albert61


Le mie gite su gulliver

Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Farinosa ventata
neve (parte inferiore gita) :: Farinosa pesante
note su accesso stradale :: strada pulita
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
strada chiusa un centinaio di metri dopo Rhemes Notre Dame, cosa che allunga un pò il percorso.
traccia presente fino al Rifugio Benevolo, io ho preferito salire e scendere sulla sinistra per evitare di scavalcare numerose slavine cadute sulla strada.
Dal rifugio si intravedeva solo ogni tanto una vecchia traccia ricoperta dalla neve fresca per cui ho dovuto tracciare per intero.
A dire il vero però non si affondava più di 10 cm e ogni tanto per l'azione del vento tratti di neve dura
Non ho usato i rampant anche se in alcuni tratti avrei preferito averli sotto gli sci
Negli ultimi 100 metri sotto la cima traccia fatta dal versante francese
Neve discreta su tutto il percorso con presenza ben visibile nella neve fresca appena caduta di sabbia rossa.





comitato di accoglienza poco sotto il rifugio Benevolo

un pò di nuvole al mattino

la Granta Parei

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Farinosa
neve (parte inferiore gita) :: Primaverile/Trasformata
note su accesso stradale :: strada pulita
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
la poca neve caduta pochi giorni fa ormai è consumata dai tanti passaggi con gli sci, le racchette e ormai visto la neve compatta anche a piedi.
una volta superato il viadotto del tunnel abbiamo preferito seguire la strada fino a Fonteinte e da qui in breve a Montagna Baus dove il socio si è fermato.
Io ho proseguito fino al Colle di Fonteinte su comoda traccia
Prima parte di discesa su 10 cm di neve fresca su fondo duro poi un pò di tutto: dalla neve ventata alla primaverile


il Pain de Sucre da appena sotto il viadotto del traforo

lungo la strada, alle spalle il Colle di Saint Rhemy

arrivando a Fonteinte si vede il Colle del G.S. Bernardo

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: Farinosa ventata
neve (parte inferiore gita) :: Farinosa
note su accesso stradale :: strada pulita
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
primo tratto con numerose valanghe che ostacolano il cammino
superato questo tratto la neve fresca caduta da poco è un pò ventata ma senza croste dure
sul ghiacciaio splendida neve
eliski in azione al Colle del Rutor ma oggi hanno risparmiato il ghiacciaio dello Chateau Blanc
neve assai dura per arrivare al colletto sotto la cima, ho faticato un pò anche con i coltelli
bella discesa a patto di stare nelle zone dove il vento non aveva portato via la neve fresca
i tratti svalangati si possono aggirare salvo brevi tratti
oggi nessuno in giro ma diverse tracce pre nevicata
fino all'alpeggio dell'Orfeuille già presente una traccia recente che però continuava lungo i ripidi pendii sulla destra salendo
io ho preferito tracciare nel pendio sotto la Becca di Cerè


le luci del villaggio di Planaval e più lontano quelle di Aosta

fredda nuvoletta su Chateau Blanc e Doravidi

bella neve sul ghiacciaio

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Farinosa ventata
neve (parte inferiore gita) :: Primaverile/Trasformata
note su accesso stradale :: strada pulita
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
ottime condizioni su tutto il percorso
anche la strada poderale per ora è ancora ben coperta a parte alcune brevissimi tratti
ottima traccia fin sotto il pendio finale dove proseguiva verso il colletto e poi per cresta
io ho preferito salire il pendio ad est con ottima neve senza dover utilizzare i coltelli
dall'anticima ramponi ai piedi per salire sulla punta più alta
bella discesa sui primi ripidi pendii poi neve ti tutti i tipi ma sempre ben sciabile
anche in basso viste le nuvole che erano arrivate al momento della mia discesa la neve non aveva smollato quasi per niente
oggi solo soletto su questa cima


la strada poderale ancora ben coperta

Mont Fallere (a sinistra) e Mont D'Arsy

Mont d'Arsy

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Crosta da vento/Sastrugi
neve (parte inferiore gita) :: Primaverile/Trasformata
note su accesso stradale :: strada pulita
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
poche decine di metri a piedi sopra l'ultimo villaggio fino a raggiungere la strada poderale per ora quasi tutta coperta a parte alcuni brevissimi tratti
comoda traccia nel bosco dove si trova ancora qualche tratto di neve farinosa risparmiata dal vento
decidiamo di non salire alla punta di Metz ma di seguire la traccia presente fino all'alpe omonima
da qui neve primaverile nel primo tratto al sole poi spostandosi sotto il colle tra la Punta di Metz e Chaligne neve ventata ma con un buon grip, usato i coltelli per precauzioni visti alcuni tratti piuttosto ripidi.
Sotto il colle presente una vecchia traccia in rilievo e da qui comodamente in cima.
Discesa su neve ventata nella prima parte ma cercando le zone più lisce neve più che discreta.
Al di sotto spostandosi sulla sinistra scendendo neve primaverile fino all'alpe di Metz, nel bosco perfino alcuni brevi trati di neve farinosa, più in basso ancora primaverile, infine strada per tornare a Thouraz quasi tutta coperta .

la strada poderale sopra Thouraz con la neve che per ora resiste ancora

dal primo alpeggio tutto ben coperto

nel bosco dove sono presenti alcuni tratti di neve farinosa

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Crosta da vento/Sastrugi
neve (parte inferiore gita) :: Primaverile/Trasformata
note su accesso stradale :: strada pulita
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
primi 150 metri di dislivello saliti a piedi per quasi totale assenza di neve.
poi neve continua fino in vetta anche se il vento in alcuni tratti ne ha lasciata davvero poca.
dalla cima del Saron seguito la cresta parte a piedi (con i ramponi) e parte con gli sci ai piedi.
ultimi metri seguita traccia che saliva da Chatelair.
in discesa parte su neve ventata parte su neve primaverile ma sempre ben sciabile.
10 minuti a piedi per tornare all'auto ma se continuano le temperature attuali non durerà a lungo

condizioni attuali Mont Saron

salendo uno sguardo verso il vallone d'Arsy con il Fallere in cima

ora c'è da superare il bosco

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Crosta da vento/Sastrugi
neve (parte inferiore gita) :: Primaverile/Trasformata
note su accesso stradale :: strada pulita
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
neve un pò troppo dura per i miei gusti
il vento da queste parti si è dato parecchio da fare
giornata bellissima e freddina
non sono salito sulla cima più alta, ho lasciato gli sci al colle ed ho continuato lungo la cresta fino ad un roccione che sbarrava il percorso
discesa sotto il colle con molta precauzione, passaggio per salire al pendio superiore con la neve appena sufficiente per gli sci
panorama fantastico verso il Monte Bianco
altri scialpinisti verso l'anticima del Golliaz e al Col des Ceingles già tracciati in precedenza

la luna illumina il percorso

arriva il giorno

Colle di St Rhemy

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Crosta da vento/Sastrugi
neve (parte inferiore gita) :: Primaverile/Trasformata
note su accesso stradale :: strada pulita
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
invece che da Prailles partiti da Eternod sci ai piedi.
totale assenza di vento e caldo primaverile
scesi dal versante di Menouve con neve ventata in alto, qualche residuo di farina nel bosco ricoperta però da un'infinità di rami e ramettini per la furia del vento dei giorni passati.
arrivati comunque sci ai piedi fino ad Eternod
contavo in una neve migliore nel bosco, ci vorrebbe una nuova nevicata

baite sopra Eternod, qui la neve è quasi completamente trasformata

anche fuori dal bosco neve portante

valletta prima della cima, sullo sfondo la cima di Barasson

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Farinosa ventata
neve (parte inferiore gita) :: Farinosa
note su accesso stradale :: strada pulita
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
buone condizioni su tutto il percorso
nessuna traccia dopo il lago di Chamolé, oggi tutti alla Becca di Nona
discesa dal colle verso Arbolle con un pò di crosta nel primo tratto, al rientro ho preferito salire a piedi
giornata fantastica e condizioni della neve molto meglio del previsto
fatico salire la cresta dopo il Colle dei Cappuccini, per il caldo fastidioso zoccolo sotto i ramponi
panorama dalla vetta grandioso vista la giornata limpida

prime luci salendo al Colle di Chamolé

vallone di Arbolle con la Punta Garin sullo sfondo

il rifugio di Arbolle

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Crosta da vento/Sastrugi
neve (parte inferiore gita) :: Primaverile/Trasformata
note su accesso stradale :: strada pulita
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
partito da Eternod sci ai piedi
neve continua da subito e tutta ben assestata anche nei pendii più ripidi
in alto da queste parti vento furibondo
ho dovuto lottare contro le raffiche per salire a piedi l'ultima cresta
discesa su neve ventata di tutti i tipi, in basso anche qualche tratto di neve trasformata

condizioni in basso

vallone di salita

vento fortissimo sull'ultima crestina

[visualizza gita completa]

Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • mostra tutte
  • Entrelor (Cima di) da Bruil (08/03/20)
    Serena (Col) quota 2709 m NO da Mottes (07/03/20)
    Fana (Croce di) da Fonteil (06/03/20)
    Gran Rossa dalla strada per Dondena (03/03/20)
    Flassin (Mont) da Parcheggio Flassin (28/02/20)
    Fallère (Mont) da Vetan (27/02/20)
    Chaleby (Col) quota 2695 m da Lignan (25/02/20)
    Tsaat a l'Etsena da Prayon per il Colle di Fana (24/02/20)
    Gran Paradiso da Pravieux per il Rifugio Chabod (22/02/20)
    Vertosan (Mont) da Vetan per il Col Fenetre (20/02/20)
    Noeud de la Rayette da Ruz (18/02/20)
    Breithorn Occidentale da Cervinia (15/02/20)
    Leissè o Leysser (Punta) da Vetan (14/02/20)
    Laures (Punta di) da Gimillian (12/02/20)
    Nona (Becca di) da Pila (08/02/20)
    Leissè o Leysser (Punta) da Vetan (06/02/20)
    Sigaro (il) quota 2820 m da Valgrisenche (05/02/20)
    Mare Percia da Pont Valsavarenche (27/01/20)
    Galisia (Punta) da Thumel per il Rifugio Benevolo (25/01/20)
    Fonteinte (Tète de) da Saint Rhemy (23/01/20)
    Chateau Blanc da Planaval (21/01/20)
    Arsy o Ars (Mont d') da Thouraz (17/01/20)
    Chaligne (Punta) e Punta Metz da Thouraz, anello (16/01/20)
    Crou de Bleintse (Monte) da Bruson per il Mont Saron (14/01/20)
    Grand Golliaz da Saint Rhemy per il Versante SE (11/01/20)
    Paglietta (Monte) da Prailles (09/01/20)
    Emilius (Monte) da Pila (06/01/20)
    Barasson (Punta) da Eternon (04/01/20)
    Grande Rochere da Mottes (02/01/20)
    Valletta (Punta) da Cerisey (01/01/20)
    Flassin (Mont) da Parcheggio Flassin (30/12/19)
    Vertosan (Mont) da Parcheggio Flassin (30/12/19)
    Vertosan (Monte Rosso di) da Vetan (28/12/19)
    Fallère (Mont) da Thouraz (26/12/19)
    Chaligne (Punta) da Plan d'Avie (21/12/19)
    Zerbion (Monte) da Promiod (16/12/19)
    Paglietta (Monte) da Prailles (15/12/19)
    Viou (Becca di) e Mont Mary da Blavy (12/12/19)
    Crevacol (Testa di) da Mottes (08/12/19)
    Rutor (Testa del) da Bonne (07/12/19)