Canaloni (Rocca dei) Alba Rossa

difficoltà: 5c / 5a obbl / A0
esposizione arrampicata: Nord-Est
quota base arrampicata (m): 750
sviluppo arrampicata (m): 85

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: skeno
ultima revisione: 10/01/20

località partenza: Case Ravugna (Urbe , SV )

punti appoggio: Rifugio Albergo Faiallo, B&B La Casa Inglese

cartografia: EDM SV1 Parco del Beigua, Carta dei Sentieri 1:25000

accesso:
In auto, uscita Masone (GE) sulla A26, direzione Passo del Turchino, Passo del Faiallo, si raggiunge la località di Vara Superiore (35 minuti dal casello).
Arrivati in paese, si svolta a sinistra in direzione della chiesa (possibile rifornimento d'acqua presso la fontanella dei campi da bocce). Si prosegue in discesa per circa 1,5 km e si raggiunge la piccola borgata delle case Ravugna (B&B La Casa Inglese). Si lascia qui l'auto, senza creare intralcio ai gentili signori che ivi risiedono.
Si prosegue a piedi, in discesa, fino alla Casa Canai. Prima del cancello, sulla sinistra, parte il sentiero Vara-Faiallo-Reixa (segnavia linea gialla orizzontale, palina in legno "Faiallo"). In corrispondenza, dopo alcune centinaia di metri (10-15 minuti), di alcune "corde fisse", il sentiero pianeggiante svolta in direzione sud, risalendo sempre parallelamente il corso dell'Orba, aprendosi sulle evidenti Rocche dei Canaloni.
Raggiunta poco dopo una zona detritica, si lascia il sentiero e si ridiscende verso il fiume seguendo la pietraia, per infine guadarlo e raggiungere le più basse placche delle rocche.
Si segue il greto del torrente superando il canale-rampa che porta a "Bocca di Lupo" e " Dito nero".
Un centinaio di metri più a monte si intercetta una pietraia che si risale (ometti) fino alla base di una placca. La via parte più a destra, occorre salire ancora una quindicina di metri in diagonale. Targhetta con il nome della via al di sopra un terrazzino alto circa due metri.

note tecniche:
Salita aperta in stile classico, spezzata in apertura in 5 tiri ma ripetibile, volendo, in 3 tiri unendo L1-L2 e L3-L4.
Il passaggio più duro della via si trova nei primi 6-7 metri del primo tiro.
Utilizzati chiodi, friend e nut, fettucce e cordini.
Soste attrezzate con fix o su naturali, discesa con 3 doppie.

descrizione itinerario:
L1: 5c (5a obb / A0) 20 m, 6 ch 1 nut S1: 2 fix
Placca verticale al centro del muro, poi si taglia in diagonale a dx verso lo spigolo che si segue fino in sosta.
L2: 4c 12 m, 1 nut 3 friend S2: albero (C3)
Segue un fessurone sfruttando parzialmente un camino.
L3: 5a 22 m, 7 ch 1 fr S3: 1 fix + nut
Sequenza di due placche appoggiate su ottima roccia, con difficoltà crescenti.
L4: 5a 8 m, 2 ch 2 fr S4: 2 fix (C2)
Altra placchetta leggermente appoggiata, non banale se affrontata sulla sx
Trasferimento 8 m (ripiano erboso)
L5: 4c 23 m, 4 ch 1 fr 1 nat 1 cl S5: 2 fix (C1)
Inizia con uno spigoletto, dal secondo chiodo si traversa a dx per superare una pancia con maniglioni, poi breve passaggio erboso che dà accesso alla bella placca finale.

altre annotazioni:
6 gennaio 2020 - N. Pizzorni e R. Schenone

Novità! I preferiti

Aggiungete con un clic sul cuoricino bianco l'itinerario ai vostri preferiti. Li ritroverete tutti nella vostra pagina personale