Brise (Mont) da Prè Saint Didier, anello

sentiero tipo,n°,segnavia: 2A, 2, 2B, 1A
difficoltà: E   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 1036
quota vetta/quota massima (m): 2145
dislivello salita totale (m): 1109

copertura rete mobile
vodafone : 100% di copertura

contributors: Brunello 56
ultima revisione: 06/05/19

località partenza: Prè Saint Didier (Pré-Saint-Didier , AO )

cartografia: Carta L’Escursionista: n. 1) Monte Bianco-Courmayeur, scala 1:25000

accesso:
Seguire la SS 26 della Valle d’Aosta fino a Pre Saint Didier, proseguire per il villaggio di Champex dove si parcheggia

note tecniche:
Situato sullo spartiacque che separa il Vallone di Dolonne da quello dell’Arp, il Mont Brise rappresenta l’ultima elevazione orientale del filo di cresta prima che questa – proveniente dalla Test d’Arp - digradi su Dolonne. E’ una cima di facile ascensione, la salita avviene praticamente lungo lo stesso itinerario che porta all’alpeggio dell’Arp de Sorè, dal quale il Mont Brise è separato da un colletto e rispetto al quale è soltanto 12 m più alto.
Essendo una vetta isolata offre un bel panorama a 360 gradi. Il percorso di salita da Pre Saint Didier è un po’ monotono se fatto risalendo la poderale ma può essere reso più avvincente se – come qui descritto - si va alla caccia e poi si seguono due sentieri, il 2A e il 2B, ormai trascurati e sulla via dell’oblio.

descrizione itinerario:
A Champex (indicazioni gialle) partono i sentieri 1 e 2 per Dolonne e Arp de Sorè che si biforcano appena dopo il villaggio. Sul sentiero 2 una transenna indica il pericolo della frana dal Crammont, che si incontra subito dopo. Appena attraversata l’area della valanga si trova un bivio: il ramo di sinistra è la partenza del sentiero 2A, c’è un palina ma senza indicazioni, da leggere come un segno che il sentiero non è più percorribile. In realtà il sentiero è invaso dalla vegetazione ed in alcuni punti è ostruito dagli alberi caduti e non più rimossi, ma la sua larga traccia è sempre ben visibile; dopo la partenza attraversa un rivolo, sale regolare nel bosco ma arrivati all’attraversamento del torrente il sentiero scompare, cancellato dalla frana. Con un po’ d’attenzione e ricalcando ad intuito il percorso originale si riesce comunque ad attraversare il torrente, risalendo la sponda opposta dove si ritrova il sentiero che dopo un breve tratto sbarca sulla strada asfaltata. Si risale la poderale, tagliando i tornanti ove possibile, ed arrivati nei pressi del seminascosto alpeggio di Crè si trova su un tronco l’indicazione della partenza del sentiero 2B (sinistra salendo). Si segue il sentiero, molto marcato all’inizio; ad un primo bivio si prende il ramo di sinistra (il ramo di destra termina al torrente) che sale nel bosco, ogni tanto ostruito da alberi caduti o confuso da smottamenti o dalla vegetazione; quando si ode il rumore del torrente il sentiero sbarca su una larga pista che porta prima all’attraversamento del torrente per poi sbarcare sulla sterrata nei pressi di un rudere e vicino alle baite di Champtoret. Seguire la sterrata lungo i suoi tornanti fiancheggiati dai muri fino ad arrivare al suo sbarco nel vallone; qui la si abbandona, si sale intuitivamente per pascoli puntando alla croce in pietra da dove è ben visibile la cime del Mont Brise; lungo facile percorso sul pendio erboso si arriva in cima.
Al ritorno si segue la sterrata fino agli alpeggi di Arpettaz, dove si prende il sentiero 1A per Dolonne; se non lo si individua subito conviene scendere lungo la poderale fino ad un primo bivio (sinistra scendendo) che porta ad una baita, presso la quale passa il sentiero che va seguito in discesa. Arrivati quasi al fondo valle si trovano varie diramazioni: seguire sempre le indicazioni e le frecce 1A, che portano allo sbarco del sentiero al torrente; qui si segue la pista (sentiero 1) che costeggiando il torrente riporta a Champex chiudendo così l’anello. In alternativa, a Dolonne è possibile prendere a Courmayeur l’autobus per Pre Saint Didier.