Mourre Froid (le) da Gaudissart

tipo itinerario: pendii ampi
difficoltà: MR   [scala difficoltà]
esposizione: Sud-Ovest
quota partenza (m): 1808
quota vetta/quota massima (m): 2570
dislivello totale (m): 760

copertura rete mobile
vodafone : 100% di copertura

contributors: Andrea81
ultima revisione: 25/02/19

località partenza: Gaudissart (Molines-en-Queyras , 05 )

cartografia: IGN foglio 3637 OT - Mont Viso, Saint Veran, Aiguilles - scala 1:25000

accesso:
Da Cuneo: da Borgo San Dalmazzo si deve risalire tutta la Vlle Stura di Demonte lungo la SS21 fino a raggiungere il Colle della Maddalena. Da qui si scende in territorio francese lungo la D900, raggiungendo la località di Les Gleizolles, dove occorre svoltare a destra, seguendo le indicazioni per il Col de Vars (D902) che si oltrepassa, scendendo verso Guillestre, fino a raggiungere tale località. Da Guillestre si prosegue lungo la D902 fino a la Maison du Roy, risalendo la Valle del Guil direzione Colle dell'Agnello fino a giungere a La Rua (altro possibile punto di partenza) e poco oltre a Molines en Queyras, dove volgendo a sinistra si raggiunge in breve la frazione di Gaudissard. Possibilità di parcheggio lungo la strada e su uno spiazzo al termine del centro abitato.
Da Torino risalire la Val di Susa (Autostrada A32 oppure SS24) fino a Oulx, quindi si prosegue raggiungendo Cesana Torinese e passando il Colle del Monginevro per scendere in Francia a Briançon. Si prosegue ora lungo la D32 seguendo le indicazioni per Embrun fino a Guillestre. Da qui, come da itinerario precedente si raggiunge Gaudissard.

note tecniche:
Facile gita, alternativa più breve alla vicina Gardiole de l'Alp, ma anche come punto di passaggio per raggiungerla.
Porre attenzione, in caso di abbondanti nevicate, alla parte centrale e destra del combale di salita, mantenendosi a debita distanza dai pendii più ripidi.

descrizione itinerario:
Da Gaudissard, si arriva al termine della strada nei pressi delle ultime case e si inizia a salire direttamente il pendio soprastante verso una fascia boscosa, tenendosi gradualmente a destra. Oltrepassato il lariceto non fitto, si esce sull’ampio e regolare pendio della Gardiole de l’Alp, e si sale con percorso diretto in direzione della Bergerie de l’Alp 2170 m.
Quisi abbandona il pendio di salita diretto alla Gardiole, per spostarsi nella comba a sinistra, compresa tra la Gardiole stessa e le Mourre Froid a circa 2400 m. Si attraversa il combale spostandosi sul margine sinistro, per portarsi all'attacco del pendio-dorsale sud-ovest che con qualche tratto più ripido porta all'ometto posto in vetta 2570 m. Da qui volendo, e con condizioni di nivolgiche sicure, è possibile proseguire per la dorsale fino alla cima della Gardiole de l'Alp, per poi scendere dalla sua via classica per il pendio sud-ovest.