barrosismo


Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Via alternativa di scendere a Gorropu. Canyon che lascia a bocca aperta per la singolarità del luogo. Le strapiombanti pareti e le rondini che giocano col vento ci hanno lasciato ricordi indimenticabili. Ambiente superbo, sono presenti alberi che mi azzarderei a definire millenari. Visto cadere pietre dall'alto sulla traccia nei pressi delle pietraie. Ci siamo goduti il canyon in totale solitudine, visto che siamo scesi ben prima dell'apertura ufficiale delle 10.30. Qualche nuvola presente è stata ben accetta, visto il refrigerio in salita. Con Elenora bravissima a districarsi anche sui salti di roccia più impegnativi all'interno del canyon. A breve le foto.



[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Presenza di curiosi e invadenti maiali semi-selvatici
Invasione di maiali selvatici che non ci permettono di partire. Grazie ad Ele che con le bacchette minaccia le bestiacce mentre preparo lo zaino con i viveri!
Gita impagabile! Ambiente super, un immersione nella Sardegna più selvaggia. Varrebbe la pena fare la gita anche se non si arrivasse a toccare l'acqua del mare. Il valore aggiunto di vedere ed immergersi in una delle cale più belle dell'isola, rende questo percorso indimenticabile. Scesi in 2h e 30min per miriadi di soste fotografiche. Siamo ripartiti alle 16 dalla spiaggia e abbiamo risalito per gran parte all'ombra, aspetto questo da non sottovalutare visto il caldo. Spiaggia purtroppo invasa dai turisti da barcone. Tutto quel rumore ed invadenza non toglie nulla alla bellezza incomparabile del luogo. Consiglio di nuotare fino alle boe, guardando verso la spiaggia si scorge verso l'alto il caratteristico arco di roccia e buona parte dell'itinerario. Dal forno si stacca un sentiero verso Spiaggia dei Gabbiani, non l'abbiamo raggiunta ma la vista dall'alto vale la deviazione. Oggi solo io, Eleonora e due ragazzi del posto su questo percorso. A breve le foto.



[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Parcheggio a pagamento: 4 euro tutta la giornata
Escursione facile su sentiero sempre evidentissimo. Frequentazione modello avvicinamento allo stadio nel giorno della partita, ovvero presenza di tutto il campionario umano possibile: giovani chiassosi, famiglie con figli settenni, panze modello anguria etc etc. Per questo motivo è consigliato partire presto, eviterete la ressa scendendo e vi godrete la spiaggia in pace almeno per un po'. Tassa di accesso all'arenile di 1 euro a persona. Ambiente stupendo, pareti di roccia bianco/grigia (sembrava di stare sulle Grigne...), lecci, olivastri e ginepri secolari e là in fondo il blu del mare, fantastico. Consiglio di deviare a dx (scendendo) poco prima di fare l'ultimo ripido tratto, si stacca un sentiero che porta al lato N della scarpata sopra la spiaggia. Da qui avrete la miglior vista possibile su Cala Goloritzè. Seguendo gli ometti sono salito fino all'attacco delle vie di arrampicata sulla famosa guglia. Invidia e rispetto per chi riesce a salire là sopra! Viste due maestose aquile nei pressi dell'enorme grotta a metà percorso!
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Per raggiungere Cheller: ad un laghetto artificiale a quota 1200m circa c'è un bivio. La strada principale prosegue a dx (cartello Zwischbergetal), prendere a sx in leggera discesa di fianco al laghetto e proseguire su sterrato per 4-5 km. Ad un certo punto c'è un ponte, non salirci ma andare avanti su terreno accidentato ma fattibile (eravamo con una Clio, nessun problema) fino alla diga di Cheller. Il divieto di transito è a quota 1430m. Noi rischiando la multa siamo arrivati fino alla diga a 1700. Il sentiero sale in un bellissimo ambiente, raramente ho visto così tante fioriture. Caratteristica di questa gita è anche la forte presenza di acqua, che spesso invade la traccia. Passaggi non banali a quota 2300m attrezzati con corde d'acciaio fisse. A quota 2600m abbiamo abbandonato il sentiero sulla morena indicato in bianco-blu e siamo saliti su neve portante fino a prima del passo. Al pomeriggio del sabato le nuvole scaricano acqua, per nostra fortuna il tutto si risolverà in pochi minuti. Arrivati ai pianori poco sotto il passo ci dirigiamo verso la cresta per poter dormire il più alti possibile, rincuorati dallo schiarirsi del cielo. Consigliato dormire al passo vista la presenza di alcune piazzole naturali comode per mettere una tenda. Dal passo vista grandiosa sul Pizzo d'Andolla e verso Rosa e Mischabel. Noi piantiamo la tenda in cresta a 3550m. Dormiamo in pratica su sassi a temperature polari. In piena notte assistiamo allo spettacolare tramonto della Luna dietro il gruppo del Mischabele. Alle 4.50, dopo una nottata estrema, attacchiamo la cresta. Rimaniamo sulla roccia affrontando dei passaggi in arrampicata assolutamente non banali (2+/3-) e spesso esposti. Sicuramente più semplice salire il lenzuolo in neve con picca e ramponi (max 35°) e attaccare la cresta in alto, visto che i passaggi più ostici sono fino a quota 3750m circa. Il "lenzuolo" va abbandonato nei pressi di un canale roccioso attrezzato con una malferma corda fissa, ove è presente un grosso bollo giallo. Finite le rocce la vetta si raggiunge facilmente su neve. Le nuvole nella notte sono sparite come da previsione e ci è stata regalata una giornata indimenticabile. Tantissima gente dalle due normali, solo noi (che strano...) dalla stupenda e ultraselvaggia Zwischbergental. Per primi in vetta oggi. Che viaggio. Una due giorni memorabile con Davide.

Zwischbergenpass e Piz d'Andolla

Il nostro colpo di genio, dormire in cresta!

L'alba dalla cresta

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: / ***** stelle
note su accesso stradale :: Visti due enormi cervi nella notte sulla strada poco sopra Introd
Partiti alle 4.50 da Pont, in vetta alle 9. Veniamo accolti sulla cima da alpinisti francesi (che scendono immediatamente dopo il nostro arrivo) e da sei teutonici che fanno un baccano bestiale e nonostante fossero abbigliati come per una spedizione artica ed equipaggiati manco dovessero fare la Nord dell'Eiger, impiegheranno una vita a scendere. Condizioni super, nessuna traccia di neve fino al Vittorio Emanuele. Sulla morena e sui pendii superiori rigelo ottimo e nessun problema. La picca è rimasta attaccata allo zaino, usati i bastoncini per tutto il tempo. Il ripido nevaio citato da Andrea81 è ancora presente ma con un po' di attenzione si sale e scende senza rischi, si tratta pur sempre di soli 7-8 metri circa. Abbiamo reperito una traccia sulla pietraia che non era così pessima come ce l'aspettavamo, addirittura presente qualche ometto. Venticello gelido che ci accompagna fino a quota 3200 che poi smetterà consentendoci una piacevole sosta in vetta, nonostante il casino di cui sopra. Una volpe socievole si fa avvicinare a quota 2400 allietando così l'interminabile discesa verso Pont. Sviluppo complessivo di 20.6 km. I nostri telefoni dal rifugio alla vetta non hanno mai avuto campo per poter chiamare. Con Meme


La via normale al Granpa

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Sentieri sempre molto chiari e ben tracciati. Ambiente del Parco Avic davvero unico, ogni volta che ci si ritorna, con neve o in versione estiva non delude mai. Oggi le fioriture multicolore erano impressionanti per quantità e bellezza. Posti davvero splendidi. Tanta gente in giro intorno al rif. Barbustel. Siamo arrivati senza nessun problema fino al Gran Lago, per larga parte ancora ghiacciato. S'attraversano alcuni nevai tra le rocce a monte dell'alpe Pisonet ma senza creare disagi. Suggestivo il Gran Lago, sotto il sole si scongelava a vista d'occhio, con tanto di rumore di lastre simil-iceberg che si fratturavano. Dopo la pausa pranzo ho proseguito sul sentiero che costeggia il lago fino ad una baita nuova o ristrutturata. Il sentiero sale al lago Leita e poi, passando qualche grosso nevaio, al colle Medzove che si raggiunge in circa 15-20'. Peccato solo per i panorami su Rosa e Cervino azzerati da nebbie e foschie da calore. Per tutto il giorno si sono alternate nuvole e sole in una giornata che ha ricordato più le Orobie d'estate che la VDA. Con Eleonora bravissima alla sua prima uscita dopo un po'.
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Dopo aver "comodamente" dormito in macchina per ben due ore al Pian delle Gorre alle 3.45 siamo sul sentiero per il rif. Garelli. Prendiamo il bivio in direzione del laghetto del Marguareis. Dal laghetto in breve si attacca il canale. Le condizioni sono ottimali, c'è ancora tanta neve e c'è stato un buon rigelo. Alle 6.40 però una parte del canale è già al sole e la neve effettivamente ne risente. Nessun problema, anche nelle parti più ripide. Salto di roccia non banale sul quale risultano utilissime, se non indispensabili, le corde fisse. Dalla vetta, raggiunta alle 8.10 abbiamo deciso di scendere verso il colle Palù e il colle del Pas. Evitando di scendere nel ripido canale dei Torinesi abbiamo effettuato un anello lunghissimo (calcolare almeno 250m di dislivello in più) ma spettacolare per ambiente e panorami. Dalla vetta panorami estesissimi: Viso, Argentera, Rosa, Cervino e a perdita d'occhio fino al mare, alle Alpi Apuane e la Corsica! Un saluto al simpatico Andrea di Mondovì e alla coppia di genovesi conosciuti in vetta e rivisti per il pranzo al Garelli. Con Davide.
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Parcheggio comodo a Carona, subito prima del divieto d'accesso
Itinerario splendido e appagante. Mettere però in conto l'interminabile avvicinamento da Carona al rif Calvi. Io ho seguito per un tratto la carrozzabile con la MTB, poi sempre sulla strada a piedi e l'ultimo tratto il sentiero estivo che al pari della strada non fa guadagnare quota, estenuante nella sua lunghezza. Dal rifugio scendere al lago Rotondo e costeggiarlo tenendo la sinistra, dove aver attraversato il torrente Brembo ho notato l'indicazione "Poris" su un massone. Poco dopo su resti di valanga si arriva all'attacco del canale. Questi era in condizioni molto buone, discreto rigelo. Si devono superare alcuni tratti con dei simil-crepacci ad inizio conoide, poi seguendo la profonda rigola centrale si arriva in un attimo all'uscita. Canale mai sotto i 40° di pendenza con lunghi tratti a 45° circa. Uscita delicata verso destra per stare lontano dalla cornice ancora presente e stra-marcia. Non aspetta altro che venire giù. Ho cercato invano di aggirare la cornice ma, complice la roccia marcia e il fatto che fossi solo ho lasciato perdere e mi sono accontentato dell'anticima con la croce. Discesa "a vista" verso il Calvi. Io ho individuato una traccia solo per qualche attimo. Ravanando e traversando su nevai ed erba olina sono arrivato al Calvi. Canale in condizione ma ancora per poco. Contesto ambientale super e panorami bellissimi!

Alba al lago Rotondo

Attacco del canale N

Dentro il canale

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Alla vigilia grandi dubbi a causa dello zero termico preannunciato a 3000 m alle 6. La webcam in cima al Grignone (rif.Brioschi) alle 23 mostrava un bel cielo sereno. Sperando in un buon rigelo alle 4.40 sono al Roccoli Lorla. Al Ca' de Legn sono sceso su erba olina e ho raggiunto i primi nevai. Dal canale ho notato che dal Ca' de Legn effettivamente c'è una traccia che scende verso il canale che io non trovavo. Alle 6.30 attacco il canale e si capisce che la neve è, se non perfetta, almeno molto molto buona. Si sale su neve che ha preso acqua nei giorni scorsi a causa di alcuni temporali, quindi spesso ghiacciata. Salgo spedito fino ad un tratto di misto in cui pasticcio un po', mi tolgo dai guai e in qualche modo torno sulla retta via senza danni. Ritrovata la giusta concentrazione guadagno metri fino all'arrivo ad un'altra strozzatura, tengo la sinistra e mi ritrovo circa 60-70 m sotto la vetta. Quest'ultimo tratto risulterà essere il più faticoso a causa della neve non portante. Per le mie capacità e per il ghiaccio presente in tutto il canale ho ritenuto indispensabile avere due picche. Sbuco in cresta alle 8, in un attimo sono in vetta e posso festeggiare. Panorama condizionato dalla foschia ma comunque eccezionale. Discesa con ramponi su vecchie tracce (molto profonde) su neve dura. Alle 10 la vetta era completamente avvolta nelle nubi. Gita in solitaria dedicata a Davide e alle sue mail...

Il canale sale contro la bastionata


[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Cartello strada chiusa a Ballabio al bivio per Morterone, ignorato.
Il Resegone in veste invernale a fine maggio non lo potevamo perdere. Bella gita in una giornata fredda ma splendidamente soleggiata. Vento fastidioso in vetta, che abbiamo raggiunto alle 7.20. Non abbiamo fatto l'anello usando il sentiero 10 per mancanza di tempo. Con Davide



[visualizza gita completa]

Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • Resegone - Punta Cermenati da Morterone (09/02/19)
    Bluemberg via Muotathal (19/01/19)
    Blüemberg (Bluemberg) da Chäppeliberg (19/01/19)
    Arp Vieille (Mont) da Bonne (06/01/19)
    Rottällihorn da Realp (29/12/18)
    Schollenhorn da Splugen (27/12/18)
    Bocon Damon o Punta Giasset dalla strada per Dondena (22/12/18)
    Brushghorn da Wergenstein (15/12/18)
    Breithorn dal Passo del Sempione (18/11/18)
    Bussola (Corno) da Estoul, anello per il Colle Palasina e Punta del Lago (20/10/18)
    Legnone (Monte) dai Roccoli Lorla (13/10/18)
    Adamello (Monte) Via Terzulli dalla Val Miller (05/10/18)
    Bianco (Corno) dalla Val Vogna (29/09/18)
    Cengalo (Pizzo) Via Normale da Bagni del Masino (23/09/18)
    Paramont (Monte) Via Normale da la Joux (15/09/18)
    Benevolo (Rifugio) da Thumel (22/07/18)
    Polluce Versante Ovest (08/07/18)
    Roccia Nera e Gemello del Breithorn da Plateau Rosa (07/07/18)
    Rochefort (Aiguille de) Cresta di Rochefort (01/07/18)
    Gran Paradiso da Pont Valsavarenche per il Rifugio Vittorio Emanuele II (21/06/18)
    Dammastock dall'Hotel Belvedere (16/06/18)
    Grande Aiguille Rousse dal Lago Serrù e il Col d'Oin (10/06/18)
    Ormelune Ovest (Punta) dalla Valgrisenche (02/06/18)
    Valfredda (Punta) dal Ponte d'Almiane (26/05/18)
    Gran Truc da Crò per il versante Nord (18/05/18)
    Tambò (Pizzo) da Montespluga (06/05/18)
    Rebbio (Punta del) o Bortelhorn da Berisal (25/04/18)
    Rutor (Testa del) da Bonne (22/04/18)
    Pfannenstock da Schwarzenbach (14/04/18)
    Sulzfluh da Sankt Antönien (CH), Canalone di camosci (07/04/18)
    Grifone (Punta di) da S.Antonio (02/04/18)
    Carmo di Loano (Monte) da Verzi, anello (01/04/18)
    Chilchalphorn da Hinterrhein (25/03/18)
    Pianchette (Cima) da San Bartolomeo (08/03/18)
    Vigna Vaga (Monte) da Carbonera (16/02/18)
    Lupi (Cima dei) da Tartano (11/02/18)
    Monfandi da Fondo (03/02/18)
    Elgio (Punta d') o Helgenhorn da All'Acqua (28/01/18)
    Gàrdena (Monte) da Fondi (20/01/18)
    Campioncino (Monte) da Schilpario (20/01/18)
    Chili Bielenhorn da Realp (13/01/18)
    Rosetta (Cima della) da Rasura (29/12/17)
    Stotzigen Firsten da Realp (24/12/17)
    Flassin (Mont) da Parcheggio Flassin (23/12/17)
    Poncione di Val Piana da All'Acqua (03/12/17)
    Glatten da Saliboden (18/11/17)
    Arno (Bivacco) da Pila (11/11/17)
    Limidario (Monte) o Gridone da Mergugno (01/11/17)
    Pedum (Cima) da Fondo li Gabbi (28/10/17)
    Torretta (la) da Mont Blanc (22/10/17)
    Gran Lago da Mont Blanc (22/10/17)
    Piz Platta (15/10/17)
    Straciugo (Pizzo) da Pizzanco (24/09/17)
    Grigia (Testa) da Gressoney la Trinitè (03/09/17)
    Lyskamm Occidentale Via Normale dal Rifugio Quintino Sella (27/08/17)
    Arolley (Cima dell') da Pont Valsavarenche (23/07/17)
    Nadelhorn Via Normale della Cresta NE (16/07/17)
    Rochefort (Aiguille de) Cresta di Rochefort (08/07/17)
    Lagginhorn Via Normale della Cresta Ovest (04/07/17)
    Coudrey (Monte) Gatto-Nando (02/07/17)
    Allalinhorn Via Normale dal Mittelallalin (24/06/17)
    Teggiolo (Monte) da Bugliaga (18/06/17)
    Balma-Arietta (Colle) da Campiglia Soana, anello per il Santuario di San Besso (11/06/17)
    Sea Bianca (Punta) da Pralapia (07/05/17)
    Grigna Meridionale o Grignetta da Piani Resinelli per la Cresta Sinigaglia (30/04/17)
    Galisia (Punta) da Thumel per il Rifugio Benevolo (22/04/17)
    Disgrazia (Monte) dall' Alpe di Preda Rossa (14/04/17)
    Artanavaz (Aiguille d') da Planaval (09/04/17)
    Zapporthorn da S. Bernardino (07/04/17)
    Gelé (Mont) da Ruz (17/03/17)
    Olano (Pizzo di) da Rasura (12/03/17)
    Campioncino (Monte) da Schilpario (10/03/17)
    Bolenga (Cima) da Ponte delle Stue per il Passo Cadin o di Fiemme (25/02/17)
    Gross Leckihorn da Realp (18/02/17)
    Rosetta (Cima della) da Rasura (12/02/17)
    Flassin (Mont) da Parcheggio Flassin (25/01/17)
    Mengol (Cima) Mengol Surprise (07/01/17)
    Blumone (Cornone di) da Bazena per il Passo di Val fredda e il versante Nord (29/12/16)
    Entrelor (Testa di) da Bruil per il vallone di Sort e il Col Gollien (28/12/16)
    Madonnino (Monte) Canali Nord (23/12/16)
    Foppa (Monte) Canale Teobaldo (18/12/16)
    Giasson (Becca di) da Surrier (09/12/16)
    Arp Vieille (Mont) da Bonne (04/12/16)
    Banchetta (Monte) da Sestriere Borgata (27/11/16)
    Flassin (Mont) da Parcheggio Flassin (16/11/16)
    Nana (Bec di) o Falconetta da Mandriou (01/11/16)
    Tornello (Pizzo) da Vilmaggiore (30/10/16)
    Faierone (Monte) da Cinzago, anello creste Est-Sud (16/10/16)
    Blanc Giuir dal Lago di Teleccio (29/09/16)
    Grand Assaly Via Normale da La Joux (11/09/16)
    Parrot (Punta) Via Normale, traversata Ovest-Est (28/08/16)
    Zumstein (Punta) Via Normale da Indren (28/08/16)
    Gnifetti (Punta) - Capanna Regina Margherita Via Normale dal Rifugio Gnifetti (28/08/16)
    Colorado River - Phantom Ranch South Kaibab Trail (16/08/16)
    Breithorn Occidentale e Centrale Traversata da Plateau Rosa (24/07/16)
    Su Gorropu (Canyon) dal Passo Ghenna Silana (16/07/16)
    Granta Parei via Normale da Thumel (09/07/16)
    Bishorn e Pointe Burnaby Via Normale da Zinal (03/07/16)
    Giordani (Punta) Via Normale da Indren (26/06/16)
    Lampedusa (isola) Giro lato Ovest (04/06/16)
    Ramière (Punta) o Bric Froid dalla Valle Argentera (21/05/16)
    Calabre (Punta) da Thumel per il Rifugio Benevolo (17/05/16)
    Fourchon (Mont) da Saint Rhemy (04/05/16)
    Costazza (Bec) dalla strada per Dondena (29/04/16)
    Grevon (Piatta di) da Pila (25/04/16)
    Arno (Bivacco) da Pila (25/04/16)
    Salmurano (Monte) da Pescegallo (03/04/16)
    Torretta (la) da Trovinasse (26/03/16)
    Pierre (Punta de la) da Daillet (23/03/16)
    Leissè o Leysser (Punta) da Vetan (20/03/16)
    Grigna Meridionale o Grignetta Canale Pagani (12/03/16)
    Zuccone dei Campelli Canalone dei Camosci (24/01/16)
    Redorta (Pizzo) per il Canalone NO (via del Canalone) (30/12/15)
    Arbola (Punta d') da Alpe Devero (27/12/15)
    Gran Zebru' Via Normale dal Rifugio Pizzini (22/12/15)
    Ferrè (Pizzo) Via Normale da Montespluga (13/12/15)
    Baitone (Corno) da Ponte di Guat (07/12/15)
    Sasso Canale da San Bartolomeo (27/11/15)
    Poris (Pizzo) Canale Nord (22/11/15)
    Coca (Pizzo) da Valbondione (14/11/15)
    Breithorn Occidentale e Centrale Traversata da Plateau Rosa (07/11/15)
    Laurasca (Cima della) da Fondo Li Gabbi (11/10/15)
    Lavina (Torre di) da Campiglia Soana per il Canalino E (20/09/15)
    Ruvi (Monte) da Verthuy per il vallone di Valmeriana e il Colletto Giron (06/09/15)
    Ciamarella (Uja di) Via Normale da Pian della Mussa (29/08/15)
    Faroma (Monte) da Porliod e la Cresta NE (26/07/15)
    Castore Via Normale per il Rifugio Quintino Sella (28/06/15)
    Claro (Pizzo di) da Monti di Maruso (06/06/15)
    Granta Parei via Normale da Thumel (02/06/15)
    Sasso (Cima) da Cicogna (24/05/15)
    Recastello (Pizzo) Canale N (22/04/15)
    Grand Sertz o Gran Serra da Valnontey (12/04/15)
    San Fruttuoso (Abbazia di) da Camogli, traversata Portofino - Santa Margherita Ligure (03/04/15)
    Noeud de la Rayette da Ruz (13/03/15)
    Mombarone (Colma di) da San Giacomo (08/03/15)
    Resegone - Punta Cermenati Canale Comera (03/03/15)
    Leone (Pizzo) da Ronco (08/02/15)
    Torriggia (Monte) da Orasso (01/02/15)
    Aralalta (Monte) e Pizzo Baciamorti da Quindicina (25/01/15)
    Laglio (Poncione di) o Colmegnone da Germanello (11/01/15)
    Camino (Pizzo) da Schilpario (06/01/15)
    Arera (Pizzo) da Plassa per la Via Normale della Cresta SO (02/01/15)
    Gino (Pizzo di) da Revolé (29/12/14)
    Bregagno (Monte) da Monti di Breglia, costone del Bregagno (26/12/14)
    Grigna Settentrionale o Grignone Cresta Piancaformia (20/12/14)
    Fontana Fredda (Punta) da Cheneil (07/12/14)
    Bardan (Monte) da Isola (22/11/14)
    Presolana (Pizzo della) Via Normale dal Passo della Presolana (01/11/14)
    Grigna Meridionale o Grignetta Cresta Segantini (25/10/14)
    Diavolo di Tenda (Pizzo del) da Carona (18/10/14)
    Kurz (Punta) Via Normale dalla Diga di Place Moulin (27/09/14)
    Bishorn e Pointe Burnaby Via Normale da Zinal (21/09/14)
    Gnifetti (Punta) - Capanna Regina Margherita Via Normale dal Rifugio Gnifetti (07/09/14)
    Corno Nero o Schwarzhorn Via Normale da Indren (07/09/14)
    Vincent (Piramide) e Balmenhorn via Normale da Indren (06/09/14)
    Garin (Punta) da Gimillan per il vallone di Grauson e i laghi di Lussert (21/08/14)
    Hjörleifshöfði da Vik i Myrdal (13/08/14)
    Kirkjufell Via Normale (05/08/14)
    Gran Paradiso Via Normale del Rifugio Vittorio Emanuele II (27/07/14)
    Emilius (Monte) da Pila per il Rifugio Arbolle (17/07/14)
    Delago (Torre) spigolo SO - via Piaz (06/07/14)
    Gay (Becca di) Via Normale dalla Diga di Teleccio (21/06/14)
    Grigna Meridionale o Grignetta da Pian dei Resinelli, anello Direttissima-Cecilia, Bocchetta dei Venti (18/05/14)
    Leone (Monte) dal Passo del Sempione (17/05/14)
    Cimone della Bagozza da Schilpario (04/05/14)
    Canzo (Corno Occidentale e Centrale di) da Canzo per la Forcella dei Corni (01/05/14)
    Scalino (Pizzo) dalla Diga di Campo Moro (26/04/14)
    Avic (Monte) traversata versante Nord-Est - cresta Ovest da Villa (13/04/14)
    Chateau Blanc da Planaval (29/03/14)
    Noli (Capo) da Varigotti, traversata (16/03/14)
    Chüebodenhorn da All'Acqua (15/03/14)
    Palasina (Punta) da Estoul (23/02/14)
    Bo Valsesiano (Monte) da Rassa (26/01/14)
    Grigna Meridionale o Grignetta Canale Pagani (12/01/14)
    Pizzetto (Il) da Fontane (06/01/14)
    Tri (Piz) da Loritto (31/12/13)
    Alben (Monte) da Colle di Zambia (14/12/13)
    Tre Signori (Pizzo dei) da Ornica (08/12/13)
    Aralalta (Monte) e Pizzo Baciamorti da Quindicina (08/12/13)
    Chalet de l'Epèe (Rifugio) da Bonne (24/11/13)
    Grigna Settentrionale e Grigna Meridionale da Piani Resinelli, Traversata Alta (11/11/13)
    Monviso Via Normale da Pian del Re (21/09/13)
    Niblè (Monte) Via Normale da Grange della Valle, possibile anello (14/09/13)
    Herbetet (Casolari dell') da Valnontey, anello per Vermiana e Rifugio Vittorio Sella (31/08/13)
    Arcuentu (Monte) dal versante NO (21/08/13)
    Su Gorropu (Canyon) dal Passo Ghenna Silana (15/08/13)
    Ispuligideniè (Cala Mariolu) dal Golgo (12/08/13)
    Goloritze (Cala) dal Golgo (10/08/13)
    Weissmies da Gondo per la Zwischbergental (21/07/13)
    Tresenta (la) da Pont Valsavarenche (13/07/13)
    Gran Lago da Mont Blanc (06/07/13)
    Marguareis (Punta) Canale dei Genovesi (30/06/13)
    Grabiasca (Monte) Canale Nord (23/06/13)
    Legnone (Monte) Canale Ovest (08/06/13)
    Resegone - Punta Cermenati da Morterone per la Cresta Nord (26/05/13)
    Pizzetto (Il) da Fontane (11/05/13)
    Breithorn dal Passo del Sempione (11/05/13)
    Gavin (Bec) da Champdepraz, anello per Alpe Panaz e Vasey (05/05/13)
    Sciguello (Monte) da Sciarborasca, anello (25/04/13)
    Reixa (Monte) e Monte Argentea da Case Soprane, anello (14/04/13)
    Pierre (Pointe de la) da Ozein (01/04/13)
    Montagnaya (Punta di) da Pouillayes (03/03/13)
    Massone (Monte) e Eyehorn da Alpe Loccia, anello (16/02/13)
    Grigna Meridionale o Grignetta Canale Caimi (10/02/13)
    Straolgio (Cimone di) da Fondo Li Gabbi (03/02/13)
    Piana (Cima) o Mont de Panaz da Mont Blanc (26/01/13)
    Meidassa (Monte) da Pian della Regina (05/01/13)
    Bertone Giorgio (Rifugio) da La Saxe (31/12/12)
    Facciabella (Monte) da Mandriou per il Colle di Vascoccia (30/12/12)
    Falinere (Punta) da Cheneil (25/11/12)
    Resegone - Punta Cermenati da Erve, sentiero delle creste (02/11/12)
    Blinnenhorn o Corno Cieco dalla Diga di Morasco (21/10/12)
    Blanche (Tète) da Glacier e il Rifugio Chiarella all'Amianthe (16/09/12)
    Grigna Settentrionale o Grignone dal Passo del Cainallo per la via della Ganda (09/09/12)
    Cinto (Monte) da Haut Asco (22/08/12)
    Anse Georgette da Anse Lazio (13/08/12)
    Morne Trois Freres da Sans Souci (08/08/12)
    Barbeston (Monte) da Veulla per il Colle di Valmeriana (29/07/12)
    Zeda (Monte) da Colle (22/07/12)
    Tersiva (Punta) da Gimillian (12/07/12)
    Bernarda (Testa) da Planpincieux (23/06/12)
    Furggen (Cima del) o Tète de la Forclaz da Cervinia (17/06/12)
    Tre Signori (Pizzo dei) da Pescegallo (10/06/12)
    Fallère (Mont) da Thouraz per il Lago Fallère (03/06/12)
    Zerbion (Monte) da Promiod per la cresta Ovest (26/05/12)
    Pierre (Pointe de la) da Ozein (22/04/12)
    Entrelor (Cima di) da Bruil (01/04/12)
    Petit Tournalin da Cheneil (18/02/12)
    Fetita (Punta) o Falita da Challancin per il Col de Bard (12/02/12)
    Paglietta (Monte) da Prailles (05/02/12)
    Clavalitè (Santuario de la) da Cheneil (14/01/12)
    Grand Tournalin (Cima Sud) e Petit Tournalin da Cheneil (16/10/11)
    Gratton Luciano (Bivacco) da Cretaz (24/07/11)
    Avril (Mont) da Glacier per la Fenetre Durand (10/07/11)
    Glacier (Mont) da Dondena, anello per il Lago Miserin (02/07/11)
    Aran (Becca d') da Cheneil (26/06/11)
    Entrelor (Colle di) da Eaux Rousses, traversata a Rhemes Notre Dame (25/07/10)