Coudrey (Monte) Outside

difficoltà: 6a / 5c obbl
esposizione arrampicata: Sud-Est
quota base arrampicata (m): 700
sviluppo arrampicata (m): 160
dislivello avvicinamento (m): 40

copertura rete mobile
vodafone : 80% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: Titus
ultima revisione: 16/02/19

località partenza: Albard di Bard (Bard , AO )

accesso:
Dalla SS.26 a Donnas (AO) prendere la strada per Albard di Bard.
Arrivati alla fraz. di Albard, dal parcheggio superiore, prendere la strada sterrata a dx, fronte montagna, seguirla, superare la prima presa dell'acquedotto lasciando sulla dx la mulattiera che porta a Verale, proseguire sempre sulla strada fino ad arrivare nei pressi della seconda presa, a sx su un masso indicazione in vernice gialla.

note tecniche:
Via non propriamente didattica, costante nella gradazione generale, con un'arrampicata varia su diversi stili, placca, aderenza, verticale e dulfer.
Si sviluppa su un settore che dal basso non si nota, essendo in gran parte nascosta dalla vegetazione boschiva.
Per la discesa seguire bolli e frecce gialle, che in breve portano alla base del Pilier del Forte e all'attacco di tante altre vie( Pà Raumer, Marimba, Gary & Erik, Frida ect).
In collaborazione e sostenuti dal negozio di articoli sportivi "OUTSIDE" di Biella, via Cottolengo 18.

descrizione itinerario:
1°) Partenza su piccolo diedrino in verticale, proseguire in diagonale su placca e fessura.
2°) Muretto verticale su prese delicate, superare lo spigolo e proseguire su placca in aderenza con difficolta crescenti.
3°) Dopo breve trasferimento in leggera salita, proseguire su placche e uscire tramite una fessura in dulfer.
4°) Altro trasferimento di pochi metri, attaccare un muretto verticale delicato, proseguire su placche lavorate e leggermente abbattute più facili.
5°) In verticale con uscita su muretto con micro prese, traverso a dx, e poi in verticale fino alla sosta su pianta.
Fine via.

altre annotazioni:
Aperta dal basso da Marco Durando, Mauro Tosin, Fabrizio Bazzocchi, Daniele Vettori e Tito Sacchet, gennaio/febbraio 2019, Gruppo "SCHIODATI"