Ruetas (Monte) Couloir NE

difficoltà: D-   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Nord-Est
quota partenza (m): 1590
quota vetta (m): 2935
dislivello complessivo (m): 1600

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: abo
ultima revisione: 09/02/20

località partenza: Pattemouche (Pragelato , TO )

accesso:
Da Pattemouche salire al colle del Pis seguendo il classicissimo percorso per il M. Morefreddo. Poco prima della cima, una volta nei pressi dell'arrivo dello skilift più alto (Belotte) tagliare con un traverso a sx e raggiungere la cresta di confine Chisone/Germanasca poco a sud del colle vero e proprio. Scendere nel retrostante vallone di Massello lungo il fondo del vallone, e raggiungere (a ca 2350m) la base del triangolare versante nord-est del Ruetas.
In alternativa, con poca neve e strada preferibilmente aperta, è possibile anche partire direttamente dal vallone di Massello dall'abitato di Balziglia.

note tecniche:
Interessante couloir di montagna posto in un contesto selvaggio e isolato. Il percorso è caratterizzato da un ripido risalto in ghiaccio (primi 2-3 tiri, 50m) e quindi 300m di canale nevoso con pendenze di 40-45° (fino a 50-55° in uscita).
Materiale necessario: corda da almeno 40m, 7-8 viti corte, 2 chiodi da roccia (universali o a lama).

descrizione itinerario:
Risalire la facile conoide puntando al ripido risalto di ghiaccio che si genera alla base del couloir. Salire il candelino di ghiaccio (WI 3, 15m 85-90° per qualche metro). Sosta da attrezzare su ghiaccio in uscita. Si sale quindi il secondo risalto che va affrontato da dx verso sx con un bel traverso esposto a 80° (WI 2+, 20m), fino ad uscire nel ripiano nevoso successivo alla base dell'ultimo breve muretto di ghiaccio (5m a 65-70°). E' possibile spezzare questi due risalti (sosta su ghiaccio alla base dell'ultimo muretto) o unirli in un unico tiro da 30-35m (sosta da attrezzare a chiodi sulle rocce a sx).Si prosegue ora nel bel canale nevoso, lungo circa 300m e con pendenze continue di 40-45°. Gli ultimi 50m che portano alla spalletta sulla cresta nord si raddrizzano a 50° e affrontando gli ultimi metri ripidi per passare la cornice (55°) si esce sul pendio nord. Si prosegue ora facilmente per 80m prima lungo la cresta nord e quindi a dx di essa fino a raggiungere la cima del Ruetas.
[Variante: il primo tratto con la colata di ghiaccio è evitabile tramite una ripida rampa sulla sx, che parte poco al di sotto della colata e riporta nel canale al di sopra di essa con un traverso esposto verso dx (difficoltà in questo modo AD-)].

Discesa: con neve ben stabile si scende dal versante SW del Ruetas, costeggiando la cresta WNW fino a tagliare a dx e con un ultimo tratto ripido si raggiunge il Colle del Morefreddo. In alternativa è possibile scendere anche dal versante nord della montagna, tagliando quindi verso sx fino al colle.
Una volta al colle risalire 60m fino in cima al Morefreddo e e scendere dal suo percorso classico (è possibile, con innevamento sicuro, tagliare con ripido traverso tutto il versante SW e W del Morefreddo fino a raggiungere lo skilift del Belotte da cui si è passati in salita).

altre annotazioni:
Il canale è stato salito (e poi sceso con gli sci), seguendo la variante che aggira la colata di ghiaccio, nell'aprile 2017 da C. Cimenti.
Non ci sono info precedenti sulla salita integrale del couloir.