Salauta (Cima) da Limonetto

tipo itinerario: su dorsale
difficoltà: MR   [scala difficoltà]
esposizione: Nord-Est
quota partenza (m): 1340
quota vetta/quota massima (m): 2176
dislivello totale (m): 836

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: luciano66
ultima revisione: 06/02/20

località partenza: Limonetto (Limone Piemonte , CN )

cartografia: Mappa IGC n.114 Limone-Valle delle Meraviglie

note tecniche:
Itinerario che percorre la facile cresta che culmina con il Forte Pernante e che separa il Vallone San Lorenzo da quello di Salauta; eventualmente ramponi al seguito,ma ne e' molto improbabile l'uso.

descrizione itinerario:
Dalla partenza impianti di Limonetto seguire brevemente l'itinerario per Rocca dell'Abisso e dopo pochi minuti svoltare completamente a sx sulla pista di servizio che termina davanti ad uno chalet-ristorante posto a fianco del pistone principale,in tal modo non si attraversa mai il medesimo. Da qui raggiungere i piloni della seggiovia e salire al loro fianco sul pendio con bosco rado che segna l'inizio della cresta NE che finisce esattamente al Forte Pernante. Dopo il breve tratto ripido del boschetto la pendenza si abbatte decisamente per tutto il resto della cresta,con un paio di passaggi piu' affilati, e termina su ampio pendio che conduce direttamente al forte. Non resta che perdere un po' di quota e risalire alla panoramica Cima Salauta. Discesa per la via di salita, oppure dai pendii a fianco della cresta lungo il Vallone S.Lorenzo verso la cabina di fine impianti.

Variante di salita per il Vallone Salauta (BR, ramponi al seguito)
Dalla partenza impianti di Limonetto seguire brevemente l' itinerario per Rocca dell' Abisso e quindi svoltare completamente a sx sulla pista di servizio che termina davanti ad uno chalet-ristorante posto al bordo della pista principale, in modo tale da non attraversare mai il medesimo. Dallo chalet ci si tiene a dx e si entra subito nel Vallone Salauta,il cui percorso risulta gia' tutto visibile come la cima omonima. Inizialmente lo si percorre sul bordo dx idrografico (sx nel senso di marcia) su una successione di comodi dossi. Prima dell' ingresso nel canalone si perde qualche metro e si entra sul fondo della gorgia, che a questo punto e' ben coperta di neve sul sottostante rio. Percorrere tutto il canalone,con pendenza che va aumentando fino ad un massimo di 30 gradi. Alla fine del canalone svoltare a dx,su breve rampa un po' piu' ripida (una quindicina di metri sui 35 gradi,al ritorno probabilmente da scendere faccia a monte) per accedere al meno ripido pendio finale alla Cima Bussaia(2080),ormai vicina. Da Cima Bussaia non resta che il facile tratto di ampia cresta che conduce alla grande croce di Cima Salauta. Discesa per la via di salita oppure,in traversata al Forte Pernante,per la bella e facile cresta NE,che riporta allo chalet dal lato dei piloni degli impianti e facendo cosi' un bell' anello.