Traversiére (Becca della) da Thumel, giro per il Colle Bassac Derè, Rifugio Bezzi e Colle Bassac Nord

difficoltà: BC / OC+ / S4   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Tutte
quota partenza (m): 1855
quota vetta/quota massima (m): 3337
dislivello salita totale (m): 2600
lunghezza (km): 30
disl. da portare (m): 1800

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: the.fra
ultima revisione: 23/08/19

località partenza: Thumel (Rhemes-Notre-Dame , AO )

punti appoggio: Rifugio Benevolo, Rifugio Bezzi

cartografia: IGC foglio102

accesso:
Risalire tutta la Val di Rhêmes fino a Thumel, lasciare l'auto nel parcheggio appena prima della fine della strada.

note tecniche:
Salita lunga e molto impegnativa con pochi tratti ciclabili.
La discesa si presenta molto tecnica e continua con difficoltà costanti di S3 e molti tratti S4 in forte esposizione. Percorso riservato a bikers molto esigenti e in possesso di un'ottima tecnica.

descrizione itinerario:
Dal parcheggio di Thumel si prosegue brevemente fino alla fine dell'asfalto e si continua sul facile sterrato che conduce con dolci pendenze al Rifugio Benevolo m.2285.
Dal Rifugio si scende verso il torrente (sentiero 13D per il Colle Bassac Dèrè) che si oltrepassa per mezzo di 2 ponti e si riprende brevemente a salire pedalando (OC+) fino a quota 2300 in prossimità di un bivio; continuare a sx e al primo bivio a dx con portage fin da subito fino al pianoro del lago Goletta (si può ammirare la Granta Parei e il suo ghiacciaio ormai sempre più ristretto) dove si torna in sella per un bel pezzo senza però fare molto dislivello (40mt. circa). Oltre il lago si torna con la bici in spalla su di un percorso molto ripido e faticoso fino al Colle Bassac Déré m.3083; piegare a sinistra su sentiero detritico ma molto più agevole fino in vetta alla becca della Traversiére.
Dalla cima si ridiscende al Colle Bassac Déré (la discesa dalla cima a questo colle è la più tecnica ed esposta di tutto il giro) per seguire poi il sentiero a sinistra che scende verso il rifugio Bezzi, il sentiero si sviluppa in traverso con un lunghissimo sali-scendi, tendenzialmente è ciclabile ma ci sono diversi tratti in cui occorre scendere dalla bici, in particolare un tratto dove il sentiero è franato richiede passo sicuro poichè si sviluppa su una ghiaia molto franosa ed è esposto ad un salto di svariati metri.
Giunti al rifugio Bezzi si spinge la bici sul sentiero per il colle Bassac Nord (segnavia 12 e 12B indicazioni per il Colle Bassac) seguendo il sentiero che sale i ripidi pendii erbosi con una lunga serie di tornanti, prendendo rapidamente quota, fino a raggiungere il margine di un grande pianoro erboso (noto come Piano del Vaudet).
Qua è possibile pedalare per circa 100 metri di dislivello, dopodichè, bici in spalla, si affronta il lungo traverso su pietraia che porta al colle Bassac Nord.

Dal colle Bassac Nord seguire il sentiero S2/S3 che scende con innumerevoli tornantini stretti e affronta in maniera impeccabile il fianco ripidissimo della montagna fino ad un bivacco ad uso forestale.
Poco prima del bivacco stare a sinistra sul sentiero con segnavia 14 che, con un bel traverso in quota, ci porterà ad intersecare la strada poderale percorsa all'andata e finirà a pochi metri dalla macchina (il tratto finale di questo sentiero ha dei passaggi di S4).