Rossi (Cima dei) dal Ponte della Giumenta per il Passo dei Rossi

sentiero tipo,n°,segnavia: 561
difficoltà: EE   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 790
quota vetta/quota massima (m): 2134
dislivello salita totale (m): 1340

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: gianmario55
ultima revisione: 01/04/19

località partenza: Ponte della Giumenta (Sabbia , VC )

punti appoggio: Nessuno

cartografia: Carta degli Itinerari Escursionistici della Val Sesia, foglio 3 (Val Mastallone). 2002.

bibliografia: Guida C.A.I. - T.C.I.

accesso:
Raggiunta Varallo Sesia imboccare la strada provinciale della Val Mastallone (indicazioni per Fobello, Cervatto, Rimella). Seguirla fino alla frazione di Bocciolaro dove, appena oltre l’abitato, si svolta a destra per Sabbia. Si raggiunge presto un incrocio dove (segnalazione) si svolta a destra su stretta ma discreta rotabile che raggiunge il Ponte della Giumenta, m. 790, dove prima dello stesso sono presenti il cartello di divieto di transito ed i cartelli indicatori del C.A.I. Comodo parcheggio per una quindicina di auto.

note tecniche:
Quote ed nomi delle località sono stati ricavati, oltre che dalla Guida C.A.I.-T.C.I. dalla Carta indicata nelle note. Fino al Passo dei Rossi la difficoltà è "E". Il tratto di cresta finale, se percorso senza neve potrebbe non essere più di "EE". Le condizioni da noi incontrate, ovvero uno strato di neve ghiacciata sul lato Nord-Ovest, dove potrebbe esserci una traccia, ci ha costretti a tenere il filo di cresta su roccia decisamente poco solida, anche se le difficoltà non sembrano raggiungere il 2°, cui segue un breve tratto di erba olina decisamente scivolosa. Nel dislivello totale non è stata conteggiata la breve risalita alla Cima.

descrizione itinerario:
Attraversare il ponte e seguire la ripida strada (possibile una deviazione su altrettanto ripido sentiero) che in breve raggiunge un altro ponticello poco sotto la Frazione Montata. Raggiunta la frazione, m. 880, seguire le indicazioni del sentiero 561 per l’Alpe Campo. Il sentiero sale intersecando una sterrata un paio di volte per poi iniziare a salire, con numerose svolte e quasi sempre in forte pendenza, fino a raggiungere la casetta isolata dell’Alpe Corti, m. 1111 (piccolo fontanile). A questo punto il sentiero diventa leggermente meno ripido e dopo un tratto quasi a mezzacosta inizia una serie di lunghi diagonali, più ripidi nell’ultima parte, per raggiungere il Colmetto di Cevia, m. 1515, e successivamente la bellissima Alpe Campo, m. 1527. Qui due possibilità: a) Raggiunta l’Alpe Campo seguire sempre il segnavia 561 che, dopo una ripido tratto iniziale, raggiunge una dorsale e la segue, spostandosi da un versante all’altro, con pendenza moderata. Dopo essere passati poco al di sotto della Cima Vallè, m. 1852 (consigliata la brevissima salita per il panorama sul Monte Rosa) si raggiunge l’ampio pascolo dell’Alpe Laghetto, m. 1809 (acqua); b) poco prima di raggiungere l’Alpe Campo, in prossimità di una sorgente, si stacca verso sinistra un bellissimo sentiero, non segnato, che attraverso pascoli e sempre con moderata pendenza, percorre un valloncello che sbuca direttamente sui pascoli all’Alpe Laghetto. Dall’Alpe Laghetto seguire sempre il segnavia 561 che dapprima tocca i ruderi di un grosso caseggiato delle vecchie miniere e poi inizia a salire per prati verso la dorsale Sud-Ovest del Monte Capio. Ad una quota di circa 2000 metri si stacca verso destra (Est-Nord-Est) una traccia non segnata che sale in direzione del Passo dei Rossi che si raggiunge in pochi minuti, m. 2056. Attraversarne il colmo su esile traccia lato Sabbia in direzione Est fino a portarsi al di sotto dell’impennata della cresta Ovest della montagna. Risalirla al meglio su roccia per lo più friabile e tratti erbosi raggiungendone in breve la vetta, m. 2134 (ottimo panorama).