Pian della Mussa Lepre (Cascata della)

difficoltà: II / 2+ / M3   [scala difficoltà]
esposizione: Nord
quota base cascata (m): 1800
sviluppo cascata (m): 90
dislivello avvicinamento (m): 350

copertura rete mobile
tim : 100% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: gattorosso
ultima revisione: 29/01/19

località partenza: Balme (Balme , TO )

punti appoggio: Rifugio Città di Ciriè

cartografia: Valli di Lanzo - Fraternali Editore 1:25.000

accesso:
Da Balme salire al Pian della Mussa e percorrerlo fino a quando di incontra, poco prima del Rifugio Città di Ciriè, un ponte che conduce all'alpeggio Ghiairone, superato il quale si intravvede nel bosco la Cascata "La tartaruga", sulle propaggini della Rocca Nera. Giunti ai piedi della bastionata, si nota un'effimera colata sulla sinistra, che si raggiunge risalendo un breve ma ripido boschetto.

note tecniche:
La cascata, che si divide in due rami distinti, si forma solo in anni favorevoli con poca neve e basse temperature. Si tratta di una cascata adatta ai principianti, che vogliono anche sperimentare come ci si muove non solo su ghiaccio, ma anche su misto con qualche passo di dry.

descrizione itinerario:
L1.
Salire un primo muro a 70°, e poi alcuni piccoli risalti, intervallati a teppe erbose ghiacciate, portandosi in direzione di un evidente larice (cordone in loco per discesa), poco prima del quale il canale si divide in due. Se si prende quello a sinistra, superare una breve goulotte, andando a sostare su friend sulle rocce a destra (ottime fessure) (S1). Se si prende quello di destra, fare sosta su ghiaccio poco oltre il larice suddetto (S1).

L2 di sx.
Per il ramo di sinistra: salire alcuni metri su ghiaccio, spostandosi poi sulla sinistra con un breve traverso su roccia/teppe, e risalire un'effimera goulotte portandosi verso l'uscita del canale, che si affronta con un breve ma bel passaggio di dry, uscendo sul pendio soprastante. (S2 su grosso larice-cordone con maillon).

L2 di dx.
Per il ramo di destra: continuare in direzione della nicchia posta alla base dello sperone roccioso, per superare dapprima un bel tratto estetico e poi continuare nel canale che si restringe e propone facili risaltini uscendo sul pianoro sommitale fino a raggiungere un grosso larice (S2).

Discesa: lungo il ramo sx della cascata con due doppie attrezzate con cordone e maillon su larici.

altre annotazioni:
Probabile prima salita in quanto non si hanno notizie in merito a salite precedenti.
Salita il giorno 26/01/2019 da: A.Croce - I.Chifan - M.Cuccotto - D.Eandi - M.Ferrero - G.Montrucchio

Novità! I preferiti

Aggiungete con un clic sul cuoricino bianco l'itinerario ai vostri preferiti. Li ritroverete tutti nella vostra pagina personale