Val di Rabbi Madre (Cascata)

difficoltà: II / 3+   [scala difficoltà]
esposizione: Nord
quota base cascata (m): 1500
sviluppo cascata (m): 250
dislivello avvicinamento (m): 400

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: davec77
ultima revisione: 01/02/19

località partenza: San Bernardo di Rabbi (Rabbi , TN )

punti appoggio: vari in paese

accesso:
Dal paese di S. Bernardo in Val di Rabbi seguire a sinistra le indicazioni per le "Cascate Valorz" e parcheggiare subito dopo prima del ponte, o anche più sopra se possibile (si può passare sia dalla stradina che si stacca a sinistra e che porta al Mas de la Bolp sia da quella che sale ripida a destra).
In ca. 45 minuti a piedi dal paese si raggiunge comodamente la conca del Valorz, con piccolo ricovero in pietra del Soccorso Alpino (solo tavolo panche e stufa, no letti). La Cascata Madre è la più grande ed evidente al centro della conca (quella alla sua sinistra è "Grand Hotel"; ancora più a sinistra, se formate, le cascate "Baby" più brevi e facili). Se ne raggiunge la base in altri 15-20 minuti, seguendo il flusso ghiacciato/innevato che scende dalla cascata con un minimo di attenzione.
Il flusso si fa poco più ripido prima del ripiano che precede il salto principale; a un certo punto si incontra uno spit con anello, eventualmente ci si può legare qui.

note tecniche:
Bella cascata molto nota e frequentata.

descrizione itinerario:
L1: saltini facili (55-60° max) portano al ripiano suddetto, conviene sostare su ghiaccio dove si preferisce (30 m).
L2: affrontare il salto principale, molto largo con varie linee possibili, più verticali a sinistra, più facili a destra (passaggi a 75-80°). Conviene sostare su ghiaccio dove più comodo; con un solo tiro non si riesce a uscire (55-60 m).
L3: proseguire e uscire dal salto principale (passi non oltre i 70-75° se si resta sulla destra). Segue un lungo tratto più appoggiato (45-55°, antipatico con neve fresca) che porta sotto al salto successivo (60 m abbondanti).
L4: superare il secondo salto, verticale a sinistra, più facile sulla destra (passi a 80°). Proseguire fino a una sosta attrezzata su albero a destra (40-50 m).
L5: si può uscire direttamente su una candelina sulla destra, se formata (più difficile); oppure facilmente seguendo il flusso sulla sinistra, con al massimo brevi saltini, fino a un'ultima sosta su albero (50 m).

Discesa: traversare verso destra in leggera salita e poi in piano, fino a incrociare il sentiero CAI n. 121 che seguito in discesa riporta nella conca basale del Valorz (attenzione con molta neve o ghiaccio). Possibile anche in doppia; al di sotto del secondo salto potrebbero servire un paio di abalakov (dovrebbero esserci soste attrezzate, ma non sempre reperibili).