Gran Queyron e Cima Frappier dalla Valle Argentera

difficoltà: EE   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud-Est
quota partenza (m): 2100
quota vetta/quota massima (m): 3060
dislivello salita totale (m): 1150

copertura rete mobile
vodafone : 30% di copertura
tim : 60% di copertura
no operato : 0% di copertura
3 : 60% di copertura

contributors: mangiafioca coboldo
ultima revisione: 28/05/10

località partenza: bergerie Graviere (Sauze di Cesana , TO )

punti appoggio: nessuno

cartografia: Fraternali 1:25000 Alta Val di Susa, Val Germansca

accesso:
Da Sauze di Cesana, proseguire in direzione Grangesises.
Dopo circa 1 km prendere il bivio a dx per la valle Argentera e percorrerla per circa 2 km su strada asfaltata, poi su sterrrato di buon fondo sino a località Argentiera. Da quì in poi, la strada è piuttosto sconnessa, in particolare dal bivio che indica a sinistra l'agriturismo Alpe Piane e a dx Bergerie Graviere e Bergerie Gran Miol. Volendo accorciare il percorso si puo' partire dalle Bergerie Gran Miol a quota 2410 m raggiungibili con vettura alta 4x4 (strada risitemata, Settembre 2019).

note tecniche:
Escursione di grande pregio paesaggistico, in ambiente di alta montagna solitario e maestoso dallo svipuppo complessivo di circa 15 km per raggiungere le due vette. Ampiamente ripagata la fatica dai vasti panorami sulle vallate circostanti, dal Monte Rosa al Monviso.

descrizione itinerario:
Da questo bivio la strada si inerpica ripida nel bosco per 2 km fino alla partenza dell'escursione (ampio pianoro) dove si lascia l'auto dopo aver superato il torrente su un passaggio in pietra e cemento o guadandolo (fuoristrada utile). Un cartello indica bergerie Gran Miol m 2440, 1 ora. Con vettura alta 4x4 si puo' proseguire fino alle Berg. Gran Miol accorciando il percorso a piedi. Raggiunte a piedi o in auto le Bergerie Gran Miol, si segue il sentiero 605 (rade segnalazioni) che, dopo aver attraversato un vasto pianoro di pascoli, si tiene sul lato dx idr. del vallone e raggiunge il passo della Longia (2817 m, casermetta sul lato Germanasca).
Dal Passo della Longia piegare a dx e per comoda traccia lungo il crestone Nord-Ovest raggiungere la cima Frappier (3003 m). Dalla vetta scendere per traccia lungo la cresta Sud tenendosi sul lato val Germanasca (primo tratto un po' esposto ma senza difficolta', EE) raggiungendo il passo Frappier (2981 m).
Dal passo Frappier in 30 min si raggiunge la vetta del Gran Queyron per la facile cresta Nord-Est (EE). Lungo la cresta si passa all'inizio presso una casermetta diroccata, subito dopo si supera un facile saltino roccioso (pochi m), dopodiche' la traccia si porta in versante Nord, passa quindi in versante Est (val Germanasca), si porta sotto la vetta per un ampio cengione e infine a svolte risale gli ultimi metri fino alla punta. Panorama grandioso. Tornati al Passo Frappier, si traversa in versante Nord sotto la Cima Frappier (sent. segnalato) ritornando al Passo della Longia da cui si ridiscende alle Berg. Gran Miol.
Ovviamente e' anche possibile (e preferibile) percorrere la gita salendo prima al Gran Queyron per poi scavalcare la Cima Frappier salendo per la cresta Sud e scendendo per il crestone Nord-Ovest.