Cammino Balteo - tappa n.1 da Pont Saint Martin a Lillianes

sentiero tipo,n°,segnavia: 3
difficoltà: E   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 345
dislivello salita totale (m): 973

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: franco1457
ultima revisione: 07/11/19

località partenza: Pont Saint Martin (Pont-Saint-Martin , AO )

accesso:
Da Ivrea proseguire verso la valle fino a raggiungere l'abitato di Pont dove ci sono diversi parcheggi.

note tecniche:
Il Cammino Balteo è un itinerario ad anello di quasi 350 Km, percorribile in entrambi i sensi. Un viaggio nella cultura e nella storia attraverso un territorio punteggiato da antichi borghi e imponenti castelli, immerso in un variegato paesaggio che alterna boschi e pascoli ad orti e vigneti.
Il tracciato si sviluppa principalmente nel fondovalle e sui versanti di media quota con un’altitutdine compresa tra i 500 e i 1900 metri s.l.m., praticabile quindi per buona parte dell’anno.
Il Cammino si articola in 23 tappe di circa 4-6 ore ciascuna che possono anche essere percorse in più riprese o, eventualmente, interrotte usando il trasporto pubblico. Ogni tappa è un invito alla scoperta, muovendosi a piedi lungo sentieri ma anche su strade sterrate e tratti asfaltati, attraverso villaggi e siti di interesse culturale e naturalistico.
Tappa di ca 8 km con dislivello di 973 su mulattiere e strade asfaltate, sempre ottimamente segnalata.

descrizione itinerario:
Il Cammino Balteo comincia da qui, da Pont Saint Martin. Una località che deve il suo nome innanzitutto al magnifico ponte romano del I secolo a.C. e alla leggenda di San Martino di Tours che, proprio per costruire questo ponte, avrebbe sconfitto il diavolo. Dalla piazza si attraversa il ponte, e si prende una scalinata che porta al castello Baraing. Si attraversa la strada asfaltata e si prosegue su mulattiera, fra vigneti e ulivi, fino a raggiungere il villaggio di Plan de Brun. Si continua su bella mulattiera e con un ultimo tratto di strada asfaltata si arriva a Perloz, un grappolo di case arditamente agganciate al pendio roccioso, dominato da nobili caseforti sotto la protezione del Santuario di Notre Dame de La Garde. Un borgo medioevale che lega inoltre il suo nome alla lotta partigiana grazie al ricco museo della Resistenza. Meritevole di visita anche l'antico torchio. Da Perloz si scende su ripida mulattiera fino a torrente Lys che si attraversa sul caratteristico ponte in pietra de Moretta risalente al 1710. Con una breve risalita si arriva alle case di Tour d'Hereraz. Si prende la strada asfaltata tra le case di Barmette e si continua attraversando il villaggio di Remondin. Davanti alla cappella si gira a destra su buona mulattiera che prende a salire lungo il fianco della Valle del Lys. Arrivati a Le Mond du Suc si abbandona l'Alta Via 1 e si scende a sinistra su mulattiera che attraversa la strada asfaltata in più punti. Con un ulteriore salita e poi ripida discesa si raggiunge Lillianes accolti dal suggestivo ponte in pietra costruito nel 1733, l'unico a quattro arcate in Valle d'Aosta e dalla bella chiesa parrocchiale di San Rocco, dove termina la tappa.