Vassili82


Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
Una giornata particolare...tutto è cominciato con un mio leggero ritardo nel passare a prendere Chiara, solo 5 minuti, ma per la prima volta in vita mia, partendo da casa sua dopo pochi km si è accorta di aver dimenticato gli occhiali da sole, ok torniamo indietro...giunti al luogo di incontro con Renzo, sempre con i 5 minuti di ritardo, si parte in direzione del Rif.Barbara, ma parlando e scherzando in macchina ci "voliamo" il bivio a sx per il Barbara e giunti quasi a Villanova c'è ne accorgiamo, e torniamo indietro...giunti al Barbara si parte direzione Cianai di Coi, dopo una lunga diagonale a sx e dopo aver attraversato un canalone dovrebbe esserci indicazione di vernice al bivio per salire al canale, non trovandola e pensando che fosse più avanti finiamo sotto il Manzol, forse c'è qualcosa che non quadra, siam troppo avanti, così decidiamo di tagliare e salire su dritto con un lungo traverso per non tornare indietro...finiamo in una zona molto ripida per lo più costituita da erba bagnata e terra molliccia che si smuove sotto i piedi, per nulla sicuro salire di qui, non si riesce neanche ad arrampicare per le rocce affioranti che instabili rimangono in mano, decidiamo di ripiegare e tornare sui nostri passi tagliando più in basso... finalmente arriviamo alla base del canale, ok si sale, il canale abbastanza ripido, nella prima ed ultima parte è abbastanza buono, ma la parte centrale è "marcio" e si smuove un po' tutto, fare molta attenzione a non far rotolare le pietre in testa su chi segue...giunti al colle (la salita si sente) ormai è ora di pranzare, dopo di che Renzo va a dare un'occhiata alla cresta, (dove i passaggi non saranno troppo difficili ma l'esposizione è notevole e se si volesse stare sul filo le difficoltà aumentano, non è assolutamente da sottovalutare a vederla così), ma le rocce fredde e ancora umide delle piogge della sera prima non sono il massimo, in oltre stannno arrivando le nebbie , così all'unisono decidiamo che la traversata per cresta sarà per un 'altra volta...scendiamo dal canalone facendo attenzione al tratto franoso (forse per le precedenti pioggie), arriviamo alla base del canale che le nebbie ci avvolgono, col senno di poi abbiamo fatto propio bene a non salire per cresta, però dobbiamo cercare di riiprendere il sentiero di discesa ma con la nebbia non è propio così facile, cosi tra sali e scendi, vai avanti torna indietro, "ravana da si e ravana da la" riusciamo a trovare degli "ometti" che ci guideranno fino al Barbara... adesso possiamo concedrci una sosta al rifugio...ma non è ancora finita qui perchè partendo in macchina ci troviamo una coda a passo di lumaca, o meglio a passo di mucca per via dei pastori con le loro mandrie per la transumanza, ed è così che ci attendeva una lunga discesa anche in macchina...ma la nostra giornata particolare, nonostante non abbiamo compiuto la traversata programmata, è stata comunque piacevole, non sempre si riesce ad arrivare in punta in montagna, per i più svariati motivi, ma quello che conta è il "sentimento che legga i compagni di salita, io trovo che in montagna si provano delle sensazioni di fiducia e stima tra amici che "giù" nel "pantano" delle città, ed in quella che noi esseri umani chiamiamo civiltà non si trovano quasi più e sono un lontano ricordo del tempo che fù...

l'Agugliassa.

il canale visto dal colle

parte iniziale della cresta

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
Era da un po' di tempo che non dedicavo una domencia ad una gita tranquilla, così ho contattato Stefano ed Isabella, era dalle mie prime uscite di sci alpinismo di marzo ( o meglio dalle mie prime e tante cadute di una lunga serie in neve fresca poichè erano le prime volte che i miei piedi indossavano un paio di sci, mai visti prima in vita loro) che non li vedevo, ed insieme ad altri due amici Paolo e Samantha e a Chiara (my girl-friend) siam partiti per la Meidassa. In discesa abbiamo optato per una variante attraversando il Buco di Viso e risaliti per il Colle delle Traversette, dove approfittando di una pausa dei miei amici sono andato in esplorazione di un primo tratto della cresta sud della Punta delle Traversette che sembra offrire un arrampicata interressante ed aerea, da mettere in programma per il futuro portandosi corda e fettucce. La giornata è trascorsa in allegria, mentre una risata tirava l'altra con il sole che ci accompagnava, conclusasi con una merenda a Paesana a base di zabaione e biscotti per i miei amici e di birra ed acciughe al verde per me.

autoscatto in cima

un folto numero di amici....

un'altro folto numero di amici affamato

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Era da un po' che pensavo alla Meja,ma è sempre stata rinviata,con tutte le montagne che ci sono da salire diventa difficile scegliere...Oggi ho avuto questa possibilità,i miei primi compagni di salite,che per un po' di tempo avevano staccato con la montagna,ora hanno ripreso a salire,ed io ho colto l'occasione per condividere una giornata con loro e coinvolgerli in una salita non difficile ma che sa tener alto il morale.Dovendo tornare nel primo pomeriggio ho optato per la salita dal colle Valcavera con pochi metri di dislivello.Alla mattina si parte presto in macchina e giungiamo al colle d'Esischie che soppraggiunge l'alba.Lasciata l'auto alla casermetta poco dopo il colle Valcavera ci si incammina verso il colle d'Ancoccia dove ci appare lei:Rocca la Meja.Da qui si prende un sentiero mezza costa a dx che sale verso il colletto della Meja.I primi due spuntoni si aggirano a sx e si attacca dopo in un diedrino,e da qui si segue la cresta,seguire gli ometti che si trovano,fino al ricongiungimento con la normale,da qui saliti per il canale della normale fino in vetta,solo noi siamo saliti dalla cresta sud-est,in vetta affollamento di salitori dalla normale,tra cui un simpaticissimo signore con la maglia verde di un club dell'Harley Davidson.La via non è difficile, ho portato un po'troppa attrezzatura ma avevo poche recensioni:qualcuna di persone salite tutto in conserva,altri si erano assicurati in più punti nel dubbio si porta qualcosa in più,noi siamo saliti in conserva,ci sono 2 o 3 punti un po' più esposti da far attenzione dove ho preferito fare delle assicurazioni,fare attenzione nell'attraversare una cengetta,e a scendere due gendarmi.In oltre prestare attenzione a non smuovere troppe pietre in qualche punto sono veramente instabili.La salita è proceduta bene ,non abbiamo corso,a volte fa anche bene salire con un po' più di calma e godersi al meglio la giornata con due vecchi amici,e vederli sorridere durante l'ascesa e quello che più ti ripaga della fatica della salita in montagna.

All'alba al colle DEsischie prima del colle Valcavera

dal colle di Ancoccia ecco che appare....

Marco e Stefano al colletto della Meja

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Questa è la mia prima inserzione su Gulliver ma non di certo la mia prima salita;questa domenica io,Chiara (la mia ragazza),Renzo e Nadia abbiamo salito questa divertente via per niente difficile poichè per chi vuole si possono aggirare tutti gli ostacoli;questa salita va a seguito di altre classiche precedentemente salite come la Dumontel dell'Orsiera,l'accademica del Buciè,la Gastaldi,ecc.Un ringraziamento a Chiara ottima compagna di vita e salite,a Nadia e a Renzo sempre ottimi compagni di salite riscoperti da poco,perchè le montagne oltre che per la "via" si salgono per la compagnia.

sviluppo della via

Renzo in cresta

1° torrione

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Questa è la mia terza volta sul Monviso dalla via normale,e tutte le volte lo sempre salito bivaccando in tenda vicino al lago dopo il Quintino Sella, con l'unica differenza che questa volta c'era anche la mia ragazza.Partiti dal Pian del Re nel sabato pomeriggio, dopo una mattinata passata al lavoro (con sveglia alle 4:30),siamo saliti fino al al lago dopo il rifugio,sotto il peso notevole del mio zaino che portava tutto il materiale da bivacco (tenda,saccopelo,fornello,cibarie ecc),più la corda che può sempre tornar utile.Mentre salivamo al rifugio abbiamo incontrato Oliviero Bellinzani (che scendeva dopo essere salito in vetta) l'alpinista che senza una gamba ha salito il Gran Capucin, Dente del Gigante, Cervino e altre ancora, è questo dimostra che nella vita bisogna sempre guardare avanti senza scoraggiarsi quando le avversità ci piombano addosso,una persona da ammirare.Giunti al lago abbiamo preparato il campo e la cena.Il mattino seguente sveglia alle 3:00,preparato colazione,vestiti,e per le 4:00 partenza verso il Passo delle Sagnette sotto la luce delle frontali.La salita al Passo, dopo la frana che ha modificato il percorso, ha dei tratti abbastanza ripidi ma ben attrezzati con catene utili in discesa.La via è pulita,solito nevaio dopo il Bivacco Andreotti, e da qui la salita diventa più divertente,mi son permesso di fare anche qualche variante alla via normale cercando qualche passaggio più carino.In 5 ore eravamo in vetta, sempre abbastanza affollata, e dopo un rapido pranzo e uno sguardo al panorama, abbiamo inziato a scendere, questa è una delle fasi più delicate perchè può soppraggiungere la stanchezza e in oltre si incrociano ancora molte persone che salgono e in qulche tratto le pietre si smuovono facilmente, e poi la discesa è lunga fino al Pian del Re.Due Giornate stupende trascorse sul Monviso con Chiara.

pronti per partire

in salita

c'è coda

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
Saliti dal Pian del Re fino al Passo Giacoletti (ben attrezzato),si scavalca il passo, si attravera su placche (presenti catene, utili se le pietre fossero bagnate),si scende fino al lago e da qui si risale un po' verso il diedro di attacco (indicazione freccia gialla), segnato con cerchio bianco.Fatti due tiri fino allo spigolo della cresta,in seguito altri due tiri,(presenti spit in loco per soste e anelli per fare le doppie in discesa),il dopo fino in vetta è facile e ci siamo slegati.Giunti in vetta poco dopo è giunta anche la nebbia.In discesa per sveltirci abbiamo fatto tre doppie.Ed è così che ho trascorso un altra piacevole domenica con Renzo e Chiara

io all' attacco

Chiara in salita

e Renzo in salita

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Eccomi qua,dopo essermi iscritto su gulliver il 09-09-10 con la salita alla Cristalliera dalla cresta accademica sud-est,ho deciso di relazionare alcune mie gite precedenti,tra queste l'accademica del Buciè,salita insieme a Renzo.Da Boù du Col siam saliti al Passo Buciè,scesi dal lato francese e risaliti al Col Buciè dove inizia la cresta,dapprima banale fino al 1° camino che qualcuno classifica 5b oppure volendo si evita a dx su una placca 3b,pù semplice ma anche un po' più esposta,noi abbiamo optato per il camino,sicuramente più divertente, nella parte finale un po stretto,in loco presenti un friend e uno spit per sosta in cima.Poi ci siam sempre tenuti sul filo di cresta alternando tiri di corda con tratti in conserva.Si scavalca un dentino e giunge al "Passo del cavallo", io lo superato sulla sx dove sotto il filo ce una piccola cengetta che segue il breve tratto di cresta affilata, fare molta attenzione perchè questo tratto rimane un po' esposto ed abbiamo preferito assicuraci, superato qeusta ultima difficolta ci si ricongiunge alla normale da Villanova e per placche semplici si giunge in vetta,dove non c'era più la croce spazzata precedentemente via dal vento.Giornata di sole, ma vento abbastanza forte in cresta,eravamo i soli ad essere saliti dalla cresta.La discesa l'abbiamo effetuata per la normale dal Lago Verde.
Splendida giornata trascorsa in compagnia di Renzo.

1° camino

io in cresta

io al "Passo del Cavallo"

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Avevamo 3 giorni per stare via, a Chiara avrebbe fatto molto piacere se fossimo andati al mare, ma a me non piace molto il mare, o almeno "lo stare fermo in spiaggia", così mi è venuta in mente questa idea, andare al mare ma facendo un trekking attraversando le 5 terre, un idea un po' diversa dal solito. Noi abbiamo pernottato in un B&F a Riomaggiore (non del tutto economico e senza colazione quindi solo "Bed"), mentre il 2° giorno abbiamo dormito a La Spezia. Dopo una cena in qualche locale tipico (e devo dire che si mangia molto bene), passavamo la serata a camminare nel borgo e a stare seduti in riva al mare ad ascoltare l'infrangersi delle onde sugli scogli che a parer mio è molto rilassante.
La Via dell'Amore (sentiero a pagamento: 5 euro), non è il massimo, sono presenti molte cartacce sul suolo, e molte piante grasse sono tutte incise con il coltellino con su scritti i nomi di chi è passato di li ( a mio parere un grave segno di inciviltà e poco rispetto per la natura che ci circonda).
A Vernazza attraversando un borgo ho incontrato il simpatico musetto di un cagnolino che spuntava tra le sbarre di un cancello, era triste e solo, la casa era in vendita, così ho deciso di dividere le mie scatolette di carne con lui e tagliando il fondo di una mia bottiglia ho ricavato un bicchier per la sua acqua, ed ha apprezzato molto il tutto, non ho commenti da aggiungere...
Un mio consiglio e di effetuare la traversata a settembre o maggio, periodi molto meno caldi dell'afoso agosto, perche nel tragitto la sete si fa molto sentire

Portovenere

Io a Campiglia

Riomaggiore

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Salita al Polluce con amici del Cai di Pinasca.
1° giorno:da st. Jacques con navetta fino al Piano di Verra Superiore (consiglio a tutti di utilizzare la navetta per via della lunghezza e della monotonia di questo tratto) e di qui salita al rifugio Guide d'Ayas.Dopo una ospitale accoglienza ed una squisita cena (si mangia veramente bene) è ora di andare a dormire, sperando che il vento forte cessasse nella notte.
2° giorno:sveglia alle 3:30 dopo una notte quasi insonne per via del vento molto forte e rumoroso, colazione, e si parte, Io e Chiara siamo rimasti indietro rispetto ai nostri amici per dare una mano a due dei nostri un po' più lenti, ma arrivati alle rocce dopo le prime difficoltà hanno deciso di ripiegare, così cercando di recuperare il tempo perso siamo arrivati ai canaponi, ma una brutta sorpresa ci attendeva ovvero una coda di 45 minuti per aspettare di salire il tratto un po' più delicato dove alcuni oltre i canaponi avevano tirato una corda fissa per far attraversare i loro amici senza rendersi conto che nel frattempo la calca aumentava (forse era meglio se quelle persone non fossero salite), qualcuno stufo dell'attesa al vento freddo ha rinuciato ed è sceso...finalmente il nostro turno con tutti i nostri amici già in discesa, saliti dal camino Chiara per la stanchezza e il freddo si è fermata alla madonnina, cosi ho deciso di proseguire solo fino alla vetta, da qui manca veramente poco, un saluto alla cordata che stava scendendo e un ringraziamento per avermi fatto la foto in vetta e per avermi chiesto se avessi voluto legarmi con loro in discesa, ma ringraziandoli per la loro disponibilità ho preferito stare solo in punta per una decina di minuti ed ammirare lo spettacolo che si apriva davanti ai mie occhi, poi giù in fretta (con le folate di vento e molto meglio procedere legati in questo tratto) a raggiungere Chiara e due amici per calarci insieme in doppia nel camino, e poi giù fino al rifugio.Un saluto a tutti i compagni di salita.

arrivo al rifugio.jpg

gruppo di amici al rifugio.jpg

seraccata sotto la Roccia Nera.j

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
...che dire,una divertente traversata che contando due antecime si toccano 10 "vette", partiti da Ruilles si giunge per boschi (dove il sentiero si perde un po' tra gli alberi caduti) al Giassez dove si ha una splendida visuale sul Dorlier, da qui fino al traverso del Dorlier in alcuni punti un po' franoso, noi l'abbiamo seguito per un tratto e poi saliti su dritti a sx (non son sicuro che sia stata la via giusta) giunti ad un colletto io son salito per cresta per facili roccette ma la via normale scende fino al colle dopo la cima e la risale da dietro), dopo per semplici creste (quasi colli) si arriva all'antecima del Dormillouse, Dormillouse, Viradantour, un "cucuzzolo" non quotato che noi abbiamo deciso di salire, Terra Nera. Dopo un meritato pranzo passati dall'antecima del Terra Nera, Gran Barà e Clausis. Un percorso abbastanza lungo che in una giornata assolata come oggi richiede una buona scorta di acqua, insieme a Chiara in tutto il percorso abbiamo solo incontrato due francesi sul Dormillouse ed un milanese sul Terra Nera.

dal Giassez la Cima Dorlier con in evidenza il traverso

in cima al Dorlier 2757m

in cima al Dormillouse 2945m.

[visualizza gita completa]

Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • Udine (Punta) Via Alice 120-80 (14/08/19)
    Roma (Punta) Cresta Sud dal Passo Giacoletti (13/08/19)
    Cristalliera (Punta) Cresta Sud-Est o Accademica (03/08/19)
    Cristalliera (Punta) cresta SSO o delle Scuole (22/07/19)
    Vincent (Piramide) Cresta SSO (14/07/19)
    Orsiera (Monte, Punta Nord) Cresta Dumontel (30/06/19)
    Vergia (Punta) o Monte Gountin dalla cresta S per la Rocca Fautet (26/05/19)
    Lobbie (Cima delle), cima NE da Castello per il Vallone del Duc e la Via Normale per il Canale NO (23/09/18)
    Terra Nera (Monte) da Rhuilles, anello per i monti Giaissez, Dorlier, Dormillouse e Vallone Clausis (09/09/18)
    Chaberton (Monte) da Montgénevre per il Colle dello Chaberton (02/09/18)
    Tofana di Rozes Via Ferrata Lipella (29/08/18)
    Nuvolau Via Ferrata Gusela (28/08/18)
    Averau- Nuvolau (Ferrata) (28/08/18)
    Barifreddo (Monte) versante NE e cresta SE (20/08/18)
    Serpentiera (Punta) da Grange Thuras Inferiori per il Colle del Pelvo (16/08/18)
    Pelvo (Cima del) da Grange Thuras Inferiori per il Colle del Pelvo (16/08/18)
    Rognosa del Sestriere (Punta) da Bessen Haut per il versante SO (15/08/18)
    Lauzin (Pic du) da Montgenevre, anello per Pointe Dormillouse, Grand Chalvet, Serre Thibaud (12/08/18)
    Manzol (Monte) dal Rifugio Barbara Lowrie (11/08/18)
    Meja (Rocca la) Cresta SE (05/08/18)
    Grande Aiguille Rousse dal Lago del Serrù per il Colle della Vacca (14/07/18)
    Lyskamm Occidentale Via Normale dal Rifugio Quintino Sella (08/07/18)
    Tre Denti di Cumiana via Gervasutti (06/05/18)
    Faraut (Monte) da Sant'Anna (30/04/18)
    Gelé (Mont) da Ruz (29/04/18)
    Breithorn Centrale da Cervinia (22/04/18)
    Dormillouse (Cima) da Thures (02/04/18)
    Liste (Cima delle) o Punta Gardetta da Indritti (25/03/18)
    Palavas (Monte) o Tete du Pelvas da Villanova, anello per Colle dell'Urina, Colletto Palavas, Alpe Crosenna (24/03/18)
    Freidour (Monte) da Talucco Alto (25/07/16)
    Rocciamelone da Malciaussia per il Rifugio Tazzetti e il Colle della Resta (17/07/16)
    Salsas Blancias (Colle) da Sambuco, giro del Monte Bersaio con discesa Vallone della Madonna (10/07/16)
    Rouit (Cascatone del) (03/01/16)
    Ghilielma (Cima della) da Palanfrè (31/12/15)
    Rasciassa (Punta) da Foresto per la Cima di Crosa (27/12/15)
    La Disperazione dell'Etica (Cascata) - Pontechianale (26/12/15)
    Curnalet (Bec, Falesia del) (21/12/15)
    Bec Moller Vernante (Falesia) (21/12/15)
    Bourcet - Settore Centrale Via normale (27/09/15)
    Castello (Rocca) Spigolo Maria Grazia (19/09/15)
    Bouscas (Falesia di) (18/09/15)
    Rossa (Rocca) da Pian della Regina per il versante Est (12/09/15)
    Monviso Via Normale da Pian del Re (31/08/15)
    Sella (Punta) Via Manera-Fulgenzi (30/08/15)
    Costa Rossa (Bric) e Monte Bisalta o Besimauda da Meschie di Pradeboni, anello di cresta (26/08/15)
    Ciardonnet (Lago) dal Rifugio Selleries (22/08/15)
    Stella (Corno) Via De Cessole (20/08/15)
    Castello (Rocca) Via Sigismondi (17/08/15)
    Orsiera (Monte, Punta Nord) Cresta Dumontel (13/08/15)
    Taillante (Crete de la) Danse avec les loups (06/08/15)
    Frassino 'L coup 'd Roure (Falesia) (31/07/15)
    Visolotto Via Normale della Parete Sud (26/07/15)
    Visolotto Via Normale della Parete Sud (17/07/15)
    Coolidge (Pic) Via Normale da Prè de Madame Carle (05/07/15)
    Vandalino (Monte) da Sea di Torre (28/06/15)
    Rosse (Rocce) 3366 m, vetta sciistica di Punta Maria da Pian della Mussa (17/05/15)
    Gran Guglia Canali NE e N (10/05/15)
    Corborant (Cima di) da Besmorello (02/05/15)
    Thabor (Monte) dalla Valle Stretta (18/04/15)
    Viso Mozzo da Pian della Regina (12/04/15)
    Cervetto (Testa di) da Meire Bigorie (06/04/15)
    Sea Bianca (Punta) da Pian della Regina (29/03/15)
    Cervetto (Testa di) da Meire Bigorie (08/03/15)
    Morefreddo (Monte) da Pragelato per il Clot della Soma e il versante Nord (15/02/15)
    Vandalino (Monte) da Sea di Torre (26/12/14)
    Merla (Punta della) da Serremarchetto (13/12/14)
    Gran Truc da Crò per il versante Nord (08/12/14)
    Paretina dei 7 nani (08/11/14)
    La Baita (Falesia) (01/11/14)
    Vaccera (Colle) da Bricherasio (19/10/14)
    Cro' (Colle del) per Colle di Prà Martino, Colle Ciardonet e Costagrande (04/10/14)
    Jervis Willy (Rifugio) alla Conca del Prà da Villanova (23/09/14)
    Rognosa d'Etiache - punta NE dal Rifugio Scarfiotti (10/09/14)
    Niera (Roc della) Via Normale e Via dei Diedri da Chianale (24/08/14)
    Gran Queyron e Cima Frappier da Bout du Col, anello (16/08/14)
    Auto Vallonasso da Viviere (13/07/14)
    Rasciassa (Punta) e Cima di Crosa da Meire Bigoire, anello (06/07/14)
    Garitta Nuova (Testa di) da Pian Munè (23/02/14)
    Cassorso (Monte), cima ovest dal Colle del Preit per il Passo della Gardetta (01/11/13)
    Pan Perdù (Rocca di) dal Gias della Grotta per il versante SSO (22/09/13)
    Real (Tour) da Chianale, via Normale e variante diretta (08/09/13)
    Corborant (Cima di) da San Bernolfo per il Buco della Marmotta (10/08/13)
    Valrossa (cima sud di) canale nord-ovest (16/06/13)
    Ciantiplagna (Cima) da Frais (10/03/13)
    Garitta Nuova (Testa di) da Pian Munè (03/03/13)
    Bosco (Cima del) da Thures (10/02/13)
    Briccas o Trucchet da Brich (03/02/13)
    Viafiorcia (Passo) da Giordano (27/01/13)
    Pineta Nord Bella d'Estate...Stupenda d'Inverno (Cascata) (16/12/12)
    Jervis Willy (Rifugio) alla Conca del Prà da Villanova (09/12/12)
    Questa Emilio (Rifugio) da Terme di Valdieri (24/11/12)
    Freidour (Monte) da Talucco Alto (07/10/12)
    Mondrone (Uja di) Via Normale da Molera (22/07/12)
    Baus (il) Via Normale dal Piano della Casa del Re per il Colle della Culatta (30/06/12)
    Rognosa d'Etiache - punta NE dal Rifugio Scarfiotti (17/06/12)
    Orsiera (Monte) da Saret del Campo per la Cresta Sud (02/06/12)
    Martinet (Anfiteatro del) Goulotte del Martinet (07/01/12)
    Musiné (Monte) da Caselette (13/11/11)
    Selleries (Rifugio) da Villaretto Superiore (23/10/11)
    Rochebrune (Pic de) Via Normale e Cresta Sud dal Col d'Izoard (16/10/11)
    Traversella Placche Nere (09/10/11)
    Traversella Settore delle Speranze (09/10/11)
    Melano (Rifugio) o Casa Canada da Dairino (04/10/11)
    Monviso Cresta Est (02/10/11)
    Ciamarella (Uja di) Via Normale da Pian della Mussa (20/09/11)
    San Bernolfo (Rocca di) Cresta Nord-Est (11/09/11)
    Venezia (Punta) Cresta Perotti (08/09/11)
    Dufour (Punta) Cresta Rey (28/08/11)
    Zinalrothorn cresta Nord (21/08/11)
    Rossa (Rocca) e Pan di Zucchero anello dal Colle dell'Agnello (18/08/11)
    Asti (Pic d') Via Normale della Cresta SE (18/08/11)
    Parrot (Punta), Ludwigshohe, Corno Nero, Piramide Vincent Traversata da Indren (13/08/11)
    Giordani (Punta) Cresta del Soldato (12/08/11)
    Udine (Punta) Visto per il Perù (04/08/11)
    Meije (La) Orientale da Pont d'Arsine (31/07/11)
    Ghinivert (Bric) Cresta NO dal Colle del Beth (24/07/11)
    Levanna Orientale Via Normale da Forno Alpi Graie (20/07/11)
    Arves (Aiguille Centrale d') Via Normale (10/07/11)
    Gran Paradiso Parete Nord (26/06/11)
    Oriana (Placche di) - Settore Destro Spigolo Verde (19/06/11)
    Venezia (Punta) Canale N e Cresta NO (15/06/11)
    Monciair (Becca di) Parete Nord (21/05/11)
    Visch (Parete del) Falesia (15/05/11)
    Granero (Rifugio) da Villanova e la Conca del Prà (08/05/11)
    Visch (Parete del) Falesia (01/05/11)
    Bourcet - Settore Centrale Grido di Pietra (01/05/11)
    La Turbie (falesia) Settore Dalle à l'Oiseau (24/04/11)
    La Turbie Settore Loubière (24/04/11)
    Marguareis (Punta) Canale dei Genovesi (17/04/11)
    Lose (Cima delle) da Argentera (10/04/11)
    Bracco (Monte) Scudo Striato - La Certezza (03/04/11)
    Bracco (Monte) Scudo Striato - Acchiappafantasmi (03/04/11)
    Montestrutto (Falesia di) (02/04/11)
    Berrò (Cascata di) (26/02/11)
    Cassin (Bric) da Chialvetta (20/02/11)
    Castellus da Coppieri (13/02/11)
    Bellagarda (Cascata) (06/02/11)
    X-Ice La Falesia dei Mutanti (05/02/11)
    Viafiorcia (Passo) da Giordano (30/01/11)
    Pontat (Cascata) (29/01/11)
    Saurel (Cima) da Bousson (23/01/11)
    Gole del Brunel (Cascata) (22/01/11)
    Troncea (Rifugio) da Pattemouche, sentiero delle ciaspole (16/01/11)
    Moncrons (Punta di) da Villardamond (01/01/11)
    Briccas o Trucchet da Brich (12/12/10)
    Selleries (Rifugio) da Pra Catinat (04/12/10)
    Rognosa del Sestriere (Punta della) da Sestriere (14/11/10)
    Pagliaio (Picchi del) Traversata Accademica (30/10/10)
    Agugliassa (Punta) Traversata dal Col di Coi a Punta Pleng (26/09/10)
    Meidassa (Monte) da Pian del Re (19/09/10)
    Meja (Rocca la) Cresta SE (12/09/10)
    Cristalliera (Punta) Cresta Sud-Est o Accademica (05/09/10)
    Monviso Via Normale da Pian del Re (28/08/10)
    Gastaldi (Punta) Via Normale da Pian del Re (21/08/10)
    Bucie (Bric) Via Accademica da Bout du Col (18/08/10)
    Porto Venere - Monterosso traversata (2 gg) (10/08/10)
    Polluce Cresta SO (25/07/10)
    Terra Nera (Monte) da Rhuilles, anello per i monti Giaissez, Dorlier, Dormillouse e Vallone Clausis (18/07/10)
    Gran Guglia da Bout du Col, anello per il Lago Verde (11/07/10)
    Orsiera (Monte, Punta Nord) Cresta Dumontel (04/07/10)
    Cristalliera (Punta) da Rifugio Selleries (13/06/10)
    Gran Paradiso Via Normale del Rifugio Vittorio Emanuele II (06/06/10)
    Ostanetta (Punta) e Punta dal Razil o Rumelletta da Ostana, anello per Punta Selassa (30/05/10)
    Frioland (Monte) da Borgo Crissolo per il Colle delle Porte (23/05/10)
    Rognosa del Sestriere (Punta della) da Sestriere (16/05/10)
    Merla (Punta della) da Serremarchetto (09/05/10)
    Selleries (Rifugio) da Pra Catinat (04/04/10)
    Estelletta (Monte) da Ponte Maira (14/03/10)
    Begino (Colle) da Bousson (21/02/10)
    Paletto (Monte) da Serremoretto per Monte Muretto, Monte Cristetto (21/02/10)
    Mares (Cima) da Giaudrone e l'Alpe Monsuffietto e le Rocche di San Martino (22/11/09)
    Roussa (Colle della) da Gran Faetto (08/11/09)
    Freidour (Monte) da Talucco Alto (11/10/09)
    Rocciavrè (Monte), Monte Robinet, Punta Loson da Molè, anello per il Colletto della Balma (03/10/09)
    Vallonetto (Cima del) dal Colletto Pramand (12/09/09)
    Pelvo d'Elva Cresta Est (05/09/09)
    Bucie (Bric) Cresta Nord (21/08/09)
    Chiarlea (Punta) da Giordano, anello per Col Giulian, Chiarlea, Passo di Brard, Vallone delle Miniere (19/07/09)
    Gnifetti (Punta) - Capanna Regina Margherita Via Normale dal Rifugio Gnifetti (04/07/09)
    Breithorn Occidentale Via Normale da Plateau Rosà (28/06/09)
    Merla (Punta della) da Serremarchetto (24/05/09)
    Orrido di Chianocco (Ferrata dell') (18/04/09)
    Bosco (Cima del) da Thures (13/04/09)
    Begino (Colle) da Bousson (22/03/09)
    Cialancia (Punta) da Prali per il Passo Cialancia (27/07/08)
    Tre Chiosis (Punta) da Genzana per la Costa Savaresch (13/07/08)
    Niblè (Monte) Via Normale da Grange della Valle, anello per il Rifugio Vaccarone (22/06/08)