Ebro (Monte) da Cabella Ligure per Pobbio e Monte Roncasso

sentiero tipo,n°,segnavia: due triangoli gialli
difficoltà: E   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud-Ovest
quota partenza (m): 480
quota vetta/quota massima (m): 1700
dislivello salita totale (m): 1220

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: kaneski
ultima revisione: 29/01/19

località partenza: Cabella Ligure (Cabella Ligure , AL )

accesso:
Per chi proviene da sud: dal casello autostradale di Vignole Borbera si risale la val Borbera fino a Cabella.
Per chi proviene da nord: uscire al casello autostradale di Tortona raggiungere Garbagna quindi attraverso la galleria scendere in val Borbera.

note tecniche:
L'itinerario segue un vecchio percorso segnalato dalla FIE con due triangoli gialli, ormai quasi scomparsi. Aiutano anche delle frecce rosa di un trail che si corre in valle.
Fino a Pobbio (1132 m) si può giungere in auto o come di seguito descritto seguire la vecchia mulattiera di cui a tratti si incontrano i muretti e il fondo ciottolato, purtroppo anche lei in abbandono. Così facendo si evita quasi completamente l'asfalto.
Da evitarsi nei mesi più caldi.
L'itinerario ha uno sviluppo di 10 Km.

descrizione itinerario:
Proprio prima del ponticello all'ingresso di Cabella su di un palo, sulla sinistra, compaiono i due triangoli gialli e la scritta Ebro. Si segue l'asfalto fino alla fraz. Casella.
Alle prime case i triangoli mandano a sinistra, dove inizia la mulattiera con un tratto con fondo in cemento. Quando si rincontra l'asfalto lo si attraversa e si segue sempre la mulattiera (molto mal ridotta) che da ora in poi si manterrà sempre sulla destra della strada incrociandola in un paio di punti. Si arriva così a quota 1000 m dove la strada asfaltata va in piano per un lungo tratto, in vista di Pobbio e con sulla sinistra ben visibile la cappella della Madonna della Guardia. Di qui tre possibilità.
- L'itinerario classico segue l'asfalto fino a Pobbio Alto dove, sulla destra parte una mulattiera che con rari bolli e dopo lungo tratto in piano sale in cresta.
- Seconda possibilità ( che personalmente consiglio): presa la mulattiera al primo bivio si prende in salita verso sinistra e sempre su mulattiera si giunge al colle della
Trappola 1289 m e di qui seguendo il filo della costa ai monti Roncasso, Cosfrone e Ebro per la cresta.
-Terza possibilità: alle spalle della cappella della Madonna della Guardia parte una mulattiera che va seguita finché sulla destra non sono visibili ampi prati terrazzati, mantenuti a foraggio. Li si attraversa senza perdere quota finché non si incrocia la mulattiera della seconda possibilità. Questo itinerario è comodo ed evidente in discesa.