Gran Bernardè (Monte) Canale Ovest - Valli di Lanzo sempre al Potere

tipo itinerario: canale
difficoltà: / 4.2 / E4   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Ovest
quota partenza (m): 1378
quota vetta/quota massima (m): 2747
dislivello totale (m): 1360

copertura rete mobile
tim : 60% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: teo
ultima revisione: 03/01/20

località partenza: Alboni (Groscavallo , TO )

accesso:
Da Lanzo seguire le indicazioni per la Val Grande (Cantoira, Chialamberto, Groscavallo) e arrivare fino all’abitato di Pialpetta. Subito dopo il centro paese svoltare a destra sulla strada che porta a Rivotti e Alboni. Al bivio successivo tralasciare la diramazione di sinistra che sale a Rivotti e proseguire per Alboni.
Arrivati alla frazione seguire la strada fino al suo termine dopo si trova un piccolo parcheggio.

note tecniche:
Itinerario superbo per esteticità, qualità dei pendii e ambiente.
Una discesa da non perdere.
Il pendio si raddrizza man mano che si sale, l’esposizione sia nella parte alta che in quella bassa non consente grandi errori.
MATERIALE OCCORRENTE: piccozza e ramponi

descrizione itinerario:
Incamminarsi sul sentiero n°323 per i Laghi d’Unghiasse, posti alla testata dell’omonimo vallone. Ci si sposta a destra verso il Bec Di Mea fino ad immettersi su una strada sterrata che sale (se innevata si sale bene sci ai piedi e servirà anche a scendere) fino all’Alpe Vaccheria. Qui la si abbandona e si prosegue sul sentiero (salibile e abbastanza scendibile sci ai piedi con buon innevamento) fino al Pianoro delle Riane, dominato sulla destra dall’imponente bastionata del Gran Bernardè.
Spostandosi verso il centro del pianoro si vede bene la linea che solca l’intricata parete. Bisogna puntare all’ampio pendio sospeso a triangolo visibile sotto la vetta. Nella parte bassa la linea del canale è interrotta da una piccola cascata, pertanto per accedervi bisogna salire un canale a destra secondario che si abbandona traversando in quello principale.
Si risale tutto il largo canalone dominato da pinnacoli e bastionate rocciose e dove poi si insinua stretto tra le rocce si piega leggermente a sinistra verso il triangolo sospeso uscendo poi direttamente in vetta.

altre annotazioni:
Prima probabile discesa: R. Boran, L. Brunati, L. e M. Enrico ; 03/01/2020
Dedicato all'amico Daniele Caneparo.