Traversata Zarace-Sveta Nedjelja

difficoltà: EE   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: sensacugnisiun
ultima revisione: 05/05/19

accesso:
dal capoluogo Hvar città seguire per Milna e Starigrad, dopo Milna si trova Zarace che si oltrepassa lasciando l'auto in un piccolo parcheggio sulla destra.

note tecniche:
Itinerario che collega due delle principali cale dell'isola, solitamente raggiunte via mare nella bella stagione e tra le poche in ghiaia fina, vista la natura del terreno abbastanza rocciosa. Il sentiero risente di tratti di vegetazione invadente, e spesso spinosa, alcuni tratti sono spettacolari, alti su scogliera e sotto le imponenti pareti rocciose del monte San Nicola, massima elevazione dell'isola.
I lavori per la costruzione di una strada a collegare Zarace e Ivan Dolac hanno creato piccole frane di materiale sul sentiero nel tratto prossimo a Luciska Bay. La vicinanza di questa strada, quando sarà completa, diminuirà la bellezza e l'isolamento di questo tratto di costa, facendo perdere senso anche a questa bella traversata. E' facile immaginare che dei sentieri rimangano i brevi tratti di accesso alle spiagge e poco altro, meglio approfittarne a breve.
L'itinerario è segnato con bolli bianco rossi non recenti, sbiaditi a tratti.

descrizione itinerario:
Volendo partire da Zarace la baia di Dubovica merita una visita, si raggiunge in una decina di minuti dal parcheggio, oltre prosegue il sentiero con saliscendi lungo il mare verso la piccola insenatura di Piscena. Altrimenti si può partire un paio di chilometri oltre dove si stacca una strada sterrata a destra con divieto di transito.
Percorsa la sterrata per una ventina di minuti si vede poco sotto il sentiero proveniente da Baia Dubovica e cala Piscena, qui gli itinerari si congiungono. Il tratto che segue è il più complicato, a monte del sentiero i lavori per la strada hanno creato frane e la vegetazione è veramente abbondante.
Percorso un lungo tratto in traverso e guadagnata quota inizia la discesa verso Luciska bay, perla di questo tratto di costa. Il sentiero è panoramico e spettacolare, ma occhio alle spine.
Verso il fondo si scavalca un muro a secco e si scende alla baia, sovrastata da pareti verticali. La risalita dal lato opposto è più agevole, ci sono alcune costruzioni e un bar almeno in estate.
Tra splendidi vigneti dell'autoctono Ivan Dolac si raggiunge nuovamente la mulattiera che fino a Sveta Nedjelja procede lungo il mare, alta su scogliere e che porta all'arrivo della traversata presso un punto panoramico al termine delle scogliera.