Banchetta (Passo della) da Sestriere Borgata per il vallone del Chisonetto

sentiero tipo,n°,segnavia: n°613
difficoltà: E   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Nord-Ovest
quota partenza (m): 1850
quota vetta/quota massima (m): 2690
dislivello salita totale (m): 930

copertura rete mobile
tim : 80% di copertura

contributors: MBourcet213
ultima revisione: 14/08/19

località partenza: Sestriere Borgata (Borgata Sestriere , TO )

punti appoggio: Bar Chisonetto

cartografia: Fraternali 1:25.000 n° 2 Alta Val Susa - Alta Val Chisone

accesso:
Raggiungere Sestriere Borgata tramite la strada per il Sestriere, si può parcheggiare a piacimento sia in paese che proseguendo sulla strada di servizio per gli impianti, sterrata, fino a raggiungere il tornante che attraversa il Rio Chisonetto togliendo circa 150 m di dislivello ma più che altro il tratto di strada che non presenta grossi motivi di interesse.

note tecniche:
Salita che ripercorre l'itinerario invernale più famoso della pista 33 e anche parte della gara 3 Funivie di cui si trovano numerose tracce sul percorso.
Itinerario più breve di quello della Rognosa ma altrettanto interessante paesaggisticamente.

descrizione itinerario:
Da Sestriere Borgata salire sulla sterrata fino ad arrivare al bivio con attraversamento sul Chisonetto dove si può eventualmente arrivare in auto, qui troviamo cartello in legno con indicazioni per la Diga del Chisonetto e la Rognosa, saliamo alla destra del cartello su strada/sentiero senza segni ma con traccia discretamente evidente puntando comunque alla conca del Chisonetto. In breve ci troviamo vicini al sentiero che arriva da Sestriere (dall'altro lato del Torrente) sul quale ci portiamo poco prima di raggiunger la Diga.
Ora lasciandocela a sinistra seguiamo l'evidente itinerario per la Rognosa, sentiero numero 613, il sentiero sale alla destra dei salti di roccia con traccia non sempre bella, anzi, spesso rovinata e faticosa, nonchè ripida, intervallata da un breve pianoro prima dell'ultima micidiale rampa per raggiungere il bivio a quota 2550 m circa.
Il bivio è segnalato da palina in condizioni precarie (frecce indicatrici rotte e cadute ma posizionate correttamente a terra) e divide l'itinerario per il Passo di San Giacomo e la Rognosa a destra con quello per il Passo della Banchetta a Sinistra. Noi ovviamente andiamo a sinistra iniziando un lungo traverso in piano con traccia non sempre evidente e presenza di rocce e pietre sul sentiero, ci si orienta comunque bene con i vari segni sia a tacche bianco/rosse che gialli per la 3 Funivie.

Raggiungiamo la conca e superiamo il Torrente Chisonetto, deviamo a sinistra e risaliamo la dorsale erbosa portandoci vicino ai salti di roccia visti da sotto in precedenza, ora a destra per pratoni e tracce ci portiamo sul pianoro chiamato "Clot della Mutta" che si origina dal Passo della Banchetta Nord. Ci teniamo sul suo bordo andando a recuperare una traccia di sentiero che sale dritta ad una quota segnata sulle carte a 2703 m.

Siamo esattamente in mezzo ai due passi, a destra il Sud (2690 m) a sinistra il Nord (2678 m), possiamo raggiungere il Sud per cresta o tenendoci leggermente sotto il filo lato Chisonetto in pochi minuti, poi ritornando sui nostri passi toccare anche il Nord poco più avanti.

Per la discesa abbiamo tre alternative:
Dal Passo Sud si può scendere in Val Troncea a Laval con sentiero lungo e poco segnalato nella parte iniziale che poi migliora scendendo (ricovero aperto a 2158 m visibile dal passo)

Dalla quota 2703 ridiscendere seguendo itinerario di salita oppure proseguire oltre il Passo Nord seguendo i segni bianco/rossi fino a raggiungere la strada di servizio degli impianti che ci riporterà a valle chiudendo l'anello.