Coro (Monte) da Pinei

sentiero tipo,n°,segnavia: strada forestale - sentiero nr 503/537
difficoltà: E   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Nord
quota partenza (m): 486
quota vetta/quota massima (m): 1985
dislivello salita totale (m): 2050

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: lancillotto
ultima revisione: 09/07/19

località partenza: Pinei (Sedico , BL )

punti appoggio: Rifugio Bianchet al Pian dei Gat

cartografia: Carta Tabacco 024 Prealpi e Dolomiti Bellunesi

accesso:
Dalla S.S. 203 superata la località Stanga (bar/trattoria) si trova un primo accesso al rifugio (parcheggio in strada) per il sentiero 503 che si inerpica ripido e raggiunge la mulattiera militare. Proseguendo per circa km 1,5, si vede da lontano sulla ds una stradina che sale. Questo è il secondo accesso che sfrutta tutta la strada militare. Parcheggio dopo 50 metri dalla statale.

descrizione itinerario:
Si risale la strada, inizialmente asfaltata per qualche centinaio di metri poi sterrata. Questa si porta alta sulla valle con belle vedute dei Monte del Sole e della Val Pegolera. Con lieve discesa si porta allo sbocco del sentiero 503 (circa ore 1). Si prosegue per la valle molto selvaggia e incassata fino ad arrivare al Pian dei Gat dove sorge il rifugio Furio Bianchet mt 1245, gestito in estate (circa ore 3).
Si sale ora dietro al rifugio seguendo il segnavia 537 entrando subito nel bosco. A circa 10', si trova la deviazione per il Van de S'ciara che si lascia a sx. Si prosegue sempre nel bosco con sentiero ripido, si attraversano ripidi valloncelli fino ai ruderi di casera Castellaz. SI sale ripidamente fino a essere in vista del ripido canale erboso detto Boral de l'Ors che scende vertiginoso verso valle. Ora superato un breve canale/camino si arriva sul grande crestone completamente ricoperto di rododendri e alla panoramica cima, balcone sull'imponente gruppo della Schiara e su buona parte delle montagne bellunesi (circa ore 2 dal rifugio). Discesa per lo stesso itinerario.