brunello 56


Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
note su accesso stradale :: In auto ad Arnouvaz
Oggi, giornata meteorologicamente tutto sommato accettabile, c’era solo un posto in Valdigne dove non andare: la cresta di confine svizzera al Col du Grand Ferret, dove – forse con il passaparola - tutte le nuvolosità si erano date appuntamento. Io puntuale ci sono capitato.
Oggi gita defatigante post-taglio-erba, però con solo uno scarso pomeriggio a disposizione. Siamo capitati in Val Ferret, dove il modo migliore per fuggire dall’affollamento del sentiero TMB è quello di ripiegare, prima del colle, verso il Vallone di Combette. Ma si può fare ancora di più: salendo sul sentiero TMB per il Rifugio Elena, appena passati i ruderi dell’Alpeggio di Tza de Jean si svolta a destra sul sentiero (di cui però non si vede lo stacco) che porta ai ruderi dell’Alpeggio di Tza de Jean damon, dal quale per tracce di bestiame si entra poi nel vallone di Combette. Qui la solitudine è assicurata.
Meta sarebbe stata la Pointe de Combette, ma visto il forte e freddo vento con visibilità pressochè nulla, all’imbocco del vallone, da dove non si vedeva neanche il colle, si è optato per il dietro front. Peccato, questa è sempre un’eccezionale balconata sui bacini di Freboudze-Triolet-Pre de Bar.
Vi sono ancora lingue di neve residue, ma il sentiero per il colle dovrebbe (condizionale d’obbligo) essere ormai libero.

Oggi con Frank, per niente sconvolto dal vento, anzi. Per lui un deterrente contro il caldo.
Un grazie alla moglie per l’attesa ad Arnouvaz, ma stavolta il rientro è stato anticipato


L’arrivo ai ruderi di Tza de Jean damon

Il sentiero TMB per il Col du Ferret ormai invisibile per la nuvolosità

Frank all’Alpeggio di Tza de Jean damon, un vero balcone sul Triolet.
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
L’intenzione era di partire da La Clusaz e salire sulla Tour Ronde dal vallone di Planaval per godere del panorama sulla Valgrisenche, vista anche la giornata con un meteo spaziale, in barba alle previsioni. Invece - causa imprevisto - l’escursione è variata, per cui La Clusaz è diventata il punto di arrivo. Partenza da La Ravoire, salita a Lolair lungo il sentiero n. 3, periplo dell’oasi su sentiero e tra i canneti, poi proseguimento per Baulin sul sentiero n. 20.
Sempre piacevole il percorso e sempre bello il panorama su Rutor e Becca di Tos.

Oggi con Frank, che però non ha gradito molto il caldo: sulla neve è tutt’altra cosa …..

L’oasi di Lolair e la Valle d’Aosta arrivando a Baise Pierre

L’alpeggio di Boregne e la Becca di Tos arrivando a Milliery

Frank alla fontana a Baulin: “Oggi per me basta ….”
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
note su accesso stradale :: In auto a Le Couteray
Oggi - anomalia per me - gita al di fuori della Valdigne, per il versante francese del Bianco.
Bello il percorso ad anello e bellissimo l’ambiente, specie intorno al Col de la Terrasse, con quell’aspetto lunare tipo Mare della Tranquillità dove protagoniste assolute sono le rocce montonate.
Purtroppo la giornata è stata rovinata da un meteo inclemente, sempre coperto e buio. Panorama quindi negato (vedansi le fotografie), e poi pioggia sulla via di ritorno che ha reso eterna la discesa, su un percorso già faticoso di suo e per di più con le pietre ormai ridotte a saponette. Pr questo una stella in meno.
Difficoltà ad individuare ad Emosson il sentiero di discesa, ma poi ritrovato per pura cocciutaggine dopo vari tentativi.

Un grazie a Teresa e Marco per avere individuato e proposto questa gita, ed un saluto al gestore nepalese dell’Alpeggio Loriaz, dove il soggiorno deve essere decisamente piacevole.



L’arrivo al colle e le varie possibili vie di ritorno

L’alpeggio-rifugio di Loriaz con il colle

Dove si troverebbero tracce di dinosauri
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
note su accesso stradale :: A piedi da Cheverel
Camminata defatigante, nel verde dei pascoli e tra gli alpeggi, ma con questo non da intendersi come un’escursione di ripiego perchè la Punta Fetita è sempre un gran Belvedere sulla Valdigne.
Non sono salito dal Col du Bard ma, partito da Cheverel, sono salito a Morge e poi al Col Fetita via gli alpeggi di Les Ors (2100 m) e Tramail des Ors; prima del colle si prende a destra (palina segnavia) il sentiero che con un traverso arriva al colletto sotto la punta e poi sale in vetta.
Panorama eccezionale, peccato per la giornata non più limpida come le precedenti. Tanta gente sul percorso, la Fetita esercita sempre il suo richiamo.
Discesa lungo lo stesso percorso di salita


La croce di vetta

Versante Vertosan: il Lago e la Punta Leysser, con il Passo di Paletta

La cresta dal Mt. Monchette al Mt. Lusse con il Passo di Leseney
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
note su accesso stradale :: A piedi dalla Collina di La Salle
Gita da fuori di testa (del resto, conoscendone l’autore originale ..) ma di enorme soddisfazione.
Subito un inconveniente a La Joux dove, causa alberi abbattuti, al bivio non ho visto il segno e, anziché il sentiero n. 11-20, ho imboccato il sentiero che costeggia il ru; quando finalmente ho realizzato l’errore sono rientrato e ritornato sulla retta via, ma intanto un’ora era stata persa.
Al pianoro di Leseney ho seguito il percorso descritto, risalendo il pendio ed imboccando la finestra a quota 2180, da cui ho poi proseguito in costa fino al colle, evitando di scendere per non perdere quota; forse ho sbagliato perché dovrebbe esistere un percorso che sale più dolcemente e rimonta il vallone rimanendo a quota più bassa (prova ne sia la presenza di bestiame anche nella parte alta del vallone) ma ciò si è rivelato una fortuna; infatti la rampa che porta al colle è ripida ed ancora tutta innevata, per cui risalirla sarebbe stato arduo; arrivando invece lateralmente si riesce ad avvicinarsi facilmente al colle, al quale si scende su terreno però un po’ delicato per via dei ripidi pendii franosi ed ancora innevati.
Dal Colle sono poi sceso facilmente al Deffeyes, sempre su percorso non obbligato, cercando di rimanere sui tratti erbosi ed evitando il più possibile le pietraie. Dal Deffeyes discesa a La Joux di La Thuile prima costeggiando il Rutor fino al Plan de la Liere e poi lungo il sentiero dell’Alta Via 2.
Data la giornata, panorama spaziale sul Rutor e sui laghi, per cui le stelle disponibili sono sempre poche.

Visto il tipo di itinerario, oggi inevitabilmente c’eravamo solo io e Frank: l’ultima persona è stata salutata al mattino presto a Chabodey, la prima poi rivista nel tardo pomeriggio al Deffeyes.
Come detto, gita di enorme soddisfazione, con tratti un po’ delicati in prossimità del colle causa la neve e la pietraia che hanno obbligato a qualche “trasferimento forzato” in braccio del cane, con i suoi 30 kg di leggerezza…. Grazie a Frank per avere condiviso la fatica ed alla moglie per il recupero a La Thuile dopo 11 h di cammino.


Il Mt Monchette ed il Passo di Leseney visti dalla quota 2430 della cresta spartiacque del vallone di Tillac

Il pendio risalito dal pianoro di Leseney e la finestra quota 2180 m

Il Mt Monchette e la cresta che scende al Passo di Leseney (non visibile) salendo

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
note su accesso stradale :: A piedi dalla collina di La Salle
Vi sono giornate (poche) in cui tutto gira giusto.
Stamattina, nonostante le previsioni, già ampie zone di sereno, per cui si parte ottimisti. Disceso a piedi dalla collina di La Salle, sono risalito a Lazey e da questo all’Alpe di Tillac lungo il sentiero n. 21, oggi sconsigliatissimo per via degli enormi pini caduti. Da Tillac ho risalito il sentiero lungo il torrente e, stavolta senza perderlo o confonderlo, sono arrivato al lago (un anno dopo …), lago che di per sé rappresenta già una meta. Poi – anche se poco convinto all’inizio - ho deciso di proseguire verso la vetta del Mt. Vallettaz, e strada facendo ho realizzato che era fattibile, vista la natura facile del terreno: basta avere l’accortezza di evitare le pietraie e rimanere sempre sui tratti misti terra-roccia. Punto di riferimento, arrivati la pianoro erboso, è l’enorme panettone (sulla sinistra salendo) che va risalito e dal quale si punta poi verso la vetta, che si raggiunge facilmente su pendenza sostenuta ma mai difficile.
Notevole il panorama dalla vetta, sull’alta Valdigne ed i valloni circostanti. Peccato per la nuvolosità che ha coperto le creste ed il Bianco, ma visto il meteo è andata di lusso.
Discesa lungo il percorso di salita (scartando però l’idea di cercare il sentiero dell’Alta Via 2 visto il tempo che stringeva) fino a Tillac, poi discesa a Dailley lungo il sentiero nel bosco, poi per sterrata fino a Lazey e discesa a Chabodey.
Nonostante la quota non eccelsa della vetta, escursione di grande soddisfazione sia per la solitudine (naturalmente zero incontri sul percorso: la prima persona salutata è stata alle baite di Valpelouse al ritorno), che per il panorama, ma soprattutto per il raggiungimento della meta. Quindi di nuovo il massimo delle stelle, rimasto ancora a cinque.

Anche oggi io e Frank da soli nella Foresta di Derby e nel Vallone di Tillac, oltre ad una lepre bianca avvistata quasi in vetta. Gradita presenza - invece - quella della moglie a Chabodey che ci ha recuperati e risparmiato la risalita sull’altro versante.
Infine un grazie a chi ha contribuito e si sta adoperando per liberare sentiero e strada dagli enormi alberi abbattuti dalla bufera di Gennaio: fino ad un mese fa la situazione era drammatica.


L’arrivo all’Alpeggio di Tillac

Il Lago di Tillac e il Mt Vallettaz, meta dell’escursione

Che il vento porti le preghiere dove più serve nel mondo

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
note su accesso stradale :: In auto al Colle PS Bernardo
Il 2 Giugno la gita al Colle del PS Bernardo fresco fresco di apertura è ormai diventata una consuetudine. Quest’anno, approfittando del meteo clemente, ho abbinato la salita al Lancebranlette (quella di tre anni fa a Settembre era stata nella tormenta) per una overview panoramica.
Ancora tanta neve al colle, il sentiero “ufficiale” è ancora nascosto, ma questo rende la salita ancora più divertente, alla ricerca del percorso migliore tra nevai (fortunatamente portanti) e tratti prativi. La neve, vista l’esposizione, termina poi nella parte alta; unica difficoltà è il tratto in cresta, dove il sentiero è stato spazzato via dalla frana.
In cima si arriva comunque senza difficoltà, il panorama, grazie anche alla giornata limpida, è spaziale, solo un po’ nascosto verso Nord, sia perché ho voluto evitare di sostare sulla vetta esposta sia perché oscurato dal vicino Bec des Rousses. L’altro punto di sosta panoramico è la tavoletta orientativa, con la vicina panchina (che vista l’altezza sembra fatta per trampolieri …).
Valutazione gita: ovviamente il massimo delle stelle. Solo 5? Peccato …


Oggi gita perfetta per Frank, visti gli immensi nevai dove ancora si scia a meraviglia; grazie per la sua compagnia e grazie alla moglie per l’attesa ed il coffee-break al colle.
Un saluto ai due francesi incontrati, unici escursionisti su tutto il percorso


L’arrivo in cima con la tavoletta orientativa, la panchina e la vetta

Zoom sul Rutor: in primo piano Bella Valletta, in secondo piano Gd Assaly e Pta Loydon, contro il cielo la cresta dal Col di Planaval alla Becca du Lac

Frank in vetta

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
note su accesso stradale :: A piedi dalla collina di La Salle
Con questo meteo diabolico sono ritornato due volte in due giorni nel Vallone di Tillac, la prima volta per arrivare solo fino a Lazey sotto uno scroscio che ha obbligato all’inevitabile dietro-front, la seconda volta il giorno dopo (il tempo era solo nuvoloso, praticamente un lusso) quando sono arrivato all’Alpeggio di Tillac - salendo da Dailley lungo un inesistente sentiero lungo il torrente - da dove ho poi proseguito con destinazione il lago. Dall’alpeggio ho preso il sentiero in direzione SW che entra in salita nel bosco, poi ho sempre seguito il percorso segnato dagli ometti, prima costeggiando il torrente sulla sponda sinistra, quindi attraversandolo ed infine risalendo lungo il suo lato destro. Questo percorso però non porta al lago, bensì verso la testata del vallone, dove - ormai già fuori dal bosco, a quota ca. 2100 m - vi sono i pascoli estivi, individuati dalla presenza di paletti e di fili di delimitazione. Il lago è invece addossato al fianco destro (opposto) del vallone, a quota 2020 m. Ed infatti, al ritorno, cercando bene ho trovato un bivio con un ramo di sentiero che puntava decisamente in quella direzione; l’ho seguito per un tratto ma poi, sia per il poco tempo ancora a disposizione che per la pioggia di nuovo battente e la presenza di neve, sono rientrato. Dovrebbe però portare al lago, secondo la cartina prima risalendo e poi aggirando una rupe.
Agli amanti della wilderness non si può fare a meno di consigliare questo vallone - decisamente fuori rotta escursionistica - con i suoi labili sentieri, i pochi ometti e la selvaggia testata. Oggi è ancora troppa la neve, ma più avanti non disprezzabile l’idea di salire alla Punta Vallettaz e poi al Col de la Crosatie per ricongiungersi sul sentiero dell’Alta Via 2.
Gita condizionata dal meteo, panorama quasi inesistente, ma nonostante ciò si merita tutte le stelle, sia per l’ambiente che per la solitudine: si sa che su questo percorso non c’è mai il tutto-esaurito, ma in questi due giorni c’eravamo proprio solo io e Frank sul sentiero.

Grazie al fido Frank per la compagnia, lui che si è sorbito per due giorni consecutivi la traversata della Valle - con discesa dalla collina di La Salle e risalita sul versante opposto – senza battere ciglio. E grazie alla moglie che il secondo giorno ci ha recuperati a Chabodey: un’ultima salita risparmiata.

La cascata del Torrente di Tillac, dal ponte in tronchi sul sentiero tra Dailley e Petratra.

Non piove, però qualcuno dell’acqua sente la mancanza ……

La testata ancora innevata del vallone, con il Mt. Vallettaz nella nebbia.
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
note su accesso stradale :: In auto a Pre Saint Didier
Giornata instabile, sempre a rischio pioggia, che non invitava certo ad uscite a lungo termine. Si è così optato per questa passeggiata bucolica tra gli alpeggi, e a bassa quota.
Partiti da Pre-Saint-Didier, salita lungo il sentiero n. 5 che si stacca dal parcheggio della piscina e sale dolce e sempre ben marcato con un solo passaggio un po’ esposto su una cengia, prima di sbucare poi all’alpeggio di Combes. Adesso si prosegue sulla sterrata, toccando via via gli alpeggi di Molliex desot e damon, quindi Parimont, da cui si prosegue (indicazioni) per Arpy, toccando la strada asfaltata del Col S.Carlo in prossimità della palina segnavia con le indicazioni per Petosan.
Breve gita, tempo di percorrenza ca. 2.5 h.
Come detto, giornata coperta ma fortunatamente intero percorso senza pioggia; utili nello zaino ombrello ed impermeabile per il cane ma, a differenza del sentiero per Plan Champ – Tillac nella foresta di Derby, motosega al seguito non necessaria.

Gita in compagnia di Teresa e Marco, fortunatamente stavolta la proposta “con garanzia” ha funzionato.
Grazie a Frank per la compagnia (il ponte è finito, da domani si riposa) ed alla moglie per il recupero sulla strada per il Col S. Carlo ed il rientro.


L’alta Valle (Palleusieux e Courmayeur) vista dal sentiero n. 5, nel passaggio sulla cengia.

Vecchi alpeggi a Molliex damon

Una macchia di fresco per Frank
Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
note su accesso stradale :: In auto a Derby
Si era partiti con propositi velleitari: passeggiatina fino al Lago di Tillac, poi proseguimento nel vallone con le racchette, meta magari la cresta. Nella realtà dei fatti, già buono essere arrivati fino all’Alpeggio.
Partiti da Derby con il sentiero che si diparte dal castagno secolare, dopo un po’ le prime sorprese: tanti gli alberi abbattuti, in un punto perso anche il sentiero perché coperto, e poi ritrovato solo dopo tanto ravanare. Inoltre, tanta fatica per aggirare quei tronchi e chiome colossali.
Arrivati a Plan Champ, anziché seguire la strada, abbiamo proseguito su un inesistente sentiero che sale a Petratra: anche qui tanta fatica per via del fondo. Raggiunta infine la sterrata, siamo arrivati all’Alpe di Tillac (1833 m) seguendo tutta la strada ancora abbondantemente innevata, con neve non portante e ormai molle per le ciaspole. Vista la neve non abbiamo proseguito oltre, rientrando a Chabodey via l’Alpeggio di Lazey.
Purtroppo le recenti nevicate hanno riportato la stagione escursionistica indietro di almeno un mese. Oggi, indipendentemente dall’esposizione, in alta Valle salire oltre i 2000 m è ben difficile, ma con un po’ di pazienza e non disperando riuscirò finalmente vedere questo Lago di Tillac.
Giornata grigia, sempre coperto, e doveva essere il giorno più soleggiato di questo ponte: chissà gli altri.

Oggi in compagnia di Teresa e Marco, ai quali era stata “venduta” questa gita non proprio a chilometri zero ma con la garanzia: purtroppo è andata così. Grazie per la compagnia, e grazie alla moglie per il recupero a Chabodey e trasporto a Derby per il recupero dell’auto.

Il pianoro di Tillac tutto innevato

Frank si riposa, stanco anche lui
Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • Tormotta o Tormottaz da Lago del Verney (23/08/19)
    Berrio Blanc (Colle del) da Courmayeur, anello per Col de la Seigne, Col des Charmonts e Mont Fortin (22/08/19)
    Lacerandes (Pointe des) dal Colle del Gran San Bernardo per il Pas des Chevaux (21/08/19)
    Plate (Lac de la) da La Balme (14/08/19)
    Liconi (Alpeggi) da Grassey, anello per Villotte (04/08/19)
    Les Ors (Lago di) da Morge, anello (17/06/19)
    Bonalé o Bonalex (Alpe) da Planaval (26/05/19)
    Brise (Mont) da Prè Saint Didier, anello (05/05/19)
    Charvaz (Frazione) da Cours, anello (06/04/19)
    Costablina (Alpeggio) da Chabodey, anello (23/03/19)
    Arp de Sorè (Alpeggio) da Prè Saint Didier (10/02/19)
    Noire (Tete) da Planaval (21/10/18)
    Praz Damon (Becca di) da Mondanges (15/09/18)
    Mort (Mont) da Saint Rhemy en Bosses, anello (08/09/18)
    Dalmazzi Cesare (Rifugio) da Arnouva (26/08/18)
    Petit Mort (Mont) dal Colle del Gran San Bernardo (24/08/18)
    Barasson (Punta) da Eternon per il Colle Barasson Est (21/08/18)
    Valaisan (Monte) dal Colle del Piccolo San Bernardo, anello (20/08/18)
    Creton du Midi da Planaval (18/08/18)
    Faveroy (Col) da Runaz (16/08/18)
    Bois (Tète du) dal Pont di Saint Leonard, anello per la Comba Flassin (14/08/18)
    Serena (Testa),Testa dei Frà, Punta Fetita da Challancin, anello per i Laghi Dziule (12/08/18)
    Champillon (Col) da Saint-Rhemy en-Bosses (28/07/18)
    Crevacol (Testa di) da Planaval, traversata a Pra Farcoz per i colli Serena, Ceingles, Saint Rhemy (07/07/18)
    Balcone val Veny da La Visaille (23/06/18)
    Bonalé o Bonalex (Alpe) da Planaval (02/06/18)
    Arpy (Villaggio) da Pré-Saint-Didier (26/05/18)
    Bonalé o Bonalex (Alpe) da Planaval (06/05/18)
    Arpy (Villaggio) da Pré-Saint-Didier (22/04/18)
    Charvaz (Villaggio) da Challancin, traversata a Ecours (28/01/18)
    Trovinasse (Frazione) da Cesnola, anello per Chiaverina (05/01/18)
    Les Ors (Alpeggio) da Cheverel (26/12/17)
    Piccolo San Bernardo (Colle del) da Pont Serrand (26/11/17)
    Noir (Bec) da Prailles, anello per il Colle Orientale del Menouve (21/10/17)
    Liconi (Testa di) da Morge (14/10/17)
    Orfeuille (Mont) da La Clusaz (26/08/17)
    Plan Praz e Fort S. Maurice (fortificazioni), itinerari delle miniere da Bouic (18/08/17)
    Lesache (Aiguille de) o des Sasses dal versante Est (17/08/17)
    Paramont (Col de) da la Clusaz (14/08/17)
    Molline (Colle) da Prailles, anello (12/08/17)
    Lesache (Aiguille de) o des Sasses dal versante Est (07/08/17)
    Jeunes (Tete des) da Elevaz per l’alpeggio di Plan Praz (22/07/17)
    Seigne (Col de la) da La Visaille, giro delle Pyramides Calcaires (16/07/17)
    Crosatie (Punta) da La Salle, traversata a Planaval per il Col Crosatie (02/07/17)
    Verconey (Becca di) da Revers per l’Alpe di Boregne (24/06/17)
    Valletta (Punta) da Morge, traversata a Saint Rhemy per i Laghi di Dzioule (10/06/17)
    Chetif (Mont) da Zerotta (03/06/17)
    Fortin (Mont) da Alpe Porassey e il col Chavannes (21/05/17)
    Checrouit (Colle) da Courmayeur, anello (30/04/17)
    Fetita (Punta) o Falita da Challancin (23/04/17)
    Vens (Frazione) da La Salle, anello per Charvaz-Vedun (10/04/17)
    Les Ors (Alpeggio) da Cheverel (19/03/17)
    Gregorio (Monte) da Brosso, anello per il Monte Cavallaria e le Colme (08/03/17)
    Crammont (Alpeggi del) da Elevaz (26/02/17)
    Frà (Testa dei) da Morge per il Colle Fetita (19/02/17)
    Faveroy (Col) da Runaz (07/01/17)
    Court de Bard da Challancin (27/12/16)
    Fetita (Col) o Falita da Cheverel, anello per Vedun e Charvaz (25/12/16)
    Cotteun (Alpeggio), da Valgrisenche per il Vallone di Plontaz (04/12/16)
    Checrouit (Colle) da Courmayeur, anello (20/11/16)
    Banderray (Col du) da Arnouvaz (02/10/16)
    Boccalatte Gabriele - Piolti Mario (Rifugio) da Planpincieux (11/09/16)
    France (Becca) da Vetan (05/09/16)
    Colmet (Mont) da La Thuile, traversata a La Salle per la cresta SO (03/09/16)
    Crevacol (Testa di) da Planaval, traversata a Pra Farcoz per i colli Serena, Ceingles, Saint Rhemy (27/08/16)
    Bellecombe (Vallone) da Arnouvaz per punta 2890 m in traversata per Vallone Malatra (21/08/16)
    Veis (Aiguille des) da Lago Verney, per i Ghiacciai di Hermite e Arguerey (19/08/16)
    Finestra (Colle) da Valgrisenche, traversata a Rhemes Notre Dame per il Vallone di Pra Londzet (18/08/16)
    Rousses (Sommet des) dal lago di Verney per il Colle della Pointe Rousse (16/08/16)
    Colmet (Monte) dal Colle San Carlo per la cresta NO (13/08/16)
    Piccolo Monte Bianco o Petit Mont Blanc da La Visaille (11/08/16)
    Ravelli don Luigi (Bivacco) da Surrier (08/08/16)
    Planaval (Passo di) da Planaval (24/07/16)
    Tos (Becca di) da Plantè per Maison Forte (16/07/16)
    Belle Combe (Mont de) da Arnouvaz (10/07/16)
    Grand Creton da Planaval per il Lago di Bonalex (03/07/16)
    Croce (Punta della) dal Colle San Carlo (12/06/16)
    Belle Combe (Alpeggi), da Arnouvaz per le Alpi di Tsa da Jean (05/06/16)
    Faceballa (Monte) da Ollomont per il Col Breuson (03/06/16)
    Crammont (Mont) da Elevaz (21/05/16)
    Liconi (Testa di) da Morge (07/05/16)
    Colombo (Monte) da Runaz, anello per Lolair (24/04/16)
    Serena (Col) da Planaval (09/04/16)
    Faveroy (Col) da Runaz (13/03/16)
    Ticino (Parco del) Anello dei Navigli Langosco e Sforzesco (21/02/16)
    Fortin (Mont) da Alpe Porassey e il col Chavannes (27/12/15)
    Po (Parco fluviale del) confluenza Marcova-Roggia Stura-Sesia (13/12/15)
    Noire (Tete) da Planaval (08/12/15)
    Tillac (Alpe) da Chabodey (06/12/15)
    Anello Confluenza Po Dora Baltea (28/11/15)
    Sans Fond (Lac, Pointe du) dal Colle del Piccolo San Bernardo (14/11/15)
    Belvedere (Monte) da La Thuile, anello per il Colle PS Bernardo (07/11/15)
    Arp Vieille (Mont) da Bonne, anello (25/10/15)
    Tronche (Tète de la) da Lavachey, anello per Passo Entre Deux Saut e Col Sapin (11/10/15)
    Rousses (Sommet des) dal lago di Verney per il Colle della Pointe Rousse (26/09/15)
    Liconi (Testa di) da Morge, anello per la Testa Drumiana (24/09/15)
    Ticino (Parco del) Anello dei Navigli Langosco e Sforzesco (20/09/15)
    Cornet (Monte) da Planaval per Plan Petet e Becca Cèrè (06/09/15)
    Mont (Col du) traversata la Sassiere - Valgrisenche per l’Arete de Montseti (31/08/15)
    Rouges (Dents) da la Joux per il Col Tachuy (29/08/15)
    Ruitor (Refuge du) da La Joux per il Col Tachuy (22/08/15)
    Gran Becca du Mont Cresta Nord (20/08/15)
    Chambave (Colle di), da Grassey per l’Alpe Gran Plan (18/08/15)
    Fourclaz (Mont de la) o Sommet des Rousses da l’Hospice per il Passage des Trois Moines (17/08/15)
    Ouillon (Col de) traversata Les Chapieux-Colle PS Bernardo (11/08/15)
    Liconi (Alpeggi) da Grassey, anello per Villotte (10/08/15)
    Sainte Julien (Monte) da Champremier (26/07/15)
    Sans Fond (Lac, Pointe du) dal Colle del Piccolo San Bernardo (25/07/15)
    Angeli (Rifugio degli) da Bonne (18/07/15)
    Ticino (Parco del) da Cameri a S. Maria in Binda, Nosate (16/07/15)
    Feluma (Punta) da Plantè (11/07/15)
    Giasson (Becca di) da Usellières per il Rifugio Bezzi (26/06/15)
    Vaudet (Col de) o du Rocher Blanc da Surrier per il rifugio Bezzi (06/06/15)
    Vuert (Lago di) da Usellieres per il Rifugio Bezzi (06/06/15)
    Serena (Testa),Testa dei Frà, Punta Fetita da Challancin, anello per i Laghi Dziule (01/06/15)
    Belleface (Roc du) da Ospizio del Piccolo San Bernardo (31/05/15)
    Ticino (Parco del) dal ponte di Bereguardo al Ponte della Becca (17/05/15)
    Ticino (Parco del) da Cameri al ponte coperto di Pavia (09/05/15)
    Ticino (Parco del) da Cameri alla Sforzesca lungo il Naviglio Sforzesco (25/04/15)
    Ticino (Parco del) nei boschi dei Ronchi alla Sforzesca (25/04/15)
    Ticino (Parco del) Molino Morabassa, anello da Cassolnovo (21/04/15)
    Ticino (Parco del) da Cameri all’Isola del Mandelli a Cassolnovo (19/04/15)
    Ticino (Parco del) da Cameri all’Isola del Mandelli a Cassolnovo (12/04/15)
    Breuil (Vallone) da La Thuile, anello degli alpeggi (06/04/15)
    Liconi (Alpeggi) da Grassey, anello per Villotte (04/04/15)
    Liconi (Alpeggi) da Grassey, anello per Villotte (08/03/15)
    Lex (Mont de la) da Lavancher, anello (05/01/15)
    Mottarone da Stresa (31/12/14)
    Tronche (Tète de la) da Villair, giro della Val Sapin (14/12/14)
    Frà (Testa dei) da Morge per il Colle Fetita (22/11/14)
    Court de Bard da Challancin (02/11/14)
    Fornet (Punta) da Pont Serrand, anello (31/10/14)
    Rousses (Sommet des) dal lago di Verney per il Colle della Pointe Rousse (18/10/14)
    Fortin (Mont) da La Visaille (23/09/14)
    Lancebranlette (Mont) dal Colle del Piccolo San Bernardo (22/09/14)
    Battaglione Aosta (Colle) da Morge traversata verso Val Ferret (20/09/14)
    Gervasutti Giusto (Bivacco) da Lavachey (30/08/14)
    Bella Comba (Laghi) da La Joux (23/08/14)
    Grand Creton da Planaval per il Lago di Bonalex (21/08/14)
    Ponteilles (Laghi di), anello da La Joux per il Monte Bella Valletta (16/08/14)
    Serena (Cresta), punta 2785 m da Planaval per la punta 2710 m (11/08/14)
    Creton du Midi da Planaval (19/07/14)
    Retour (Lac e Col) da La Rosiere (18/07/14)
    Varin (Combe) da La Thuile (06/07/14)
    Gervasutti Giusto (Bivacco) da Lavachey (05/07/14)
    Beigua (Monte) da Pratorotondo, per i Monti Rama, Fontanaccia, Ermetta, Grosso, Sciguello (07/06/14)
    Belleface (Mont, Punta Sud) da La Thuile (01/06/14)
    Traversette (Col de la) dal Colle del Piccolo S.Bernardo (31/05/14)
    Torrent (Vallone) Colle 2657 m anello nel Vallone di Youlaz (17/05/14)
    Mucrone (Monte, anticima) da Oropa (04/05/14)
    Madonna del Sasso (Santuario) per il Sentiero degli Scalpellini (03/05/14)
    Ticino (Parco del) Anello Diramatore Vigevano, Terdoppio, Naviglio Sforzesco (01/05/14)
    Fetita (Punta) o Falita da Challancin per il Col de Bard (06/04/14)
    La Veullotaz (alpeggi) traversata da Derby a Runaz (16/03/14)
    Depretis (Canale) dal Casello Restituzione all’Elvo (02/03/14)
    Beigua (Monte) da Alpicella per le Giare dell'Olio (23/02/14)
    Les Ecules (alpeggio) da Planaval (09/02/14)
    Croce (Punta della) da Colle San Carlo (27/12/13)
    Court de Bard da Challancin (23/12/13)
    Frà (Testa dei) da Morge per il Colle Fetita (01/12/13)
    Battaglione Aosta (Colle) da Planaval (17/11/13)
    Birdwatching nel Parco del Ticino (03/11/13)
    Birdwatching nel Parco del Ticino (02/11/13)
    Birdwatching nel Parco del Ticino (01/11/13)
    Creton du Midi da Planaval (19/10/13)
    Creton du Midi da Planaval (06/10/13)
    Barasson (Tète) per la Còte de Barasson (22/09/13)
    Basei (Punta) da Thumel per il Colle Nivolettaz (21/09/13)
    Basei (Punta) da Thumel per il Colle Nivolettaz (07/09/13)
    Serena (Cresta), punta 2785 m da Planaval per la punta 2710 m (24/08/13)
    Rossa della Grivola (Punta) da Cogne per il Bivacco Gratton (22/08/13)
    Tour Ronde da la Clusaz (20/08/13)
    Zette (Alpeggio), in traversata da Plampra a Rhemes S. George (18/08/13)
    Paramont (Monte) Via Normale da la Joux (16/08/13)
    Pan di Zucchero o Pain de Sucre da Montagna Baus per il versante NO (15/08/13)
    Deffeyes (Rifugio) da Chabodey per il Passo di Leseney (13/08/13)
    Grand Creton da Planaval per il Lago di Bonalex (11/08/13)
    Folliet (Croce di) da Chabodey, anello (21/07/13)
    Ravelli don Luigi (Bivacco) da Surrier (20/07/13)
    Arp (Testa) da Dolonne (07/07/13)
    Fond (Lac sans) dal Piccolo S. Bernardo (22/06/13)
    Colombo (Monte) da Runaz, anello per Lolair (08/06/13)
    Madonna del Viriveri (Santuario) Anello da Ronsecco (02/06/13)
    Court de Bard da Challancin (26/05/13)
    Lucedio (Abbazia) anello lungo il Canale del Rotto (12/05/13)
    Lucedio (Abbazia) da Livorno F. lungo Can. Depretis, Rotto e Navilotto Saluggia (25/04/13)
    Colombo (Monte) da Runaz, anello per Lolair (13/04/13)
    Arp (Colle) per il Vallone di Youla (16/03/13)
    Arp de Sorè (Alpeggio) da Prè Saint Didier (03/02/13)
    Serena (Col) da Planaval (12/01/13)
    Charvaz (Villaggio) da Challancin, traversata a Ecours (26/12/12)
    Charvaz (Villaggio) da Challancin, traversata a Ecours (23/12/12)
    Serena (Col) da Planaval (02/12/12)
    Serena (Col) da Planaval (17/11/12)
    Bertone Giorgio (Rifugio) da Planpincieux (16/11/12)
    Pouegnenta o Pugnenta (Becca) dal Colle San Carlo (20/10/12)
    Lenteney (Laghi di) da Chabodey (03/10/12)
    Fourchon (Mont) da Montagna Baus (01/10/12)
    Rutor (Testa del) Via Normale da La Joux per il Rifugio Deffejes (09/09/12)
    Hess Adolfo (Bivacco) da La Visaille (07/09/12)
    Artanavaz (Aiguille d') da Planaval per l'Alpe Bonalex (26/08/12)
    Miravidi (Monte) e Punta dei Ghiacciai dal Lago Verney (23/08/12)
    Liconi (Alpeggi) da Grassey, anello per Villotte (22/08/12)
    Breuil (Colle) anello da La Cretaz (20/08/12)
    Chaligne (Punta) da Buthier (17/08/12)
    Lechaud (Punta) dal Lago Verney per Vallone di Breuil (15/08/12)
    Morion (Monte) o Mont Rion da Porliod per il Col du Salvè, anello (14/08/12)
    Mombarone (Colma di) e Punta Tre Vescovi da San Giacomo (31/07/12)
    Colmet (Monte) dal Colle San Carlo (22/07/12)
    Banderray (Col du) da Arnouvaz (21/07/12)
    Baisse Pierre (Frazione) da la Ravoire e l'oasi naturale di Lolair (07/07/12)
    Terrasse (Col de la) sulle tracce dei dinosauri (05/07/12)
    Fetita (Punta) o Falita da Challancin (24/06/12)
    Deffeyes (Rifugio) da Chabodey per il Passo di Leseney (22/06/12)
    Vallettaz (Monte) da La Salle per il Lago di Tillac (04/06/12)
    Lancebranlette (Mont) dal Colle del Piccolo San Bernardo (02/06/12)
    Tillac (Alpe) da Chabodey (20/05/12)
    Arpy (Villaggio) da Pré-Saint-Didier (01/05/12)
    Brolliat (Mont) da Chabodey (28/04/12)
    Liconi (Testa di) da Morge, anello per la Testa Drumiana (09/04/12)
    Court de Bard da Vedun, anello (08/04/12)
    Leseney (Alpeggio) In traversata da La Salle a Runaz (06/04/12)
    Cormet (Mont) da Lavancher (11/03/12)
    Liconi (Alpeggi) da La Ruine (12/02/12)
    Ticino (Parco del) da Cameri a S. Maria in Binda, Nosate (22/01/12)
    Les Ors (Alpeggio) da Cheverel (08/01/12)
    Les Ecules (alpeggio) da Planaval (07/01/12)
    Ticino (Parco del) da Boffalora allo Scolmatore ad Abbiategrasso (26/12/11)
    Ticino (Parco del) da Turbigo, giro per Boffalora (08/12/11)
    Ticino (Parco del) Anello SS341-SS11 dal Ponte di Galliate-Turbigo (04/12/11)
    Liconi (Testa di) da Morge (27/11/11)
    Ticino (Parco del) da Cameri a S. Maria in Binda, Nosate (20/11/11)
    Fetita (Col) o Falita da Cheverel, anello per Vedun e Charvaz (13/11/11)
    Ticino (Parco del) Anello dei Navigli Langosco e Sforzesco (30/10/11)
    Ticino (Parco del), Anello SS527 – SS336 (16/10/11)
    Ticino (Parco del), Anello SS527 – SS336 (09/10/11)
    Ticino (Parco del) da Cameri allo sbarramento della Miorina (01/10/11)
    Ticino (Parco del) da Cameri a Porte Canale Villoresi e Turbigo (11/09/11)
    Gonella Francesco (Rifugio) al Dome da La Visaille (27/08/11)
    Paramont (Monte) Via Normale da la Joux (25/08/11)
    Entrelor (Cima di) dai Piani del Nivolet (20/08/11)
    Ticino (Parco del) da Cameri al Belvedere di Tornavento (15/08/11)
    Maurin (Punta) da Usellieres (06/08/11)
    Freduaz Oriental (Mont) Traversata La Thuile-PS Bernardo via Col Lex Blanche (04/08/11)
    Sachère (Colle della) da Bivio Surrier-Grand Alpe (01/08/11)
    Meyes (Vallone) Anello dal Ponte del Gran Clapey (26/07/11)
    Bella Comba (Laghi) da La Joux (24/07/11)
    Ticino (Parco del), dal ponte su SR11 a Santa Giulia-Cerano. (17/07/11)
    Charfiere (Monte) traversata da Arnouvaz a Lavachey (08/07/11)
    Belle Combe (Mont de) da Arnouvaz (26/06/11)
    Artanavaz (Aiguille d') da Planaval per l'Alpe Bonalex (12/06/11)
    Brolliat (Mont) da Chabodey (21/05/11)
    Brolliat (Mont) da Chabodey (08/05/11)
    Crammont (Mont) da Elevaz (25/04/11)
    Cormet (Mont) da Lavancher (03/04/11)
    Arp Vieille (Mont) da Bonne (05/03/11)
    Citrin (Col) da Cerisey (19/02/11)
    Bertone Giorgio (Rifugio) da La Saxe (23/01/11)
    Gollien (Cime di) spalla 3085 m da Bruil, anello per Testa Entrelor e Vallone Sort (22/01/11)
    Ticino (Parco del) da Cameri al ponte di Trecate sulla SS11 (16/01/11)
    Larzey (Alpeggio) traversata da La Salle a Runaz (08/01/11)
    Court de Bard da Challancin (26/12/10)
    Cavour (Canale) da Cameri al Ticino (11/12/10)
    Malatrà (Col de) da Saint Rhemy, traversata a Lavachey per il Col Ceingles (02/10/10)
    Bioula (Punta) da Eaux Rousses (06/09/10)
    Banderray (Col du) da Arnouvaz (05/09/10)
    Traversette (Col de la) dal Colle del Piccolo S.Bernardo (08/08/10)
    Granta Parei via Normale da Thumel (06/08/10)
    Lechaud (Punta) da La Thuile per il Colle della Bassa Serra (03/08/10)
    Blanc (Truc) Via Normale da Usellières per il Rifugio Bezzi (18/07/10)
    Rosset (Colle) dai Piani del Nivolet (16/07/10)
    Miage (Lago del) da La Visaille per il Lago Verde (15/07/10)
    Tos (Becca di) da Revers, anello per Maison Forte e Plantèe (13/07/10)
    Ouille (Mont) da Pont Serrand, versante Sud (11/07/10)
    Cormet (Mont) da Lavancher (04/07/10)
    Camino (Monte) Traversata Fontainemore – Santuario di Oropa (26/06/10)
    Cormet (Mont) da Lavancher (20/06/10)
    Liconi (Testa di) da Morge, anello per la Testa Drumiana (23/05/10)
    Faveroy (Col) da Runaz (21/05/10)
    Boregne (Alpe) da la Ravoire (17/04/10)
    Crammont (Alpeggi del) da Elevaz (13/02/10)
    Arpy (Villaggio) da Morgex via Parimont (07/01/10)
    Cormet (Mont) da Lavancher (23/11/09)
    Manteau (Col) Anello da Eaux Rousses per il Grand Collet (11/10/09)
    Blanc (Truc) da Thumel (04/10/09)
    Comino Gianni (Bivacco) da Arnouvaz (02/10/09)
    Alto (Passo) Traversata LaThuile a La Salle per i laghi di Usselettes (11/09/09)
    Ruitor (Laghi del) Anello La Thuile-Plan de la Lière-Rif. Deffeyes-Comba Sorda (09/09/09)
    Colmet (Monte) dal Colle San Carlo per la cresta NO (07/09/09)
    Valaisan (Mont) da La Thuile, anello per la Bella Valletta e il per il Rifugio Deffeyes (23/08/09)
    Orgère (Col d') da Pont Serrand (12/07/09)
    Pouegnenta o Pugnenta (Becca) da La Thuile (07/10/08)
    Feluma (Alpe) da le Combes, anello (03/08/08)
    Grande Rochere e Petit Rochere da Planaval (27/07/08)
    Tsaboc (Col de) da Plantè (25/08/07)
    Berrio Blanc (Colle del) da Courmayeur, anello per Col de la Seigne, Col des Charmonts e Mont Fortin (27/09/06)
    Cavour (Canale) da Cameri al Sesia (03/09/06)