Soglio (Monte) da Cuorgnè per la dorsale Est

tipo corsa: salita e discesa
periodo: Primavera-autunno
esposizione preval. in salita: Est
quota partenza (m): 400
quota vetta/quota massima (m): 1971
dislivello totale (m): 1850
lunghezza (km): 25

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: rfausone
ultima revisione: 24/03/19

località partenza: Cuorgnè (Cuorgnè , TO )

descrizione itinerario:
Da piazza Martiri della Libertà (Cuorgnè) si imbocca via Milite Ignoto, quindi si gira a sinistra in via Marconi e poi a destra in via Battisti, proseguendo per via S. Annetta ed arrivando sulla strada per Belmonte, che si segue fino alla svolta a sinistra proseguendo poi per Alpette ed arrivando in pochi passi a San Giusto.
Qui si segue la mulattiera (segnavia 406) che sale lungo un rio, tocca un edificio dell'acquedotto del 1899. Attraversata una stradina, la mulattiera continua tra il muro di una villa e il rio, poi diventa asfaltata e giunge alla chiesa di San Bernardo dove la salita prosegue a destra, con un tratto di acciottolato e un paio di tornanti sull'asfalto tra prati e vigne che portano a Trione. Tra le ultime case si ritrova a destra la mulattiera che si alza nel bosco e raggiunge un piazzale in vista di Giaudrone a 627 m di quota.
Tralasciando la strada per la borgata, si continua sul viottolo (segnavia) che porta a un trivio con due piloni votivi: si prende la mulattiera in centro (segnavia) che all'inizio si tiene sul crinale, toccando un altro pilone votivo, poi continua fiancheggiata da muretti. Entrati nel bosco, prima di una zona umida bisogna alzarsi a destra, poi la mulattiera riprende il suo andamento in diagonale tra i castagni e i faggi.
Usciti su una sella da cui appare la Valle Orco, si tocca un'area pic-nic e ci si immette sulla pista che proviene dalla frazione Nero di Alpette (segnavia) e che porta ai pascoli di Monsuffietto. Si continua sulla pista che fa un paio di svolte sul costone, e poco sopra una vasca dell'acquedotto (segnavia) si prende il sentiero che sale in breve a un ripiano erboso, dove il segnavia 406 indica la giusta direzione.
Il sentiero ritorna presto evidente e si alza fin sotto le Rocche di San Martino, e poco dopo si raggiunge la cresta poco oltre le Rocche. Si prosegue ora per cresta raggiungendo prima il Colle della Bassa e salendo alla cima Mares 1654m, discendendo a san Bernardo di Mares per salire al Soglio 1971m.
Ritorno sullo stesso percorso.