Filo


Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
tipo bici :: front-suspended
Prima assoluta in MTB del 2010! Siamo partiti con calma (la settimana lavorativa ci ha provati parecchio) e siamo arrivati a Sassello intorno alle 12.30. Subito pimpanti, e dopo una controllata rapida ai mezzi, abbiamo intrapreso la nostra gita. L'itinerario è sempre molto bello, soprattutto perchè poco frequentato e tutto pedalabile! Peccato non aver avvistato nessun falchetto o altri voltatili, che non è raro trovare durante le pedalate in questa zona dell'entroterra savonese. Questa gita, pur nella sua brevità, regala sempre qualche ora di relax. E oggi, grazie all'ottima visibilità, abbiamo anche potuto vedere molto bene le Alpi, ancora ben innevate!
Con Manù.
Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m :: 1200
Dato che ieri vallero ha dato una valutazione positiva di questa gita, anche noi, ieri sera, abbiamo optato per il Tibert.

La scelta è stata azzeccata.

Siamo partiti alle 5 (ora legale) da Genova, sci ai piedi alle 8.30. La salita si è presentata da subito ottima e il paesaggio splendido. Solo un sottile stato da rigelo complicava in alcuni punti la salita, ma senza particolari problemi (i rampant sono rimasti nello zaino). Siamo saliti briosi, giungendo in vetta alle 11.40. Da lassù, meravigliosa vista sull'Argentera, il Monviso, le Alpi Liguri e Marittime e a perdita d'occhio sulle Alpi più a Nord.
Una delle migliori discese (calzati gli sci alle 12.35), seppur non lunghissima, su primaverile divertentissima e scorrevole, un vero spettacolo. Solo un paio di sfondamenti a un centinaio di metri dal Santuario, ma ormai eravamo arrivati.

Ottima scelta!
Manù ed io.

Una vera delizia il vin brulè di Manù, che ci ha ancor più allietato la già bella salita.

A pochi minuti dalla partenza

Lo spettacolo dalla vetta gurdando verso Sud

Il re di pietra ci guarda

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento dura
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo non portante
note su accesso stradale :: Strada pulita, sgombra di neve fino a Les Mesches (partenza gita)
quota neve m :: 1300
Dopo sabato pomeriggio e sera trascorsi tra i graziosi borghi della valle Roya, ci incontriamo, con Enri e Fra, alle 7.30 in Place de la République a Tende. L'allegra compagnia si reca in breve a Les Mesches (1370m), dove lasciamo le auto. Seguiamo fedelmente la relazione di J.C. Campana che ci sembra il percorso più sicuro perchè quasi completamente su tranquille dorsali. L'ambiente si presenta da subito vario ed incantato in un bosco di larici che tra luci ed ombre dipinge il paesaggio che ci accompagnerà, con varie sfumature e colori, fino a quota 2200m. Nata come alternativa al M.te Bègo (nostra prima meta proposta giovedì), ci accorgiamo fin da subito che si tratta di una gita molto bella ed appagante grazie alla varietà degli scorci.
Giungiamo allegri alla regione Taupè, dove una larga voragine nel manto di un versante rivolto a sud, ci conferma che i bollettini avevano ragione sulle condizioni della copertura nevosa. Proseguiamo sul crestone che delimita la conca su terreno sempre più ripido con crosta portante e dura e che costringe a qualche attenzione in più. Proseguiamo in direzione sud tra i larici fino a Pointe de Viole, dove la neve dura e ventata del crinale ci costringe a mettere i rampant. Proseguiamo sull'ampio spartiacque Miniére-Céva in direzione ovest e poi sud-ovest, giungendo in breve alla vetta est del Point de la Corne de Bouc. Dopo esserci rifocillati, iniziamo la discesa valutando la possibilità di scendere da quota 2378m direttamente in direzione nord. Tra i larici, scendiamo in un bosco incantato e molto vario dove incontriamo un camoscio solitario. Peccato per qualche tratto di crosta non portante sul rientro, ma ottima gita caratterizzata da un paesaggio davvero meraviglioso.

Ottimi i biscottini di Manù!

Con Manù, Enri e Fra.



[visualizza gita completa]

Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • Creusa Occidentale (Monte) da Limonetto (22/12/18)
    Reixa (Monte) dal Passo del Faiallo (25/02/18)
    Steliere (Monte le) da Bagni di Vinadio (11/02/18)
    Giobert (Monte) da Preit (13/01/18)
    Giulian (Monte) da Giordano (17/12/17)
    Traversiere (Becca della) da Surrier (30/04/17)
    Grand Area traversata Cresta S, Couloir N (09/04/17)
    Chiamossero (Monte del) o Ciamoussè da Limonetto (12/03/17)
    Champillon (Col) da Chatelair (22/01/17)
    Seirasso (Cima) da Prato Nevoso (03/01/17)
    Nebin (Monte) da Goria (28/12/16)
    Manse (Cima delle) o Tete de Villadel da le Pontet (11/12/16)
    Furggen (Colle di, o de la Forclaz) da Cervinia (15/05/16)
    Gorfi (Monte) da San Giacomo (12/03/16)
    Gardiola (Cima la) da Certosa di Pesio (06/03/16)
    Plate Longe (Tète de) da Larche (31/01/16)
    Pierre (Punta de la) da Daillet (17/01/16)
    Reixa (Monte) dal Passo del Faiallo (24/01/15)
    Mondolè (Monte) da Prato Nevoso, giro per il Passo delle Scalette (04/01/13)
    Grum (Monte) da San Giacomo (09/12/12)
    Priafaia (Monte) da Faie (26/02/12)
    Greppino (Monte) da Alpicella (08/01/12)
    Monega (Monte) e Carmo dei Brocchi dal Passo della Teglia (15/10/11)
    Varazze, Teglia, Stella S. Giovanni, Albisola Sup., Varazze (17/04/11)
    Marguareis (Porta) da Madonna d'Ardua (26/03/11)
    Pittè (Cima) da Tetti Rumiano (27/02/11)
    Gardiola (Cima la) da Certosa di Pesio (06/02/11)
    Croi (Bric) da Celle Ligure, anello per Cassisi (23/01/11)
    San Bruno (Vallone di) dalla Certosa di Pesio, anello (06/01/11)
    Carmo del Finale (Monte) o di Loano dal Giogo di Toirano, anello per San Pietro in Varatella (27/11/10)
    Loie (Lago di) da Lillaz per Alpi di Bardoney (28/08/10)
    Erro, Giusvalla Giro da Varazze (18/08/10)
    Varazze, Pontinvrea, Savona, Varazze (16/08/10)
    Varazze, Teglia, Stella S. Giovanni, Albisola Sup., Varazze (13/06/10)
    Foresta demaniale della Deiva (16/05/10)
    Tibert (Monte) da Santuario di San Magno (28/03/10)
    Corne de bouc (Pointe de la) dal Lac des Mesches (14/03/10)