Mouliniere (Pic de la) Canale SE

difficoltà: F   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 1710
quota vetta (m): 3073
dislivello complessivo (m): 1370

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: Teddy
ultima revisione: 13/09/19

località partenza: le Pont de l'Alpe (Le Monêtier-les-Bains , 05 )

cartografia: Nevache - M.Thabor - Cerces

accesso:
Monginevro Briancon Monetier les Bains Pont de l'Alpe.

note tecniche:
La salita ricalca grosso modo la scialpinistica OSA relazionata sul sito.

descrizione itinerario:
Dal park a Pont de l'Alpe seguire l'itinerario segnato per il Col de la Ponsonniere in ambiente spettacolare. Quando il vallone volge a sx, dopo la gorgia del Torrent du Rif, il bellissimo Pic de la Mouliniere si vede nella sua eleganza quarzitica. Continuare sul sentiero fino ad un pianoro erboso oltre il quale, il sentiero volge a sx. Abbandonarlo e, attraversato il piano verso dx, salire un comodo dosso erboso oltre il quale si apre una conca con grossi blocchi rocciosi. Contornarli a sx per andare a prendere la traccia di sentiero visibile che sale oltre la conca. Questo sentiero diviene ben marcato dopo una prima parte ripida e sconnessa. Dopo un bel percorso in traverso, ometti e tracce evidenti portano in alto sotto una bastionata rocciosa ed infine ad intercettare il frequentato sentiero GR57 proveniente dal Col de la Ponsonniere. Seguirlo a dx per pochi mt per poi lasciarlo e salire su quello per il Col des Beraudes. Poco sopra il canale SE della Mouliniere appare in tutto il suo sviluppo. Lasciare quindi il sentiero per il colle e andando a sx si punta al canale su pietraia e dosso erboso all'imbocco (ometti). Dopo il dosso è necessario portarsi sulla sponda sx (dx orografica) per salire sfiorando la rossa parete che incombe sul canale in modo da aiutarsi con le mani e per seguire una sorta di piccolo canale parallelo formato da rocce scure, utile il casco. Non cercare di salire discostati da questa zona in quando, per la pendenza ed i detriti, la progressione diverrebbe quasi impossibile in condizioni secche. Usciti al colletto si passa sul versante N ed in breve su roccette si tocca la panoramica vetta.