Gulliver outdoor - arrampicata, escursionismo, scialpinismo, sci alpinismo, alpinismo, canyoning, trekking, MTB, Cicloturismo

andrea81


Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
tipo bici :: front-suspended
La neve può attendere ancora! Con questa bellissima e calda giornata di sole, ne approfitto per una bella sgambata con ancora la possibilità di salire in quota e fare un po' di dislivello. PArtenza da Bussoleno per scaldare un po' i motori, poi su, salita sempre bella che non molla mai. La parte di sterrato è ben asciutta fino a circa 2000 m (al bivio per Tour) poi il fondo diventa leggermente più molle ma ancora scorrevole fino alla teleferica, poi dopo peggiora sensibilmente fino al tratto che scollina sul versante nord sotto il rifugio, un delirio di fango dove il copertone rischia l'annegamento. Per fortuna il tratto è breve. Qualche decina di metri con un piacevole dito di neve, e si arriva al rifugio.
Un tripudio di colori autunnali quasi commovente, temperatura ben oltre le aspettative, e solitudine quasi totale, infatti ho incontrato 3 escursionisti al rifugio e qualche altro biker nei pressi del Truc (scesi poi dal Gta). Ultima fontana funzionante alle Case Alpini.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
tipo bici :: front-suspended
Un po' di indecisione sul da farsi causa previsioni incerte, ma W le webcam, cielo azzurro e si parte! Salita inizialmente dura (conviene fare un po' di riscaldamento tra Signols e Savoulx) unita a terreno un po' smosso, poi dopo il primo km diventa bella e regolare fino alle Grange La Roche, sempre un gran balcone panoramico e assolato. Dopo la strada prosegue con strappi tremendi alternati a tratti più facili, uno strappo io l'ho percorso a piedi, pendenza rilevata 28%!!, ma si tratta di 200 m. Poi raggiunto il bivio con la strada proveniente dai Bacini, bel percorso rilassante in piano fino al Forte Foens, stupendi colori autunnali. Per la discesa ho proseguito fino ai Bacini, e giù a Gleise, e rientro su statale fino a Savoulx.
Ormai in giro ci sono solo più cacciatori, qualche sporadico escursionista e un paio di biker. Meteo molto buono e sole ancora caldo.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
tipo bici :: front-suspended
Partenza da Breil con clima praticamente estivo, salita su asfalto bella e regolare, con la strada che si infila suggestivamente nella gola del Vallone della Maglia. Asfalto rovinato nell'ultima parte ma per la mtb è perfetto. Terminato l'asfalto, poco dopo ecco il bivio per la Baisse de la Dea, che ignoro (ottima intuizione) proseguendo per Campo del Bosco e quindi per Maglia, con un tratto di lungo e panoramico falsopiano che attraversa tutto il vallone portandosi sulla sponda opposta. Si riprende a salire con percorso facile e bello (pendenze modeste tra il 5 e 8%, e poi con vari tornanti si raggiunge su bello sterrato la Baisse de Colla Bassa (fontana funzionante). Dopo la strada diventa meno bella, e si devono affrontare 3 km un po' dissestati, inoltre qui si incontrano le pendenze maggiori, fino all'11%, comunque si mantiene perfettamente la ciclabilità. Superato il tratto più brutto, la pendenza si attenua e inizia un infinito mezza costa (praticamente per 8 km non c'è una curva), nel bell'anfiteatro della parte alta del vallone, si ragiunge e si supera la Baisse de Caran, e infine aggirato un costone, si sbuca alla strada asfaltata dell'Authion. Ormai mancano 2 km di asfalto, duretti (8-10%) sopratutto perchè si arriva con 25 km di salita nelle gambe. Giunto in cima al forte, ultimo tratto di sterrata (che sarebbe vietato alle mtb) perfettamente pedalabile. Peccato per la nuvolosità (non prevista) che ha sensibilmente limitato il panorama. In discesa ho proseguito per la strada dell'Auhion, aggirando la montagna, e ritornando al termine dell'asfalto. Optato poi per la discesa verso la Baisse de la Dea, che in realtà inizialmente è un falsopiano e poi presenta una risalita di 100 m, su bella pista forestale. Poi quando inizia la discesa vera e propria, il fondo degrada molto, non è particolarmente piacevole, strada sassosa anche se suggestiva perchè a picco sul fondo del vallone. Dopo la Baisse de la Dea, se possibile, la strada peggiora ancora (in parte dovuto alle ultime piogge), sassi rami e foglie a mascherare il tutto. Discesa a dir poco infinita, si incontrano numerosi bivi (senza gps qui è un delirio) e finalmente ritorno al bivio di Campo del Bosco, dove non resta che rientrare a Breil sur Roya.
Con il senno di poi effettuerei la discesa dalla strada di salita, sicuramente più piacevole e scorrevole, eventualmente provando la sterrata su Fontan dalla Baisse de Colla Bassa. Per il resto gran bel posto, salita molto lunga ma mai difficile, peccato il meteo non a livello delle aspettative. Poca gente nei paraggi, ma una decina di altri bikers li ho incrociati. Sono ancora presenti diversi greggi di pecore, con relativi cani anti-lupo, non sempre custoditi e socievoli.
Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
tipo bici :: front-suspended
Pietre pietre pietre! Questa è la sintesi del percorso. Io sono partito da Valdieri per fare un po' di gamba, e poi a Terme di Valdieri inizia lo sterrato, anzi il "pietrato" perchè i 5 km per il Pian del Valasco sono ciclabili ma veramente orrendi e snervanti, pur con pendenze non esagerate occorre equilibrio. Breve tratto di relax nel piano, e poi nuova pietraia orripilante, ma dura poco. Superati i vari ponticelli iniziano le rampe per il lago di Valscura, salita molto discontinua a causa dei numerosi tratti franati o invasi da pietrame e acqua; dopo la galleria le cose migliorano e anzi si trova il tratto più bello di tutta la salita; valuterei ciclabilità dal fondo del piano di Valasco al Lago Inferiore di Valscura sul 50% (con un po' di buona volontà). Dopo riprende il portage di 15' per arrivare al colletto che precede la strada lastricata... bella a vedersi da lontano, ma non eccezionale da pedalare; oltretutto la parte bella dura poche decine di metri, poi bisogna stare attenti a non finire nelle voragini tra i massi, poi degrada via via diventando un sentiero poco ciclabile. Io sono arrivato al Lago Claus e stop, mi bastava così. Discesa quindi dal versante di salita, sono montato in sella dal lago in giù, tutto sommato pensavo peggio invece salvo brevi tratti franati si sta sempre in sella, ma con attenzione perchè le pietre smosse sono molto insidiose. Ritornato a Valdieri sono salito ancora a Desertetto, portando il dislivello odierno a 1850 m.
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
tipo bici :: front-suspended
Strepitoso giro, in una giornata altrettanto strepitosa di inizio autunno. Io sono partito da Chateau Queyras, tanto per scaldare un po' la gamba (e c'era proprio bisogno perchè alle 9 temperatura di 4°C!), per fortuna salendo ad Arvieux è subito arrivato il sole, a riportare il clima su valori estivi. Terminato l'asfalto si inizia a salire nel bosco, di nuovo in ombra ma piacevole (qui ormai il sole non arriva più), bello sterrato con alcuni tornanti cementificati, che con pendenza regolare -eccetto le prime rampe dure- sale veloce fino al bellissimo Grand Plan. Oltre il fondo peggiora leggermente, più ghiaioso ma avercene così! Il bosco lascia posto ai pascoli e le rampe sono regolari fino all'ultimo km, dove si affronta il tratto più duro, pendenza sempre attorno al 15%. Dal Col de Furfande mi sono fatto tentare e sono salito, bici a fianco, fino al cucuzzolo erboso di destra, il Pic du Vacivier 2631 m, in circa 15'. Da questo è possibile scendere direttamente in sella seguendo il facile sentierino, tornando al Col de Furfande.
Discesa eccezionale sulle Grange de Fourfande, ambiente incredibile sembra di essere in un villaggio di fantasia. Il sentiero fino al Rifugio è davvero facile e godurioso, poi dopo c'è qualche tratto più tecnico ma fattibile anche per uno scarso come me. Io da le Queyron sono sceso ad Arvieux da dove ho girovagato un po' fino a Brunissard portando il dislivello a 1700 m, godendomi questa valle ormai quasi deserta. Avvistato altri biker francesi sul mio stesso itinerario, e qualche escursionista. Purtroppo al colle si arriva anche con la macchina, quindi qualche auto durante la salita.
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
tipo bici :: front-suspended
Ho atteso con impazienza una giornata meteo ideale per questo giro in Val Pellice, per evitare le nebbie che avrebbero limitato il paesaggio e ovattato l'ambiente. Ed ecco oggi la giornata perfetta, sole caldo e cielo terso. Partenza da Bobbio Pellice, 7 km per arrivare a Villanova, su asfalto ma utili per scaldare i motori. Poi un km circa lungo il liscissimo e polverosissimo sterrato che conduce alla Conca del Prà, ma al primo bivio lo abbandono per proseguire a destra, e iniziano subito i dolori. Un km di rampe micidiali al 20%, poi per fortuna si addolcisce. Ma dopo un po' di respiro si riprende a salire, in un contesto ambientale stupendo; infiniti tornanti danno comunque la possibilità di respirare, uniti a qualche breve ma provvidenziale ripiano. Sono stato fortunato perchè la strada è stata perfettamente sistemata fino al bivio per l'Alpe Bancet, ma 500 m prima di questo ho dovuto cedere e percorrere qualche tratto a piedi, troppa pendenza e la ruota anteriore si impennava. Rimontato in sella, lungo traverso fino all'Alpe Giulian, fondo un po' meno bello, finchè all'alpeggio termina la strada. Il primo tratto del sentiero è interamente ricoperto di letame (no comment) poi superato un dosso, si apre la valletta con il colle laggiù in fondo. Purtroppo in salita la ciclabilità è quasi nulla, ma anche a spinta il sentiero è molto comodo e non faticoso, salvo le rampe sotto il colle (ma è questione di 10'). Certo la discesa su Prali sarebbe stata intrigante, ma il ritorno a Bobbio sarebbe stato eterno, così giù dal percorso di salita. A causa della mia incapacità in discesa i tornantini li ho fatti a piedi, poi però il single track fino all'alpeggio me lo sono goduto, peccato finisca molto in fretta! Per il resto ho seguito la sterrata della salita fino a Villanova.
Secondo me è un giro che merita, anche solo per l'ambiente, aspro e selvaggio, a torto scarsamente frequentato; infatti oggi oltre alle persone dell'alpeggio, ho incontrato solo due escursionisti e un altro biker che saliva. La salita è molto dura e lunga, bisogna affrontarla con il dovuto allenamento per non patire le pene dell'inferno.
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
tipo bici :: front-suspended
Dopo aver salito il vallone di Esischie, e raggiunto la cima del Monte Pelvo, ridisceso al colle e quindi salito come da descrizione al Colle Fauniera. Quindi Valcavera e percorso il bellissimo altopiano della Meja superando colle Bandia e Margherina. Qui il percorso occitano inizia subito entusiasmante e facile; poi una zona centrale per me impraticabile, troppi sassi e troppo ripida, e poi nuovamente bello. Io non ho raggiunto la Lapide degli Alpini, ma poco prima, sono sceso per sentiero fino al bacino artificiale sotto il Colle del Preit, quindi breve risalita al colle seguendo uno sterrato impossibile da affrontare in sella; e poi giù per l'asfalto fino a Ponte Marmora, da dove ero partito. Scorci meravigliosi di questo inizio autunno, che con le temperature odierne si può tranquillamente chiamare estate. Poca gente in giro, concentrata più che altro ai colli.
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
tipo bici :: front-suspended
Non avevo mai affrontato la salita del Colle Fauniera dal vallone di Marmora, e oggi ho colmato la lacuna... ambiente bellissimo, salita mai difficile salvo brevi strappetti. Peccato solo che la strada stia franando in alcuni punti senza che vengano effettuati interventi risolutivi. Dopo l'uscita dal bosco il panorama e l'ambiente riempiono occhi cuore e polmoni... Come da descrizione raggiunto il colle sono arrivato in cima al Monte Pelvo, circa 30' dal colle con un po' di spintage. Già che c'ero, ho salito anche la Rocca Negra (15' a piedi) con il tratto finale un po' infido per le scarpette da bici. In discesa io sono tornato al Colle d'Esischie perchè ho proseguito col giro programmato fino al Colle del Preti, perciò la descrizione delle varie discesa è un po' sommaria e va verificata.
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
tipo bici :: front-suspended
Grande salita che mancava alla mia collezione... una delle più lunghe ma anche delle più belle e suggestive. Salita come da descrizione da Embrun, i primi 17 km sono di asfalto e mai troppo impegnativi salvo alcuni tratti, ma il contesto ambientale è subito spettacolare. Volendo si riescono a spingere bei rapporti su queste pendenze (ma attenzione a non strafare). Certo con la mtb qui non è il massimo. Superato la Chalp si apre una conca meravigliosa, verdissima e ricca d'acqua. Ora la salita si fa impegnativa, e quando inizia lo sterrato il fondo non proprio scorrevole aumenta un po' la fatica. Salendo il fondo migliora (meno pietre più terra battuta), il paesaggio fa scomparire la fatica... finchè all'improvviso appare l'imbocco del tunnel! Io per deformazione professionale non mi sono accontentato di arrivare qui, e ho proseguito a piedi per 20' raggiungendo la cima del Petit Parpaillon (180 m di dislivello aggiuntivi). Discesa dal percorso di salita, con deviazione al Lago di Serre Poncon.
Da fare almeno una volta nella vita.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
tipo bici :: front-suspended
sempre caro mi fu quest'ermo colle..... specialmente in giornate un po' incerte, quando vuoi fare un giro relax al Moncenisio ma arrivi su che sembra inverno... e allora il Colle delle Finestre (che tanto relax non è) salva la giornata. Salita per me sempre piacevole, fresco il bosco (ma non particolarmente umido) e poi lo sterrato in buone condizioni fino ai 3 km dal colle, dove nei tornanti bisogna prestare attenzione alle pietre smosse da auto/moto/quad ecc (ringraziamo la provincia o chi per essa che, anzichè far pagare l'accesso ai veicoli motorizzati per utilizzare i proventi nella manutenzione, lascia queste strade allo sbando - dopo il lavoro fatto per il passaggio del Giro d'Italia - tanto paghiamo noi). Brezza freddina al colle, con alternanza di sole e annuvolamenti, un classico di questa estate. Oggi traffico veicolare non eccessivo, pochi anche i bikers incontrati.
Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • mostra tutte
  • Mera (Alpe di) da Scopello, traversata per Meggiana e Rassa (19/06/20)
    Chiappo (Monte) e Monte Ebro da Albera Ligure, giro per Capanne di Cosola e Colle Trappola (30/05/20)
    Malinvern - Città di Ceva (Rifugio) da Vinadio per il Vallone di Rio Freddo (23/05/20)
    Combe (Alpe le) e quota 1812 m da Bussoleno (11/01/20)
    Riposa (Rifugio la) da Susa (09/11/19)
    Riposa (Rifugio la) da Susa (01/11/19)
    Viou (Alpe di) da Veynes (26/10/19)
    Assietta (Testa dell') la Strada dell'Assietta da Depot a Sestriere (13/10/19)
    Jafferau (Monte) da Salbertrand per il Forte Pramand e la galleria dei Saraceni, giro per il Forte Foens (06/10/19)
    Sommeiller (Colle) da Bardonecchia (27/09/19)
    Balma (Rifugio) da Roccaforte Mondovì per Prato Nevoso (24/09/19)
    Grevon (Piatta di) da Pila (15/09/19)
    Parpaillon (Tunnel e Col de) da Embrun (24/08/19)
    Clapier (Col) dalla Diga del Moncenisio per il Lac de Savine (21/08/19)
    Ciantiplagna (Cima) da Susa per il Colle delle Finestre, giro per Gran Serin (03/08/19)
    Clarée (Val de la) da la Vachette, piste ciclabili ITINERARIO NON PERCORRIBILE (31/07/19)
    Barant (Col) o del Baracun da Bobbio Pellice, giro per rifugi Barbara Lowrie e Jervis (29/07/19)
    Estaris (Grand Lac des) da Orcieres (13/07/19)
    Oronaye e Roburent (Laghi) da Argentera, giro (06/07/19)
    Gignoux (Lago) o dei Sette Colori da Cesana, giro per Sangalonga, Col Saurel, Lago Nero, Rhuilles (24/06/19)
    Fontana Mura (Rifugio) all'Alpe Sellery Superiore da Coazze (11/05/19)
    Azaria (Piano) da Pont Canavese (20/04/19)
    Colombardo (Colle del) da Condove (24/02/19)
    Colombardo (Colle del) da Condove (26/01/19)
    Trucco (Borgata) da Susa, discesa per il sentiero 558 (01/12/18)
    Trucco (Borgata) da Susa, discesa per il sentiero 558 (24/11/18)
    Jafferau (Monte) da Salbertrand per il Forte Pramand e la galleria dei Saraceni, giro per il Forte Foens (20/10/18)
    Pietravecchia (Monte) da la Brigue per la Baisse de Sanson (13/10/18)
    Fallére (Rifugio) da Saint Pierre, giro per Thouraz e Bellun (29/09/18)
    By (Conca di) e Alpe Thoules da Valpelline, giro con discesa Glacier (23/09/18)
    Jervis Willy (Rifugio) alla Conca del Prà da Luserna San Giovanni per la Val Pellice (01/09/18)
    Peyron (Col du) e Lac de l'Ascension da La Roche-de-Rame, giro (24/08/18)
    Sogno di Berdzè (Rifugio) da Lillaz per il Vallone Urtier (16/08/18)
    Anon (Col d') da La Roche de Rame, per il Lac Lauzes (04/08/18)
    Finestre (Colle delle) da Susa (28/07/18)
    Replan (Punta) da Gressan, giro valloni Comboè - Chamolè per il Colle Plan Fenetre (13/07/18)
    Alp (Cabane de l') da Saint Crepin (07/07/18)
    Orceyrette (Lac de l') e Chalets de l'Alp da Briançon, giro per Melezin e les Ayes (24/06/18)
    Dente Brignola (Colle) e Rifugio Balma da Fontane, giro delle Valli Corsaglia e Maudagna (10/06/18)
    Finestre (Colle delle) da Susa (26/05/18)
    Prione (Colle del) da Nasino (19/05/18)
    Poignon (Mont) da Villeneuve, giro per Petit Poignon e Pont d'Ael (05/05/18)
    Pracaban (Monte) da Cirimilla, giro per Capanne di Marcarolo (30/04/18)
    Mottarone e Monte del Falò da Gignese, giro (14/04/18)
    Assietta (Testa dell') la Strada dell'Assietta da Depot a Sestriere (21/10/17)
    Jafferau (Monte) da Bardonecchia per il Forte Foens, discese: Valfredda; Bacini; Foens (14/10/17)
    Estelletta (Monte) e Colle Ciarbonet da Acceglio, discesa a Saretto (07/10/17)
    Riposa (Rifugio la) da Susa (30/09/17)
    Fallère (Lago) da Ville sur Sarre (23/09/17)
    Bione (Colle) da Avigliana, giro per Colle Braida, Bussone, Strada San Francesco (02/09/17)
    Sommeiller (Colle) da Bardonecchia (27/08/17)
    Cialancia (Passo) da Perrero a Prali per i 13 Laghi (15/08/17)
    Duca (Passo del) dalla Certosa di Pesio (12/08/17)
    Janus (Forte) da Monginevro, giro per Fort Gondran il Lago Gignoux o dei Sette Colori (29/07/17)
    Seccia (Colle di) da Callieri, giro della Rocca di San Bernolfo per i Laghi di Collalunga (08/07/17)
    Lazzarà o Laz Arà (Colle) da San Germano Chisone e discesa sulla Val Germanasca (01/07/17)
    Lenlon (Fort du) e Col du Granon da la Vachette, giro per il Fort de l'Olive e la Croix de Toulouse (25/06/17)
    Tetes (les) da l’Argentiere la Besse, giro per Col de la Pusterle e Vallon du Fournel (17/06/17)
    Culour (Punta) da Prazzo, giro (10/06/17)
    Faudo (Monte) da Imperia, giro (07/05/17)
    Evigno (Pizzo d') o Monte Torre da San Bartolomeo al Mare (29/04/17)
    Monastero (Lago di) da Chiaves per l'Alpe di Costapiana (22/04/17)
    Colombardo (Colle del) da Condove (17/12/16)
    Riposa (Rifugio la) da Susa (30/10/16)
    Trucco (Borgata) da Susa, discesa per il sentiero 558 (15/10/16)
    Morgonnet (le) da Savines le Lac, giro per Col de Pontis e Col du Morgonnet (04/10/16)
    Magià (Rifugio) da Nus per la Valle di Saint Barthelemy (24/09/16)
    Gries (Passo del) da Riale, giro per i Passi San Giacomo e Corno (10/09/16)
    San Giuseppe (Croce) e Lago Desertes da Oulx per Madonna del Cotolivier, discesa su Desertes (04/09/16)
    Mayt (la) da Saint André d'Embrun per il Col de la Coche e Col de Valbelle (28/08/16)
    Tesina (Passo) da Vinadio, giro per Sant'Anna e Bagni di Vinadio (26/08/16)
    Malamot (Monte) o Pointe Droset dalla Grand Croix (23/08/16)
    Homme de Pierre (Belvédère de l') da Guillestre per Risoul (10/08/16)
    Croce (Punta e Colle della) da Morgex per il Colle San Carlo, giro (30/07/16)
    Chateau Renard (Pic de) da Moline en Queyras, giro per il Col Longet (10/07/16)
    Finestre (Colle delle) da Susa (12/06/16)
    Vaccera (Colle) da Bricherasio (24/03/16)
    Madonna del Ciavanis (Santuario) da Chialamberto (28/12/15)
    Tour (Borgata) da Susa, discese varie (25/12/15)
    Sbaron (Punta) da Condove (19/12/15)
    Colombardo (Colle del) da Condove (08/12/15)
    Soglio (Monte) da Corio per Pian Audi (14/11/15)
    Grazian (Monte) da Breil-sur-Roya, giro per Piène Haute, Olivetta, Col de Brouis (31/10/15)
    Riposa (Rifugio la) da Susa (25/10/15)
    Trucco (Borgata) da Susa, discesa per il sentiero 558 (17/10/15)
    Saccarello (Monte) da la Brigue per Col Linaire, Baisse de Sanson, Passo Tanarello (07/10/15)
    Champillon - Letey Adolfo (Rifugio) da Aosta per Plan Debat (26/09/15)
    Selleries (Rifugio) da Depot a Usseaux per il Forte Serre Marie e Pian dell'Alpe (19/09/15)
    Valanza (Ex Rifugio) da Luserna San Giovanni, giro (06/09/15)
    Autes (Monte) e Varirosa da Vinadio, giro per il Colle Neirassa (21/08/15)
    Grand Tournalin (Rifugio) da Champoluc (20/08/15)
    Petite Chaux (Alpe) e Lago Layet da Saint Marcel per il Vallone di Saint Marcel (03/08/15)
    Moussiere (Col de) e Lac Lauzet da Saint Crepin, giro (25/07/15)
    Bodoira (Monte) da Ponte Marmora per il Colle del Preit (11/07/15)
    Rho (Colle della) da Bardonecchia, giro per il Col de la Replanette e Colle di Valle Stretta (05/07/15)
    Borroz Egidio – Rotary (Bivacco) da Fenis per la Val Clavalitè (20/06/15)
    Orceyrette (Lac de l') e Chalets de l'Alp da Briançon, giro per Melezin e les Ayes (02/06/15)
    Ciantiplagna (Cima) da Susa per il Colle delle Finestre, giro per Gran Serin (30/05/15)
    Bornes (Col des) da Chambave, giro per il Col di San Pantaleone (16/05/15)
    Soria Ellena (Rifugio) da Entracque (09/05/15)
    Buri (Alpe) da Settimo Vittone, giro per Trovinasse e Maletto (18/04/15)
    Pavaglione, Molè (Borgate) da Bussoleno, giro (22/11/14)
    Riposa (Rifugio la) da Susa (08/11/14)
    Foens (Forte) da Savoulx, giro (26/10/14)
    Trois Communes (Pointe des), l'Authion da Breil sur Roya, giro per la Baisse de Colla Bassa (18/10/14)
    Claus (Lago del) e Laghi di Valscura da Terme di Valdieri, discesa dal Rifugio Questa (02/10/14)
    Furfande (Col de) da Arvieux, giro per Chalets e Refuge de Furfande e le Queyron (28/09/14)
    Giulian (Colle) da Bobbio Pellice (13/09/14)
    Pelvo (Monte) da Ponte Marmora per il Colle d'Esischie (07/09/14)
    Esischie, Fauniera, Bandia, Margherina (Colli) da Canosio, giro di Rocca la Meja (07/09/14)
    Parpaillon (Tunnel e Col de) da Embrun (27/08/14)
    Finestre (Colle delle) da Susa (12/08/14)
    Cignana (Finestra di) da Antey Saint André, Grande Balconata del Cervino (27/07/14)
    Gignoux (Lago) o dei Sette Colori da Cesana, giro per Col Chabaud, Lago Gignoux, Fort Gondran, Monginevro, Sagnalonga (06/07/14)
    Madonna del Cotolivier (Cappella) da Oulx (28/06/14)
    Drayères (Refuge des) da Nevache (21/06/14)
    Benevolo Gian Federico (Rifugio) da Villeneuve per la Val di Rhemes (07/06/14)
    Sampeyre (Colle di) e Colle della Bicocca da Bassura, discesa per il sentiero occitano, San Martino e Grange Vignale (01/06/14)
    Colombardo (Colle del) da Condove (25/05/14)
    Toulouse (Croix de) da Briançon per Serre Lan (06/05/14)
    Combes (les) - Vallon des Partias da Briançon per Puy St.Andrè e Puy Chalvin (06/05/14)
    Pian dei Muli (Colle) da Lessolo, giro del Monte Cavallaria (26/04/14)
    Forno (Colletto del) da Trana (12/04/14)
    Bione (Colle) da Avigliana, giro per Colle Braida, Bussone, Strada San Francesco (05/04/14)
    Trucco (Borgata) da Susa, discesa per il sentiero 558 (15/03/14)
    Madonna del Cotolivier (Cappella) da Oulx (27/10/13)
    Marta (Cima e Balcone di) da la Brigue, giro per Col Linaire, Baisse de Sanson, Cretè Rionard, Baisse de Gereon (26/10/13)
    Duca degli Abruzzi all'Oriondè (Rifugio) da Cervinia (22/09/13)
    Sommeiller (Colle) da Bardonecchia (13/08/13)
    Cialancia (Passo) da Perrero a Prali per i 13 Laghi (10/08/13)
    Jacquette (Tète de) da Chateau Queyras, giro per Sommet Bucher, colli Prés de Fromage, Fromage, Estronques (03/08/13)
    Thures (Colle di) e Lago Chavillon da Bardonecchia, discesa su Nevache e Colle della Scala (28/07/13)
    Grand Maye (Fort de la) e Fort Croix de Bretagne da Briançon, discesa su les Ayes (13/07/13)
    Finestre (Colle delle) da Susa (07/07/13)
    Bione (Colle) da Sant'Ambrogio, giro con discesa su Castel Billia sentiero 505 (22/06/13)
    Sampeyre (Colle di) e Colle della Bicocca da Sampeyre, giro per Torrette (16/06/13)
    Chalet de l'Epeè (Rifugio) da Valgrisenche, giro della Diga di Beauregard (15/06/13)
    Carmo del Finale (Monte) o di Loano da Pietra Ligure, giro per Giogo di Giustenice e Giogo di Toirano (26/05/13)
    Bione (Colle) da Chiusa San Michele, giro per Girodera-GTA-Prese Rose (05/05/13)
    Jafferau (Monte) da Bardonecchia per il Forte Foens, discese: Valfredda; Bacini; Foens (21/10/12)
    Agnellino (Mont) da Tende, giro per il Colle di Tenda, Baisse di Peyrafique e d’Ourne (20/10/12)
    Ruetas (Monte) e Monte Morefreddo da Pragelato per il Colle del Pis (16/09/12)
    Assietta (Testa dell') la Strada dell'Assietta da Depot a Sestriere (15/09/12)
    Bosco (Cima del) da Bousson, giro per Thures (16/08/12)
    Malamot (Monte) o Pointe Droset dalla Grand Croix (11/08/12)
    Galibier, Cerces, Ponsonnier (Colli) da Monetier les Bains, giro del Grand Galibier (07/08/12)
    Chaberton (Monte) da Fenils, giro per Claviere ITINERARIO NON PERCORRIBILE (29/07/12)
    Puriac (Colle del) da Bersezio, giro (28/07/12)
    Losetta (Monte) da Castello, giro Vallone di Soustra - Vallone di Vallanta (08/07/12)
    Lombarda (Colle della) e Laghi di Sant'Anna da Vinadio, giro per Cima Moravacciera (01/07/12)
    Bersaio (Monte) da Sambuco per Colle Salsas Blancias e Piconiera, discesa Vallone Bandia (16/06/12)
    Colombardo (Colle del) da Condove, giro per Madonna della Bassa e il Colle del Lys (10/06/12)
    Prarayer (Rifugio) e Diga di Place Moulin da Aosta per la Valpelline (26/05/12)
    Moncenisio (Colle del) da Susa, attraversamento diga e discesa per la Strada Reale (12/05/12)
    Piata o Plata (Bric la) da Brossasco, giro del vallone di Gilba (25/04/12)
    Diamante (Forte) da Rivarolo per i Forti Begato, Sperone, Puin, Fratello Minore (22/04/12)
    Amprimo Onelio (Rifugio) da San Giorio (09/04/12)
    Frera (Alpe) da Castellamonte per Pian delle Nere e Monte Calvo (08/04/12)
    San Giorgio (Monte) da Piossasco (01/04/12)
    Forno (Colletto del) da Trana (25/03/12)
    Pista Tagliafuoco del Musinè da Caselette (22/01/12)
    Madonna della Bassa (Santuario) da Rivera (11/12/11)
    Caugis (Alpe) da Villar Pellice per il Vallone degli Invincibili (26/11/11)
    Combe (Alpe le) e quota 1812 m da Bussoleno (13/11/11)
    Fontane Nuovo (Gias) da Pialpetta (31/10/11)
    Costa Rossa (Alpe) e Borgata Tour da Susa, discesa per il Trucco e il sentiero 558 (29/10/11)
    Leynir (Col) da Ceresole per il Colle del Nivolet, discesa sulla Strada Reale (01/10/11)
    Malamot (Monte) o Pointe Droset dalla Grand Croix (16/08/11)
    Chaberton (Monte) da Fenils, giro per Claviere ITINERARIO NON PERCORRIBILE (13/08/11)
    Fea, Cavalla,Munie, Roburent, Scaletta (Passi) da Acceglio, giro (10/08/11)
    Sommeiller (Punta) e Passo Galambra dai Bacini per il Passo Fourneaux Settentrionale, discesa in Valfredda (30/07/11)
    Ciantiplagna (Cima) da Susa per il Colle delle Finestre, giro per Gran Serin (10/07/11)
    Valfredda (Grange) da Bardonecchia e la Diga di Rochemolles (25/06/11)
    Finestre (Colle delle) da Susa (28/05/11)
    Madonna del Cotolivier (Cappella) da Oulx (07/05/11)
    Lupo (Pian del) da Barge, giro per la Valle Infernotto (16/04/11)
    Muni (Frazione) da Condove, giro (10/04/11)
    Sessi, Messa, Gravio (Valloni) da Almese, giro dei Tre Valloni (02/04/11)
    Pista Ciclabile Caselette - La Mandria da Villardora e la Tagliafuoco del Musinè (11/12/10)
    Costa Rossa (Alpe) e Borgata Tour da Susa, discesa per il Trucco e il sentiero 558 (06/10/10)
    Malamot (Monte) o Pointe Droset dalla Grand Croix (11/09/10)
    Cavallo (Punta del) da Casteldelfino, discesa su Pontechianale (05/09/10)
    Rocciamelone da Susa (22/08/10)
    Invergneux (Colle) da Cogne, giro valloni Urtier - Grauson (21/08/10)
    Rocca Brancia (Passo) da Pietraporzio, giro Colle Salsas Blancias, Rifugio Gardetta, Grange Serre (17/08/10)
    Chaberton (Monte) da Fenils, giro per Claviere ITINERARIO NON PERCORRIBILE (08/08/10)
    Rho (Colle della) da Bardonecchia, giro per il Col de la Replanette e Colle di Valle Stretta (01/08/10)
    Dietro la Torre (Lago) da Usseglio (25/07/10)
    Scolettas Sottano (Passo di) da Pietraporzio, anello Vallone del Piz - Prati del Vallone (11/07/10)
    Gignoux (Lago) o dei Sette Colori da Cesana, giro per Sangalonga, Col Saurel, Lago Nero, Rhuilles (04/07/10)
    Femma (Refuge de la) da Termignon per il Refuge Plan du Lac e il Vallon de Rocheure (27/06/10)
    Grand Maye (Fort de la) e Fort Croix de Bretagne da Briançon, discesa su les Ayes (13/06/10)
    Madonna del Cotolivier (Cappella) da Oulx (06/06/10)
    Colombardo (Colle del) da Condove (02/06/10)
    Paian (Testa) da Pessinetto, giro per il Pian del Conte (30/05/10)
    Moncenisio (Colle del) da Susa, attraversamento diga e discesa per la Strada Reale (22/05/10)
    Bione (Colle) da Sant'Ambrogio, giro con discesa su Castel Billia sentiero 505 (15/05/10)
    Pista Ciclabile Valle di Susa e Cenischia da Avigliana a Novalesa (27/02/10)
    Muni (Frazione) da Condove, giro (21/02/10)
    Pian Fum (Colle) da Viù per l'Alpe Bianca, discesa dal Roc Sapai (01/11/09)
    Jervis Willy (Rifugio) alla Conca del Prà da Luserna San Giovanni per la Val Pellice (24/10/09)
    Viraysse (Tete de) da Saint Paul sur l'Ubaye, giro (03/10/09)
    Fumavecchia (Casotto e Alpe) da Villarfocchiardo (27/09/09)
    Envie (Lago di) e Rocca Bianca da Prali, giro (06/09/09)
    Sommeiller (Colle) da Bardonecchia (30/08/09)
    Albergian (Colle dell') da Laux, giro Val Troncea - Val Chisone per il Colle del Pis (24/08/09)
    Malamot (Monte) o Pointe Droset dalla Grand Croix (18/08/09)
    Thabor (Monte) da Bardonecchia per la Valle Stretta (15/08/09)
    Bosco (Cima del) da Bousson, giro per Thures (13/08/09)
    Chaberton (Monte) da Fenils, giro per Claviere ITINERARIO NON PERCORRIBILE (01/08/09)
    Janus (Forte) da Monginevro, giro per Fort Gondran il Lago Gignoux o dei Sette Colori (11/07/09)
    Ranzola (Colle della) da Brusson, anello (21/06/09)
    Infernet, Gondran, Janus (Forti) da Briançon, giro (14/06/09)
    Sendua (Testa della) e Croce Turnour da Paesana per Pian Munè, giro (07/06/09)
    Montebenedetto (Certosa di) da Villarfocchiardo (30/05/09)
    Mares (Cima) da Valperga (10/05/09)
    Gelassa (Pian) da Susa per Frais (03/05/09)
    Bracco (Monte) da Barge e la Croce di Envie, Rifugio Mulatero e Croce di Sanfront (13/04/09)
    Riposa (Rifugio la) da Susa (14/03/09)
    Moncuni da Rivoli, giro per la Collina Morenica (22/02/09)
    San Giorgio (Monte) da Piossasco (15/02/09)
    Beigua (Monte) e Monte Sciguello da Varazze, giro (23/11/08)
    Alpe Cavanna (Rifugio) da Chiaverano (08/11/08)
    Djouan (Lago) da Degioz (25/10/08)
    Vin Vert (Monte) da Savoulx (12/10/08)
    Sampeyre (Colle di) e Colle della Bicocca Strada dei Cannoni da Rossana (28/09/08)
    Palasina (Colle e Laghi di) da Brusson, giro con discesa Vallone di Mascognaz (20/09/08)
    Rocciamelone da Susa (07/09/08)
    Avanzà (Rifugio) dalla val Clarea per le Bergerie Martina (30/08/08)
    Froid (Mont) dal Col du Mont Cenis, giro per il Col de Sollieres (21/08/08)
    Mulattiera (Punta della) da Beaulard, giro per Punta Colomion, Col des Acles, Bardonecchia (16/08/08)
    Bianco (Lago) da Bar Cenisio per il Lago d'Arpone e Forte Varisello (05/08/08)
    Assietta (Colle dell') La strada dell'Assietta da Susa a Sestriere (03/08/08)
    Lenlon (Fort du) e Col du Granon da la Vachette, giro per il Fort de l'Olive e la Croix de Toulouse (29/07/08)
    Chaberton (Monte) da Fenils, giro per Claviere ITINERARIO NON PERCORRIBILE (27/07/08)
    Pepino (Cima di) da Limone Piemonte per il Col di Tenda e Colle della Perla (06/07/08)
    Blegier (Monte) da Salbertrand, anello (28/06/08)
    Fauniera, Valcavera, Bandia, Ancoccia, Mulo (Colli) dalla Val Grana (21/06/08)
    Bercia (Monte) da Villaretto e Prato del Colle (01/05/08)
    Seleiraut (Borgata) da Villaretto (01/05/08)
    Selleries (Rifugio) da Depot a Usseaux per il Forte Serre Marie e Pian dell'Alpe (25/04/08)
    Amprimo Onelio - Geat Valgravio (Rifugi) da Bussoleno, discesa su San Giorio (06/04/08)
    Grammondo o Gramondo (Monte) da Calvo, giro Val Roya - Val Bevera (22/03/08)
    Riposa (Rifugio la) da Susa (08/03/08)
    Santa Elisabetta (Santuario di) da Cuorgnè per il Sentiero Pian d'la Mula (27/01/08)
    Lazzarà o Laz Arà (Colle) da San Germano Chisone e discesa sulla Val Germanasca (17/11/07)
    Gagnor e Ghet (Alpe) e Sacrario di Vaccherezza da Condove (04/11/07)
    Brusà (Testa) da Valperga per il Mulino Val (02/11/07)
    Garnè (Monte) da Cantoira, giro (21/10/07)
    Foens (Forte) da Salbertrand, giro per il Forte Pramand (14/10/07)
    Fortin (Mont) da Pont Serrand (07/10/07)
    Bellino (Monte) da Acceglio, giro per il Vallone Maurin (09/09/07)
    Sommeiller (Colle) da Bardonecchia (01/09/07)
    Tre Croci (Poggio) da Bardonecchia, discesa sul sentiero delle borgate (08/07/07)
    Barant (Col) o del Baracun da Bobbio Pellice, giro per rifugi Barbara Lowrie e Jervis (24/06/07)
    Lavoir (Lago) da Bardonecchia per la Valle Stretta e il Lago Verde (09/06/07)
    Chaulieres (Alpe) da Villaretto per il vallone di Bourcet (12/05/07)
    Teleccio (Diga di) da Locana (21/04/07)
    Molaras (Monte) da Susa per Mompantero Vecchio e Chiamberlando (09/04/07)
    Castelletto (Monte) da San Germano Chisone per il Colle Vaccera (18/03/07)
    Madonna della Bassa (Santuario) da Rivera (21/01/07)
    Moncuni da Rivoli, giro per la Collina Morenica (13/12/06)
    Madonna del Cotolivier (Cappella) da Oulx (04/11/06)
    Madonna del Ciavanis (Santuario) da Chialamberto (29/10/06)
    Gardetta (Passo della) e Bric Cassin da Ponte Marmora giro per il Colle del Preit e Vallone di Unerzio (14/08/06)
    Miserin (Lago) da Champorcher per Dondena (10/08/06)
    Chaberton (Monte) da Fenils, giro per Claviere ITINERARIO NON PERCORRIBILE (06/08/06)
    Sollieres (Col de) dalla Diga del Moncenisio, giro (22/07/06)
    Jafferau (Monte) da Salbertrand per il Forte Pramand e la galleria dei Saraceni, giro per il Forte Foens (09/07/06)
    Dietro la Torre (Lago) da Usseglio (02/06/06)
    Fratelli Chiaberto (Bivacco) da Susa per le Grange Pendente (13/05/06)
    Combe (Alpe le) e quota 1812 m da Bussoleno (06/01/05)