Figne (Monte delle) da Cappella dell'Assunta per la dorsale S/O

sentiero tipo,n°,segnavia: B/R, Quadrato giallo,2 + gialli, sentiero laghi Gorzente
difficoltà: EE   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 810
quota vetta/quota massima (m): 1172
dislivello salita totale (m): 1000

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: LuCiastrek
ultima revisione: 12/01/19

località partenza: Cappella dell'Assunta (Capanne Superiori) (Bosio , AL )

cartografia: IGC Genova Varazze Ovada

accesso:
Uscita autostrada Masone, seguire indicazioni per Ovada, arrivati a Campo Ligure dal semaforo entrare in paese e seguire le indicazioni per Capanne di Marcarolo, dopo circa 9 chilometri ad uno stop seguire le indicazioni per Piani di Praglia, lungo la strada si incontrerà la Cappella dell'Assunta. È anche possibile prendere la stradina a sx della Cappella e fermarsi con la macchina quando sulla dx si incontra una strada sterrata e una palina.

note tecniche:
Questa escursione è rivolta a coloro che sono già saliti alle Figne da altri itinerari, per cambiare percorso e provarne uno diverso, e per coloro a cui piace uscire anche dai sentieri e ravanare tra prato e roccette come in questo caso. IL percorso non presenta nessuna difficoltà di orientamento essendo una dorsale basta seguirla, sono stati fatti anche degli ometti ed è presente in certi punti una leggera traccia, bello il percorso e il panorama lungo la via. OSM mette un dislivello di circa 1000/1100 metri è 22/24 chilometri.

descrizione itinerario:
Dalla Cappella seguire la stradina asfaltata alla sx della stessa, dopo circa 500 metri si prende la stradina sterrata con una palina che indica la direzione per il lago Bruno (quadrato giallo) si cammina per un lungo tratto quasi pianeggiando per poi perdere dislivello e raggiungere la diga dell'ex lago di Badana; una volta attraversata si scende ancora lungo una strada sterrata per circa 200 metri poi si gira a sx e si continua fino a superare un ponte sul rio Sella quindi si incontrerà una palina che indica il lago Bruno. Superata la caratteristica passerella di ferro sulla sponda del lago si raggiunge la diga del lago, si passa dalla parte opposta e si prosegue dritti per circa 1,5 chilometri, arrivati ad un ponte con alla dx in alto una chiusa di cemento si è vicini alla via non indicata da nessuna segnaletica ma solo da un ometto fatto per la circostanza. Infatti poche decine di metri dopo il ponte sulla dx sono presenti delle roccette(ometto) si sale il versante abbastanza ripido tra roccette e prato in direzione della dorsale posta in alto alla sx, una volta raggiunta la pendenza si attenua e si sta a cavallo della stessa seguendola per il lungo tratto che separa dalla cima, sono circa 500 metri di dislivello con panoramica sui laghi del Gorzente e via via alle cime delle alpi ed al mare. Per il ritorno stessa via oppure ancora meglio seguire il sentiero che scende verso est per il passo Mezzano (segnavia due + gialli) raggiunto il passo si può salire anche al monte Taccone dove poi si può scendere sullo stesso sentiero che dal passo Mezzano (segnavia 2 +) si segue se non si vuole salire al Taccone. Arrivati a Prato Perseghin si prosegue per la Colla di Praglia (segnavia A.V) si continua per un tratto di circa 1,4 chilometri fino ad un bivio dove bisogna girare a dx facendo quasi una inversione a u, senza indicazioni anche se è presente una palina; questo sentiero è quello naturalistico dei laghi del Gorzente che prima passa dal piano della Benna, poi dal punto panoramico del Bric Nasciu infine dal Sacrario Martiri di passo Mezzano per poi raggiungere la casa dei guardiani della diga. Arrivati sulla strada sterrata si prosegue verso ovest in discesa su un tratto in cemento al termine del quale a sx (segnavia quadrato giallo) la strada conduce al ponte sulla emissione del lago Bruno, seguendo il segnavia sulla sterrata si ritorna alla diga del ex lago Badana e da li alla Cappella dell'Assunta.