Linzone (Monte) da Palazzago, giro dell'Albenza per la Cava di Pietra e discesa su Almenno San Salvatore

difficoltà: MC+ / BC / S3   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 350
quota vetta/quota massima (m): 1392
dislivello salita totale (m): 1300
lunghezza (km): 25
disl. da portare (m): 50

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: MONTAGNAVERA
ultima revisione: 07/03/19

località partenza: Palazzago (Palazzago , BG )

cartografia: Kompass on line o Lecco

note tecniche:
Ciclabilità salita 95% - Discesa con front 90%, percorso adatto anche ad EBIKE, noi circa 3 ore per la salita, non ho visto fontane sul percorso, cartina Kompass wanderkarte disponibile gratuitamente on-line.
Periodo migliore Aprile-Novembre

descrizione itinerario:
Partiamo da Palazzago , ampi parcheggi gratuiti ovunque, salita su asfalto in genere abbastanza ripida 10% verso Colle Pedrino e le Cave che attraversiamo passando la stanga aperta al primo divieto ma evitabile con un piccolo sentiero a sx dove si spinge per circa 50 metri di dislivello. Arrivati alla seconda sbarra con i catarifrangenti, la bypassiamo salendo su un muretto che aggira sul lato sinistro la cabina elettrica, poi tutto ampio sterrato (cava bassa) come indicato nel video. Poi di nuovo asfalto chiuso al traffico ed arrivati sotto le antenne dell'Albenza di nuovo sterrato tutto ciclabile. Solo gli ultimi 100m di dislivello sono in parte a spinta ma non ripidi poi nel video si dovrebbe capire.

Panorama Incredibile sui Quattromila delle Alpi occidentali, su pianura ed Appennini mentre a Nord verso Orobie Disgrazia e gruppo del Bernina.

Discesa in direzione opposta alla salita sul sentiero 571 , arrivati alla piccola croce per non perdere orientamento meglio piegare a destra e così con qualche variante si arriva alla chiesa di San Bernardo.
Stando sul lato destro della Chiesa si apre un varco dove parte una mulattiera a gradoni ma sempre ciclabile che porta fino alla strada asfaltata che tra vari paesini ci riporta a Palazzago, questo forse il punto meno appetibile perchè costringe a diversi sali scendi con pendenze anche oltre il 10%, probabilmente meglio scendere fino ad Almenno San Salvatore e rientrare comodamente sulla strada pianeggiante per Palazzago