Gerbido (Colle del) da Pradleves, anello per Barma Grande

difficoltà: E   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud-Est
quota partenza (m): 840
quota vetta/quota massima (m): 1381
dislivello salita totale (m): 710

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: rolly52
ultima revisione: 21/03/19

punti appoggio: Pradleves

accesso:
Da Caraglio imboccare la Val Grana fino al capoluogo di Pradleves dove si può posteggiare nei pressi della parrocchiale.Volendo si può arrivare su comoda strada asfaltata fino a pochi minuti dalla chiesetta della Madonna degli Angeli( ampio posteggio) risparmiando in tal modo circa 250 metri di dislivello e complessivamente un'ora e trenta.

note tecniche:
Facile e pittoresco itinerario da compiere a inizio o fine stagione che permette di ammirare alcune vecchie borgate e la bella cappella della Madonna degli Angeli del sec XVIII. Molto suggestive la pineta e la faggeta che si attraversano nei pressi del crinale spartiacque con la Val Maira .Buone segnalazioni( n 33 e 32) con paline bianco rosse di tanto in tanto.L'unico tratto dove porre attenzione è la discesa dalla Barma Grande verso la suggestiva grotta di Barma Rossa, su sentiero ripido ed esposto.
Veramente suggestiva quest'ultima con stalattiti e stalagmiti e con annessa palestra di roccia.

descrizione itinerario:
Dal piazzale della parrocchiale di Pradleves seguire la carrozzabile asfaltata che con alcune svolte si addentra nel vallone costeggiando alcune borgate suggestive. Lasciato a dx il bivio per Barma Grande, a cui si arriva al termine dell'anello, si arriva a un largo piazzale con posteggio.( fin qui si può comodamente salire in auto).In pochi minuti si raggiunge la suggestiva cappella della Madonna degli Angeli, posta su un poggio in amena e panoramica posizione. Ritornati al posteggio, si segue la sterrata che costeggiando alcune sinuosità del vallone costeggia dapprima la borgata abbandonata di Cugn per poi immettersi sulla strada asfaltata proveniente da Pradleves che adduce alla frazione Gerbido, da cui in breve si arriva all'omonimo colle, posto sullo spartiacque con la val Maira. A destra parte un sentiero pianeggiante e comodo che attraversa una bella abetaia e il piano del Lombardone ( breve deviazione verso un punto panoramico molto bello), tenendosi prevalentemente sul versante Val Maira e con percorso molto tranquillo .
Superato un tratto un po' più ripido, si ritorna sullo spartiacque da cui inizia la ripida discesa della Barma Grande che richiede un po' di attenzione( probabile EE) fin quando non compaiono alcune pareti rocciose rossastre e molto suggestive alla base delle quali si apre la bellissima Barma Rossa. In breve e su sentiero più comodo si raggiunge la strada asfaltata di salita e, in breve, l'abitato di Pradleves.