Peigne (Gendarme Rouge del) Contamine-Labrunie-Vaucher

difficoltà: 6a / 5c obbl
esposizione arrampicata: Sud-Ovest
quota base arrampicata (m): 2600
sviluppo arrampicata (m): 400
dislivello avvicinamento (m): 300

copertura rete mobile
vodafone : 100% di copertura

contributors: erbo90
ultima revisione: 22/07/19

località partenza: Chamonix (Chamonix-Mont-Blanc , 74 )

punti appoggio: refuge plan des aiguille

bibliografia: G.Bassanini, le classiche; Guida Vallot tomo 1; Le aiguille de chamonix, JME edition, tomo 2;

accesso:
Dal Plan des Aiguilles raggiungere la morena del ghiacciaio del pelerins seguendo il sentiero ben evidente fino a raggiunere il nevaio sotto l'evidente parete,salirlo fino alla base, (45 minuti).

note tecniche:
Tutti i tiri sono belli: scalata veramente classica lungo diedri e camini,sovente atletica. Non molto chiodata, ma facile da trovare. ( cit. Bassanini, quindi una garanzia)
Necessari per la via 2 mezze da 60 m,una serie di friend fino al 3 e nut, martello e chiodi non necessari.
LA via è poco chiodata ma molto logica da trovare, e da sotto si riesce già a vedere la linea di tutto l'itinerario.
In via sono presenti diverse soste,qualcuna a spit alcune a chiodi, ma si può far soste un pò ovunque con protezioni veloci.

descrizione itinerario:
La via attacca al margine sx, è la penultima prima del canale,è presente uno spit ruggine con maillon proprio all'attacco dei primi diedri camini.
L1 e L2, seguono i diedri camini dritti fino alla prima cengia, qui l'originale devia a dx per raggiunger un diedro colatoio sul margine dx delle placche basali,in alternativa salire dritti compiendo un semicerchio da sx verso dx puntando all'evidentissimo blocco e camino caratteristici.
Salire il camino tramite una fessura quasi sul suo fondo e il diedro seguente.
a questo punto andare a sx verso evidenti camini che conducono ad un terrazzo con sosta su spuntone con diversi cordini.
Percorrere il camino e poi diedro soprastante andando verso dx verso un evidente tettino da cui penzolano diversi cordini,superarlo uscendone a dx e traversando fino alla base dei camini-colatoi che da destra verso sx conducono con altri 2-3 tiri sotto alla cima del gendarme. fare un altro tiro verso dx e arrivare alla sella tra le cima del gendarme e la cima centrale, da cui partono le calate della via Postcriptome su spit e resinati con anelli di calata che si utilizzano per la discesa.

altre annotazioni:
Via aperta nel 1957 da A.Contamine, P.Labrunie, M.Vaucher.