gapox


Le mie gite su gulliver

Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
attrezzatura :: scialpinistica
Chi voleva andare a Sud, chi stare a casa, chi venire su con le Superga... Beh, dai, alla fine la gita è uscita. Parte alta molto ventata, dove c'è la fiocca, e pelato appunto in cima, parte mediana carina e semi-trasformata, bassa, beh, impegnativa! Dalla cima in due ci siamo portati sulla dorsale praticamente sin quasi al Monte Riba del Gias, con di fianco a noi uno spaventoso muro-cornice (vedi foto), così, tanto per provare a vedere se da quella parte fosse meno ventata; era uguale su tutto il fronte, ma ... ci siamo divertiti lo stesso...
Con gli amigos, noi del CAI Venaria inclusi 4 veloci ciaspisti...

...neve ventata salendo...

...in dorsale sullo spartiacque, verso Riba del Gias...

...comunque alla fine qualche bella curva s'è proprio fatta...
Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
quota neve m :: 1100
attrezzatura :: scialpinistica
Tarda pomeridiana skialp su al Trucco...la farinella nel bosco è uno sballo, sebbene il fondo vecchio sia bello ghiacciato.
L'apporto delle due ultime nevicatine varia dai 20cm. circa in basso sino a -direi- la quarantina di cm. in alto, forse poco più. In ogni caso i crick-crack sotto alle solette non disturbano più di tanto la discesa, e nemmeno le vecchie tracce.
Scesi al bellissimo chiaro di luna e io in particolare senza luce! (adrenalinico) Impianti aperti dalle 19.00 per le sciate serali, ed anche domani sera.

...la luna pavoneggia già...
Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
quota neve m :: 1300
attrezzatura :: scialpinistica
Confermo quanto già scritto da mfkeeper. Discesa: noi due scialpinisti del gruppo, a discapito di un po' di spintarella in più nei tratti in piano, ci siamo tenuti più a sinistra (rispetto alla traccia di salita) riuscendo a cucire in due tratti un totale di ben una 30ina di curve (strette) tenendo ovviamente la massima pendenza, data la pesantezza della fiocca.

Darei una stella in più rispetto a mfkeeper, considerando il periodo!
...siamo i cinque dell'Ave Maria che avete incontrato su al colletto... Foto qui: _quasi_?authkey=Gv1sRgCKTQutO9nsag7wE#

...una bella bella imbiancata... !

...ambiente Natalizio... ;)

...il gruppo odierno...
Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
attrezzatura :: scialpinistica
Oggi abbiamo fatto poker! 4**** tutte belle meritate. Meteo 'giusto' anche se gran caldo per quasi tutta la salita, in punta leggeri refoli di venti piacevoli. Discesa: pendio sommitale per 150-200m disl. da favola con 15-25 cm. di fresca su fondo duro e portante, poi misto duro e fresca ma sempre sostanzialmente portante, in qualche pendio ancora vergine alla ricerca della farina da sballo. Persino nel bosco totalmente in neve trasformata (anche se pesantuzza), c'è stato da divertirsi per tutti!
Gita sociale CAI Venaria, in 14 con i due mitici e veloci ciaspolatori Elisabetta e Romano, mai da aspettare e rispettosi dei tracciati, anzi! Da segnalare che l'Eliski in zona ha lavorato almeno 4 orette ma fortunatamente per noi si è portato in altre aree, sempre in zona ma lontani da noi (esempio alcuni canali del Rutor, Giasson che appariva in condizioni super, etc.) - Forza Cesare, sei tutti noi!! Un plauso anche ad Antonello alle sue primissime mosse con lo scialpinismo... Lorena strabiliante come sempre sia a salire che a scendere. Qui le foto:

...Lorena in azione...
Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: visto cadere valanghe a pera
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Si parte da Chiapili di Sopra
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Condizioni primaverili da fine aprile, ma proprio bella gita "sociale" oggi con gli amici del CAI di Ciriè. Saliti presto, dal parcheggino considerate pure di mettere già gli sci nello zaino per un bel tratto, diciamo un paio di km e poi si tagliano i tornanti della strada sulla quale ormai manca già parecchia neve. Alcuni tratti in traverso nella parte bassa quasi necessitavano l'uso dei coltelli o buone pelli... All'incirca alla quota di M.nna della Neve in 3 abbiamo percorso la strada (percorso più lungo), per aspettare i più lenti e ci siamo portati verso l'Alpe Agnel aggirando da sx la punta senza nome q. 2329 e portandoci proprio sotto alla Rocca Bianca. Così facendo si deve ridiscendere con le pelli un pendio di circa 50mt. di dislivello per giungere alla diga del Lago dell'Agnel. Percorso in dorsale la Costa Mentà e saliti poi sulla punta omonima. La Violetta impossibile da effettuarsi con gli sci. Discesa con neve tutta trasformata, splendido il gran canale solo alla diga dell'Agnel al fondo del quale abbiamo visto scendere lenta ma inesorabile una valanga da fondo quasi con più terra che neve a 50 metri dal passaggio con gli sci, innocua per tutti.
Un saluto ad Ivo, Lorena e Giorgio nonchè la veloce -per ora ancora racchettara- Elisabetta!

...in vista della costa Mentà e della punta Violetta...

...lo splendido canale sotto alla Diga del Lago dell' Agnel...
Sciabilità :: ** / ***** stelle
osservazioni :: sentito assestamenti
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: umida
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
La situazione neve -per essere a febbraio- è un po' ovunque piuttosto scarsuccia, quindi, in qualche maniera, ci accontentiamo... Oggi meteo spettacolare e per il periodo con temperature esageratamente alte. Salita per i primi 300 metri a "copiare" le tracce di discesa per non impapparsi a battere su un tipo di neve già morbida alle 9.45 del mattino , poi ricongiunti alla tipica "normale" di salita, quella di destra, non la dorsale. Giunti alla punta aggirandola da Sud e non giungendovi dall'anticima. Discesa con neve di tutti i tipi: prima scesi piuttosto dritti, poi piegando a dx sempre alla ricerca di pendii che presentassero già un po' di trasformata senza sfondare -e qualcosa si è trovato-, poi piegando sempre più a destra alla "ricerca dell'ombra perduta" in tratti vergini e lì persino un po' di farina. Nel complesso direi un 2,5 **. Sentito un boato lontano da noi e molto facilmente in pendii critici, dato che non c'è nessuno scarico visibile nel raggio di chilometri. Per il momento pare non faccia nemmeno rigelo notturno quindi nè crosta (++), nè tantomeno però firn (--) ;(
Io ed il Luca_B in gita di test della uscita CAI Venaria di domenica 26, che viene pertanto confermata. Nessuno lungo il percorso. Qui le foto: #

...oggi meteo spettacolare...
Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
attrezzatura :: scialpinistica
Veloce puntata pomeridiana con le pelli su al Pian Mesdì partendo quando gli impianti stavano quasi per chiudere. Salita con belle e forti pendenze lungo le piste da sci (noi saliti sulla sinistra per disturbare il meno possibile gli sciatori discesisti ancora in pista) e in queste ore caratterizzata da forti folate di vento. Fermatici appena sotto il trucco senza arrivare al pilone proprio per il vento e considerando che il pezzo a scendere dal pilone al pianetto nel bosco non è poi di gran soddisfazione. Discesa: prima parte nel bosco a cercare e trovare (persino vergine) della bellisssima farina anche ed ancora in quantità! Quindi, dopo traverso un po' ravanoso, ci siamo riconnessi alle pista proprio al limitare del buio e a seguire discesona sulle piste a ritmi infuocati... Degna chiusura di pomeriggio al Belvedere. Bin giugà anche stavolta!
Segnalo: dovevamo continuare a sciare in pista sulla pista illuminata...avevo chiamato qualche giorno prima per accertarmi che fossero aperti già da questo mercoledì, cosa che mi era stata confermata. Beh, quando intorno alle 18.30 siamo scesi giù era tutto spento e i ragazzi del Bar mi hanno confermato che gli impianti avevano chiuso belli belli alle 17.30.... Okkkkkkkio quindi e telefonate il giorno stesso avvertendo che ci sarete! Non trovate quantomeno bizzarro che in un giorno nel quale gli impianti -dichiarano apertura- a partire dalle 19.00 (come dal loro sito) una persona si debba presentare alle casse alle 17.30??

...il sole cala, la seggiovia e' sempre ferma...
Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
attrezzatura :: scialpinistica
Ben predisposti alla 'battitura' ci impegnamo per questo Miette. 'Ovviamente' riusciamo a trovare da ravanare oltremodo salendo, giusto perchè la traccia da battere non ci bastava...! E' sufficiente a) ^non^ prendere la strada dei vecchi impianti (peraltro costellata ormai di molta vegetazione) e b) ^non^ tenersi bene bene e molto a destra degli impianti praticamente sul versante e la strada del Ciarm del Prete come previsto da libretta, et voilà, il gioco è fatto, ravanish assicurato nel salire, per incrociare i pali dei vecchi impianti! Discesa: parte alta con grande quantità di fiocca e anche pesantuzza, fondo che a volte mancava ma nulla di realmente preoccupante. Parte media e bassa invece molto meglio! Quasi farina pura, dunque bene bene. Il problema di questa gita, invece, sta realmente diventando la crescente e numerosa vegetazione che costella il percorso, specie in inverni "tardivi" di neve come questo... Sabato prossimo difatti in sociale, porteremo al Passo Veilet e per chi se la sente, a seconda dei partecipanti, alla Ciarm del Prete.
Con la combriccola odierna CAI Venaria & "affini" una sempre ottima chiusura al Runch era quello che ci voleva!

...una goduria battere traccia là davanti...

...dal passo, uno sguardo quasi "a piombo" su Villa là sotto...
Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Finalmente la neve fresca! Quella caduta ieri e stanotte. Dai 30 ai 40cm. naturalmente escludendo le zone pelate dal vento. Salito sino alla cima e da lì sceso per massima pendenza di fianco ad una sola traccia preesistenze; a seguire...alla ricerca dell'intonso!
Oggi tutto perfetto! se non ci fossero state alcune zone pelatuccie (evitabilissime) un 5 stelle ci sarebbe stato tutto!

...paesaggio fiabesco alla partenza...

...due curve finalmente ben date (la centrale la mia firmetta)...

...kyte-sky surfers nella parte bassa...

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
tipo bici :: full-suspended
Effettuato oggi questo importante anello in zona Bardonecchia con una meteo superba in 10 bikers tra Etabeta, Cucuzzoli e Apofriends. Molto interessante la salita, caratterizzata da un contorno di monti e colli davvero strepitoso. Ci siamo concessi anche una deliziosa sosta al Rif. du Thabor. La discesa: la prima dal Colle della Rho è stata ciclata bene da tutti (ho anche video), mentre i due tratti più impegnativi e tecnici sono ora piuttosto scassati e pertanto veramente sdrucciolevoli (posterò presto foto), in 3 li abbiamo ciclati per un 40-50% (io 100/100mm. escursione, il più 'corto' del gruppo), personalmente ho gradito di più la seconda con i tornantini, un paio dei quali veramente molto stretti e con pietra/e grosse da aggirare o in mezzo. Finale aggirando il Lago verde su per la pineta con giochi di sentieri, indi variante sx per evitare polvere ed escursionisti, e dunque arrivo al Rif. 3 magi (altra sosta=altra birra!) e poco dopo di esso abbiamo intrapreso su suggerimento di Paolo_P, il sentiero giocosissimo che in discesa porta giù in località 7 Fontane; insomma abbiamo gustato il giro sino al pusacafè ! Due del gruppo hanno intrapreso il sentiero GR57 preso direttamente dal Colle di Valle Stretta sino al Piano della Fonderia. Lasciate perdere, pericoloso, poco ciclabile, non bello per bikes.
Noi alla fine abbiamo totalizzato circa 1600m. di dislivello. Strepitosa Stefania come sempre, ma bravi tutti!
Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • Arp (Rifugio) da Estoul e il Lago Literan (09/01/16)
    Ciarm del Prete da Tornetti (07/04/15)
    Roisetta (Mont, Punta Sud) da Cheneil (28/03/15)
    Grifone (Punta di) da Grange (07/03/15)
    Palasina (Punta) da Estoul (13/04/14)
    Becco (Costa del) da Rochemolles (05/04/14)
    Vallette (Cima delle) da Frais (08/03/14)
    Soma (Clot della) da Pragelato (08/02/14)
    Lance (Punta delle) da Pian Benot (01/02/14)
    Beaulard quota 2100 m da Beaulard (11/01/14)
    Aquila (Punta dell') dall'Alpe Colombino (06/01/14)
    Tre Croci (Poggio) da Bardonecchia (03/01/14)
    Vaccare (Trucco delle) e Pilone Madonna della Neve da Frais, giro per l'alpeggio Soubeirand (28/12/13)
    Miette (Passo) quota 2002 m da Tornetti (07/12/13)
    Manzol (Monte) dal Rifugio Barbara Lowrie (01/09/13)
    Losa (Passo della) e Passo della Vacca dal Lago Serrù, anello (25/08/13)
    Birrone e Ciabra (Colli) da San Damiano per il vallone di Droneretto (15/06/13)
    Valfredda (Punta) dal Ponte d'Almiane (01/06/13)
    Pala Rusà (Punta) da Pian Benot (17/03/13)
    Serena (Costa di) quota 2739 m da Mottes (27/02/13)
    Cervetto (Testa di) da Meire Bigorie (03/02/13)
    Vaccare (Trucco delle) e Pilone Madonna della Neve da Frais (25/01/13)
    Bosco (Cima del) da Thures (11/11/12)
    Arp Vieille (Mont) da Bonne (10/03/12)
    Mentà (Costa di) da Chiapili di Sotto (03/03/12)
    Liste (Cima delle) o Punta Gardetta da Indritti (24/02/12)
    Vaccare (Trucco delle) e Pilone Madonna della Neve da Frais (15/02/12)
    Miette (Passo) quota 2002 m da Tornetti (04/02/12)
    Leissè o Leysser (Punta) da Vetan (21/01/12)
    Rho (Colle della) da Bardonecchia, giro per il Col de la Replanette e Colle di Valle Stretta (20/08/11)
    Foens (Forte) da Savoulx, giro (06/08/11)
    Monviso (Giro del) da Castello, giro del Monviso (24/07/11)
    Tsa (Mont de la) da Buthier (06/03/11)
    Cialma (la) o Punta Cia da Carello (26/02/11)
    Ciarm del Prete da Tornetti (19/02/11)
    Briccas o Trucchet da Brich (12/02/11)
    Lusignetto (Punta) da Ala di Stura (05/02/11)
    Palit (Punta) da ex impianti Palit (02/02/11)
    Prato di Fiera (Punta) dalla Fontana della Batteria (30/01/11)
    Serena (Costa di) quota 2785 m da Mottes (23/01/11)
    Bosco (Cima del) da Rollières (15/01/11)
    Soma (Clot della) da Pragelato (07/01/11)
    Fournier (Cima) da Bousson (05/01/11)
    Moncrons (Punta di) da Granges di Pragelato (27/12/10)
    Granè (Monte) da Crissolo (08/12/10)
    Leretta (Punta) e quota 2051 m da Pian Coumarial per il versante NO (28/11/10)
    Levanna Orientale Via Normale da Forno Alpi Graie (22/08/10)
    Ramière (Punta) o Bric Froid da Argentera (10/08/10)
    Madonna del Ciavanis (Santuario) da Chialamberto (29/05/10)
    Cervetto (Testa di) da Meire Bigorie (18/04/10)
    Matolda (Tomba di) da S.Antonio (21/02/10)
    Ciarm del Prete da Tornetti (06/02/10)
    Prato di Fiera (Punta) dalla Fontana della Batteria (24/01/10)
    Friera (Piano) da Rivoira (23/01/10)
    Sourela (Punta) da Col San Giovanni (17/01/10)
    Palit (Punta) da ex impianti Palit (16/01/10)
    Cialma (la) o Punta Cia da Carello (05/01/10)
    Muni (Frazione) da Condove, giro (12/12/09)
    Ciappi da Finalborgo, giro (31/10/09)
    Durand (Fenetre) da Etroubles, giro del Gran Combin per Col de Mille e Colle del Gran San Bernardo (3 gg) (11/09/09)
    Taou Blanc (Monte) dai Piani del Nivolet (06/09/09)
    Invergneux (Colle) da Cogne, giro valloni Urtier - Grauson (05/09/09)
    Gardetta (Passo della) da San Magno, giro per i colli Fauniera, Mulo, Ancoccia, Preit, Gardetta, Bandia, Valcavera (01/09/09)
    Vallonetto (Colle del) da Pietraporzio, giro (21/08/09)
    Pis (Colle del) traversata Sestriere-Perosa (12/08/09)
    Gran Paradiso Via Normale del Rifugio Vittorio Emanuele II (20/07/09)
    Arlaud Daniele (Rifugio) e Montagne Seu da Salbertrand (18/07/09)
    Sbaron (Punta) da Prato del Rio (12/03/09)
    Aquila (Punta dell') dall'Alpe Colombino (21/02/09)
    Liste (Cima delle) o Punta Gardetta da Indritti (15/02/09)
    Sourela (Punta) da Mollar (31/01/09)
    Lion (Monte) da Fondo (25/01/09)
    Colombano (Monte) dal Ponte del Dazio (24/01/09)
    Ciarm (Monte) Traversata da Tornetti a Fucine (10/01/09)
    Quinzeina o Quinseina (Punta Sud) da Santa Elisabetta per la dorsale S/SO (28/12/08)
    Soglio (Monte) da Pian Audi (24/12/08)
    Tovetto (Colle Nord del) da Balme (08/12/08)
    Barfè (Rifugio) dal ponte Barfè (05/12/08)
    Longet (le) o Tete du Rissace da Ceillac (08/03/08)
    Goà o Guà (Punta) da Estoul (24/02/08)
    Bosco (Cima del) da Rollières (07/02/08)
    Soglio (Monte) da Pian Audi (13/01/08)
    Ciarva (Rocca) da Balme e il Colle Battaglia (02/12/07)
    Cristetto (Monte) da Pinerolo, giro del Gran Dubbione per i 7 Ponti (20/11/07)
    Liste (Cima delle) o Punta Gardetta da Indritti (31/03/07)
    Sigaro (il) quota 2820 m da Valgrisenche (22/03/07)
    Blanc (Truc) e Becca di Giasson da Surier, anello (11/03/07)
    Arp Vieille (Mont) da Bonne (10/03/07)
    Thabor (Monte) dalla Valle Stretta (03/02/07)
    Toesca (Rifugio) da Cortavetto per il Rifugio Amprimo (17/09/06)
    Pis (Colle del) traversata Sestriere-Perosa (28/06/06)
    Pis (Colle del) traversata Sestriere-Perosa (28/06/06)
    Losetta (Monte) da Chianale per il Vallone di Soustra (25/03/06)
    Fontana Fredda (Punta) da Cheneil (15/01/06)