San Viano (Placche di) Carpe Diem

difficoltà: 6b+ / 6a obbl
esposizione arrampicata: Est

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: enricotom
ultima revisione: 06/01/20

località partenza: Campocatino (Vagli sotto , LU )

accesso:
Raggiungere la località di Campocatino e lasciare l’auto al parcheggio che si raggiunge dopo aver attraversato il paese al termine della strada sterrata.
Seguire la carrareccia che poi diventa sentiero fino a dei cartelli segnaletici; seguire il sentiero evidente prima in piano e poi in ripida discesa fino al sasso panoramico del beato Viano.
Raggiunto il sasso seguire a destra i corrimano metallici fino a dove questi scendono lungo un’esposta crestina (in alto a sx 2 fix indicano S0 di Fuga da Santippe); scendere lungo le corde fisse (scritta ‘placche del Peo’) e seguire poi una traccia con ometti fino al settore Roberto Nobili (targa metallica); in breve sempre seguendo gli ometti si perviene al settore principale. 20/30 min dall’auto.
A ottobre 2019 lungo l'accesso si incontrano diversi tronchi fatti cadere dall'alto con noncuranza dalla ditta che ha svolto i lavori di risistemazione della strada di accesso all'eremo: prestare attenzione.
Nella stagione invernale spesso l’accesso suddetto può presentare neve e ghiaccio anche se la parete vista la sua favorevole esposizione è perfettamente asciutta e godibile. In questo caso è possibile accedere all’eremo dal paese di Vagli Sopra: attraversare il paese entrando nella valle di Arnetola, parcheggiare al primo evidente incrocio dopo circa 1 km dal paese, prendere una traccia sulla destra in corrispondenza di una piccola falesia con alcuni brevissimi monotiri e seguire la via di lizza (ometti e sbiaditi segni rossi) prima per ripidi prati e poi per bel bosco di castagni fino all’eremo (40 minuti).

descrizione itinerario:
L1: salire facilmente mirando a delle belle rigole, salire una splendida placca incisa da profonde scanalature e sostare sul margine dx della grande cengia erbosa. 36m 5b
L2: alzarsi con passaggi difficili appena a dx della sosta, più facilmente in traverso sx, superare un difficile passaggio su rigole accennate, proseguire più facilmente verso dx ad una cengetta con albero dove si sosta su 2 fix (sosta da attrezzare) 20m 6b
L3: salire verticalmente una zona con grossi buchi e impegnarsi poi in una difficile placca con rigole accennate e piccoli appoggi (tratto chiave 6b+); proseguire direttamente e poi obliquare in traverso a sx e da ultimo ancora direttamente (6a/b) fino alla sosta in una comoda nicchia; 20m 6b+ tiro splendido.
L4: dalla sosta per lunga placca lavorata con chiodatura a tratti più lunga alla sosta di calata 35m 5c

DISCESA
Discesa in doppia sulla via con corda da 80m (con la corda da 70 m ci si può calare in doppia senza problemi sfruttando le soste delle altre vie vicine).

MATERIALE
Necessari 12 rinvii e corda singola.

altre annotazioni:
Via storica di S. Funk richiodata in accordo con l'apritore nell'estate 2018 da Marco Fagiolini ed Enrico Tomasin