Doravidi (Monte, Punta Nord) e Flambeau traversata sud/nord

difficoltà: PD   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 1602
quota vetta (m): 3440
dislivello complessivo (m): 2000

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: m.gulliver
ultima revisione: 26/06/19

località partenza: La Joux (La Thuile , AO )

punti appoggio: Rifugio Deffeyes

note tecniche:
Traversata di cresta molto panoramica su tutta la Val d'Aosta e il massiccio del Monte Bianco. Consigliabile a inizio stagione con buon innevamento per coprire gli sfasciumi mobili e pericolosi e le placche di ghiaccio che si incontrerebbero in stagione avanzata per salire al col Doravidi e in discesa dal Flambeau. La cresta è percorsa in senso inverso dalla gara scialpinistica Tour del Rutor.
Solitudine garantita!

descrizione itinerario:
Da la Joux salire al Rifugio Deffeyes, proseguire seguendo l'alta via n. 2 in direzione del Col di Planaval e scendere sul Gh. del Rutor. Seguire la via di sinistra fin sotto il Col Doravidi. Salire al colle su ripidi pendii (100m, 40°) e per facile cresta nevosa o di placche e sfasciumi raggiungere la cima nord del Doravidi. Ritornare al colle e proseguire sulla cresta verso nord, tenendo quasi sempre il filo e cenge sul lato ovest. Il terreno è prevalentemente facile (un solo passo di II subito dopo il colle). Raggiunga la quota 3337 scendere per cresta nevosa più esile ed esposta al colletto alla base del Flambeau. Qui un salto di roccia marcia si aggira sul versante SE su neve ripida, prima con un traverso quindi a lato cresta. Ripreso il filo, si raggiunge facilmente la vetta del Flambeau.
Discesa: dal ripido versante NO (40°) in direzione dei resti di un pluviometro sulla cresta NO. Da qui verso destra direttamente nel vallone già a valle del colle (100, 45°). Si scende ora il vallone fino alla morena dove si ritrova l'alta via che si segue fino al rifugio.