attila89


Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
condizioni ghiaccio :: compatto
tipo ghiaccio :: umido
Parcheggio comodo di fianco ai trasformatori della centrale. Salita nel bosco non troppo ravanosa, guardare bene dove si trova la cascata perché la linea non è molto visibile da dentro il bosco.
Salto ben visibile dalla statale.
La cascata si risolve in un unico tiro, utile qualche vite corta. Ghiaccio solido e buona proteggibilità, io sono uscito dal colonnino a sinistra, ma si può passare anche da destra su terreno un po' più appoggiato.
Sosta su solido albero a destra (sostituito il cordone che risalirà al millennio scorso); abbiamo deciso di proseguire in corda corta su pendio poco innevato, salendo fino a quota 1519 per incrociare il sentiero che ci ha riportati nel vallone di Cristove, alla sterrata presso il forte Mutin e quindi alla macchina. La cascata di Rocca Bruna vista da sotto sembra molto bella.
Penso che la cascata sia abbastanza rara di formazione e poco ripetuta. Consigliata agli amatori del ghiaccio effimero della media val Chisone (ogni riferimento a ROSTY è puramente casuale).
Bel giro con Eugenio, che avrebbe dovuto sciare! Panorama bellissimo sulla valle e sul forte di Fenestrelle che si trova proprio di fronte. Grazie per averci creduto.

cascata dalla centrale

Dettaglio dal parcheggio

Prima parte, appoggiata

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Salita molto ludica. Abbiamo attaccato dal tiro più a sinistra (un passaggio molto delicato per andare a destra sotto il tettino, poi continuità fino in sosta); poi bella partenza a destra, con aggancio senza piedi, poi bel ghiaccio molto gradinato; dalle colonne andare dritto, la sosta è appena sopra; poi breve tratto di misto, e quando si aggancia il ghiaccio (superlavorato) il duro è dietro alle spalle!
Calata con una sola doppia da 60 fino alla base. Attenzione, il cordino che collega gli spit è tranciato e molto pericoloso, se ci andate, cambiatelo e collegate i due maillon! (non omologati purtroppo).
Con una super Alice inseguendo i rapidi AleAlby e Renato, che ringrazio per le splendide foto.

Ultimo tiro sul misto

sul ghiaccio si riposa finalmente
Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
Parte in ghiaccio effettuata con un tirone di circa 55 metri. Davvero troppo bucato, sembra un ice park. La colonna tocca appena e non è molto solida, fatto il tiro di dry (4 chiodi), poi ristabilimento delicato per tornare su ghiaccio. Utile una vite corta.
Doppia da sosta a sosta S1 (intermedia del tiro di ghiaccio), quindi a terra con meno di 30 metri di calata.
Dietro ad Alice e Renato, in cordata con AleAlby

Colonna fragilina, abbiamo preferito il tiro di misto
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
condizioni ghiaccio :: poco
Addocchiata da Repentance il giorno prima, andiamo a vedere. La linea era stata già percorsa nei giorni precedenti. Penso ci sia più ghiaccio rispetto al 2013, inoltre in alto deve esserci un bel circo glaciale in alto su ghiaccio vero e spesso.
L1 con poco ghiaccio e sosta a dx; L2 parte delicatino, poi si raggiungono i chiodi con maillon +2 chiodi collegati e diventa più facile; L3 con colonnino caratteristico e placchetta rocciosa delicata, con strettoia; fatto S3 sullo spit singolo a dx in nicchia + un friend 3 (la sosta su cordone blu a sx è molto più comoda ma espostissima a tutto ciò che cade; L4 molto molto bello, ghiaccio con buconi e traverso a sinistra delicato, e passaggio con dulfer. Fatto ancora un tiro, con due tettini, fino ad arrivare ad una caratteristica cavità con dei falli ghiacciati dappertutto.
Ci siamo calati da un colonnone enorme e quindi su spit (sostituito maillon con un maillon omologato a sosta S3, e cambiato il cordino a S2 (che mantiene ancora però un maillon non omologato). Da S2 si arriva a terra con una sola doppia.
Usati pochi friend per tiro, ma li abbiamo usati tutti (da micro a 3). Usato solo un nut per rinforzare la sosta non ad anelli di S1; chiodi utili forse per attrezzare le soste di calata in alto? Abbiamo usato 6 viti di cui 2 corte (meglio averne di più corte!).
L'ho trovata molto divertente e didattica, pochi passi aleatori e con un po' di esperienza ci si protegge molto bene e con sicurezza. Senza i chiodi di S2 richiederebbe un altro ingaggio! Tutti gli altri chiodi non sono (in questo momento e con queste condizioni) necessari.
Se qualcuno salisse con il trapano, sarebbe bello aggiungere uno spit e fare la calata dalla nicchia protetta in S3, invece che dalla sosta a spit+chiodo con cordone blu.
Assolutamente sconsigliato attaccare se si ha una cordata davanti.
Con Davide lo svizzero in cordata, e con i colleghi del gruppo A: Alealby e super Alice.
Il Canale E di emergenza funziona su tutta la cascata.


secondo tiro

Il caratteristico colonnino del terzo tiro
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Avvicinamento in 1h30. Condizioni magre secondo i ripetitori più assidui. Primi due tiri di cavolfiori, solo nel primo c'era un po' di stillicidio. S1 fatta su ghiaccio in una nicchia rocciosa al centro della cascata, protetta da un megacavolfiore. Il terzo è per me un bel palo, si scala alla sinistra; c'erano alcuni buchi per le picche ma rimane sempre da scalare e di pompa. La metà superiore della colonna era trasparente ma spessa, si vedeva l'acqua scorrere sotto. Comunque sembra bella solida.
Da S3 a S4 in salita non bastano per pochissimo le corde di 60 metri, conviene sostare su ghiaccio buono poco prima; stessa cosa sopra, servono due tiri per arrivare alla sosta su masso sul pianoro. I tiri dopo S3 sono un po' anonimi, ma l'uscita sull'"altipiano" di Money, al sole, dopo aver scalato questa colata mitica, è di grande soddisfazione. Tutte le viti messe erano molto buone.
Discesa da blocco in vetta-sosta a sx orografica a spit ai piedi del risalto finale-60 m giusti fino a sosta sopra candelone-sosta alla base del candelone-60 metri con allungamento fino alla base della cascata.
Salita Indimenticabile con Ale "Albi" e Cristiano.
Copertura telefonica sulla via.
Attenzione: le condizioni riguardano la via come percorsa una settimana fa, a fine settimana la cascata colava parecchio.
Un ringraziamento particolare al Gipeto che ha deciso di nidificare altrove!

avvicinamento

Primo tiro, un po' umido

partenza sui cavolfiori del secondo tiro

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Siamo saliti a piedi da Sestriere in circa 1h15. Probabilmente con sci dagli impianti si fa prima.
Ci sono due colate formate, vedere su altox.it per le relazioni: penso sia formata la cascata del principiante (2, circa 20 metri) e la cascata del ghiacciolo gigante (80 metri, 4).
Ottima per didattica e lavoro sulla tecnica. Ghiaccio abbondante e molto buono sul ghiacciolo gigante. Siamo poi scesi con abalakov secca. Frequentazione nulla. Attenzione in caso di nevicate, valutare bene la stabilità dei pendii.
Con Denis (grazie per l'ottima scelta dell'itinerario!) e Steu
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Ghiaccio da bivio per pont Terrible
Noi siamo saliti in sci, effettivamente forse conviene salire a piedi. Bella colonna di circa 20-25 metri, formata quest'anno con un tiretto fino al piedistallo con un bel passaggino tonico boulder-strapiombante su petaloni; poi si sale in una fessura -diedro verso sinistra fino a due terzi della struttura. Poi si passa su muro liscio liscio a destra, e lì diventa molto impegnativa fino ad un tettino, che si aggira a sinistra su frange. Tiro davvero molto bello e vario.
Protezioni molto buone.
Tanta acqua in parte bassa, ma struttura solida in data odierna.
Abbiamo poi sostato su ghiaccio poco dopo la colonna, e siamo poi scesi in doppia con abalakov secco. Forse conviene andare a fare sosta sull'alberello.
Con Poldo che se la tira, giù il cappello per il coraggio di attaccarla! preso un po' di schiaffi a due mani nell'ultimo terzo di cascata.
Campo telefonico TIM con 4g alla base della cascata.

All'attacco

da lì, inizia il duro!

spettacolo, ormai in uscita

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
condizioni ghiaccio :: Duro
tipo ghiaccio :: spesso
quota neve m :: 1500
Avvicinamento in sci in 1h45, la pista è battuta almeno fino a fontana Lendiniere (ultimo tratto con motoslitta). Scalato poi con scarponi da alpinismo.
Oggi percorsa in 4 tiri:
1- abbiamo attaccato nel punto più basso della colata (quindi a destra) con un tiro di circa 50 metri;
2- poi ci siamo spostati a sinistra (nel primo tratto si sentiva molta acqua scorrere sotto, ma il ghiaccio è molto spesso) traversando un po', poi in verticale, sosta sul ghiaccio migliore;
3- poi a destra per andare nel grottino a destra dell'uscita, sostato su ghiaccio, vicino alla sosta a chiodi;
4- traversata a sinistra sul primo colonnino fotogenicoe poi su, sosta su ghiaccio su mammelloni appena oltre la fine della cascata. (tiro corto)
Poi ci siamo calati con due abalakov secche, mi sento di sconsigliare la discesa a piedi visto la grande quantità di neve.
Il ghiaccio oggi era freddo, molto duro in basso; in alto un po' meglio. Alcuni tratti più appoggiati hanno un po' di neve che si sta trasformando in ghiaccio.
Dies Irae e Carpe Diem non sono formate, il paretone del Fauri sembra a posto ma valutare bene i rialzi termici nei versanti al sole!
Con gli sci, discesa rapida in circa 20 minuti, dopo aver raccolto nel canalone sottostante la cascata gli oggetti caduti durante la preparazione e la salita: nell'ordine, il sacchetto delle pelli - un rinvio - e lo scarpone da alpinismo destro.
Con Diego. Grazie a Tex e banda per la traccia, la piazzola enorme costruita appositamente per noi, e per averci concesso la prima stagionale su questa cascata.

dalla strada di fondovalle

la cascata dalla base (foto presa durante la discesa)

primo tiro

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Una bellissima linea che abbiamo studiato e guardato in questo ultimo periodo. Il giorno precedente (venerdì) abbiamo salito il primo tiro, poi non ci siamo fidati ad attaccare nel secondo. Sabato invece siamo partiti caldi, il primo tiro (ghiaccio sottile) è cresciuto circa due-tre centimetri in spessore, quindi le viti corte sono entrate completamente. Sostato tutto a destra su ghiaccio un po' giallastro.
Poi il secondo tiro, si sale su una spessa crosta da rigelo a sinistra fino ad entrare in un "grottino" tra le due colonne che si sono formate quest'anno. Entrambe quest'anno toccano la base, quella a destra è più grossa ma ha frange strapiombanti. Quindi sono salto tra le due colonne, mettendo delle viti a bomba su una linea di ghiaccio incollata alla roccia nel grottino tra le due colonne; poi sono salito in opposizione con picche sul colonnino di sinistra e schiena su colonna di destra (di cui qualche grossa frangia ogni tanto si staccava se colpita con il casco); poi mi sono sporto sul velo verticale, bello liscio ma con un piedino provvidenziale per poter fare il passaggio in traverso. Poi la parte verticale è davvero corta.
Sosta ottima su ghiaccio alla fine della colonna; poi abbiamo continuato seguendo la rampa a destra, con qualche passaggio verticale e ghiaccio un po' in degrado dopo il primo passaggio. In questo tiro ho usato un friend 0.4 per proteggermi su un masso incastrato dal ghiaccio. Ci siamo fermati prima del nevaio, in modo da poter scendere su un sicuro abalakov secco (una sola calata).
Temperature di poco sopra lo zero, poca acqua colava dalla colonna destra, la sinistra era praticamente secca.
Occhio ad eventuali sbalzi di temperature (positivi e negativi). Non abbiamo trovato soste in posto; è stato incredibile vedere quanto è cresciuta la cascata in una sola notte, rendendo la salita più sicura.
Con Diego supermotivato frequentatore del Pian della Regina!


Recuperando Diego dal secondo tiro

ottima sosta su ghiaccio sopra al colonnino

arrivo dal terzo tiro, più ghiaccio di quello che sembrerebbe guardando da sotto

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
Bel tiretto, che forse si sta degradando un po' rispetto alla relazione precedente. La parte mista iniziale è facilotta, però un po' esposta (ho protetto con 2 friend + clessidra di ghiaccio in discioglimento), è indispensabile piantare le piccozze nelle teppe d'erba. Poi sul ghiaccio ci si protegge bene. Usciti dal verticale, la sosta si trova leggermente a destra sotto un tettino in una nicchia (presente moschettone di calata, possibile quindi fare moulinette).
Abbastanza comodo l'accesso a piedi, bella opzione in questi tempi magri di ghiaccio in zona. Discreto affollamento (almeno 6 persone) all'anfiteatro di pian della Regina, poco o nulla di formato in zona.
Presente campo telefonico tim con 4g!
Con Diego.
Grazie agli Alberti e a Ivan per le tracce sul ghiaccio!

avvicinamento

Fluorescenza in azione
Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • mostra tutte
  • Bric Maria o della centrale (Cascata) (25/01/20)
    Valnontey Sentinel Ice (Cascata) (17/01/20)
    La Favola di Alice (Cascata) (17/01/20)
    Sogno di Uno Gnomo (Cascata) (16/01/20)
    Valnontey Repentance Super (Cascata) (15/01/20)
    Chisonetto (Vallone del) Ghiacciolo Gigante (Cascata) (11/01/20)
    Valle Argentera Very Nice (Cascata) (10/01/20)
    Rouit (Cascatone del) (05/01/20)
    Pian Regina (Bastionata di) Le Lacrime di Lulu (Cascata) (04/01/20)
    Granè (Monte) G-spot (03/01/20)
    Platasse (Monte, Cascata del) (26/01/19)
    Valle Argentera Coboldo Caustico (Cascata) (06/01/19)
    Rio Pelvo (Cascatone del) (06/01/19)
    Rouit (Cascatone del) (02/01/19)
    Valle Argentera Boucher (Cascata del) (29/12/18)
    Sigar Horror (Cascata) (05/02/18)
    Ciampa (Cascata del) (03/02/18)
    Valnoney Monday Money (Cascata) (28/01/18)
    Sodoma (Cascata) (27/01/18)
    Dancing Fall (Cascata) (20/01/18)
    Les Formes du Chaos (Cascata) (19/01/18)
    Sombre Heros (Cascata) (19/01/18)
    Phantasme (Cascata) (29/01/17)
    Val Chisone Rocca Bruna (Cascata) (31/12/16)
    Rio Faurì (Paretone di) - Val Troncea (06/12/16)
    Ice Bille (27/02/16)
    Impatience (Cascata) (23/01/16)
    Les Larmes de Nicodeme (Cascata) (23/01/16)
    Happy Together (17/01/16)
    Ice Pocalypse (Cascata) (17/01/16)
    Rouit (Cascatone del) (03/01/16)
    Ghicet di Destra (Cascata) (31/12/15)
    Brusà (Punta) Couloir Est (26/12/15)
    Grand Laus (Cascade du) (13/12/15)
    Valle Argentera Boucher (Cascata del) (07/03/15)
    Rio Pelvo (Cascatone del) (07/03/15)
    Praly (Cascata di) (05/01/11)
    Balma Fiorant (Cascata) (04/01/11)
    Radiografia stalattitica (02/01/11)
    Mirabuc (Cascata di) (02/01/11)
    Gole del Brunel (Cascata) (22/12/10)
    Rochemolles (Cascata di) (05/12/10)
    Martinet (Anfiteatro del) Martinet Originale (Cascata) (03/12/10)