gapox


Le mie gite su gulliver

Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: -
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
Sicuramente una "gita-millino" decisamente significativa ed appagante. Non poco lo spostamento prima di iniziare la vera salita, che al momento si intraprende praticamente alla stessa quota di dove si sono lasciate le auto (!), cioè una cinquantina di metri sopra alla cascata fuori dal bosco sugli ampi pendii. Calcolate almeno un'oretta di buta e gava sia per l'andata che per il ritorno, al momento più con portage che scivolando. In alto utili i coltelli se si parte molto presto (abbiamo visto due persone scendere alle 11.00). Siamo saliti e scesi per ultimi e...la fortuna ci ha assistito perchè nel ridiscendere abbiamo potuto godere di una splendida apertura del cielo e della luce! Firn stupendo.
Con Mark, Elle e Graziano, ottimi compagni di gita!

...gli ampii pendii dall'inizio della salita...

...ultimo tratto con pendii sostenuti...

...evvaiii...

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Tutto asciutto sino al parcheggio
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Confermo sostanzialmente la relazione di sabato. Per la discesa, tenendosi il piu' possibile sulla zona delle piste, si riesce ancora ad arrivare al parcheggio praticamente senza togliere gli sci. Attenzione al traverso un poco delicato -in zona valanghiva- da sotto al Lago Literan e sino al bivio per il Rifugio Arp (al momento chiuso), coltelli necessari con neve dura. Discesa ancora piu' che dignitosa con neve che, nonostante il caldo, non ha ribollito troppo, grazie al cielo per lo piu' velato al mattino e con leggera brezza sino al primo pomeriggio. Non fosse per i diversi tratti di spinta al rientro sino al parcheggio, ci sarebbero persino state 4 ****.
Incontrato 7 skialpers all' Alpe Palasinas e visti altri 4 scendere giu' dal canale del Colle di Valnera (bello dritto!).
Conosciuto le simpatiche Margherita a Patrizia (simpatizzanti CAI Chivasso). Con Paolette, contentissima per questo meritato "regalino montano" per il suo compleanno.


...salendo verso l'ultimo impianto di sci di Palasinas...

...Lac Literan...

...il delicato traverso...

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: tutto bene sino a dopo Rochemolles
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Gran bella gita, con neve tutta trasformata. Pendii finali belli ripidi e duretti, obbligo rampant (sicuramente quel tratto e' caratterizzabile con una difficolta' BS). Discesa molto appagante, solo sulla stradina un poco di spintage, ma nemmeno troppo. Al momento si giunge ancora praticamente sino alle auto giu' al ponte. Meteo un poco incerta/umido al mattino con passaggi di nubi e brezza in cresta.
Ottima imbeccata di Giulio. Incontrato Adriana e l'amico Gianni e consorte e il loro simpatico gruppo che saluto.

Foto qui: #

... la' sotto lo Scarfiotti ! ...

...noi tre sulla bellissima cresta...
Sciabilità :: ***** / ***** stelle
osservazioni :: osservato fratture nel manto
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: termiche consigliate
quota neve m :: 1200
attrezzatura :: scialpinistica
Beh, Carpe Diem!!
Tutto azzeccato, meteo spaziale nonostante un po' di vento.
Studio il percorso migliore di discesa e vedo/chiedo un po' cosa combinano gli altri frequentatori, non sono uno alla ricerca del dislivello a tutti i costi (esempio in zona Ciantiplagna+Vallette), ma del meglio si' ! E oggi lo abbiamo cercato, voluto e trovato! Percorso la discesa da Sud Sud-Ovest per la comba scura. In queste condizioni direi che si profila una BS "delicata" per l'attenzione da spendere in alcuni tratti di canali nel ripido bosco ed un paio di diagonali da fare con il dovuto studio. Ma nel classico scivolo di largo e liscio pendio sostenuto aveva gia' scaricato parecchio. In zona, quantitativi di neve da Canada; in alto si lasciavano solchi in fresca anche di 80 cm.! Una dozzina di tracce, e abbiamo e cercato e trovato tutto il possibile negli spazi intonsi.
Non so cosa sia la vera crosta per Rok1976, ma oggi dal primo metro all'ultimo sino all'auto, abbiamo goduto di una discesa veleggiata veramente da urlare! Ovvio, con neve da marzo nelle parti basse.
Con la migliore compagnia!

...con delle firme cosi', cosa si puo' pretendere di piu'??
Sciabilità :: ***** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: Ok con termiche
quota neve m :: 1000
attrezzatura :: scialpinistica
Che dire, meglio di cosi' !! Farina da Canada da cima a fondo e tanta dopo la ultima nevicata di ieri, leggermente piu' pesantuccia nell'ultimo terzo di discesa, ma proprio per fare i precisi. E non abbiamo nemmeno dovuto battere. Pochi skialpers, uno iperveloce dai nostri conteggi potrebbe averla fatta tre volte...! Ora di scendere ha attaccato nuovamente a nevicare, fine. Evvaiii!!
Chi non era mai stato sulle ex piste dei meravigliosi e scoscesi pendii di Pragelato (Clot e Mendie), ha apprezzato moooolto la zona oggi. Ma che tristezza vedere il comprensorio sciistico ormai tutto chiuso... ,(
Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: gomme termiche necessarie
quota neve m :: 900
attrezzatura :: scialpinistica
Farina farina e ancora farina, pesantuccia e tanta.
Battuto da solo traccia sino all'arrivo del Lance, poi a scendere fatto il sempre bellissimo canale mentre cominciava a nevicare.
Scendendo si avverte che non e' stato un inverno troppo 'normale' perche' di sotto il fondo non e' proprio cosi' consistente, ma non ci lamentiamo, visto che in queste ore sta nevicando...
Penso di avere battuto io traccia per Tom57 che ho incontrato e salutato mentre scendevo.
Gli altri due skialper (garisti) hanno cricetato veloci sul Tumle'.
Sciabilità :: ** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: strada ok
quota neve m :: 1000
attrezzatura :: scialpinistica
Dunque, diciamo subito che probabilmente oggi la parte piu' esaltante e' stata la salita, sebbene effettuata su traccia mista su stradone battuto dal gatto, traccia di ciaspe, e... il maledettissimo "traccione-ruere" lasciato dal "quad-cingol-devaster" con i suoi cingolati (ne parlo dopo). In salita ci siamo spinti sino a quota 2200m. circa.
discesa: parte alta 100 mt. circa di dislivello, e' quello che ha fatto elevare il tutto a **, devo aggiungere altro? Poi nel bosco a prendere tutto il meglio che si puo' della attuale neve umida, dunque "strada" battuta dal gatto e "quad-cingol-devaster" (vi lascio immaginare come si potesse sciare sullo stretto e pendente su delle tracce di trattore!), quindi dal rifugio in giu' di nuovo parzialmente le ruere maledette e nello stretto neve tra il ghiaccioso, il molle, il ribollito e il "grutuluto", praticamente 'na favola! Il tutto ovviamente in pendenza sostenuta e sullo stretto. Parte finalissima prima del parcheggio, decente ed ampia (150mt ad essere positivi). Gita particolarmente (SSS)consigliata ai principianti (e qui non scherzo!). Ho accennato solo brevemente ai gestori del Rey a proposito del o dei "quad-cingol-devasters": pare ce ne siano almeno due in zona oltre a quello dei gestori stessi (che ovviamente ne fanno un uso limitato e con criterio). Secondo me, se c'e' o c'era una possibilita' che l'economia montana avesse un qualche riscatto sebbene molto timido, se si diffonderanno questi "trattori della montagna" messi in mano a degli scriteriati riccastri senza opportuna regolamentazione, sara' la rovina per qualunque attivita' economica in montagna, e non penso di esagerare quando dico che le classiche motoslitte in confronto lasciano dei segnetti minimi sul manto, nonostante io non ami affatto i mezzi a motore in montagna...dovreste vedere i solchi che lasciano quei bestioni potentissimi. Purtroppo ho controllato ma, forse per l'orrore nel vederle, non ho fatto alcuna foto che ritragga lo scempio... Ma non avevo voglia di discutere o peggio ancora di litigare con alcuno...e mi sono invece gustato i magnifici piatti dei cordialissimi attuali ragazzi co-gestori del Rey, un concreto motivo per portarsi lassu'. Speriamo in un abbassamento delle temperature e ... nella fiocca !!
In ottimissima compagnia.

...Grand Hoche...

...Beaulard...

...zoommata su Fraiteve e Rognosa...
Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: .
attrezzatura :: scialpinistica
Salita classica, discesa prima sul plateau di dx con farina 00, quindi ci siamo tenuti a sx della (ski-ciaspol)strada e anche li' buona farina con qualche vecchia traccia di sotto (e anche di sopra, va menzionato in effetti!), quindi risalendo sul poggetto e successivo sottostante pendio sempre a sx della strada, sino al colletto. Qualche pietra cominciava ad affiorare sulla strada del rientro.
Oggi il mondo all'Aquila. Noi, invece in 5: Apo, Adry, Ste, Julius and Livius. Discesa fatta con il simpatico Teddy conosciuto in punta e presentatomi da Adry. Incontrato diversi amici lungo il percorso (inevitabile!).
Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: neve dal paese, park del mercato comodo per l'accesso alla partenza
quota neve m :: 1000
attrezzatura :: scialpinistica
Su ottima imbeccata di "Sghiarol", oggi, dopo avere lasciato la 'maraja' delle piste da discesa, puntiamo sul Poggio 3 Croci per me ancora inesplorato sino ad oggi. Saliamo spediti tagliando parecchio la strada per tracce spesso molto rovinate dai passaggi delle ciaspole, e in 1h50' circa siamo alla meta.
Decidiamo poi di proseguire puntando verso la dorsale in direzione delle "4 sorelle". Meraviglia! praticamente intonso il tutto... Ci fermiamo a quota 2300 circa, e nel frattempo giungono 3 snowboarders che ipotizzano la discesa dalla Comba del Rio Pissat. Glielo sconsiglio abbastanza vivamente, anche perche' non sapevano molto bene dove scendere esattamente nemmeno loro, e a vedere i carichi di oggi...
Ridiscendiamo dunque per foto di rito alle 3 croci e intraprendiamo la discesa per il fitto bosco ed alcuni canali proprio invitanti... Abbiamo tempo prima di raggiungere gli amici a Campo Smith quindi decidiamo di tentare il piu' possibile di evitare la strada, e...ne abbiamo talmente tanto e la neve e' talmente bella ed invitante, che nello scendere ci siamo tenuti troppo a sinistra (in pratica in direzione Grnage della Rho) e quindi, nel riportarci "sulla giusta via" per riattraversare i rii che scendono su quello della Rho, il ravanish ci fa 'perdere' parecchio tempo... proprio quello che volevamo! Per il rientro ci siamo dunque raccordati al sentiero "del Paradiso". Neve farinosa quasi per tutta la discesa, tranne alcuni tratti nella parte intermedia dove era gia' parecchio pesantuccia ed umida (e pertanto non proprio sicurissima viste le pendenze in essere, e difatti abbiamo visto qualche recente micro-slavanghino - brevi tratti). Temperatura mite e quasi assenza di vento. Gita consigliabile, non banale per l'orientamento nel bosco e nella boschina. Prendersi qualche punto di riferimento significativo.
3 snowboarders 2 ciaspolatori e uno skialper oltre a noi sul percorso. Io oggi con la mitica Adriana che si e' divertita come una bambina!

...parte alta intonsa...

...vista verso la cima delle Quattro Sorelle...

...parte alta della discesa con vista sugli impianti sciistici di Bardonecchia e alta Valle Susa...
Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: sentito assestamenti
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: neve dal Pian del Frais
quota neve m :: 1100
attrezzatura :: scialpinistica
L'idea era di andare verso Prato di Fiera, poi, per non allungare troppo la giornata, puntiamo verso questa classica che pero' abbiamo interpretato allargando l'anello percorrendo il valloncello sotto la cresta di Naia avendo incontrato dei signori che gia' ci avevano battuto traccia (eh eh, fortunelli) in salita ma (loro) riscendevano dalla stessa. Neve bella, farina umida ma non troppo e mezza discesa sulle piste battute. Salita percorsa tutta senza toccare le piste.
Solo un commento circa la nota del 15-12 dell'amico Belloni circa il Finanziere che li ha fermati: qui non si capisce piu' nulla a livello di legalita' nel risalire le piste. Manco se paghi i 3E per risalire lungo le piste e avere un passaggio di risalita meccanizzata gratuita??? (bella iniziativa di Pian del Frais ritengo) Qui o le Forze dell'Ordine si mettono un poco in ordine anche loro a livello di conoscenze legislative **locali** oppure tutti hanno ragione e tutti torto, e a quel punto e' una jungla (siamo in Italia, vero?). Si legge che anche il Comune di Pragelato dal 27-12 abbia vietato qualunque attivita' fuori pista! Ma, mi pongo la seguente domanda: 1- come faccio a saperlo e dove vengono affissi i cartelli in merito? (Pattemouche??) 2- nei giorni a seguire gente ci e' andata... mah!

Pochissima gente oggi: 4 skialpers incontrati in salita, due al Trucco e uno alla Madonna delle nevi che era salito sino sotto alla Punta di Mezzodi'. Meteo incerto e nevischiolata in corso nel pomeriggio.

(allego traccia via Bergerie Soubeirand, senza risalita lungo le piste...)
Con Paolette felicissima della gita.
Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • Arp (Rifugio) da Estoul e il Lago Literan (09/01/16)
    Ciarm del Prete da Tornetti (07/04/15)
    Roisetta (Mont, Punta Sud) da Cheneil (28/03/15)
    Grifone (Punta di) da Grange (07/03/15)
    Palasina (Punta) da Estoul (13/04/14)
    Becco (Costa del) da Rochemolles (05/04/14)
    Vallette (Cima delle) da Frais (08/03/14)
    Soma (Clot della) da Pragelato (08/02/14)
    Lance (Punta delle) da Pian Benot (01/02/14)
    Beaulard quota 2100 m da Beaulard (11/01/14)
    Aquila (Punta dell') dall'Alpe Colombino (06/01/14)
    Tre Croci (Poggio) da Bardonecchia (03/01/14)
    Vaccare (Trucco delle) e Pilone Madonna della Neve da Frais, giro per l'alpeggio Soubeirand (28/12/13)
    Miette (Passo) quota 2002 m da Tornetti (07/12/13)
    Manzol (Monte) dal Rifugio Barbara Lowrie (01/09/13)
    Losa (Passo della) e Passo della Vacca dal Lago Serrù, anello (25/08/13)
    Birrone e Ciabra (Colli) da San Damiano per il vallone di Droneretto (15/06/13)
    Valfredda (Punta) dal Ponte d'Almiane (01/06/13)
    Pala Rusà (Punta) da Pian Benot (17/03/13)
    Serena (Costa di) quota 2739 m da Mottes (27/02/13)
    Cervetto (Testa di) da Meire Bigorie (03/02/13)
    Vaccare (Trucco delle) e Pilone Madonna della Neve da Frais (25/01/13)
    Bosco (Cima del) da Thures (11/11/12)
    Arp Vieille (Mont) da Bonne (10/03/12)
    Mentà (Costa di) da Chiapili di Sotto (03/03/12)
    Liste (Cima delle) o Punta Gardetta da Indritti (24/02/12)
    Vaccare (Trucco delle) e Pilone Madonna della Neve da Frais (15/02/12)
    Miette (Passo) quota 2002 m da Tornetti (04/02/12)
    Leissè o Leysser (Punta) da Vetan (21/01/12)
    Rho (Colle della) da Bardonecchia, giro per il Col de la Replanette e Colle di Valle Stretta (20/08/11)
    Foens (Forte) da Savoulx, giro (06/08/11)
    Monviso (Giro del) da Castello, giro del Monviso (24/07/11)
    Tsa (Mont de la) da Buthier (06/03/11)
    Cialma (la) o Punta Cia da Carello (26/02/11)
    Ciarm del Prete da Tornetti (19/02/11)
    Briccas o Trucchet da Brich (12/02/11)
    Lusignetto (Punta) da Ala di Stura (05/02/11)
    Palit (Punta) da ex impianti Palit (02/02/11)
    Prato di Fiera (Punta) dalla Fontana della Batteria (30/01/11)
    Serena (Costa di) quota 2785 m da Mottes (23/01/11)
    Bosco (Cima del) da Rollières (15/01/11)
    Soma (Clot della) da Pragelato (07/01/11)
    Fournier (Cima) da Bousson (05/01/11)
    Moncrons (Punta di) da Granges di Pragelato (27/12/10)
    Granè (Monte) da Crissolo (08/12/10)
    Leretta (Punta) e quota 2051 m da Pian Coumarial per il versante NO (28/11/10)
    Levanna Orientale Via Normale da Forno Alpi Graie (22/08/10)
    Ramière (Punta) o Bric Froid da Argentera (10/08/10)
    Madonna del Ciavanis (Santuario) da Chialamberto (29/05/10)
    Cervetto (Testa di) da Meire Bigorie (18/04/10)
    Matolda (Tomba di) da S.Antonio (21/02/10)
    Ciarm del Prete da Tornetti (06/02/10)
    Prato di Fiera (Punta) dalla Fontana della Batteria (24/01/10)
    Friera (Piano) da Rivoira (23/01/10)
    Sourela (Punta) da Col San Giovanni (17/01/10)
    Palit (Punta) da ex impianti Palit (16/01/10)
    Cialma (la) o Punta Cia da Carello (05/01/10)
    Muni (Frazione) da Condove, giro (12/12/09)
    Ciappi da Finalborgo, giro (31/10/09)
    Durand (Fenetre) da Etroubles, giro del Gran Combin per Col de Mille e Colle del Gran San Bernardo (3 gg) (11/09/09)
    Taou Blanc (Monte) dai Piani del Nivolet (06/09/09)
    Invergneux (Colle) da Cogne, giro valloni Urtier - Grauson (05/09/09)
    Gardetta (Passo della) da San Magno, giro per i colli Fauniera, Mulo, Ancoccia, Preit, Gardetta, Bandia, Valcavera (01/09/09)
    Vallonetto (Colle del) da Pietraporzio, giro (21/08/09)
    Pis (Colle del) traversata Sestriere-Perosa (12/08/09)
    Gran Paradiso Via Normale del Rifugio Vittorio Emanuele II (20/07/09)
    Arlaud Daniele (Rifugio) e Montagne Seu da Salbertrand (18/07/09)
    Sbaron (Punta) da Prato del Rio (12/03/09)
    Aquila (Punta dell') dall'Alpe Colombino (21/02/09)
    Liste (Cima delle) o Punta Gardetta da Indritti (15/02/09)
    Sourela (Punta) da Mollar (31/01/09)
    Lion (Monte) da Fondo (25/01/09)
    Colombano (Monte) dal Ponte del Dazio (24/01/09)
    Ciarm (Monte) Traversata da Tornetti a Fucine (10/01/09)
    Quinzeina o Quinseina (Punta Sud) da Santa Elisabetta per la dorsale S/SO (28/12/08)
    Soglio (Monte) da Pian Audi (24/12/08)
    Tovetto (Colle Nord del) da Balme (08/12/08)
    Barfè (Rifugio) dal ponte Barfè (05/12/08)
    Longet (le) o Tete du Rissace da Ceillac (08/03/08)
    Goà o Guà (Punta) da Estoul (24/02/08)
    Bosco (Cima del) da Rollières (07/02/08)
    Soglio (Monte) da Pian Audi (13/01/08)
    Ciarva (Rocca) da Balme e il Colle Battaglia (02/12/07)
    Cristetto (Monte) da Pinerolo, giro del Gran Dubbione per i 7 Ponti (20/11/07)
    Liste (Cima delle) o Punta Gardetta da Indritti (31/03/07)
    Sigaro (il) quota 2820 m da Valgrisenche (22/03/07)
    Blanc (Truc) e Becca di Giasson da Surier, anello (11/03/07)
    Arp Vieille (Mont) da Bonne (10/03/07)
    Thabor (Monte) dalla Valle Stretta (03/02/07)
    Toesca (Rifugio) da Cortavetto per il Rifugio Amprimo (17/09/06)
    Pis (Colle del) traversata Sestriere-Perosa (28/06/06)
    Pis (Colle del) traversata Sestriere-Perosa (28/06/06)
    Losetta (Monte) da Chianale per il Vallone di Soustra (25/03/06)
    Fontana Fredda (Punta) da Cheneil (15/01/06)