Koto - Phu - Naar - Tilicho Lake - Jomson trekking della Lost Valley - Kang La Pass e Mesokanto La Pass

difficoltà: EE   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Tutte
quota partenza (m): 2600
quota vetta/quota massima (m): 5350

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: giorgiobi
ultima revisione: 20/11/19

località partenza: Koto (Chame , Gandaki )

punti appoggio: Lodge in quasi tutti i villaggi - tende o dormitorio di fortuna al Tilicho Lake

cartografia: Naar Phu The Lost Valleys 1:75.000

accesso:
Da Katmandu a Besishar in bus poi si continua in fuoristrada fino a Koto per strada in pessime condizioni. A Koto si può anche arrivare a piedi partendo da Besishar e passando per Dharapani con due giorni in più ma il percorso è poco interessante in quanto in buona parte su strada bianca.
Da Koto si risale la valle di Naar-Phu aperta al trekking da non molti anni ed ancora piuttosto selvaggia per scendere nella zona di Manang attraverso il facile Kang La Pass (5350 m). Si riprende quindi a salire in direzione del Tilicho Lake (4920 m) e del selvaggio Mesokanto La Pass ai piedi del Tilicho Peak.
Una lunghissima discesa - eventualmente spezzabile in due giorni - porta a Jomson.
Da Jomson volo aereo per Pokhara e quindi ancora aereo o bus fino a Katmandu.

note tecniche:
Trekking di media durata ovviamente accorciabile o allungabile a piacimento in base alle proprio esigenze e disponibilità. Alcune tappe sono brevi per consentire un buon acclimatamento o recupero mentre altre sono piuttosto lunghe nonostante l'apparente limitato dislivello. La zona del Tilicho Lake fino a Jomson non presenta strutture per cui sarebbe meglio affrontarla con le tende. L'ultima tappa che porta a Jomson è decisamente lunga ed impegnativa svolgendosi inizialmente ad alta quota e presentando poi una discesa davvero infinita.

descrizione itinerario:
1° tappa Koto (2600 m) - Meta (3560 m) si entra nella Lost Valley inizialmente caratterizzata da profonde gole, fitti boschi, ponti tibetani e cascate per divenire man mano più arida ed aperta
2° tappa Meta (3560 m) - Phu (4080 m) altra lunga tappa che ci porta in un piccolo e sperduto villaggio abitato permeato dalla cultura Tibetana
3° tappa Phu (4080 m) - Chyako (3800 m) tappa più breve che consente di avere una mattinata a disposizione per visitare bene il villaggio di Phu ed il vicino monastero di Tashi Lhakhang che domina una collina da cui si gode di un bellissimo panorama
4° tappa Chyako (3800 m) - Naar (4200 m) si entra nel cuore abitato della Lost Valley non prima di aver visitato un altro bellissimo monastero ed ammirato dieci grandi ed antichi Chorten poco prima del villaggio. Assolutamente imperdibile una visita accurata di Naar che si trova in una deliziosa conca coltivata e che brulica di vita ed i cui abitanti vivono di agricoltura e pastorizia
5° tappa Naar (4200 m) - Kang La Pass (5350 m) - Ngawal (3660 m) anche se la salita al passo non presenta difficoltà si tratta pur sempre di una tappa lunga ed impegnativa anche perchè l'acclimatamento può ancora non essere ottimale
6° tappa Ngawal (3660 m) - Manang (3540 m) tappa piuttosto breve per recuperare le fatiche dei giorni precedenti. Si entra nel più famoso circuito dell'Annapurna e la presenza di turisti aumenta considerevolmente. Consigliate deviazioni sul percorso a visitare alcuni antichi villaggi come Braka. Imperdibile anche la visita al Gangapurna Lake ed alla the house sopra il lago che regala splendidi panorami
7° tappa Manang (3540 m) - Khangsar (3734 m) - Mursang si abbandona la più turistica rotta che porta verso il Thorong La per cominciare a salire in direzione del Tilicho Lake il lago più alto al mondo
8° tappa Mursang - Tilicho Lake (4920 m) si sale al lago passando per il Tilicho Base Camp. Man mano che si sale l'ambiente diventa maestoso.
9° tappa Tilicho Lake (4920 m) - Jomson (2720 m) la tappa regina del giro, prima parte in quota per raggiungere il misterioso Mesokanto La dal quale una lunghissima discesa ci porta alla fine del trek.