Jouglard (Colletto) quota 2590 m da Prà Catinat

tipo itinerario: bosco rado
difficoltà: BS   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Sud
quota partenza (m): 1650
quota vetta/quota massima (m): 2590
dislivello totale (m): 1050

copertura rete mobile
vodafone : 60% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: emilio
ultima revisione: 10/02/20

località partenza: Prà Catinat (Fenestrelle , TO )

punti appoggio: Rifugio Sellieres

cartografia: Fraternali Chisone Germanasca o IGC 1:50.000 Valli Susa Chisone e Germanaca

bibliografia: Scialpinismo Valli Pinerolesi di Eraldo Quero ediz. CDA

accesso:
Da Pinerolo, per la statale ex 23 verso il colle del Sestriere, si risale la Val Chisone sino a Depot dove si devia a dx per salire con ampi tornanti sino agli ex Sanatori Agnelli. A stagione inoltrata o in assenza di neve si può salire sino al parcheggio del Forte delle Valli a 1765m.

note tecniche:
Semplice, ma non banale escursione fuori dai percorsi classici della zona. Permette di raggiungere una elevazione centrale e panoramica e nel vallone del Colle dell'Orsiera, facilmente raggiungibile con pochi altri metri di dislivello. Dal cima del cucuzzolo a quota circa 2590m si è al cospetto del classico Roc del Ciardonet e delle due punte Nord e Sud del Monte Orsiera e dalle sua omonima dorsale, altra classica con gli sci. Ci troviamo nel pieno del ex Parco Naturale Orsiera Rocciavrè ora Alpi Cozie.

descrizione itinerario:
Dal parcheggio degli ex Sanatori Agnelli o dal Forte delle valli (circa 70-80m di dislivello di differenza), si segue sul tracciato della mulattiera estiva che sale sulla dorsale e taglia tutti i tornanti della strada sterrata che porta al rifugio Sellieres. dopo il lungo traverso in leggera e costante salita si raggiunge il culmine dove il percorso della strada scende di qualche metro alla depressione del vallone del Jouglard. Qui si imbocca il vallone e con neve sicura, subito una ripida rampa lo si segue fino ad un primo avvallamento dove si può evitare il centro del vallone, a volte sovrastato dalle cornici del panettone superiore dell'Orsiera a sx , tenendo qui la dx. aggirando alcune roccette si raggiunge un colletto (colletto Jouglard) che si affaccia sulla depressione del lago del Jouglard e poi per dolci pendii il colletto tra il cucuzzolo e il panettone a destra. Con un traverso a destra, colletto e dorsalina si sale sulla panoramica quota 2590m.
Per la discesa, dal precedente colletto e con pochi metri di risalita, dove non conviene ripellare, si raggiunge il culmine del panettone dove si erge un evidente segnavia in pietre. Da qui in direzione sud, scegliendo l'esposizione migliore, si scia su pendii sempre più ripidi fino ad entrare nel bosco di larici per ritornare alla strada, che si può tagliare a seconda delle condizioni verso destra. Possibile anche cercare neve più in ombra entrando subito nel vallone dell'Orsiera dal colletto del panettone e raccordasi con breve traverso esposto alla dorsale (sul percorso classico di salita per il C.le dell'Orsiera, Orsiera pt.a Nord e Roc del Ciardonet)