Boè (Piz) dal Passo Pordoi per la Forcella Pordoi

sentiero tipo,n°,segnavia: sentieri 627-638
difficoltà: EE   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud
quota partenza (m): 2239
quota vetta/quota massima (m): 3152
dislivello salita totale (m): 900

copertura rete mobile
vodafone : 76% di copertura
tim : 100% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: andrea81
ultima revisione: 19/08/19

località partenza: Passo Pordoi (Livinallongo del Col di Lana , BL )

punti appoggio: Rifugio Forcella Pordoi 2829 m, Rifugio Capanna di Fassa in cima, Rifugio Boè 2871 m

bibliografia: Libretto della Kompass

accesso:
Dal Trentino si percorre la Val di Fassa (Cavalese-Moena-Campitello di Fassa) fino a Canazei, dove inizia la salita per il Passo Pordoi, ampio parcheggio gratuito nella zona della funivia.
Da Bolzano si percorre la Val Gardena fino al Passo Sella, discesa per pochi km verso Canazei fino al bivio con il Passo Pordoi.
Dal Veneto (Cortina-Livinallongo) si raggiunge Arabba, quindi salita al Passo Pordoi.

note tecniche:
La gita è effettuabile sia partendo dal Passo Pordoi sia accorciandola di molto salendo in funivia fino al Sass Pordoi 2950 m Dal Passo Pordoi m. 2239, segnavia 627 che passa dal rifugio Forcella Pordoi m. 2849 - ore 2.30
In funivia al Sass Pordoi m. 2950 indi alla Forcella Pordoi e col sentiero 627 - ore 1

descrizione itinerario:
Dal Passo Pordoi, si imbocca il sentiero a fianco della funivia che risale per prati in direzione dell'evidente canalone di detriti che ha origine della Forcella Pordoi. si segue il sentiero n.627 che un po' faticosamente arranca sui ghiaioni, specialmente la prima metà è un po' fastidiosa poi salendo nei tornanti superiori il terreno risulta più compatto e terroso.Raggiunta la Forcella Pordoi 2829 m con l'omonimo rifugio, si apre davanti l'immenso altopiano detritico dominato a destra dal Piz Boè e a sinistra dalle altre cime dell'anfiteatro, fino al Piz Miara.
Si prosegue ora con percorso pianeggiante sul comodo sentiero a destra, che aggira un costone roccioso e raggiunge un bivio: qui si prosegue a destra sul sentiero 638 che sale rapidamente fino nei pressi della Punta de Joel, tralasciando invece il sentiero 627 - Alta Via che continua in piano.
Si giunge così all'inizio del crestone sud del Piz Boè, dove si snoda il percorso di salita, fra zone detritiche ed alcune fasce rocciose attrezzate con cavo metallico e qualche gradino (non indispensabili). Si raggiunge così senza difficoltà la cima del Piz Boè 3152 m, con la Capanna di Fassa.
Volendo compiere un anello (parziale), dalla cima si scende verso nord seguendo il sentiero (cartello indicante escursionisti esperti) in direzione del Rifugio Boè.Si raggiunge immediatamente la Forcella dai Camorces, poi la traccia scende rapidamente per i ghiaioni del versante sud-ovest della montagna, fino a raggiungere l'imbocco di un canalino roccioso sulla destra, che non presenta difficoltà essendo attrezzato con corrimano e scalinate. Terminato il canale si prosegue per sfasciumi e ghiaia fino al Rifugio Boè 2871 m.
Da qui si incontra il sentiero dell'Alta Via 627 che verso sinistra percorre l'altopiano alla base del Piz Boè riportando alla Forcella Pordoi. Da qui come da percorso di salita si rientra al Passo Pordoi.