attila89


Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
condizioni ghiaccio :: buono
tipo ghiaccio :: duro
note su accesso stradale :: divieto di transito a partire da Pont Terrible
Una salita carina, utile per fare un po' di aerobica in questo strano inverno senza scialpinismo. Accesso rapido (pochissima neve!), discesa sicura, condizioni ottime per questo tipo di salite.
Le uniche difficoltà si incontrano nell'unico tratto in ghiaccio di una quarantina di metri, con inizio bello verticale e fine in ghiaccio duro. Condizioni del risalto ottime.
Abbiamo deciso di scendere dalla scialpinistica al Gran Roc, un tratto un po' balordo sotto al colletto 2850 tra punta Brusà e Gran Roc, ed attenzione alla strettoia in basso (consigliabile guardare bene la cartina 1:25000, e-o averla percorsa a sci). Con queste condizioni nivologiche si scende benissimo senza ramponi (si pesta comunque neve fino ai 2000 metri) e senza pericoli oggettivi.

Con Titty, freddino al mattino, ma al sole usciti dal couloir sembrava estate. Se questo tipo di salite interessano, conviene sfruttare le condizioni.
Grazie a Bill e Mark per le tracce di salita, hanno aiutato nelle poche zone di neve sfondosa.

il primo tratto verticale

sul tratto in ghiaccio duro

poco dopo l'uscita del couloir

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
condizioni ghiaccio :: ok
tipo ghiaccio :: duro. pochi metri di sorbetto
note su accesso stradale :: ottimo , fino ar rifugio Cézanne la strada è aperta
Con la strada aperta, non abbiamo saputo resistere e non abbiamo nemmeno trovato la folla che ci attendavamo ( due cordate dietro di noi).
Forse più facile del solito, ad inizio secondo tiro un muretto verticale di 5 metri, poi bellissimo il muro di 60 metri e il tiretto finale scenografico. Ghiaccio abbastanza duro, poco sorbetto. Ghiaccio solido e ben proteggibile. Sosta per la calata: per raggiungerla, qualche metro (facile) da disarrampicare per raggiungerla.
"Dream team" con lo stiloso titti ed il taglialegna trilly
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
condizioni ghiaccio :: ottimo a destra, molto liquido a sinistra
tipo ghiaccio :: duro plastico
note su accesso stradale :: strada chiusa a pont terrible
Saliamo dopo la cascata del Boucher: da sotto sembra bucata, invece salendo alla base ci convinciamo che la parte a destra è salibile. Un tiro di 45 metri sull'estrema destra su ghiaccio ottimo 100%, sosta sotto la colonna su ghiaccio; poi muro verticale (occhio frattura orizzontale larga 5 cm su tutto il muro!) e tiro lungo per uscire su ottima sosta a spit (3 spit) su lato destro,non si arriva in fondo (2 doppie su spit).
La parte sinistra é completamente fragile ed acquosa. Non so quanto possa ancora durare.
Ghiaccio ottimo su ogni metro dei due tiri. Veri gioielini in valle Argentera!
Con Trilly "Ghedina"

preparando la sosta del primo tiro

uscita secondo tiro
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
condizioni ghiaccio :: ottimo
tipo ghiaccio :: plastico
note su accesso stradale :: strada chiusa a pont terrible
ottime condizioni, abbiamo salito l'affare in quattro tiri, il primo a sinistra per cercare un po' il diritto (ottimi appoggi per i piedi, ben proteggibile), sosta su ghiaccio nei pressi della nicchia di sinistra; poi colonna e sosta su ghiaccio, poi dritto verso destra con sosta su alberelli, e corta uscita per raggiungere un pino con cordoni da cui si scende con tre doppie.
Ghiaccio ottimo in generale, qualche crosta, non bagnato, ottimi appoggi per piedi e varie possibilità di salita.
Saliti con sci in 1h45, grazie a tracce di ciaspolatori; poi concatenato verso la cascata di rio Pelvo

Non freddo, ma comunque sotto zero. Accesso con tracce di valanghe dovute al caldo (nulla sceso oggi).

L'altro volto è ancora su; l'ultimo tiro di Coboldo non è formato (vedi foto)
Con Trilly "Ghedina" in sci e scarponi

avvicinamento

Coboldo, caustico solo a metà

Boucher

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Carina, comodo avvicinamento, buone condizioni.
Trovato secchiello al secondo tiro, se qualcuno l'ha perso, mi contatti.
Da non sottovalutare il muro centrale, all'uscita per sostare a sx c'è un cordone blu intorno ad un mazzo di arbusti abbastanza recente.
All'uscita, al contrario delle altre due cordate presenti che hanno deciso di scendere in doppia, abbiamo visto le tracce di Bill e Dario, che ringrazio e saluto, ma abbiamo preferito seguire orme di ungulati a destra, secondo relazione: traverso-discesa di 30 metri in grande canale-traverso abbastanza lungo su pendii diruposi- discesa su bosco e comodi prati: abbastanza agevole, panoramica, e più rapida delle doppie.


Giornata finita sui tre tiri di "tre ponti", più in basso nella valle, carina.
Con Luca
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
ghiaccio spaccoso, a parte il terzo tiro, dove è bello morbido e bagnato.
buone condizioni, oggi solo un'altra cordata di brianzoli davanti a noi, ma è molto scalinata.
Oggi niente corsa contro il sole...
Dopo, invece del classico giro all'ice park, siamo andati a Rio Roc, due tiri belli lunghi, molto divertenti, avvicinamento nullo. Molta acqua, ma evitabile.
con Luca.
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
ottime condizioni, ultimo tiro fatto al sole.
Siamo scesi a piedi per non lapidare la cordata dietro di noi, tenendo la destra dall'uscita.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
condizioni ghiaccio :: scarso uscita
tipo ghiaccio :: candela plastica
quota neve m :: 500
Il candelozzo vale la pena, poi qualche metro di riposo; l'uscita sulla dx è un po' precaria per scarso ghiaccio, si fa un traversino corto ma abbastanza psicologico, ma ormai è stato "bonificato" da tutte le stalattiti che pendevano sulla testa: buon "ravanage".
chiodatura buona.
Alla sommità non c'è sosta o cordoni, ma buoni alberi; si torna alla base andando a sx e prendendo il sentiero che scende.
Anche la variante iniziale a destra è in buone condizioni, forse ghiaccio un po' più secco.


con Luca
Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
note su accesso stradale :: termiche
quota neve m :: 500
salito la prima (fino al pino) e la seconda cascata del Brunel (sosta su ghiaccio e calata su alberelli) e "ciao Marco", ghiaccio a cavolfiori verso la fine e uscita con placca fangosa.
quella di fondo è un fiume in piena, e radiografia stalattitica ha un'esile uscita a destra, poche stalattiti.
(vedi foto per condizioni).
Poca neve, massimo 5 cm!
con Luca e Andrea

prima cascata del Brunel

seconda cascata del brunel, in secondo piano "ciao Marco"

uscita della seconda cascata

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
note su accesso stradale :: catene o 4x4
ghiaccio a sufficienza per questo mini-Supercouloir! Bel regalo di compleanno!
Due accessi possibili: o si guada (ci va coraggio), o si fa il giro salendo da Rochemolles (prima soluzione consigliabile al ritorno).
La prima sosta a spit nuovi sulla destra può essere evitata per raggiungerne una bruttina sulla sx più in alto, poi tiri sempre lunghi.
aggiungo due foto, prima che la mia macchina foto mi lasciasse...
oggi gran compagnia! e Stoico Matte!

Stefano ci sorpassa

Andre partenza terzo tiro nella neve

terzo tiro

[visualizza gita completa]