Nolitudine Il traverso

difficoltà: 5c / 5b obbl
esposizione arrampicata: Est
quota base arrampicata (m): 3
sviluppo arrampicata (m): 150
dislivello avvicinamento (m): -20

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: kowalski
ultima revisione: 04/11/19

località partenza: Park galleria di Capo Noli (Noli , SV )

punti appoggio: Finale Ligure

cartografia: Fraternali

bibliografia: Finale Climbing Marco Tomassini

accesso:
Provenendo da Finale (consigliato perchè il park resta alla nostra destra) si supera la galleria di Capo Noli e si parcheggia in un piccolo slargo a dx subito dopo l'uscita.
Nei pressi del cartellone informativo, si risale una facile rampa rocciosa di 7 metri (resinato) giungendo alla rete paramassi, qui utilizzando un grosso golfare di ancoraggio della rete ci si cala per 20 metri circa in doppia. Un sentierino di circa 40 metri che si percorre agevolmente ma con attenzione a piedi slegati conduce al pilastino roccioso dove parte la via spigola ed il nostro traverso (cordoni di ancoraggio presenti ed in buone condizioni)

note tecniche:
La relazione riportata è quella della guida di Thomas, che noi abbiamo seguito, esiste un'altra possibilità più lunga descritta da Gianni Lanza nel sito http://www.vielunghefinale.com/capo-noli-traverso-del-capo/. Si discosta da questa qui relazionata per tre tiri in più all'inizio e per quattro in più alla fine e per una probabile maggiore difficoltà.
Considerando l'ambiente e la necessità di uscita verso l'alto si consiglia di leggere bene le relazioni.

descrizione itinerario:
Dal pilastrino roccioso da cui parte la via spigola, si inizia a traversare verso sinistra. Purtroppo l'ottima chiodatura a resinati ravvicinati per i primi 25 metri è vanificata dalla presenza di due corde fisse ormai in parte sfilacciate o marce e dall'inserimento nei resinati di moschettoni da ferramenta arrugginiti. Quindi non sempre è possibile rinviare direttamente nei resinati. Incomprensibile e pericoloso. Finto il marciume di corde, il traverso si presenta con chiodatura più distanziata nei tratti facili e ravvicinata in alcuni passi di 5c. Si prosegue in traverso, con un po di intuito, con possibilità di integrare con friend, kevlar o cordoni fino a quando in alto non compaiono nuovamente i guard-rail e si iniziano a incrociare i resinati delle vie . Si esce sulla via Uscita di sicurezza (30 m 5b molto bella e ottimamente chiodata 13 rinvii) l'ultima a sinistra della parete. La sosta basale si fa sul primo resinato della via integrando con un clessidra o con un friend piccolo. Come riferimento ( il traverso come detto continua come da relazione di Lanza) si prende un cordone in clessidra da cui si vede in ponte sovrastante, se siete lì, dovete tornare indietro di pochi metri al primo resinato. Si seguono i resinati verso l'alto dopo i primi la via via si sdoppia a sinistra uscita di sicurezza 5b a destra cresciun menta 6a+ entrambe portano alla strada (sosta su resinati). Consigliata la frontale per riattraversare la galleria.

altre annotazioni:
vedi bibliografia.