Pania di Corfino da Corfino, anello

sentiero tipo,n°,segnavia: segnaa CAI bianco-rossi,segnavia Airone giallo-blu
difficoltà: E   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 867
quota vetta/quota massima (m): 1603
dislivello salita totale (m): 800

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: lo65
ultima revisione: 21/09/19

località partenza: Corfino nel comune di Villa Collemandina in provincia di Lucca (Villa Collemandina , LU )

cartografia: varia-basata su ricerche su internet

bibliografia: varia-basata su ricerche su internet

accesso:
Da Piazza al Serchio risalire per strada provinciale a Corfino;ampio parcheggio nel Piazzale degli Alpini all'inizio del paese

note tecniche:
Piacevole camminata in un ambito paesaggistico assai bello;l'itinerario proposto è uno fra i tanti fattibili seguendo l'ottima segnaletica contrassegnata dai segnavia bianco-rossi del CAI e da quelli giallo-blu di Airone

descrizione itinerario:
Si risale il paese di Corfino lungo la strada principale;poi si devia a sinistra seguendo le indicazioni che attraverso viottoli conducono in breve all'Albergo La Baita;subito oltre si trova la prima palina indicatrice;seguire l'itinerario con segnavia bianco-rossi n.58 che sale nel bosco,portando velocemente alle radure superiori;molto curati gli arredi che via via incontriamo con corrimano in legno e aree picnic di recente posizionamento;in alto(quota 1400)con una breve deviazione dal sentiero sulla destra si può osservare da vicino in mezzo ad un prato un curioso monumento in pietra bianca alto circa tre metri,già visibile salendo da lontano;si arriva quindi con piacevoli saliscendi all'abitato di Campaiana;superato questo si prendono i segnavia giallo-blu sulla sinistra(direzione Pania di Corfino) che dopo un breve tratto su asfalto e un lungo passaggio nella faggeta(transito in prossimità del Rif.Granaiola) conducono ai pascoli superiori e all'ampia cresta sommitale,dominata da una grande croce(non nel punto più alto,perchè si è voluto renderla visibile da Corfino)e dalla vetta vera e propria(cumulo di pietre e palo in legno),distante dalla croce una cinquantina di metri verso nord ovest;dalla vetta scendere verso nord un centinaio di metri fino ad incontrare una nuova palina indicatrice al limitare del bosco e seguire le indicazioni bianco-rosse n.62 verso sinistra(direzione Rif.Isera);inizia una ripida discesa su terreno un poco sdrucciolevole,da percorrere con attenzione,che in breve porta al Giardino Botanico;superato questo con percorso decisamente più agevole e meno scosceso si scende nella faggeta al Rif.Isera;raggiunto e superato quest'ultimo con i segnavia giallo-blu si scende all'abitato del Pruno;poco prima di giungere all'asfalto girare a sinistra fra le poche abitazioni(segnavia giallo blu poco evidenti)e riprendere in breve la traccia nel bosco(seguire con attenzione le tacche giallo-blu) che riporta al sent.58,già percorso in salita all'inizio dell'itinerario;superato il bivio e svoltando a destra non resta che ripercorrere in discesa la traccia già seguita in salita all'inizio dell'anello,tornando in breve in prossimità dell'albergo La Baita e quindi al parcheggio di Corfino;in tutto sono circa 14 Km che possono essere percorsi comodamente in sei ore.