in poi. In solitaria.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Percorso totalmente esente da neve. Molto ben segnato e facile (E) fino al col Vessona. Da qui su sfasciumi inizialmente stabili e non ripidi, si sale verso la vetta che sembra vicina ma non lo è. Il dislivello della parte alpinistica non è molto (circa 200m) ed è tecnicamente semplice. Occorre considerare i pericoli che la pessima roccia sfasciata fa passare. E' fondamentale saggiare ogni presa e non fidarsi mai. Tratti davvero esposti ce ne sono pochi, ma il rischio di farsi male c'è. Purtroppo ci sono molti ometti che portano fuori dal percorso più logico, il che obbliga ad alcuni dietro-front o a discrete mini-ravanate se non si conosce il percorso. Sconsiglio di avventurarsi su questa cresta in caso di nebbia. La discesa non oppone problemi maggiori della salita in quanto dall'alto risulta più comodo vedere gli ometti e le tracce. Incontrate diverse persone sul percorso, di cui due forti velocisti che ci hanno sverniciato in salita mentre noi tribolavamo in un punto ripido e franoso. Risalita al col Chaleby davvero simpatica...In compagnia di Davide che finalmente si concede per una gita. Doveva essere il giorno dei 4000 del Rosa ma ci accontentiamo.
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Saliti sabato 27 al Q.Sella con l'intenzione di fare il Liskamm Occidentale la domenica. Avvicinamento al rifugio con ancora svariati nevai che richiedono attenzione, soprattutto in discesa quando si è stanchi, consigliati i ramponi nei tratti innevati. Dopo la solita notte semi-insonne ai quasi 3600 del Sella partiamo in direzione Liskamm. Il vento forte, assolutamente non previsto, non molla un attimo e gela le mani. Arrivati facilmente al colle Felik proseguiamo sul pianoro verso la parte ripida. Quasi in cima alla prima elevazione e poco prima che il pendio si impenni, alla centesima sferzata gelida decidiamo di girarci verso valle. Il pensiero di stare sull'esile crestina finale con quel vento ci fa fare dietrofront. Tornati al colle Felik saliamo facilmente in vetta al Castore. Salita non banale visto il vento e alcuni tratti affilati in cui, in queste condizioni, serve piede fermo. Cresta e ghiacciaio sono tracciatissimi senza possibilità di errore. Alcune cordate salite al Liskamm Occidentale hanno riportato condizioni perfette, no ghiaccio e cresta larga. Panorama e ambiente spaziale, cielo cobalto con la clamorosa compagnia di Matteo e Gianluca.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Segnalo che i simpaticissimi ticinesi hanno messo una sbarra per accedere ai Monti di Marusio. Costo 10 Franchi o 10 Euro. Per fortuna che Meme aveva due monete da 5 CHF, altrimenti ci aspettava un'avventura per poter cambiare gli euro, visto che la macchinetta accetta solo monetine. Doveva essere un week-end di salite alpinistiche visto il sereno, poi lo zero termico sulla Luna ci ha fatto dirottare su mete più tranquille. Segnalo che il percorso è lungo e impegnativo, il più classico degli EE, con tratti ripidi, qualche volta esposti, roccioni, pietraie, nevai etc etc. Si attraversano lande di sfasciumi e non sempre il percorso è evidente. Arrivati al passo ove c'è la deviazione per la cresta Lumino (PD, evitata per sospetta presenza di neve residua) occorre traversare sotto la bastionata rocciosa. Qui c'è ancora qualche nevaio residuo ma innocuo. Saliamo tramite il ripido canale e approdiamo alla seconda bastionata, quella sotto la vetta. Da qui il percorso è più netto e ripido e in breve si è in cima. Consigliato il casco in questo tratto, si passa sotto un'enorme pietraia e girano molti animali. Meme è stato sfiorato da un proiettile grande come un'arancia piovuto dall'alto. Non oso immaginare le conseguenze. La vetta più alta è quella senza le croci, da entrambe le cime gran panorama, meglio delle aspettative vista la caldazza. La vista sul Bellinzonese dall'alto ricorda la vista su Aosta dall'Emilius. In discesa seguiamo i bolli ma ci portano lontano dal passo, e siamo costretti a risalire per circa 150-200m con una bella ravanata. Sentiero che scende al lago di Canee ancora sconsigliato dai locals per ripidi nevai. I boschi sopra a Marusio sono bellissimi, pieni di alberi secolari e in un ambiente fatato. Davvero un gran bel posto, grazie a Meme e alle sue sempre nuove interessanti proposte. Con Meme e Zeus accaldato e in versione panteganone.
Giudizio Complessivo :: ** / ***** stelle
Veniamo traditi dal meteo. Previsto più sole che nuvole, come in effetti sembrava promettere la notte; invece ci troviamo alla lapide di S.Bernardo di quota 3000m a dover rinunciare causa visibilità azzerata con vento e nevischio. Stiamo quasi un'ora a gelarci aspettando una schiarita che arriverà troppo tardi. Beffati dalla giornata che poi alle 12, quando ormai ci apprestavamo a lasciare la Val di Rhemes, si è aperta con un bel cielo azzurro. Neve assente fino al ghiacciaio (solo pochi nevai residui), sentiero evidente e ben segnalato anche sul tratto di crestone fino alla lapide. Ambiente spettacoloso. Visti tantissimi stambecchi e marmotte. Lago Goletta ancora gelato. Nessuno in giro al mattino poi in mattinata qualche escursionista saliva in assetto turistico in questo angolo di paradiso. Con Meme, altra gita da rifare presto!
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Che bella gita! Partiti alle 6 da Cicogna siamo riusciti a goderci il panorama e l'ambiente prima dell'arrivo delle nuvole a metà mattina. Sapevo della bellezza della Val Grande ma sono rimasto colpito e affascinato. La faggeta che si attraversa dopo il rifugio L'Alpino è uno dei più bei boschi che abbia mai visto. Ma è tutto l'ambiente ad essere notevole. Mancano, o sono sbiaditi, dei segni ad indicare il percorso, ma il sentiero è quasi sempre evidente e ci sono molti ometti. Neve assente. Panorama dalla vetta superbo, con tanti bei 4000 a chiamarci...Incontrati due velocissimi runner (che fisico!) e qualcuno in zona rifugio. Gita in compagnia di Meme e Zeus.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Gita faticosissima se fatta in giornata. Subito dopo il ponticello sul torrente della Val Cerviera si sale comodamente puntando verso sinistra. Arrivati alla base della parete occorre salire verso la alta bastionata rocciosa, tenersela a sinistra e poi su dritti fino al colletto. Sulla conoide e nel canale la neve era dura e ottimamente rigelata. C'era però uno straterello di neve portata che rendeva il tutto scivoloso. Nella parte finale il canale si impenna ed è costantemente maggiore di 50°. Dal colletto alla cima facile facile. Panorama strepitoso come ovvio in una giornata perfetta. Per la discesa occorre tornare verso l'uscita del canale e al primo grosso ometto che si vede ci si butta in picchiata sul versante opposto (val Cerviera). Su tracce di sentiero e roccia pessima si giunge al canalino attrezzato (catene utilissime, se non ci fossero sarebbe un gran bel cinema...) e poi ai nevai inferiori. In alcuni punti vista la mia stanchezza e la forte esposizione ho preferito scendere faccia a monte con le picche. Verso la fine della val Cerviera un'altro tratto ravanoso e ripido su neve bollita mi ha costretto a tirare fuori ancora le picche. Poi neve fino al ponticello e qualche nevaio bonario fino al Curò. Mulattiera comoda anche in discesa. Peccato per gli osceni tralicci presenti intorno alla diga che deturpano il paesaggio. Gita in solitaria per una grandiosa montagna.



[visualizza gita completa]

Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • Adamello (Monte) Via Terzulli dalla Val Miller (05/10/18)
    Bianco (Corno) dalla Val Vogna (29/09/18)
    Cengalo (Pizzo) Via Normale da Bagni del Masino (23/09/18)
    Paramont (Monte) Via Normale da la Joux (15/09/18)
    Benevolo (Rifugio) da Thumel (22/07/18)
    Polluce Versante Ovest (08/07/18)
    Roccia Nera e Gemello del Breithorn da Plateau Rosa (07/07/18)
    Rochefort (Aiguille de) Cresta di Rochefort (01/07/18)
    Gran Paradiso da Pont Valsavarenche per il Rifugio Vittorio Emanuele II (21/06/18)
    Dammastock dall'Hotel Belvedere (16/06/18)
    Grande Aiguille Rousse dal Lago Serrù e il Col d'Oin (10/06/18)
    Ormelune Ovest (Punta) dalla Valgrisenche (02/06/18)
    Valfredda (Punta) dal Ponte d'Almiane (26/05/18)
    Gran Truc da Crò per il versante Nord (18/05/18)
    Tambò (Pizzo) da Montespluga (06/05/18)
    Rebbio (Punta del) o Bortelhorn da Berisal (25/04/18)
    Rutor (Testa del) da Bonne (22/04/18)
    Pfannenstock da Schwarzenbach (14/04/18)
    Sulzfluh da Sankt Antönien (CH), Canalone di camosci (07/04/18)
    Grifone (Punta di) da S.Antonio (02/04/18)
    Carmo di Loano (Monte) da Verzi, anello (01/04/18)
    Chilchalphorn da Hinterrhein (25/03/18)
    Pianchette (Cima) da San Bartolomeo (08/03/18)
    Vigna Vaga (Monte) da Carbonera (16/02/18)
    Lupi (Cima dei) da Tartano (11/02/18)
    Monfandi da Fondo (03/02/18)
    Elgio (Punta d') o Helgenhorn da All'Acqua (28/01/18)
    Gàrdena (Monte) dai Fondi di Schilpario (20/01/18)
    Campioncino (Monte) da Schilpario (20/01/18)
    Chili Bielenhorn da Realp (13/01/18)
    Rosetta (Cima della) da Rasura (29/12/17)
    Stotzigen Firsten da Realp (24/12/17)
    Flassin (Mont) da Parcheggio Flassin (23/12/17)
    Poncione di Val Piana da All'Acqua (03/12/17)
    Glatten da Saliboden (18/11/17)
    Arno (Bivacco) da Pila (11/11/17)
    Limidario (Monte) o Gridone da Mergugno (01/11/17)
    Pedum (Cima) da Fondo li Gabbi (28/10/17)
    Torretta (la) da Mont Blanc (22/10/17)
    Gran Lago da Mont Blanc (22/10/17)
    Piz Platta (15/10/17)
    Straciugo (Pizzo) da Pizzanco (24/09/17)
    Grigia (Testa) da Gressoney la Trinitè (03/09/17)
    Lyskamm Occidentale Via Normale dal Rifugio Quintino Sella (27/08/17)
    Arolley (Cima dell') da Pont Valsavarenche (23/07/17)
    Nadelhorn Via Normale della Cresta NE (16/07/17)
    Rochefort (Aiguille de) Cresta di Rochefort (08/07/17)
    Lagginhorn Via Normale della Cresta Ovest (04/07/17)
    Coudrey (Monte) Gatto-Nando (02/07/17)
    Allalinhorn Via Normale dal Mittelallalin (24/06/17)
    Teggiolo (Monte) da Bugliaga (18/06/17)
    Balma-Arietta (Colle) da Campiglia Soana, anello per il Santuario di San Besso (11/06/17)
    Sea Bianca (Punta) da Pralapia (07/05/17)
    Grigna Meridionale o Grignetta da Piani Resinelli per la Cresta Sinigaglia (30/04/17)
    Galisia (Punta) da Thumel per il Rifugio Benevolo (22/04/17)
    Disgrazia (Monte) dall' Alpe di Preda Rossa (14/04/17)
    Artanavaz (Aiguille d') da Planaval (09/04/17)
    Zapporthorn da S. Bernardino (07/04/17)
    Gelé (Mont) da Ruz (17/03/17)
    Olano (Pizzo di) da Rasura (12/03/17)
    Campioncino (Monte) da Schilpario (10/03/17)
    Bolenga (Cima) da Ponte delle Stue per il Passo Cadin o di Fiemme (25/02/17)
    Gross Leckihorn da Realp (18/02/17)
    Rosetta (Cima della) da Rasura (12/02/17)
    Flassin (Mont) da Parcheggio Flassin (25/01/17)
    Mengol (Cima) Mengol Surprise (07/01/17)
    Blumone (Cornone di) da Bazena per il Passo di Val fredda e il versante Nord (29/12/16)
    Entrelor (Testa di) da Bruil per il vallone di Sort e il Col Gollien (28/12/16)
    Madonnino (Monte) Canali Nord (23/12/16)
    Foppa (Monte) Canale Teobaldo (18/12/16)
    Giasson (Becca di) da Surrier (09/12/16)
    Arp Vieille (Mont) da Bonne (04/12/16)
    Banchetta (Monte) da Sestriere Borgata (27/11/16)
    Flassin (Mont) da Parcheggio Flassin (16/11/16)
    Nana (Bec di) o Falconetta da Mandriou (01/11/16)
    Tornello (Pizzo) da Vilmaggiore (30/10/16)
    Faierone (Monte) da Cinzago, anello creste Est-Sud (16/10/16)
    Blanc Giuir dal Lago di Teleccio (29/09/16)
    Grand Assaly Via Normale da La Joux (11/09/16)
    Parrot (Punta) Via Normale, traversata Ovest-Est (28/08/16)
    Zumstein (Punta) Via Normale da Indren (28/08/16)
    Gnifetti (Punta) - Capanna Regina Margherita Via Normale dal Rifugio Gnifetti (28/08/16)
    Colorado River - Phantom Ranch South Kaibab Trail (16/08/16)
    Breithorn Occidentale e Centrale Traversata da Plateau Rosa (24/07/16)
    Su Gorropu (Canyon) dal Passo Ghenna Silana (16/07/16)
    Granta Parei via Normale da Thumel (09/07/16)
    Bishorn e Pointe Burnaby Via Normale da Zinal (03/07/16)
    Giordani (Punta) Via Normale da Indren (26/06/16)
    Lampedusa (isola) Giro lato Ovest (04/06/16)
    Ramière (Punta) o Bric Froid dalla Valle Argentera (21/05/16)
    Calabre (Punta) da Thumel per il Rifugio Benevolo (17/05/16)
    Fourchon (Mont) da Saint Rhemy (04/05/16)
    Costazza (Bec) dalla strada per Dondena (29/04/16)
    Grevon (Piatta di) da Pila (25/04/16)
    Arno (Bivacco) da Pila (25/04/16)
    Salmurano (Monte) da Pescegallo (03/04/16)
    Torretta (la) da Trovinasse (26/03/16)
    Pierre (Punta de la) da Daillet (23/03/16)
    Leissè o Leysser (Punta) da Vetan (20/03/16)
    Grigna Meridionale o Grignetta Canale Pagani (12/03/16)
    Zuccone dei Campelli Canalone dei Camosci (24/01/16)
    Redorta (Pizzo) per il Canalone NO (via del Canalone) (30/12/15)
    Arbola (Punta d') da Alpe Devero (27/12/15)
    Gran Zebru' Via Normale dal Rifugio Pizzini (22/12/15)
    Ferrè (Pizzo) Via Normale da Montespluga (13/12/15)
    Baitone (Corno) da Ponte di Guat (07/12/15)
    Sasso Canale da S.Bartolomeo (27/11/15)
    Poris (Pizzo) Canale Nord (22/11/15)
    Coca (Pizzo) da Valbondione (14/11/15)
    Breithorn Occidentale e Centrale Traversata da Plateau Rosa (07/11/15)
    Laurasca (Cima della) da Fondo Li Gabbi (11/10/15)
    Lavina (Torre di) da Campiglia Soana per il Canalino E (20/09/15)
    Ruvi (Monte) da Verthuy per il vallone di Valmeriana e il Colletto Giron (06/09/15)
    Ciamarella (Uja di) Via Normale da Pian della Mussa (29/08/15)
    Faroma (Monte) da Porliod e la Cresta NE (26/07/15)
    Castore Via Normale per il Rifugio Quintino Sella (28/06/15)
    Claro (Pizzo di) da Monti di Maruso (06/06/15)
    Granta Parei via Normale da Thumel (02/06/15)
    Sasso (Cima) da Cicogna (24/05/15)
    Recastello (Pizzo) Canale N (22/04/15)
    Grand Sertz o Gran Serra da Valnontey (12/04/15)
    San Fruttuoso (Abbazia di) da Camogli, traversata Portofino - Santa Margherita Ligure (03/04/15)
    Noeud de la Rayette da Ruz (13/03/15)
    Mombarone (Colma di) da San Giacomo (08/03/15)
    Resegone - Punta Cermenati Canale Comera (03/03/15)
    Leone (Pizzo) da Ronco (08/02/15)
    Torriggia (Monte) da Orasso (01/02/15)
    Aralalta (Monte) e Pizzo Baciamorti da Quindicina (25/01/15)
    Laglio (Poncione di) o Colmegnone da Germanello (11/01/15)
    Camino (Pizzo) da Schilpario (06/01/15)
    Arera (Pizzo) da Zambla Alta per il Versante Sud (02/01/15)
    Gino (Pizzo di) da Revolé (29/12/14)
    Bregagno (Monte) da Monti di Breglia, costone del Bregagno (26/12/14)
    Grigna Settentrionale o Grignone Cresta Piancaformia (20/12/14)
    Fontana Fredda (Punta) da Cheneil (07/12/14)
    Bardan (Monte) da Isola (22/11/14)
    Presolana (Pizzo della) Via Normale dal Passo della Presolana (01/11/14)
    Grigna Meridionale o Grignetta Cresta Segantini (25/10/14)
    Diavolo di Tenda (Pizzo del) da Carona (18/10/14)
    Kurz (Punta) Via Normale dalla Diga di Place Moulin (27/09/14)
    Bishorn e Pointe Burnaby Via Normale da Zinal (21/09/14)
    Gnifetti (Punta) - Capanna Regina Margherita Via Normale dal Rifugio Gnifetti (07/09/14)
    Corno Nero o Schwarzhorn Via Normale da Indren (07/09/14)
    Vincent (Piramide) e Balmenhorn via Normale da Indren (06/09/14)
    Garin (Punta) da Gimillan per il vallone di Grauson e i laghi di Lussert (21/08/14)
    Hjörleifshöfði da Vik i Myrdal (13/08/14)
    Kirkjufell Via Normale (05/08/14)
    Gran Paradiso Via Normale del Rifugio Vittorio Emanuele II (27/07/14)
    Emilius (Monte) da Pila per il Rifugio Arbolle (17/07/14)
    Delago (Torre) spigolo SO - via Piaz (06/07/14)
    Gay (Becca di) Via Normale dalla Diga di Teleccio (21/06/14)
    Grigna Meridionale o Grignetta da Pian dei Resinelli, anello Direttissima-Cecilia, Bocchetta dei Venti (18/05/14)
    Leone (Monte) dal Passo del Sempione (17/05/14)
    Cimone della Bagozza da Schilpario (04/05/14)
    Canzo Occidentale e Centrale (Corni di) da Canzo per la Forcella dei Corni (01/05/14)
    Scalino (Pizzo) dalla Diga di Campo Moro (26/04/14)
    Avic (Monte) traversata versante Nord-Est - cresta Ovest da Villa (13/04/14)
    Chateau Blanc da Planaval (29/03/14)
    Noli (Capo) da Varigotti, traversata (16/03/14)
    Chüebodenhorn da All'Acqua (15/03/14)
    Palasina (Punta) da Estoul (23/02/14)
    Bo Valsesiano (Monte) da Rassa (26/01/14)
    Grigna Meridionale o Grignetta Canale Pagani (12/01/14)
    Pizzetto (Il) da Fontane (06/01/14)
    Piz Tri da Loritto (31/12/13)
    Alben (Monte) da Colle di Zambia (14/12/13)
    Tre Signori (Pizzo dei) da Ornica (08/12/13)
    Aralalta (Monte) e Pizzo Baciamorti da Quindicina (08/12/13)
    Chalet de l'Epèe (Rifugio) da Bonne (24/11/13)
    Grigna Settentrionale e Grigna Meridionale da Piani Resinelli, Traversata Alta (11/11/13)
    Monviso Via Normale da Pian del Re (21/09/13)
    Niblè (Monte) Via Normale da Grange della Valle, possibile anello (14/09/13)
    Herbetet (Casolari dell') da Valnontey, anello per Vermiana e Rifugio Vittorio Sella (31/08/13)
    Arcuentu (Monte) dal versante NO (21/08/13)
    Su Gorropu (Canyon) dal Passo Ghenna Silana (15/08/13)
    Ispuligideniè (Cala Mariolu) dal Golgo (12/08/13)
    Goloritze (Cala) dal Golgo (10/08/13)
    Weissmies da Gondo per la Zwischbergental (21/07/13)
    Tresenta (la) da Pont Valsavarenche (13/07/13)
    Gran Lago da Mont Blanc (06/07/13)
    Marguareis (Punta) Canale dei Genovesi (30/06/13)
    Grabiasca (Monte) Canale Nord (23/06/13)
    Legnone (Monte) Canale Ovest (08/06/13)
    Resegone - Punta Cermenati da Morterone per la Cresta Nord (26/05/13)
    Breithorn dal Passo del Sempione (11/05/13)
    Pizzetto (Il) da Fontane (11/05/13)
    Gavin (Bec) da Champdepraz, anello per Alpe Panaz e Vasey (05/05/13)
    Sciguello (Monte) da Sciarborasca, anello (25/04/13)
    Reixa (Monte) e Monte Argentea da Case Soprane, anello (14/04/13)
    Pierre (Pointe de la) da Ozein (01/04/13)
    Montagnaya (Punta di) da Pouillayes (03/03/13)
    Massone (Monte) e Eyehorn da Alpe Loccia, anello (16/02/13)
    Grigna Meridionale o Grignetta Canale Caimi (10/02/13)
    Straolgio (Cimone di) da Fondo Li Gabbi (03/02/13)
    Piana (Cima) o Mont de Panaz da Mont Blanc (26/01/13)
    Meidassa (Monte) da Pian della Regina (05/01/13)
    Bertone Giorgio (Rifugio) da La Saxe (31/12/12)
    Facciabella (Monte) da Mandriou per il Colle di Vascoccia (30/12/12)
    Falinere (Punta) da Cheneil (25/11/12)
    Resegone - Punta Cermenati da Erve, sentiero delle creste (02/11/12)
    Blinnenhorn o Corno Cieco dalla Diga di Morasco (21/10/12)
    Blanche (Tète) da Glacier e il Rifugio Chiarella all'Amianthe (16/09/12)
    Grigna Settentrionale o Grignone dal Passo del Cainallo per la via della Ganda (09/09/12)
    Cinto (Monte) da Haut Asco (22/08/12)
    Anse Georgette da Anse Lazio (13/08/12)
    Morne Trois Freres da Sans Souci (08/08/12)
    Barbeston (Monte) da Veulla per il Colle di Valmeriana (29/07/12)
    Zeda (Monte) da Colle (22/07/12)
    Tersiva (Punta) da Gimillian (12/07/12)
    Bernarda (Testa) da Planpincieux (23/06/12)
    Furggen (Cima del) o Tète de la Forclaz da Cervinia (17/06/12)
    Tre Signori (Pizzo dei) da Pescegallo (10/06/12)
    Fallère (Mont) da Thouraz per il Lago Fallère (03/06/12)
    Zerbion (Monte) da Promiod per la cresta Ovest (26/05/12)
    Pierre (Pointe de la) da Ozein (22/04/12)
    Entrelor (Cima di) da Bruil (01/04/12)
    Petit Tournalin da Cheneil (18/02/12)
    Fetita (Punta) o Falita da Challancin per il Col de Bard (12/02/12)
    Paglietta (Monte) da Prailles (05/02/12)
    Clavalitè (Santuario de la) da Cheneil (14/01/12)
    Grand Tournalin (Cima Sud) e Petit Tournalin da Cheneil (16/10/11)
    Gratton Luciano (Bivacco) da Cretaz (24/07/11)
    Avril (Mont) da Glacier per la Fenetre Durand (10/07/11)
    Glacier (Mont) da Dondena, anello per il Lago Miserin (02/07/11)
    Aran (Becca d') da Cheneil (26/06/11)
    Entrelor (Colle di) da Eaux Rousses, traversata a Rhemes Notre Dame (25/07/10)