Prado (Monte) e M.Castellino da Case di Civago

difficoltà: BR   [scala difficoltà]
esposizione: Varie
quota partenza (m): 1080
quota vetta/quota massima (m): 2054
dislivello totale (m): 1100

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: irui70
ultima revisione: 23/03/20

località partenza: Case di Civago (Villa Minozzo , RE )

punti appoggio: Rifugio C.Battisti -Rif.Segheria Abetina Reale

cartografia: Carta escursionistica 1:25000 Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano

accesso:
All'uscita dal casello di Reggio Emilia in poco meno di due ore si raggiunge Civago dove si sale in breve poco oltre le Case di Civago dove si parcheggia l'auto ai bordi della strada.

note tecniche:
Bella e remunerativa salita da intraprendere ovviamente però con innevamento ottimale. Grande il panorama stile appenninico sul M.Cusna e montagne limitrofe effettuabile anche in più giorni visto il comodo Rif. C.Battisti aperto anche nella stagione invernale ottimamente gestito.

descrizione itinerario:
Dal parcheggio delle Case di Civago si prende il sentiero 605 che sale tra il bel bosco di faggi passando prima al piccolo Rifugio San Leonardo (chiuso, si devono richiedere le chiavi) e poi al Rif.Segheria Abetina Reale (aperto anche nella stagione invernale).
Si continua poi sempre nel bel bosco uscendo in campo aperto sotto il versante est del M.Cipolla ed in breve si arriva al P.so di Lama Lite, dal passo si continua traversando il versante nord del M.Cipolla (porre attenzione in caso di nevicate recenti) arrivando Lago Bargetana 1783mt. sovente invisibile con la copertura nevosa dove si incomincia a salire più decisi sui ripidi pendii che portano in cresta al M.Prado e da li in breve si continua sulla larga dorsale di cresta arrivando al piccolo cippo in pietra marmorea del M.Prado 2054mt.
Dalla cima si procede ridiscendendo il tratto di cresta fatta in salita fino dove si è usciti per poi continuare facilmente sulla larga dorsale in direzione nord-ovest arrivando alle roccette del bonario M.Castellino 1947mt., dalla cima poi ci si abbassa direttamente sui pendii sottostanti per poi proseguire più sotto traversando facilmente verso il Lago Bargetana dove si intercetta la traccia di salita che riporta al P.so di Lama Lite dove si scende a Case di Civago.