barrosismo


Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Il parco giochi dei lombardi con la passione per la montagna si chiama Grignetta. Le condizioni sono ottimali: ottimo rigelo, canale già scaricato, traccia presente, attacco chiaro senza possibilità di errore. Partiamo alle 7.10 dai Resinelli e con calma ci avviamo verso l'attacco del canale seguendo il sentiero 8 della direttissima. Questa traccia prosegue in direzione W, con una serie di tornanti e lunghi tratti a mezzacosta. Sono presenti consistenti residui di slavine dei giorni scorsi. Abbiamo indossato i ramponi per alcuni traversi ripidi, esposti e ghiacciati. Mentre Davide perde il casco facendolo volare giù a picco in un canale ci gustiamo un'alba infuocata. Arriviamo facilmente alla scaletta del caminetto grazie ad alcune catene fisse che proteggono un traverso vertiginoso. Subito prima della scala c'è l'attacco del canale. La parte iniziale è stretta e subito vi è un passaggino su roccia (probabile 2-), poi il canale si allarga e scende di pendenza. Più sopra vi sono due tratti più ripidi, circa 50°, la neve abbondante ha nascosto gli altri due tratti di arrampicata. In questi punti abbiamo trovato neve davvero dura. Verso l'uscita occorre aggirare un masso tenendoselo a destra, questi ultimi metri sono ben oltre i 50°. Dalla cornice si sbuca sulla Cermenati a quota 2020m e poi in un attimo in vetta. Ambiente e panorami della Grignetta al solito fantastici. Giornata limpidissima, calda ma non troppo e affollata as usual. Discesa dalla Cermenati facile ripida e veloce. Con Davide.

Traverso all'alba, sullo sfondo il Resegone

Colori e panorami al sorgere del sole

Parte iniziale del canale

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 800
Facile gita d'allenamento, scelta per l'elevato rischio valanghe. Ambiente purtroppo rovinato da tralicci dell'alta tensione e dai vecchi impianti. Nella parte alta tutto migliora vista l'assenza di costruzioni dell'uomo. Traccia autostradale fino in cresta, poi ultimi cento metri quasi intonsi. Presenti sul percorso segnali tipo cantiere bianco-rossi in plastica legati ai rami degli alberi, c'è stata una gara di skialp? Tanta gente in giro sia con le racchette che con gli sci. Giornata serena, ma con cielo velato, panorami non compromessi. Con Davide.
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: Parcheggio a lato strada nei pressi del bivio col sentiero 95A
quota neve m :: 1200
Spettacolo! Con rischio 3 decido di fare una gita sicura. Cercando sul web scopro il Piz Tri, in val Camonica. Ho trovato le migliori condizioni possibili: bosco incantato con tantissima neve sui rami, traccia evidente e una giornata soleggiata che ha permesso di ammirare panorami stupendi a me sconosciuti. Parto presto dal bivio (7.15), per evitare il traffico nel pomeriggio sulla SS.42 e alle 9.35 sono in vetta. Ho mantenuto un ottimo ritmo, peccato che sia stato sverniciato da uno skialp che passo dopo passo mi ha superato a velocità folle, complimenti! La neve è continua poco a valle delle baite di quota 1400, ho messo le ciaspole a quota 1650 per non rovinare con gli scarponcini la meravigliosa traccia di salita. Suggestiva l'atmosfera all'alba nel bosco carico di neve. Gita super-facile, si parte con pendenze decise sulla stradina, poi per lunghi tratti di falsopiano, mai noiosi con queste condizioni, si arriva alla dorsale. Con ampio giro da sinistra verso destra si accede, un po' più ripidamente, alla croce di vetta. Panorami estesissimi con Adamello, Disgrazia e gruppo del Bernina a farla da padrone. Montagne della zona osservate dalla cima a cui dedicherò attenzioni future. Il gelido venticello in vetta mi ha consigliato di scendere. Giù in picchiata alla macchina con tante soste a fotografare un ambiente unico! Incontrati una decina di skialp e qualche solitario con le ciaspole. Gita in solitaria. Foto fra qualche giorno, buon 2014 a tutti!



[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Dal passo di Zambla (comodo parking) si prende la stradina asfaltata di sinistra che, quasi in piano, porta ad una carrozzabile che in inverno diventa una piccola pista da sci. Dopo un centinaio di metri, sulla sinistra inizia il sentiero a tacche bianco-rosse che sale, a tratti ripidamente, nel bosco. Seguendo sempre i segni non si può sbagliare fino in cima. Condizioni buone e gita per questo consigliata per il momento: neve da quota 1400m ma dura e schiacciata dai passaggi. Affiora un po' di ghiaccio e risultano indispensabili i ramponi. Consiglio di usarne un paio già tritato perché a meno di fare decine di togli-metti vi troverete a camminare spesso su roccette e detriti coi ramponi ai piedi. Poco prima del colle ho intercettato un canalino invitante a quota 1600: sale tutto sulla destra salendo. Con ramponi e picca (35-40°) su dritto per 100m circa. Il canale era chiuso da roccioni, però visto che i passaggi di arrampicata apparivano troppo ostici per le mie scarse capacità ho traversato verso sx fino a recuperare la traccia normale fino al passo Brassamonti e poi al passo della Forca. La cresta che dal passo della Forca porta in vetta all'Alben è divertente e ricorda moltissimo l'ambiente della Grignetta. Ci sono dei tratti esposti e bisogna usare le mani un paio di volte. Pessima la scelta di imbrattare le rocce con decine di tacche anche dove non serve proprio. Oggi c'era poca neve pressata, il discorso potrebbe complicarsi in caso di abbondante innevamento. Si fanno dei lunghi traversi che con neve instabile potrebbero risultare pericolosi. Dalla cima gran panorama, dagli Appennini (oggi nitidissimi) all'Adamello, con nel mezzo tutto l'arco alpino occidentale e centrale. Mi sono goduto la vetta per più di un'ora visto il sole caldo e l'assenza di vento. Ottima prima uscita per gli scarponcini nuovi. Avvistati 3 camosci mentre ero a 10 minuti circa dalla cima.

Passo di Zambla 1250

Arera sx e Grem dx con le prime luci

Dentro il canalino risalito

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: OK
quota neve m :: 900
Giro ad anello molto remunerativo, sia dal punto di vista ambientale che paesaggistico. Siamo saliti sul Sodadura, per cresta sull'Aralalta e poi sul Baciamorti. Scesi al passo di Baciamorti siamo tornati a Quindicina. Con un innevamento straordinario come lo abbiamo trovato noi sembra di essere a quote altissime. Partiti in piena notte dall'auto ci godiamo un'alba da cartolina sul Resegone e sulle Grigne. Con Davide e Meme.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: Ok fino al park a Ornica
quota neve m :: 1800
Il percorso che ho seguito è quello del sentiero estivo, sia in salita che in discesa. Gita veramente appagante, per ambiente e panorami. Al momento la sconsiglio in quanto il vento dei giorni scorsi ha creato accumuli di neve spesso non portante. Molte volte si sprofonda fino al ginocchio, anche stando sulle tracce già esistenti. Si rischia una storta in quanto è pieno di rocce nascoste. La situazione migliora decisamente dalla bocchetta d'Inferno in poi. Le racchette hanno fatto la gita sulla zaino in quanto sono stati sufficienti i ramponi, indispensabili in molti punti in cui la neve pressata dal vento era durissima. Panorama strepitoso con la pianura immersa nella nebbia, il Monviso che si intravedeva tra le due Grigne e poi a perdita d'occhio su tutto quello che si può vedere dalla vetta. In solitaria.


Prime luci in val d'Inferno

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: * / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: Parcheggiato sulla strada al bivio per Foyer du Montagne
quota neve m :: 1100
Io e Meme da ieri abbiamo un conto aperto con la Valgrisenche. Dopo aver tribolato con cancelli e recinzioni nei pressi della diga riusciamo a partire. C'è tantissima neve fresca, ci alterniamo a batter traccia sulla strada ma la fatica è tanta. Perdiamo una marea di tempo a cercar di capire dove andare. Il fatto di voler sempre andare in posti nuovi ci costa spesso ravanamenti e perdite di tempo, su percorsi semplici solo per chi conosce già la geografia della gita. Saggia scelta quella di tornare a valle senza aver raggiunto nemmeno il rifugio. Zeus era cotto e noi poco di meno...Ci è toccato pure il supplizio delle 3 ore e passa per arrivare a casa, visto che l'autostrada in Valle d'Aosta è gestita da ladri che fan pagare pedaggi improponibili.
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Un lunedì di ferie speso alla grandissima! In autostrada e ai Resinelli vento forte. Scelgo di salire per la Sinigaglia, ben più panoramica della Cermenati. Parto verso il rifugio Porta e poi salgo per la cresta Sinigaglia. Le pareti sovrastanti riparano dalle raffiche. I pinnacoli, i canaloni e le rocce della Grignetta mi offrono all'alba uno spettacolo unico. Ritrovo il sentiero in mezzo ai ghiaioni, una spruzzata di neve rende il tutto più insidioso ma non ho grosso problemi. I panorami sono suggestivi ma all'arrivo alla prima bocchetta vengo accolto da un vento allucinante. Sono costretto a camminare quasi rasoterra e sul sentiero mi sento tutt'altro che sereno. Appena la traccia gira il vento si placa. Al saltino del gatto e nei successivi tratti verticali nessun problema, nonostante un po' di verglas. Lungo la cresta scatto centinaia di foto in una giornata che più limpida non si può. Nel bivacco in cima alla Grignetta mi riposo dalle raffiche e poi giù nel canalino Federazione (occhio che si muove tutto), qui l'esposizione in pieno N ha lasciato un po' di neve in più. Ramponi e picca sono comunque rimasti tutto il tempo nello zaino. Notevole il panorama dalla cresta tra le due Grigne. Gli scudi del Grignone sono a mio parere più semplici della Sinigaglia. Le catene azzerano le difficoltà comunque mai impossibili. Ostico (di certo non escursionistico!) il traverso 10-15' prima del bivacco Merlini. Questo sarebbe facile in versione estiva, nelle condizioni di oggi è un tratto di misto davvero non banale. Qualche cm di neve/ghiaccio sulla pala finale sotto la vetta del Grignone. Rifugio Brioschi chiuso. Mi scaldo nel locale invernale. Panorama indimenticabile. Sentiero della traversata bassa elementare ma faticoso per le decine di saliscendi. Giro consigliato per ben allenati. Gita inseguita da tempo e finalmente portata a casa!

Uno dei camini degli scudi

Verso la Sinigaglia

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Ritrovo con Davide alle 00.30 a casa mia. Alle 3.30 siamo a Pian del Re. Dormiamo un'oretta e alle 4.35 siamo sul sentiero. Perdiamo un paio di volte la retta via per colpa delle distrazioni da chiacchiere. Saliamo in compagnia di Andrea, solitario e ben felice di condividere con noi la gita. Arriviamo al Sella e ci gustiamo una bellissima alba sul lago. Procediamo verso il passo Sagnette, Davide sente la fatica. La parte finale della ferrata è facile ma ultraesposta. Scendiamo sulla morena e poi faticosamente verso l'Andreotti. Poco sopra il nevaio decidiamo di salire nonostante la forma non perfetta di Davide in evidente difficoltà fisica. La giornata è stabile e più che splendida a livello meteorologico, decidiamo di rischiare e tentare la vetta nonostante tutto. Iniziamo i passaggi più difficili e più facilmente di quanto ci aspettassimo possiamo toccare la croce e ammirare lo sconfinato panorama. Abbiamo pugnalato il Re di Pietra! E' un'emozione che ripaga da tutte le fatiche essere in vetta al Monviso. La discesa si rivelerà meno ostica del previsto. Occorre tanta attenzione, vietato distrarsi, visto che si è oggettivamente stanchi. Segnalo che la ferrata delle Sagnette in discesa è davvero hardcore, utilissimo sarebbe avere almeno un kit da ferrata per fare sicura. Purtroppo il mio socio accusa fortemente e siamo al Sella poco prima del tramonto. Come due imbecilli perdiamo il sentiero giusto sbagliando ad un bivio, nonostante una super ravanata ci ritroviamo in discesa verso Pian della Regina! Tra mille invocazioni ai santi scendiamo. Fortunatamente dei gentilissimi ragazzi, dopo averci offerto un genepy ci accompagnano in auto a Pian del Re, sono le 00.50. Grazie ancora del favore! Una lunghissima ed indimenticabile giornata.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Prima volta in val Susa per me e Meme. Solita tragica sveglia in piena notte. Che gioia avere qualcuno con cui condividere queste esperienze di viaggio e di scoperta delle Alpi. Essendo alle prese con dei problemi muscolari scegliamo di fare una gita senza troppi tratti pericolosi. Partiti alle 5.55 dal parcheggio con un buio totale che ci permette di vedere una stellata spettacolare. Saliamo velocemente verso il bivacco Blais, la luce dell'alba colpisce le rocce sopra di noi e appaiono numerosi stambecchi. Al bivacco conosciamo un ragazzo maltese che ci offre un tè e ci racconta della sua avventura per i monti valsusini. Sui massi accatastati sopra al bivacco siamo sferzati da un ventaccio gelido. Grande vista sul lago sottostante. Al ghiacciaio, praticamente di vetro, compiamo un errore in quanto arriviamo fino al colle tra i denti d'Ambin e la cresta del Niblè. Traversiamo su ghiaccio vivo, per fortuna ricoperto a tratti da polvere e croste di nevischio da vento. Non senza il rischio di una scivolata troviamo la giusta via verso gli sfasciumi sotto la vetta. Dalla cima grande panorama su montagne per noi quasi sconosciute come gli Ecrins, la Gran Casse, Pelvoux e sui soliti noti Monviso, Combin, Bianco. Il cielo limpidissimo del primo mattino è diventato velato col passare delle ore ma senza mai compromettere i panorami.
Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • Chuebodenhorn da All'Acqua (17/02/19)
    Poncione di Cassina Baggio da all'Acqua (17/02/19)
    Resegone - Punta Cermenati da Morterone (09/02/19)
    Bluemberg via Muotathal (19/01/19)
    Blüemberg (Bluemberg) da Chäppeliberg (19/01/19)
    Arp Vieille (Mont) da Bonne (06/01/19)
    Rottällihorn da Realp (29/12/18)
    Schollenhorn da Splugen (27/12/18)
    Bocon Damon o Punta Giasset dalla strada per Dondena (22/12/18)
    Brushghorn da Wergenstein (15/12/18)
    Breithorn dal Passo del Sempione (18/11/18)
    Bussola (Corno) da Estoul, anello per il Colle Palasina e Punta del Lago (20/10/18)
    Legnone (Monte) dai Roccoli Lorla (13/10/18)
    Adamello (Monte) Via Terzulli dalla Val Miller (05/10/18)
    Bianco (Corno) dalla Val Vogna (29/09/18)
    Cengalo (Pizzo) Via Normale da Bagni del Masino (23/09/18)
    Paramont (Monte) Via Normale da la Joux (15/09/18)
    Benevolo (Rifugio) da Thumel (22/07/18)
    Polluce Versante Ovest (08/07/18)
    Roccia Nera e Gemello del Breithorn da Plateau Rosa (07/07/18)
    Rochefort (Aiguille de) Cresta di Rochefort (01/07/18)
    Gran Paradiso da Pont Valsavarenche per il Rifugio Vittorio Emanuele II (21/06/18)
    Dammastock dall'Hotel Belvedere (16/06/18)
    Grande Aiguille Rousse dal Lago Serrù e il Col d'Oin (10/06/18)
    Ormelune Ovest (Punta) dalla Valgrisenche (02/06/18)
    Valfredda (Punta) dal Ponte d'Almiane (26/05/18)
    Gran Truc da Crò per il versante Nord (18/05/18)
    Tambò (Pizzo) da Montespluga (06/05/18)
    Rebbio (Punta del) o Bortelhorn da Berisal (25/04/18)
    Rutor (Testa del) da Bonne (22/04/18)
    Pfannenstock da Schwarzenbach (14/04/18)
    Sulzfluh da Sankt Antönien (CH), Canalone di camosci (07/04/18)
    Grifone (Punta di) da S.Antonio (02/04/18)
    Carmo di Loano (Monte) da Verzi, anello (01/04/18)
    Chilchalphorn da Hinterrhein (25/03/18)
    Pianchette (Cima) da San Bartolomeo (08/03/18)
    Vigna Vaga (Monte) da Carbonera (16/02/18)
    Lupi (Cima dei) da Tartano (11/02/18)
    Monfandi da Fondo (03/02/18)
    Elgio (Punta d') o Helgenhorn da All'Acqua (28/01/18)
    Gàrdena (Monte) da Fondi (20/01/18)
    Campioncino (Monte) da Schilpario (20/01/18)
    Chili Bielenhorn da Realp (13/01/18)
    Rosetta (Cima della) da Rasura (29/12/17)
    Stotzigen Firsten da Realp (24/12/17)
    Flassin (Mont) da Parcheggio Flassin (23/12/17)
    Poncione di Val Piana da All'Acqua (03/12/17)
    Glatten da Saliboden (18/11/17)
    Arno (Bivacco) da Pila (11/11/17)
    Limidario (Monte) o Gridone da Mergugno (01/11/17)
    Pedum (Cima) da Fondo li Gabbi (28/10/17)
    Torretta (la) da Mont Blanc (22/10/17)
    Gran Lago da Mont Blanc (22/10/17)
    Piz Platta (15/10/17)
    Straciugo (Pizzo) da Pizzanco (24/09/17)
    Grigia (Testa) da Gressoney la Trinitè (03/09/17)
    Lyskamm Occidentale Via Normale dal Rifugio Quintino Sella (27/08/17)
    Arolley (Cima dell') da Pont Valsavarenche (23/07/17)
    Nadelhorn Via Normale della Cresta NE (16/07/17)
    Rochefort (Aiguille de) Cresta di Rochefort (08/07/17)
    Lagginhorn Via Normale della Cresta Ovest (04/07/17)
    Coudrey (Monte) Gatto-Nando (02/07/17)
    Allalinhorn Via Normale dal Mittelallalin (24/06/17)
    Teggiolo (Monte) da Bugliaga (18/06/17)
    Balma-Arietta (Colle) da Campiglia Soana, anello per il Santuario di San Besso (11/06/17)
    Sea Bianca (Punta) da Pralapia (07/05/17)
    Grigna Meridionale o Grignetta da Piani Resinelli per la Cresta Sinigaglia (30/04/17)
    Galisia (Punta) da Thumel per il Rifugio Benevolo (22/04/17)
    Disgrazia (Monte) dall' Alpe di Preda Rossa (14/04/17)
    Artanavaz (Aiguille d') da Planaval (09/04/17)
    Zapporthorn da S. Bernardino (07/04/17)
    Gelé (Mont) da Ruz (17/03/17)
    Olano (Pizzo di) da Rasura (12/03/17)
    Campioncino (Monte) da Schilpario (10/03/17)
    Bolenga (Cima) da Ponte delle Stue per il Passo Cadin o di Fiemme (25/02/17)
    Gross Leckihorn da Realp (18/02/17)
    Rosetta (Cima della) da Rasura (12/02/17)
    Flassin (Mont) da Parcheggio Flassin (25/01/17)
    Mengol (Cima) Mengol Surprise (07/01/17)
    Blumone (Cornone di) da Bazena per il Passo di Val fredda e il versante Nord (29/12/16)
    Entrelor (Testa di) da Bruil per il vallone di Sort e il Col Gollien (28/12/16)
    Madonnino (Monte) Canali Nord (23/12/16)
    Foppa (Monte) Canale Teobaldo (18/12/16)
    Giasson (Becca di) da Surrier (09/12/16)
    Arp Vieille (Mont) da Bonne (04/12/16)
    Banchetta (Monte) da Sestriere Borgata (27/11/16)
    Flassin (Mont) da Parcheggio Flassin (16/11/16)
    Nana (Bec di) o Falconetta da Mandriou (01/11/16)
    Tornello (Pizzo) da Vilmaggiore (30/10/16)
    Faierone (Monte) da Cinzago, anello creste Est-Sud (16/10/16)
    Blanc Giuir dal Lago di Teleccio (29/09/16)
    Grand Assaly Via Normale da La Joux (11/09/16)
    Parrot (Punta) Via Normale, traversata Ovest-Est (28/08/16)
    Zumstein (Punta) Via Normale da Indren (28/08/16)
    Gnifetti (Punta) - Capanna Regina Margherita Via Normale dal Rifugio Gnifetti (28/08/16)
    Colorado River - Phantom Ranch South Kaibab Trail (16/08/16)
    Breithorn Occidentale e Centrale Traversata da Plateau Rosa (24/07/16)
    Su Gorropu (Canyon) dal Passo Ghenna Silana (16/07/16)
    Granta Parei via Normale da Thumel (09/07/16)
    Bishorn e Pointe Burnaby Via Normale da Zinal (03/07/16)
    Giordani (Punta) Via Normale da Indren (26/06/16)
    Lampedusa (isola) Giro lato Ovest (04/06/16)
    Ramière (Punta) o Bric Froid dalla Valle Argentera (21/05/16)
    Calabre (Punta) da Thumel per il Rifugio Benevolo (17/05/16)
    Fourchon (Mont) da Saint Rhemy (04/05/16)
    Costazza (Bec) dalla strada per Dondena (29/04/16)
    Grevon (Piatta di) da Pila (25/04/16)
    Arno (Bivacco) da Pila (25/04/16)
    Salmurano (Monte) da Pescegallo (03/04/16)
    Torretta (la) da Trovinasse (26/03/16)
    Pierre (Punta de la) da Daillet (23/03/16)
    Leissè o Leysser (Punta) da Vetan (20/03/16)
    Grigna Meridionale o Grignetta Canale Pagani (12/03/16)
    Zuccone dei Campelli Canalone dei Camosci (24/01/16)
    Redorta (Pizzo) per il Canalone NO (via del Canalone) (30/12/15)
    Arbola (Punta d') da Alpe Devero (27/12/15)
    Gran Zebru' Via Normale dal Rifugio Pizzini (22/12/15)
    Ferrè (Pizzo) Via Normale da Montespluga (13/12/15)
    Baitone (Corno) da Ponte di Guat (07/12/15)
    Sasso Canale da San Bartolomeo (27/11/15)
    Poris (Pizzo) Canale Nord (22/11/15)
    Coca (Pizzo) da Valbondione (14/11/15)
    Breithorn Occidentale e Centrale Traversata da Plateau Rosa (07/11/15)
    Laurasca (Cima della) da Fondo Li Gabbi (11/10/15)
    Lavina (Torre di) da Campiglia Soana per il Canalino E (20/09/15)
    Ruvi (Monte) da Verthuy per il vallone di Valmeriana e il Colletto Giron (06/09/15)
    Ciamarella (Uja di) Via Normale da Pian della Mussa (29/08/15)
    Faroma (Monte) da Porliod e la Cresta NE (26/07/15)
    Castore Via Normale per il Rifugio Quintino Sella (28/06/15)
    Claro (Pizzo di) da Monti di Maruso (06/06/15)
    Granta Parei via Normale da Thumel (02/06/15)
    Sasso (Cima) da Cicogna (24/05/15)
    Recastello (Pizzo) Canale N (22/04/15)
    Grand Sertz o Gran Serra da Valnontey (12/04/15)
    San Fruttuoso (Abbazia di) da Camogli, traversata Portofino - Santa Margherita Ligure (03/04/15)
    Noeud de la Rayette da Ruz (13/03/15)
    Mombarone (Colma di) da San Giacomo (08/03/15)
    Resegone - Punta Cermenati Canale Comera (03/03/15)
    Leone (Pizzo) da Ronco (08/02/15)
    Torriggia (Monte) da Orasso (01/02/15)
    Aralalta (Monte) e Pizzo Baciamorti da Quindicina (25/01/15)
    Laglio (Poncione di) o Colmegnone da Germanello (11/01/15)
    Camino (Pizzo) da Schilpario (06/01/15)
    Arera (Pizzo) da Plassa per la Via Normale della Cresta SO (02/01/15)
    Gino (Pizzo di) da Revolé (29/12/14)
    Bregagno (Monte) da Monti di Breglia, costone del Bregagno (26/12/14)
    Grigna Settentrionale o Grignone Cresta Piancaformia (20/12/14)
    Fontana Fredda (Punta) da Cheneil (07/12/14)
    Bardan (Monte) da Isola (22/11/14)
    Presolana (Pizzo della) Via Normale dal Passo della Presolana (01/11/14)
    Grigna Meridionale o Grignetta Cresta Segantini (25/10/14)
    Diavolo di Tenda (Pizzo del) da Carona (18/10/14)
    Kurz (Punta) Via Normale dalla Diga di Place Moulin (27/09/14)
    Bishorn e Pointe Burnaby Via Normale da Zinal (21/09/14)
    Gnifetti (Punta) - Capanna Regina Margherita Via Normale dal Rifugio Gnifetti (07/09/14)
    Corno Nero o Schwarzhorn Via Normale da Indren (07/09/14)
    Vincent (Piramide) e Balmenhorn via Normale da Indren (06/09/14)
    Garin (Punta) da Gimillan per il vallone di Grauson e i laghi di Lussert (21/08/14)
    Hjörleifshöfði da Vik i Myrdal (13/08/14)
    Kirkjufell Via Normale (05/08/14)
    Gran Paradiso Via Normale del Rifugio Vittorio Emanuele II (27/07/14)
    Emilius (Monte) da Pila per il Rifugio Arbolle (17/07/14)
    Delago (Torre) spigolo SO - via Piaz (06/07/14)
    Gay (Becca di) Via Normale dalla Diga di Teleccio (21/06/14)
    Grigna Meridionale o Grignetta da Pian dei Resinelli, anello Direttissima-Cecilia, Bocchetta dei Venti (18/05/14)
    Leone (Monte) dal Passo del Sempione (17/05/14)
    Cimone della Bagozza da Schilpario (04/05/14)
    Canzo (Corno Occidentale e Centrale di) da Canzo per la Forcella dei Corni (01/05/14)
    Scalino (Pizzo) dalla Diga di Campo Moro (26/04/14)
    Avic (Monte) traversata versante Nord-Est - cresta Ovest da Villa (13/04/14)
    Chateau Blanc da Planaval (29/03/14)
    Noli (Capo) da Varigotti, traversata (16/03/14)
    Chüebodenhorn da All'Acqua (15/03/14)
    Palasina (Punta) da Estoul (23/02/14)
    Bo Valsesiano (Monte) da Rassa (26/01/14)
    Grigna Meridionale o Grignetta Canale Pagani (12/01/14)
    Pizzetto (Il) da Fontane (06/01/14)
    Tri (Piz) da Loritto (31/12/13)
    Alben (Monte) da Colle di Zambia (14/12/13)
    Tre Signori (Pizzo dei) da Ornica (08/12/13)
    Aralalta (Monte) e Pizzo Baciamorti da Quindicina (08/12/13)
    Chalet de l'Epèe (Rifugio) da Bonne (24/11/13)
    Grigna Settentrionale e Grigna Meridionale da Piani Resinelli, Traversata Alta (11/11/13)
    Monviso Via Normale da Pian del Re (21/09/13)
    Niblè (Monte) Via Normale da Grange della Valle, possibile anello (14/09/13)
    Herbetet (Casolari dell') da Valnontey, anello per Vermiana e Rifugio Vittorio Sella (31/08/13)
    Arcuentu (Monte) dal versante NO (21/08/13)
    Su Gorropu (Canyon) dal Passo Ghenna Silana (15/08/13)
    Ispuligideniè (Cala Mariolu) dal Golgo (12/08/13)
    Goloritze (Cala) dal Golgo (10/08/13)
    Weissmies da Gondo per la Zwischbergental (21/07/13)
    Tresenta (la) da Pont Valsavarenche (13/07/13)
    Gran Lago da Mont Blanc (06/07/13)
    Marguareis (Punta) Canale dei Genovesi (30/06/13)
    Grabiasca (Monte) Canale Nord (23/06/13)
    Legnone (Monte) Canale Ovest (08/06/13)
    Resegone - Punta Cermenati da Morterone per la Cresta Nord (26/05/13)
    Breithorn dal Passo del Sempione (11/05/13)
    Pizzetto (Il) da Fontane (11/05/13)
    Gavin (Bec) da Champdepraz, anello per Alpe Panaz e Vasey (05/05/13)
    Sciguello (Monte) da Sciarborasca, anello (25/04/13)
    Reixa (Monte) e Monte Argentea da Case Soprane, anello (14/04/13)
    Pierre (Pointe de la) da Ozein (01/04/13)
    Montagnaya (Punta di) da Pouillayes (03/03/13)
    Massone (Monte) e Eyehorn da Alpe Loccia, anello (16/02/13)
    Grigna Meridionale o Grignetta Canale Caimi (10/02/13)
    Straolgio (Cimone di) da Fondo Li Gabbi (03/02/13)
    Piana (Cima) o Mont de Panaz da Mont Blanc (26/01/13)
    Meidassa (Monte) da Pian della Regina (05/01/13)
    Bertone Giorgio (Rifugio) da La Saxe (31/12/12)
    Facciabella (Monte) da Mandriou per il Colle di Vascoccia (30/12/12)
    Falinere (Punta) da Cheneil (25/11/12)
    Resegone - Punta Cermenati da Erve, sentiero delle creste (02/11/12)
    Blinnenhorn o Corno Cieco dalla Diga di Morasco (21/10/12)
    Blanche (Tète) da Glacier e il Rifugio Chiarella all'Amianthe (16/09/12)
    Grigna Settentrionale o Grignone dal Passo del Cainallo per la via della Ganda (09/09/12)
    Cinto (Monte) da Haut Asco (22/08/12)
    Anse Georgette da Anse Lazio (13/08/12)
    Morne Trois Freres da Sans Souci (08/08/12)
    Barbeston (Monte) da Veulla per il Colle di Valmeriana (29/07/12)
    Zeda (Monte) da Colle (22/07/12)
    Tersiva (Punta) da Gimillian (12/07/12)
    Bernarda (Testa) da Planpincieux (23/06/12)
    Furggen (Cima del) o Tète de la Forclaz da Cervinia (17/06/12)
    Tre Signori (Pizzo dei) da Pescegallo (10/06/12)
    Fallère (Mont) da Thouraz per il Lago Fallère (03/06/12)
    Zerbion (Monte) da Promiod per la cresta Ovest (26/05/12)
    Pierre (Pointe de la) da Ozein (22/04/12)
    Entrelor (Cima di) da Bruil (01/04/12)
    Petit Tournalin da Cheneil (18/02/12)
    Fetita (Punta) o Falita da Challancin per il Col de Bard (12/02/12)
    Paglietta (Monte) da Prailles (05/02/12)
    Clavalitè (Santuario de la) da Cheneil (14/01/12)
    Grand Tournalin (Cima Sud) e Petit Tournalin da Cheneil (16/10/11)
    Gratton Luciano (Bivacco) da Cretaz (24/07/11)
    Avril (Mont) da Glacier per la Fenetre Durand (10/07/11)
    Glacier (Mont) da Dondena, anello per il Lago Miserin (02/07/11)
    Aran (Becca d') da Cheneil (26/06/11)
    Entrelor (Colle di) da Eaux Rousses, traversata a Rhemes Notre Dame (25/07/10)