enzo51


Chi sono

Il curriculum di cui dispongo e' un tangibile biglietto da visita dal quale attingere idee per sempre nuove gite da condividere in compagnia per quanto piu' possibile, in ambiente incontaminato e bello quale quello della montagna e', in un tripudio di emozioni continue a tutto vantaggio della salute fisica e mentale.
In altre parole, una scelta quella di fare montagna ispirata al bene sia del corpo che della mente nell'ottica di un sano modo di invecchiare.

Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Tutto a posto
Falesia molto fisica attrezzata con resinati posizionati correttamente per superare i passaggi in gran quantita' al di qua' della verticale in piena sicurezza. Soste su catene con moschettone fisso per calate mediamente di 25m, l'altezza standard dei monotiri, e salita in moulinette. Noi avevamo 50 metri di corda giusto sufficienti per atterrare senza che ne avanzasse una volta toccato terra, con una mezza da 60 si giostra decisamente meglio ai fini della sicurezza.
Saliti la Patric, il Diedro, Incastro Magia. e il primo tiro di 6a di Voglia di vivere, diversi resting per forze fisiche ormai al limite.
Con chopin anche lui non piu' un goivanotto, a fare degnamente anche lui la sua parte su per questo muro aggettante dove e' piu alle braccia che alle gambe cui bisogna fare appello per guadagnare faticosamente metro dopo metro il traguardo della catena.
In realta i piani erano ben altri, ma per cio che avevamo in mente necessitava una giornata di tutto sole oggi purtroppo non previsto.
Scatta allora il piano B, e siamo gia' ai ripieghi, ma anche qui all'atto di risalire la strada su a Lazey, un albero dal peso di qualche tonnellata, crollato probabilmente a seguito il forte vento di ieri, di traverso sulla strada ci costringe a girare i tacchi e cercare altri rimedi. Non resta che attuare l'ultimo dei piani il C, ovvero il ripiego nel ripiego, quello sempre attuabile.. di finire con il cimentarci a fare i ragni su per un muretto tosto fin che si vuole, al comodo, al caldo (fin troppo) al sicuro da eventuali cadute, ma non risparmiati da una fantozziana nuvola che ci ha scaricato addosso tanta di quell'acqua, per fortuna a vie ormai tutte salite che e' una cosa da non credere, come non bastasse..quando poco piu' in la nello stesso momento sopra quel di Aosta al sole non si poteva resistere.


il socio in moulinette su Patric..

risalendo il Diedro..

ancora il socio su Incastro Magia..
Giudizio Complessivo :: ** / ***** stelle
Piove, ma un posto dove provare ad alzarsi da terra senza che ci si bagni anche se per pochi metri, c'e'. Questo e' Bosco.
La parete a dir poco aggettante mette subito a dura prova avanbracci e dita, per il fatto di venirsi a trovare ad arrampicare sempre in strapiombo da quando si parte fino in catena. Gia' un impresa arrivarci senza specifico allenamento ( che al momento non ho) a superare passaggi fisici estremamente duri.
Riuscito con grosse difficolta' ad arrivare in sosta su" C'era una volta" alla faccia del V+ esperti di questo tipo di salite li presenti parlano di minimo 6a, e su Mamba la lunghezza a fianco si alza il tiro, 6a alla base che a mo viene di pensare sia in realta' minimo un 6a+. Lungi dal riuscire ad arrivare in sosta (le braccia ormai non rispondevano piu' ai comandi), chiesto quindi di essere calato senza alcun ripensamento. Quando e' troppo e' troppo.
Esperienza che immaginavo finisse in un nulla di fatto, meglio che torni al mio alpinismo di sempre e lasciare queste espressioni di forza pura alle nuove generazioni che di questa attivita' ne hanno fatto la loro ragione di vita.
Ringrazio Rod M. e Massimo per l'aiuto a farmi arrivare fin dove poi le forze han ceduto.
Due chiacchiere con meno giovani climber tipo Paolo Oddone che non vedevo da tren'anni, e i giovanissimi emo e maigol tra l'altro gulliveriani come il sottoscritto non ci potevano non stare nel contesto generale.

C'era una volta..dalla sosta..

aggettante ..a dir poco..

su Mamba ..fin quanto le forze han retto..
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
A una domenica unico giorno effettivamente libero della settimana..(dal momento che qua' e' come essere ritornati ai tempi di quando si lavorava)..cui rassegnarsi a doverla trascorrere nell'ozio..per previsioni tutto tranne che confortanti..al risveglio come in una giornata di normale routine.. ecco la sorpresa di un cielo inaspettatamente azzurro e limpido..istintivamente scatta la voglia di porre rimedio all'alternativa a rimanere a casa..x una gita in montagna ormai e' tardi.. un giretto in falesia invece e' sempre possibile..in casi del genere..scelta obbligata benintesi..ma sempre meglio che niente..occasione propizia per visitare un sito attrezzato di recente..di cui tanto se ne parla..a fin di bene ovviamente..Avana'..e allora altro non resta che andare a darci un occhiata.. si da soddisfare la curiosita' di accertare se effettivamente valga la pena come dicono andare a appoggiare mani e piedi..soddisfatto non c'e' che dire..dopo tre tiretti arrangiatomi a salirli alla mia maniera..sfrutto occasione che mi viene offerta da una coppia di due simpatici climber di Lanzo (non i soli presenti qui' oggi).. di unirmi alla loro corda..tre bei monotiretti in condivisione con loro nel settore centrale della falesia..le vie dalle targhe alla base corrispondevano a: mondo di mezzo, la mossa del coniglio, e canti del doc, 6a minimo.. ma con dentro anche del 6b e addirittura un 6b+, stranamente saliti tutti in libera..mah..qualche dubbio che i gradi fossero giusti..un po' mi e' venuto..grisa nera..protesi liberale..sig.ambrosia gli altri tre monotiri saliti in precedenza..
Un saluto e un grazie ai soci occasionali Gianluca e Elisa per avermi dato la possibilita' di avvalermi del loro aiuto nell'agevolarmi e per l'ottima compagnia.

provando a fare la mossa del coniglio..

Gianluca assicurato da Elisa su mondo di mezzo..

dovrebbe venire poi il mio turno qui su canti del doc..
Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
Seconda volta qui a distanza di poco tempo, proprio perche' il tempo e' poco.. giusto quello dell'arco di un pomeriggio ancora una volta rubato agli impegni familiari.
Di ginnastica arrampicatoria se ne fa comunue quanto ne basta, per arrivare a stancarsi ben bene anche a salire gia' solo tre viette, che son poi dei monotiri nella sostanza, ma che comportano alte difficolta' su roccia lungi da quelle cui si e' soliti afrontare in montagna dal grado decisamente piu' contenuto, ma in un contesto ambientale dove altri fattori entrano in causa a rendere al confronto con questo giocare, il tutto molto piu' difficile e pericoloso gia' per il solo fatto di non avere come qui in falesia a ogni metro che si avanza un chiodo a darti sempre e comunque sicurezza.
Saliti con Nanni e Rod M. al capo delle loro corde da falesia, relax un 5b 33mt in tutto, l'altro 5b del metro delle 8, e la decisamente piu' dura primavera atomica 6b, un resting all'inizio, poi meglio la seconda parte fino alla catena.
Un giro da Nostis a Condove, d'obbligo sulla via del ritorno a fare il punto per nuovi progetti faslesistici, non proprio la mia passione, ma che in casi come questi purche' non si arrivi ad eccedere, diciamo che ci puo' stare.

relax..per modo di dire..in realta' un 5b..

su primavera atomica i gradi son ben due in piu'..

Nanni sul metro' delle 8..per un ritorno alla normalita'..
Giudizio Complessivo :: ** / ***** stelle
Fatto tesoro del poco tempo rimasto al rientro dall'Ostanetta per salire un paio di monotiri in questa comoda falesietta a appena due minuti dalla macchina, (praticamente a ridosso della strada). Roc del Bruj e' il sito, meglio conosciuto come placche Giacottino.
i monotiri riportano il nome alla base Snoopy, e Flash ,due 5c di placca con ottimo grip e prese un tantino arrotondate comunque ottime per una progressione sicura con corda dall'alto.
Con Rod senza imbrago.. a tenermi comunque compagnia fino alla fine.

flash..
Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
Tornato a distanza di pochi mesi a completare il lavoro di salire i rimanenti monotiri circa una quindicina in tutto che allora non mi era riuscito di finire per tempo scaduto.
Oggi con l'anziana madre e due climber capitati per caso li anche loro a oliare un po' i muscoli, alternarsi a me nelle vie a fianco a dare il meglio di loro..a me come sempre in questi casi quando non c'e' qualcuno a tenerti la corda il compito di di dovermela sbrogliare da solo..in fondo niente di che, dopotutto altro non e' che andare un su e giu di quella 20ina di metri che sono lo sviluppo medi di ciascuno dei monotiri che caratterizzano le tutto sommato modeste proporzioni di questo giocattolo, posto in bella posizione amena sopra la valle di Susa.

la linea del guardiano di pietra..
Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
Un pomeriggio libero speso al meglio a far un po' di quella sana ginnastica su e giu' da base a catena quattro volte per quattro vie diverse..dai nomi tra i piu' inconsueti. Carioca la prima salita , poi in sequenza, Born to Run, Apprenti Montagnard per finire poi con AC DC.
Con i soci storici Nanni e Rod..e altri simpatici componenti del gruppo dei Ciaparat.
inaspettato incontro con il gulliveriano allalin al quale mando un saluto.

apprenti montagnard..

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Piu' che l'arrampicata in se quella di oggi un occasione per ricordare il passato contestualizzato al presente.
Gran bella rimpatriata con gli amici storici Nanni L. e Rodolfo M. che non vedevo da oltre trent'anni.
Salito con gran piacere unito alla loro corda alcuni dei monotiri sul 6a max., che questa falesia ha da offrire generosamente in gran quantita'. Presente Framil falesista DOC e parte del simpatico gruppo dei Ciaparat tutti concentrati a cimentarsi nel bel gioco dell'arrampicata a dare ciascuno di loro il meglio per il massimo del divertimento.
Conclusione della giornata in piola a festeggiare un momento particolare che riporta sia pur per un attimo alle antiche radici.
Grazie a tutti per la bella giornata e l'ottima compagnia.

Con Nanni su O. di Luna..

una esponente dei ciaparat a dare il meglio di se..

uno dei monotiri saliti..

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Direi che l'anno e' partito bene col piede giusto come si e' soliti dire quando le cose girano bene..con seri propositi del tipo "fai tutto cio' che ancora puoi fare". Del resto con Claudio, quando si tratta di come spendere una giornata al meglio, si sa quando si comincia, non quando si finisce, tanta e' la voglia di arrampicare.
Tre le belle linee salite, di gran soddisfazione, per qualita' della roccia, eccezionalmente salda, l'eccellente chiodatura (del resto essendo in una falesia, guai non lo fosse), ambiente riposante per quella sensazione di pace tanto ricercata che qui si puo' ancora avvertire.
Graditissimo e' stato un ritorno in questi luoghi teatro di cimenti di un passato ormai lontano.
In buona compagnia di Claudio (giuliof)

sulla seconda lunghezza dello spigolo Vareno..

Claudio forza il muro di L2 al Primo Diedro..

ancora il socio sulla splendida linea del diedro della Dulfer..
Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
Falesia per me del tutto nuova. Ne sentivo parlare da tempo della sua esistenza, ma solo oggi grazie al buon Claudio che di falesie ne sa qualcosa, ho avuto occasione cosi di farne la conoscenza. Per scaldarci dal gran freddo, ci tiriamo via tutti i monotiri nel primo settore che si incontra a due minuti dalla macchina, a cui e' stato dato il nome di Scalette. Il lavoro ad andar su e giu' per placche e tettini, ci porta a fare una certa ora, oltre la quale col sole ormai giu', continuare non avrebbe piu' avuto alcun senso. Attaccato con "Ines", per continure prima uno poi l'altro, con "a piedi nudi", "beautyful Lizzy", "Heidi", "mauroberto" di due lunghezze, per finire con "la trenta". Monotiri in genere comunque che spaziano su difficolta' comprese tra il 5a e il 6a. Che dire divertimento assicurato per una giornata ben spesa, in buona compagnia di giuliof. La falesia un bel giocare, per me non l'obbiettivo finale, ma vissuta comunque sempre e soltanto come supporto all'alpinismo.

sul monotiro tutto alla dx alle Scalette..

su quello tutto alla sx..

Claudio in azione su Ines..