Barone di Coggiola (Monte) da le Piane, anello per Monte Gemevola, Punta Pissavacca, Rifugio Monte Barone

difficoltà: EE   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud-Est
quota partenza (m): 1000
quota vetta/quota massima (m): 2044
dislivello salita totale (m): 1044

copertura rete mobile
wind : 60% di copertura
vodafone : 45% di copertura
no operato : 0% di copertura
3 : 20% di copertura

contributors: turbo
ultima revisione: 24/09/10

località partenza: le Piane (Coggiola , BI )

punti appoggio: Rifugio Monte Barone 1610 m

cartografia: Biellese Nord Orientale

note tecniche:
L'itineriario è quasi completamente escursionistico e segue la linea logica delle creste SE che collegano il M.te Gemèvola, Pissavacca, la P.ta delle Camosce e M.te Barone. Concatenando le 4 cime per cresta, è necessario e divertente abbandonare il sentiero in alcuni punti, dove è necessario l'uso delle mani senza incontrare particolari difficoltà.
Tenere presente che lungo l'itinerario di salita non si trovano fontane, mentre scendendo sono parecchie.

descrizione itinerario:
Lasciare l'auto nel piccolo parcheggio di fianco alla chiesetta delle Piane (1000m) e prendere il sentiero G4, facilmente individuabile dalla segnaletica e da un cartello/mappa, che conduce al M.te Gemèvola; proseguire così fino alla prima cima dell'itinerario (1576m), comunemente chiamata "Cornabecco". Il sentiero è ben tracciato, e appena sotto la vetta diventa più ripido.
Arrivati a questo punto in cui trova la prima croce ad indicare la cima, proseguire lungo il filo di cresta fino alla P.ta Pissavacca (1659m); il sentiero (G7) qui spesso si perde e ci si può inventare divertenti passaggi tra le rocce. Arrivati su questa seconda cima dove si trova un'altra croce, si va verso la Punta delle Camosce 1699 m restando sulla destra del filo di cresta.
Dall'alto della terza punta seguire tracciando un diagonale sul prato, per andare a prendere il sentiero G8 che condurrà sul M.te Barone (2044m) dove troveremo una terza croce e un'ottima visuale anche sul M.te Rosa.
A questo punto conviene scendere verso la "via normale" (G8) che ci ricondurrà alle Piane passando tra l'altro di fianco al Rif. M.te Barone (Alpe di Ponasca).